"Pagati sei milioni all'uomo sbagliato E la Farnesina tace"

Il legale della famiglia di Failla, uno dei tecnici uccisi: "Ora la verità"

Francesco Caroleo Grimaldi è il legale della famiglia di Salvatore Failla, uno degli ostaggi italiani uccisi in Libia.I vivi rientrano in patria, i morti?«Non sappiamo nulla. Sembra che vogliano fare un'autopsia a Tripoli, ma la famiglia si sente abbandonata. Neppure una telefonata. Un comportamento sconcertante. Il premier, il ministro degli Esteri, nessuno si è fatto sentire. Chi ora esulta per la liberazione degli altri due non ha sentito il bisogno di chiamare la vedova Failla».Ha visto le foto dei fuoristrada colpiti e dei corpi di Failla e Piano, in possesso del Giornale.

Cosa pensa sia accaduto?

«L'impressione è terribile, ma dal volto di entrambi si capisce che non sono stati uccisi dal famoso colpo alla nuca in un'esecuzione. Non è chiaro, però, da dove e da che distanza sono partiti i proiettili che li hanno uccisi. E soprattutto quale arma. Per questo è importante l'autopsia in Italia con un nostro perito».

Il giorno dopo la morte di Failla e Piano gli altri due vengono liberati...

«Un mese fa sembrava che si fosse arrivati ad una svolta. Secondo fonti non ufficiali una parte del riscatto sarebbe già stato pagata. Ma come mai due ostaggi sono stati liberati a distanza di 24 ore dalla morte degli altri rapiti? L'impressione è che il governo sapesse che sarebbero tornati a casa».

Alla famiglia è stata data qualche spiegazione concreta dalla Farnesina?

«Nessuna spiegazione. Si sapeva che le trattative stavano andando avanti. I familiari era in contatto con l'unità di crisi. Dopo il tragico epilogo, li hanno informati in maniera evasiva e non si sono più fatti sentire».

Dovevano venire liberati tutti e quattro?

«Probabilmente, ma qualcosa è andato a storto e qualcuno ha delle colpe».

Pensa che sia stato pagato un riscatto?

«Da fonti ufficiose ho sentito dire che fossero già stati pagati 6 milioni di euro, ma alla persona sbagliata».

Poi gli americani hanno bombardato Sabrata.

«Il raid del 19 febbraio ha cambiato gli equilibri. Gli italiani sanno che ci sono dei connazionali in ostaggio, mi è sembrato quantomeno incauto. Roma, che dovrebbe coordinare l'intervento in Libia, ha avvisato gli alleati?».

L'autista avrebbe tradito i tecnici. Ci sono state leggerezze sulla sicurezza da parte della società Bonatti?

«Viaggiavano senza scorta. Quelli dell'Eni ce l'hanno. Il ministero degli Esteri aveva allertato tutte le aziende italiane in Libia sollecitandole a garantire la protezione dei trasferimenti ed invitando a muoversi con la massima cautela. Tutto è stato fatto con una superficialità totale, come se dovessero percorrere il tragitto Firenze-Milano, non in Libia».

Qual è stata la reazione dei familiari al tragico epilogo?

«C'è tanta rabbia ed inquietudine espresse anche dalla famiglia Piano. Il fatto che non sappiamo quando torneranno i corpi alimenta la rabbia».

Quali saranno i prossimi passi legali?

«Vogliamo la verità fino in fondo. Le responsabilità, da quelle della ditta sulla sicurezza fino a livelli più alti nella gestione del rapimento e le fasi finali, devono essere assolutamente individuate ed accertate».

Annunci

Commenti

michetta

Dom, 06/03/2016 - 08:36

Finche' al Governo ci saranno questi cialtroni inutili e da nessuno votati, avremo le Forze Armate, che agiscono di conserva ed i servizi segreti piu' incapaci degli ultimi ottanta anni! Morale della favola, i risultati per ogni azione, si dovesse compiere, sara' sempre mal riuscita, al massimo, piena di morti, in caso negativo delle operazioni effettuate. Loro, non sapendo che fare, pagano, pagano, pagano ed i tagliagole dall'altra parte, speculano e vanno a colpo sicuro. Un po' come fanno proprio quì i nostri ministri: tolgono agli Italiani per dare ai nordafricani ed i cittadini dell'est, tanto il POPOLO NOSTRO, si sa, e' soltanto PECORONE. ANDIAMO/ANDATE A VOTARE TUTTI !!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 06/03/2016 - 08:59

Ho l'impressione che la storia si ripeta. Certamente mi sbaglio. O no?

GM58

Dom, 06/03/2016 - 09:36

GOVERNO CIALTRONE , preghiamo per i nostri morti! il governo ha altro da pensare, deve sistemare tutti i loro compagni di merenda toscani.....! che fa alfano pensa a san gennaro!!! PAZZESCO

elpaso21

Dom, 06/03/2016 - 10:19

Ma noi continuiamo a votare PD.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 06/03/2016 - 10:35

Ma cosa vi aspettate da un governo golpista, sostenuto da traditori, con a capo il bullo fiorentino, e le nullita' umane half ano, pinotta e gentiloni? Hanno raccattato il peggio della repubblica.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 06/03/2016 - 10:37

Allo stenterello di Rignano & C. interessa solanto andare in Tv a vantarsi di cosa????Se poi immigrati uccidono e rapinano, marò dimenticati nell'oblio.Ma che gli frega. Ma perchè la procura ha voluto "sequestrare" quei due arrivati in Italia prima ancora di incontrare i familiari???? qui c'è puzza di imbroglio.

jackmarmitta

Dom, 06/03/2016 - 11:02

cosa volete sperare da questa gente, non sono riusciti neanche pagare bene a un riscatto. Poi il cialtrone andrà prendersi i meriti x il rilascio degli alti 2 se ci sono le telecamere

Anonimo (non verificato)

semprecontrario

Dom, 06/03/2016 - 12:14

renzi non esultare per quelli liberi ti devi vergognare per i due morti

moshe

Dom, 06/03/2016 - 12:18

Governo renzi: bocciato in politica estera, politica economica, ..... andate a coltivare le ortiche, animali !!!!!

un_infiltrato

Dom, 06/03/2016 - 12:28

Premesso che la Verità non verrà fuori mai e poi mai, lasciatemi dire che questo scandalo ignobile non si sarebbe verificato con un "andreotti" a capo della Farnesina. Ho detto tutto.

giuseppe1951

Dom, 06/03/2016 - 12:30

Ormai l'Italia è messa male, da qui si può uscire solo con una guerra civile, non serve neanche andare a votare perchè se per caso vincesse la destra la magistratura comincerebbe a lavorare e indagare come con il governo Berlusconi, perciò è inutile darsi speranze, io spero solo che si sveglino i giovani per andare in prima fila a scacciare questi ladri assassini che sono al governo, sicuramente dietro ci sarò pure io e tantissimi altri 60enni armati.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 06/03/2016 - 12:35

oggi, h. 10,20 - Chi ha deciso di pagare ed a chi se ne laverà sempre le mani, coperto dall'omertà dei suoi collaboratori e superiori. Tanto non sono soldi loro, sono di tutti i contribuenti italiani. Ma non sarebbe più logico che le imprese che inviano i propri tecnici in zone notoriamente pericolose stipulassero delle assicurazioni per queste evenienze ? E se fossero dei privati, frequentatori/trici di dette zone nonostante la classificazione di pericolo stilata dal ministero degli esteri, perché non lasciare che le famiglie se la vedano direttamente ? L'ipotesi, forse non tanto peregrina, di una collusione fra "rapiti/e" e rapitori potrebbe essere meno aleatoria di quanto correttezza vorrebbe.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Fjr

Dom, 06/03/2016 - 12:41

Non sanno riportare a casa i morti e nemmeno i vivi, vedi Maro' ,ma tutta sta gente strapagata a che serve continuo a domandarmi, adesso purtroppo le due salme verranno usate come merce di scambio dai libici ,per ottenere quanto vogliono dal nostro governo, possibile essere sempre ricattati in questa maniera?

Ladalado

Dom, 06/03/2016 - 12:53

Auguril'hanno vista brutta a loro è andata bene

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 06/03/2016 - 13:11

Questo accade quando un governo dimenetica di informare i propri cittadini che andare in certi luoghi viene pagato molto bene perché vi sono gravi rischi per la propria vita.Altri stati non trattano,altri stati non finanziano col riscatto futuri attentati.È' scomodo ed impopolare dirlo,meglio tagliare sul comparto sicurezza e difesa e lasciare aperta l'autostrada del mare e non prendere impronte e dna dei clandestini e terroristi.L'ano di alf e pinocchio renzi-no non vogliono iniziare a lavorare proprio adesso. nopecoroni.it

Iacobellig

Dom, 06/03/2016 - 13:11

...E GLI ITALIANI CONTINUANO A PAGARE I RISCATTI PER COLORO CHE NON SONO MAI STATI INVIATI ALL'ESTERO DAL GOVERNO! GLI UNICI ITALIANI CHE SI TROVANO NEI GUAI, INVIATI DALLO STATO, SONO I DUE MARÒ.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 06/03/2016 - 13:28

Probabilmente, qualche SENATORE o MINISTRO Italiano, se li è tenuti per se stesso e li hà messi nelle banche Svizzere!!!

francab

Dom, 06/03/2016 - 14:01

facciamo come il governo giapponese: anni fa un cittadino nipponico era stato rapito (yemen?) lo hanno riscattato e poi gli hanno presentato il conto ( a lui o alla ditta per cui uno lavora)

magnum357

Dom, 06/03/2016 - 14:10

Incapacità totale e a tutti i livelli del nostro governicchio di deficienti allo sbaraglio !!!!!!!!!!

Silvio B Parodi

Dom, 06/03/2016 - 14:36

quando una squadra continua a perdere SI CAMBIA L'ALLENATORE quando un governo continua fa fare figuracce SI CAMBIA IL GOVERNO

sottovento

Dom, 06/03/2016 - 14:58

Quoto Silvio B Parodi, parole sagge e giuste

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Dom, 06/03/2016 - 15:27

Sono d'accordo con Michela popolo pecorone siamo incapace di assestare un bel calcio nel sedere a tutti questi signori che ci comandano e non capiscono nulla. Le famiglie Failla e Piano sono tutti gli Italiani veri e non provi in questo momento! Non dimenticheremo i due poveri tecnici ostaggi trucidati! Poi i nonsense le diseguaglianze d'interesse: per Regeni mandano sette investigatori e sospendono i tavoli del negoziato commerciale. Per i tecnici neanche una telefonata di cordoglio. Ma come? A che gioco stanno giocando?

terzino

Dom, 06/03/2016 - 16:01

Il governo paga con le tasse degli italiani ma sbaglia pure l'intermediario. Dilettanti allo sbaraglio.

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Dom, 06/03/2016 - 16:09

Ma quale persona sbagliata!!ma quale persona sbagliata!! se li sono fregati loro i soldi tra ministero e servizi,, come fanno sempre- Non aspettano altro che questi eventi nebulosi "per stanziare" nebulosamente soldi e poi farli scomparire- Ma non lo capite che tutta la amministrazione pubblica italiana e'solo un accozzaglia di accattoni malati di poverta`e di sfortuna?

Aleramo

Dom, 06/03/2016 - 16:56

Negli anni '70 e '80 lo Stato ha sconfitto l'industria dei sequestri della Sardegna impedendo il pagamento dei riscatti, fino al punto di sequestrare i beni dei rapiti perché non li si potessero usare per pagare il riscatto. Perché adesso non si fa lo stesso con i rapiti in Medio Oriente?

atlante

Dom, 06/03/2016 - 17:30

A parte le responsabilità di QUESTO governo di incapaci, perché non parlare di ALTRE responsabilità a monte? Perché non parlare delle responsabilità di quel cialtrone di Napolitano che COSTRINGE Berlusconi ad accettare la demenziale guerra che portò all'ASSASSINIO di Gheddafi? Ora l'Italia, che con Gheddafi aveva le concessioni petrolifere e gli sbarchi dei "finti" profughi bloccati, si trova nella mxxxa totale. E tutto per colpa di quel traditore e golpista di Napolitano, ex fascista, ex comunista, ma in realtà servo della Massoneria internazionale. Questi due morti, indirettamente, pesano anche sulla coscienza di Napolitano, corresponsabile dell'attuale caos libico.

PaK8.8

Dom, 06/03/2016 - 17:40

Siete dei CIALTRONI di m3rda. Avrei altre 20 parole in canna, ma "cialtrone" dice già tutto, e dovrebbe passare attraverso la censura. M3rde.