Parisi, prime aperture alla Lega: "Ma solo con programmi chiari"

Il manager: ci vuole una legge elettorale proporzionale e la "sfiducia costruttiva" che garantisca governabilità

Milano - «Renzi ci ha lasciato un Paese in profonda crisi, da ricostruire».

Ma adesso c'è il governo Gentiloni.

«È solo la prosecuzione del governo Renzi e dovrà cercare di rimediare ai suoi danni».

Stefano Parisi, a che punto è il suo tentativo di costruire una forza di centrodestra?

«Un nuovo programma, nuove persone, alternative al centrosinistra. C'è un popolo che era di centrodestra che chiede solo di essere rappresentato».

Cominciamo dalla ricostruzione.

«La crisi di Monte dei Paschi di Siena, 20 miliardi di debito pubblico per salvare le banche, immigrazione non gestita, presenza ormai chiara di cellule terroriste nelle nostre città, una legge di Stabilità elettorale da correggere, disoccupazione, riforma della Pubblica amministrazione bocciata, istituzioni europee ostili».

Vuol dire che lei ha una ricetta per tutto?

«Un programma concreto per costruire un unico soggetto politico che sappia fondere le anime liberale e popolare del Paese, recuperando gli 11 milioni di elettori persi in questi anni».

Con quali punti cardinali?

«Una grande area tra il Pd e la Lega».

Lega esclusa dunque?

«Dipende dalla legge elettorale. Se necessario andranno fatti degli accordi, ma su programmi chiari per governare non su affermazioni di principio».

Parla di Matteo Salvini?

«L'accordo va trovato su un progetto di chiara alternativa al centrosinistra. Serve una forte discontinuità con il passato: un programma radicale, chiaro, che affronti e risolva finalmente problemi irrisolti da vent'anni».

Il centrodestra è in crisi?

«C'è molta confusione, Salvini che sta con Renzi sul Mattarellum e Fi che sembra divisa».

Servirà una nuova legge elettorale.

«Due condizioni: un governo stabile e una maggioranza in parlamento che rappresenti la maggioranza del Paese».

E quindi?

«Un sistema proporzionale con la sfiducia costruttiva. Il parlamento non può sfiduciare il governo senza un'alternativa. Un sistema solido e stabile. Come in Germania dove i governi durano».

Tra fiducie e leggi elettorali non si rischia di dimenticare i problemi degli italiani?

«L'Italia va ricostruita con una politica seria sull'immigrazione, con la riduzione della spesa pubblica e quindi delle tasse, l'eliminazione della burocrazia. E dando certezza del diritto per chi investe».

La politica estera?

«Serve una politica estera unitaria che riporti l'Europa al centro dello scacchiere internazionale».

Renzi non ha fatto nulla di tutto questo?

«Ha la gravissima responsabilità di aver portato Mps sull'orlo del precipizio solo per creare il rischio default e farci votare il suo referendum. Per sette mesi non ha fatto cinicamente altro».

Giusto che lo Stato entri in Monte dei Paschi?

«Detto che, al punto in cui ci ha portato il governo non c'era alternativa, trovo che sia un fatto gravissimo l'uso del nostro denaro per risanare una banca dai connotati politici che ben conosciamo».

Si poteva fare altrimenti?

«Renzi solo qualche mesi fa consigliava l'acquisto di azioni Mps, quando la situazione era già compromessa. Poi ha ritardato l'intervento dello Stato affidandosi alla soluzione di mercato, fallita. Nel frattempo cambi di management, costosi incarichi a banche d'affari».

E quindi?

«Credo sia necessario che il parlamento istituisca una commissione d'inchiesta».

I dati dell'occupazione preoccupano.

«Lo sviluppo lo fanno i privati. Dobbiamo ricostruire uno Stato efficiente, poco costoso, che aiuti l'economia e non sia la sua palla al piede».

La disoccupazione giovanile è oggi salita a livelli intollerabili.

«Servono meno burocrazia, tasse abbassate per lo sviluppo e ponti d'oro agli italiani che investono».

E la scuola?

«La pretesa buona scuola di Renzi è un fallimento. Dobbiamo avere una scuola che formi i nostri giovani per renderli più competitivi nel mercato del lavoro».

Lei punta a un centrodestra moderato, ma il voto a Trump negli Usa, l'Austria, Marine Le Pen che avanza in Francia, per non parlare di Ungheria, Est Europa e Brexit dicono che nel centrodestra si scelgono candidati piuttosto radicali.

«Segnali di allarme, votano così perché la politica non dà risposte. Per questo il centrodestra deve abbandonare politiche graduali, per fare piuttosto scelte radicali che risolvano i problemi».

Scegliendo un leader con le primarie?

«In Francia c'è stato un lungo processo di primarie che ha messo il centrodestra al centro del dibattito e nelle condizioni di togliere voti a un partito antistorico come quello della Le Pen».

E in Italia?

«In Italia si parla di centrodestra solo quando si litiga. Pensiamoci, ci sono 11 milioni di elettori che aspettano solo di poter tornare a votare una proposta nuova e credibile».

Commenti

Marcello.508

Ven, 30/12/2016 - 08:51

"Casino continuo".

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 30/12/2016 - 09:01

PARISI MA CHI SEI?

antipifferaio

Ven, 30/12/2016 - 09:15

In FI avranno letto gli ultimi sondaggi (segreti ovvio) e si sono resi conto che il tracollo è prossimo. Dopo le "esternazioni" del Berlusca contro i "lepenisti" Salvini-Meloni qualcuno avrà suonato il campanello d'allarme antincendio. Vale a dire che la "casa" sta per prendere fuoco e tutti sono pronti a scappare...

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 30/12/2016 - 09:44

NO grazie. altra sirena pro inciucio. da fuggire

apostata

Ven, 30/12/2016 - 10:42

Questo commuove veramente. È un’anima candida, un puro spirito, non si è accorto di non esistere, è meno di un colpo di vento, di una puzzetta. Non si capisce da dove spunta, da chi prende i soldi e gli ordini, a chi parla, se è al corrente che oltre ai voti incerti dei parenti più stretti, non ha possibilità di prenderne altri.

il nazionalista

Ven, 30/12/2016 - 11:19

Il problema del ' suonato ' di Milano è che i ' programmi chiari ' e SOPRATTUTTO ' le idee chiare ' MANCANO proprio a lui!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 30/12/2016 - 11:19

Dovrebbe essere all'inverso Parisi, sono gli altri che devono dirti solo patti chiari, visto che sono i tuoi un pò vanescenti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 30/12/2016 - 11:35

"CHIACCHERE!!!!!sempre chiacchere "moderate"!!!....Gara persa!!!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Ven, 30/12/2016 - 11:46

"Renzi ha lasciato un paese in crisi" (ma guarda un po'!) . "Ora c'è Gentiloni" (non ce ne siamo accorti). "Il Centrodestra? Nuovo programma, nuove persone"... (insomma aria fritta). "Alleanze? Una grande area tra Pd, escluso, e Lega, esclusa (mucchio poco selvaggio?). "Eventualmente con Matteo Salvini? L'accordo va trovato su un progetto" (strano, solitamente gli accordi si trovano masturbandosi). "Il Centrodestra è in crisi? C'è molta confusione (la scoperta dell'acqua calda). "Serve una politica estera unitaria che riporti l'Europa al centro dello scacchiere internazionale" (ovvero un nano egocentrico? Comunque, in Europa dicono questo da almeno 25 anni). "Il MpSiena? E' necessaria una commissione d'inchiesta" (insomma serve una cosa inutile: infatti, in Italia niente è più inutile di una commissione d'inchiesta del Parlamento). (1 di 2)

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Ven, 30/12/2016 - 11:48

(2 di 2) "La scuola? Quella di Renzi è un fallimento" (ovvietà). "Per questo ci vuole una scuola che formi i giovani per renderli più competitivi" (questo è un pensiero originale: anche le pietre sanno che la funzione della scuola è addestrare futuri criminali). "Il partito della Le Pen è antistorico" (per essere esso il primo partito di Francia, evidentemente conta essere attuali, non storici). Bla bla bla bla bla... E la fiera della vanità inconcludente è servita. Oramai si spera solo in Trump, Putin, i cinesi, qualche samurai giapponese e quei pochi coraggiosi 'populisti' in Europa. Il resto è solo mediocrità vomitevole che sta affossando non solo l'Occidente, ma anche il suo stesso glorioso concetto.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 30/12/2016 - 12:10

Parisi , la Lega ed i suoi elettori si ricordano bene cosa hai fatto a PADOVA dove hai fatto cadere il bravo sindaco BITONCI , convincendo due di Forza Italia ad andare a firnmare di notte dal notaio, una cosa infame ! Politicamente sei finito e farai la fine di Passera. Vai con tua moglie all'estero che magari un posto da amministratore là lo trovi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 30/12/2016 - 12:33

@-Alsikar-:..Concordo!...E' più facile ridergli in faccia,per le affermazioni che ha fatto sugli "altri",che sui "suoi" programmi(quali?)...La sua "politica"(ammesso che lo sia...),mi assomiglia tanto alla campagna elettorale Americana,tutta impostata su:"Trump non va bene"(invece di un programma,di fatti alternativi),laddove Trump,invece,non ancora ufficialmente insediato,dimostra di lanciare programmi e fatti,decisamente concreti....Non chiacchere fritte,come quelle di Parisi,e del suo sponsor!!!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 30/12/2016 - 13:08

-----non so a che titolo parli e per conto di chi -questo fastweb-visto che è stato scaricato da papi silvio----prove tecniche di ulteriore scissione nel centro-destra?---fra un pò alla sinistra occorrerà la lente di ingrandimento per rendersi conto che le opposizioni esistono ancora---hasta

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 30/12/2016 - 13:18

Veramente i programmi poco chiari sono la suoi e quelli di FI.

peter46

Ven, 30/12/2016 - 13:19

Bravo Parisi...continua così:siamo tutti 'eccitati' in considerazione che ci dai la possibilità di poter tornare a votare Lupi ed associati CL.

Ritratto di nando49

nando49

Ven, 30/12/2016 - 14:06

Ma cosa si intende per programmi chiari? Mi sembra che Salvii ripete da tempo quali sono le priorità della Lega; di questi tempi comunque il paese non ha bisogno di politici pseudo democristiani.

peter46

Ven, 30/12/2016 - 14:18

-Alsikar-...solo per il punto 7(sette),però,quello sulla commissione d'Inchiesta su MPS.A mio parere,certamente,con l'entrata in scena dei 5stellati l"inutilità" della stessa commissione non è scontata per come sono risultate le precedenti,anche perchè "quelli" non è che possono essere tenuti fuori, e non avendo scheletri da 'buttare sul tavolo' delle 'compensazioni'...non si può fare i furbi da parte di tutti gli altri.Ed anche perchè deve esserci tolto il 'dubbio' di sapere se fra i 'crediti non più possibilitati' a rientrare non ci sia qualcuno in particolare relativo a chi recentemente,con un intervista al CdS,vantava un 'forte legame personale' che partito dagli inizi imprenditoriali con mutui concessi,arriva fino adesso e prosegue ancora con il conto personale tenuto in una filiale della stessa banca.Ripeto:perchè conoscendo il valore delle dichiarazioni dei 'polli'...è meglio togliersi il dubbio.

wotan58

Ven, 30/12/2016 - 14:24

«L'Italia va ricostruita con una politica seria sull'immigrazione, con la riduzione della spesa pubblica e quindi delle tasse, l'eliminazione della burocrazia. E dando certezza del diritto per chi investe». Sala, che idiozia. Sarebbe una politica di destra, ma me lo trova un politico, dai comunisti italiani alla lega (che poi piò o meno i programmi quelli sono=, che in italia vuole la riduzione della spesa pubblica, l'eliminazione della burocrazia? Per non parlare del controllo dell'immigrazione che fa estremamente comodo a tutti, dai fancazzisti ai cattocomunisti e populisti vari?????

cangurino

Ven, 30/12/2016 - 16:00

Un giorno sul pero, uno sul melo, a seconda della convenienza. Hai sparato contro Lega e FdI, ossia più di metà (direi 2/3) del cdx, sperando di raccogliere un sacco di generali (Verdini, Cicchitto, Alfano, Casini, Fini, Lupi, Quagliarella, il ri-ribaltonista Schifani, gran parte di FI e parte del PD), poi devono averti spiegato che son solo generali, ma senza truppe, e tu sei l'ultimo generale arrivato, quindi manco un posto a tavola troverai.