Paolo Ferrero contro le Coop: "Delirante lavorare il 25 aprile"

Il segretario del Prc in difesa dei lavoratori invoca Papa Francesco e si scaglia contro il "Dio profitto"

Al compagno Paolo Ferrero proprio non va giù la decisione dell’Unicoop Tirreno di tenere aperti i negozi il 25 aprile. In un’intervista al Tempo il segretario di Rifondazione Comunista la definisce “delirante” e ridicola: “La gente non ha soldi in tasca, perciò le vendite non aumentano solo perché si tengono i negozi aperti per più giorni. La verità è che ormai c’è un'idea del lavoratore completamente plasmato dal lavoro, poi dalla televisione e infine dai supermercati”. Per difendere quella che definisce la “sacralità dei ricordi” Ferrero cita persino il Pontefice: “Ha ragione Papa Francesco, c’è la necessità di avere dei momenti collettivi per riflettere, e il 25 aprile è uno di questi. Momenti che dovrebbero essere costitutivi di una società che non ha portato il cervello all'ammasso. E invece siamo alla barbarie”.

Per il segretario del Prc “è impensabile che non ci si fermi neanche per festeggiare la fine di una guerra, di una dittatura, la conquista della democrazia”. “In Francia – prosegue Ferrero - non verrebbe mai in testa di non festeggiare il 14 luglio, perché c'è un'idea di popolo, mentre da noi si cerca di trasformare il popolo in plebe”. E poi importa se la festa della Liberazione cade di sabato, giorno di maggior vendite per i supermercati: “L'idiozia che mette al centro solo il tema del profitto, in Italia ha trionfato, producendo disastri clamorosi come la distruzione dei diritti dei lavoratori” ed è per non far trionfare il “Dio profitto” che Ferrero chiede alla Unicoop di ritornare sui suoi passi.

Commenti

maurizio50

Sab, 28/03/2015 - 12:24

Chi non muore si rivede!! Ed i peggiori non muoiono MAI!!!

Ritratto di Attila51

Attila51

Sab, 28/03/2015 - 12:34

ferrero ma va a cagher

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 28/03/2015 - 13:01

Ognuno ha i suoi deliri. Anche Paolo Ferrero ha diritto di partecipare alla gara.

Giorgio5819

Sab, 28/03/2015 - 13:05

Importante e' non lavorare, come sempre i comunisti puntano all'assoluto fancazzismo.

Ritratto di Blent

Blent

Sab, 28/03/2015 - 13:05

a me questo uomo spaventa molto , il fatto che uno con il cranio pieno di m...a si aggiri nei palazzi della politica è una minaccia enorme.

killkoms

Sab, 28/03/2015 - 13:06

nulla di più scandaloso quando un comunista si appella al Papa!

Attila-65

Sab, 28/03/2015 - 13:15

A parte che non mi identifico nel suo 25 Aprile.... Se potessi lavorerei, la nostra festa nazionale non puó certo essere paragonata a quella Francese, mi spiace dirlo, ma loro sono molto più attaccati alla Nazione..... E poi basta comunisti....bastaaaaaa!!!!!

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 28/03/2015 - 13:19

Più che date o festività i compagni non sopportano il lavorare.....

cgf

Sab, 28/03/2015 - 13:22

C'È una grossa differenza tra il 25 Aprile Italiano ed i 14 Luglio francese, come al solito i komunisti vogliono scrivere sempre la Storia a modo loro. A 'liberarci' non sono stati i partigiani e nemmeno le truppe di Tito, ma 'fascisti' americani

Roberto Casnati

Sab, 28/03/2015 - 13:23

Un altro fesso!

moshe

Sab, 28/03/2015 - 13:27

Persone come lui vivono in un mondo di fiaba; in quanto all'affermare che si festeggi la fine di una dittatura e la conquista della democrazia, bisognerebbe aggiungere che adesso la dittatura che stiamo subendo è grazie al pd e, sempre grazie al pd, la democrazia in Italia è completamente morta!

penelope64

Sab, 28/03/2015 - 13:36

Carissimo Ferrero parli tanto perché hai la pancia piena.. Se la gente lavora la domenica , il 25 aprile , il 1 maggio ...è perché ha bisogno...le bollette a fine mese ci pensi tu a pagarle.. confermo in pieno pensiero di Attila51

GiovannixGiornale

Sab, 28/03/2015 - 13:43

Ma come, Natale, Pasqua e tutte le altre feste civili e religiose non fa una piega. Poi arriva il XXV aprile (che per i veneti è solo la festa di San Marco) e cade il mondo. Che schifo di gente!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 28/03/2015 - 13:45

Quando si parla di lavoro Ferrero ha le convulsioni ....

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Sab, 28/03/2015 - 14:03

rifondersi il cervello devono questi a mio giudizio incompetenti e distruttori della Italia.Ma voi siete contenti...

gianni59

Sab, 28/03/2015 - 14:37

GiovannixGiornale...ma infatti a Natale e Pasqua non si lavora...

BRAMBOREF

Sab, 28/03/2015 - 15:46

gigi86 Ma stia zitto che non ha mai capito una mazza. D'altronde è un comunista, per cui la proprietà va distrutta. E' un trombato e continua a dire le feserie che diceva prima.

MEFEL68

Sab, 28/03/2015 - 15:50

Se non sbaglio, il 25 aprile è la festa della liberazione, ma che liberazione dobbiamo festeggiare se siamo caduti dalla padella nella brace.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 28/03/2015 - 15:54

Amico mio non hai capito un caxxo, non toccare i soldi ai comunisti, tra grana e 25 aprile scelgono la grana. Visto che per me questo festa infame e fasulla non esiste ho chiesto di lavorare il 25. Che si fottano i partigianresistenziali.

gurgone giuseppe

Sab, 28/03/2015 - 15:57

E' un delirio festeggiare il 25 Aprile. E' una festa ipocrita, strumentalizzata da chi attraverso di essa vuole perpetuare un potere che non tollera cambiamenti.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Sab, 28/03/2015 - 16:19

ha ragione , il 25 Aprile è lutto italiano la perdita della guerra e della occupazione del nemico e la rovina della politica italiana ad opera dei rossi comunisti.Quei comunisti che avete al governo ora.

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 28/03/2015 - 16:25

I trinariciuti hanno la fissa del 25 aprile. Invece di vergognarsi per l'eternità continuano ad osannare la seconda data più nefasta di questa nazione.

claudio faleri

Sab, 28/03/2015 - 16:47

ferrero un buffone da circo in più psicopatico

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 28/03/2015 - 17:01

UN'ALTRO SENZA CERVELLO, CHE E' RIMASTO FERMO AL 25 APRILE COME SE FOSSE IL NATALE DEI COMUNISTI. SONO PASSATI 70 ANNI E PENSANO ANCORA AL 25 APRILE POVERI IDIOTI.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Sab, 28/03/2015 - 17:24

Non è mia, ma me la vendo lo stesso. "I comunisti sono come lo scaldabagno: se gli togli la resistenza, rimane solo il bidone".

cicero08

Sab, 28/03/2015 - 17:44

già lui il culto del lavoro proprio non c'è l'ha...

External

Sab, 28/03/2015 - 17:45

Franco ma mollala li, anche se continui a sputare sulla tua Patria la cittadinanza crucca non te la danno!

sbrigati

Sab, 28/03/2015 - 17:47

@saròfranco: bellissima !!!!

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Sab, 28/03/2015 - 18:04

Io lavoro tutte le festivita' e a questo demolitore d'Italia manderei i Carabinieri o lo manderei nelle miniere in Sardegna, calde come il suo piccolo cervello.Grazie mille

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 28/03/2015 - 18:24

Questi sono i parassiti che il governo Italiano porta su palmo di mano!!!

dario49

Sab, 28/03/2015 - 18:43

Michele Ferrero ha conquistato il mondo con il suo cioccolato, questo tenta di riconquistare visibilità con le sue cagate!

VittorioMar

Sab, 28/03/2015 - 20:08

.non si nega a nessuno una sfilata di non patrigiani,i veri non ci sono più,oggi ci sono i surrogati,i politicamente corretti, ma non cantano più l'Internazionale,non lo conoscono,importante è scendere in piazza non sanno perchè ma basta farlo.I reduci e combatteni ,non si sa bene di cosa,vogliono Visibilità.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Sab, 28/03/2015 - 20:13

Ferrero,landini,camusso,vendola,sgrena,renzi e co. : il bestiario rosso dei nullafacenti,distruttori di quel poco che rimane del Paese Produttivo Italia,sono i cultori nostrani di soluzioni nefaste e remote di sviluppo. Costoro sin quando non avranno distrutto quel pò che rimane non ce li toglieremo mai di torno,e loro sì, che sono con la pancia piena.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 28/03/2015 - 20:15

Che convinca anche i fruttivendoli pakistani a rimanere chiusi il 25 aprile! L'integrazione vale solo per quello che gli pare?

mariolino50

Sab, 28/03/2015 - 20:29

IO facevo un lavoro di quelli h24 365 giorni all'anno, ma sono pochini questi servizi, a Berlino tutti i negozi chiudono alle 18 e le feste stanno chiusi, e a Parigi lo stesso salvo rare aperture straordinarie, sono aperti solo bare e ristoranti, e nemmeno tutti. Qui la gente va a fare le passeggiate nei centri commerciali, non ci piove d'inverno, e cè fresco d'estate, ma compri solo se hai i soldi, ovvero quasi mai.

FRANCO1

Sab, 28/03/2015 - 20:35

Il vero delirio siete voi comunisti mafiosi che in 70anni avete demolito questo paese....bastardi!!!

uggla2011

Sab, 28/03/2015 - 20:39

La festività del 25 Aprile dovrebbe essere abolita per decenza.Ferrero che parla di lavoro.....come d'abitudine si esprime su materie che non conosce.Hanno bussato alla porta e non c'era nessuno:era Ferrero (Paolo).

killkoms

Sab, 28/03/2015 - 21:24

pecunia no olet!e i compagni delle cop lo sanno benissimo..!

chicolatino

Sab, 28/03/2015 - 22:06

giorgio 5819:bum,bravo centrato il nocciolo del problema NAZIONALE,mi son fermato al suo commento...italia sempre piu' vicina al venezuela....

pilandi

Sab, 28/03/2015 - 22:11

Blent parli di berlusconi, vero?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 28/03/2015 - 22:38

@dario49: il problema è che il fu Michele Ferrero, considerato un santo dai suoi dipendenti, la cioccolata la creava con il suo ingegno nel lavorare la materia prima. mentre il suo omologo è convinto che la cioccolata si produca dopo una giornata con il fondo schiena compressato su una poltrona.

angelomaria

Lun, 30/03/2015 - 08:51

ci vuole cotaggio a mpstrare certebandierre che dovrebbero essere bandite vistoche rappresentano tirannie!!!!!

angelomaria

Lun, 30/03/2015 - 08:53

PROPRIO DI BARBARIE SI TRATTA IL SISTEMA COOP!!!