Parenti e amici che non imbarazzano Renzi

Il governo scosso dagli aiuti al figlio di Lupi. Ma anche il Pd è pieno scheletri in famiglia e il premier non se ne cura

Oggi tocca a Maurizio Lupi finito nell'occhio del ciclone per i lavori e il Rolex avuto in dono alla laurea dal figlio Luca dagli imprenditori arrestati a Firenze. Ma ci sono altri che imbarazzano Matteo Renzi, nel governo o nel partito. Ci sono i rapporti del ministro del Lavoro Giuliano Poletti con il fondatore della cooperativa 29 giugno Salvatore Buzzi, in manette per l'inchiesta Mafia Capitale. Il padre di Maria Elena Boschi, titolare delle Riforme, coinvolto nel crac della Banca Etruria. Senza contare Piero De Luca, figlio del pluri indagato e condannato Vincenzo, sindaco decaduto di Salerno e vincitore delle primarie Pd per la corsa da governatore in Campania: indagato per bancarotta dopo il fallimento della Ifil.

Quella cena Poletti-Buzzi. Il ministro a braccetto ​col boss di Mafia Capitale

I guadagni sospetti in Borsa e il ruolo di papà Boschi ​nella banca sull'orlo del crac

I pm sono di casa dai De Luca. Dopo il sindaco decaduto pure il figlio ora è nelle grane

Commenti

Massimo Bocci

Gio, 19/03/2015 - 20:52

Son tutti una famiglia........ COOP.........Buzzi!!!!

magnum357

Gio, 19/03/2015 - 21:05

A CASA TUTTI IPOCRITI !!!!!!!

sailor61

Gio, 19/03/2015 - 21:38

per i sinistri le solite mezze verità.... se lo fanno loro si può fare se lo fanno gli altri è da condannare... è la solita verità a comando!!!

levy

Gio, 19/03/2015 - 21:51

Parlando dei nostri politici è il caso di dire che il più pulito c'ha la rogna.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Gio, 19/03/2015 - 22:42

A sinistra non conoscono la parola "vergogna". Per loro rubacchiare è un onore, altrimenti perché stimerebbero così gli zingari?

Gianca59

Ven, 20/03/2015 - 07:07

Non è questione di aiuti al figlio, bensì di uno, come tanti altri della cricca politica, che vive in un mondo che gli altri gli indorano perchè lui è il potente di turno, senza mai chiedersi se fosse legittimo o meno quell che accadeva, fregandosene di chi lo ha messo in quella posizione, gli italiani, tutto gli era dovuto e tutto era accettato con naturalezza. E così che si cade nel regalo da 10000 euro, che poteva far restituire comprandone uno uguale in sostituzione: o non aveva I soldi per farlo ?

Gianca59

Ven, 20/03/2015 - 07:10

Quianto a parenti e amici di Renzi, anche li ci sarebbe da da capire. O ci vuole l' intercettazione di turno da dare in pasto alla gente per arrivare a qualche pulizia ?

Ritratto di oliveto

oliveto

Ven, 20/03/2015 - 07:15

Ecco qual'è la strategia del bullo toscano. I comunisti li cucina con le regole della DESTRA e il CENTRO DESTRA lo cucina con la falsa moralità dei comunisti. Così il gioco è fatto e il menestrello "governa" felice e contento. Alla faccia degli italiani onesti che lavorano 7 mesi all'anno per lo STATO delle marionette (burocrati, politici, portaborse, etc.). Viva l'italia e viva la repubblica del re giorgio e mattarellum.

vrava

Ven, 20/03/2015 - 07:29

ma perche' non fa dimettere anche i quattro sottosegretari PD indagati (questi si) per tangenti relative alla coop di Buzzi? Come sempre due pesi e due misure. E Alfano che pur di non perdere la plotrona venderebbe anche sua madre

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 20/03/2015 - 07:50

La COOP sono loro!

vince50_19

Ven, 20/03/2015 - 08:22

Andiamo ragazzi: ci sono famiglie e famiglie.. ahahahaha .. Quella di Lupi - che sia chiaro NON difendo - ad es. non conta un c@@@o e il suo comportamento va stigmatizzato anche se non ci sono al momento rilievi penali. Certo che ad ipocrisia e superiorità morale di ricolfiana memoria a sx sono messi bene. Ma che dico: benissimo!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 20/03/2015 - 08:41

La "politica" è una grande famiglia. I politici si fanno la guerra sui giornali, ma poi sono sempre pronti a "spezzare il pane" con gli avversari, però non nel senso evangelico, bensì nel senso di dividerselo mangiando allo stesso piatto. Tanto a pagare è sempre il popolo bue, cioè noi. Viva la democrazia! Soprattutto quando non c'è e chi comanda è una famelica oligarchia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 20/03/2015 - 23:08

Su di loro è proibito parlare. I sepolcri imbiancati della sinistra fanno finta di niente. SE NE STANNO ZITTI E CONTINUANO A MANIPOLARE LA STAMPA DI REGIME.