Il Papa a Fatima "pellegrino di pace"

Oggi proclama i due pastorelli santi a cento anni dall'apparizione della Madonna

Papa Francesco pellegrino a Fatima. Due giorni di trasferta per visitare il santuario mariano in Portogallo, abbracciare migliaia e migliaia di pellegrini, e celebrare il centenario delle apparizioni della Madonna a tre pastorelli, Francesco e Giacinta Marto (morti rispettivamente nel 1919 e nel 1920), e suor Lucia Dos Santos, la principale veggente, nonché la più longeva, morta nel 2005. Ma soprattutto per proclamare due pastorelli santi, questa mattina, in una grande celebrazione nel piazzale del santuario dove sono attesi oltre un milione di fedeli.

«Chiedo a tutti di unirsi a me, come pellegrini di speranza e di pace», ha scritto il Pontefice su Twitter prima di decollare dall'aeroporto di Fiumicino per dare inizio al 19esimo viaggio internazionale del Pontefice argentino.

«È un viaggio speciale, di preghiera», ha detto il Pontefice sul volo che l'ha portato in Portogallo. L'arrivo ieri pomeriggio alla base militare di Monte Real, dove già atterrò Paolo VI nel 1967. Una folla festante ha accolto Francesco, salutato dal presidente portoghese Marcelo Rebelo de Sousa. Dopo l'esecuzione degli inni militari e la cerimonia di benvenuto, il Papa si è fermato in preghiera nella cappella della base militare. Poi, in elicottero, si è trasferito al santuario, distante una cinquantina di chilometri. Primo gesto: la visita alla cappella delle apparizioni, un momento di preghiera personale e poi il saluto ai pellegrini. «Imploro per il mondo la concordia fra tutti i popoli», ha detto nella preghiera recitata davanti a migliaia di fedeli.

Questa mattina, nel giorno dell'anniversario della prima delle sei apparizioni, il 13 maggio 1917, il Papa incontra il premier portoghese Antonio Luis Santos Costa, per poi celebrare alle 11 la messa durante la quale canonizzerà i due pastorelli. Migliaia di pellegrini provenienti da almeno cinquanta paesi hanno marciato per giorni (in 40mila a piedi) verso il santuario di Fatima per assistere alle celebrazioni nella grande «spianada» del santuario.

Il miracolo grazie al quale i due pastorelli, Francesco e Giacinta, diventano santi riguarda un bambino brasiliano guarito inspiegabilmente dopo un trauma cranico gravissimo. Il dossier sui segreti di Fatima ha fatto capolino nella visita. Ma il segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin, ha messo a tacere ipotesi di parti non svelate o addirittura di un quarto segreto. «Si è tanto speculato e sì, forse si continua ancora a speculare sui segreti di Fatima ha detto ma sono in un certo senso speculazioni inutili, perché quello che Fatima voleva dirci ce lo ha detto pubblicamente e apertamente».