Il Parlamento con soglia al 5% non avrà più partiti cattolici

Lo sbarramento può escludere tutti i movimenti ispirati ai valori della Chiesa. Il rischio di diventare marginali

Cattolici senza Parlamento. La Democrazia Cristiana per tutti i 50 anni di Prima Repubblica. Poi dal '94 in poi il Ppi e il Ccd, il Cdu, l'Udc, in parte Scelta Civica, e nelle Camere senza passare dalle urne l'Ncd di Alfano. Il tutto accompagnato da un eterno sogno: la ricomposizione del centro cattolico come baricentro politico, in sostanza la ricostituzione della Balena Bianca.

Questa volta, con le elezioni che si avvicinano a tamburo battente, le prospettive sono ben diverse. Perché basta una soglia del 5%, una barriera certo non insormontabile, per accendere i riflettori sulla crisi di rappresentanza dei cattolici italiani e di partiti e partitini che sui valori non negoziabili hanno dimostrato, governo dopo governo, di essere disposti a negoziare senza mai mettere davvero a rischio la permanenza al governo. Il risultato? La prospettiva pressoché sicura del primo Parlamento nella storia repubblicana senza sigle con riferimento diretto alla tradizione cristiana, se non inglobate dentro altri partiti.

Naturalmente se il cattolicesimo in politica è in crisi e l'unità politica appare ormai una chimera, restano i cattolici in politica. Nelle Camere ci sono parlamentari dichiaratamente cattolici e molto attivi come Maurizio Gasparri, Francesco Giro, Giorgia Meloni (schierata in passato contro la deriva laicista di Gianfranco Fini), Antonio Palmieri, Gianfranco Rotondi con la sua Rivoluzione Cristiana, Gaetano Quagliariello con Idea, Fabrizio Di Stefano, Francesco Aracri, Gian Marco Centinaio, Massimiliano Fedriga, Maurizio Lupi, Raffaello Vignali, Paola Binetti, Lucio Romano, e anche Caterina Bini e Rosa Maria Di Giorgi del Pd. Sono loro l'avanguardia di ciò che resta dello schema Ruini, ovvero la presenza di cattolici in tutti gli schieramenti. La loro azione a difesa dei principi non negoziabili e dei valori antropologici, contro divorzio lampo, eutanasia, adozioni gay, equiparazione tra unioni civili e matrimoni, ideologia gender, liberalizzazione delle droghe leggere ha fornito risultati altalenanti. Alla prova dei fatti, soprattutto nel centrosinistra, l'appartenenza di partito o la logica di governo hanno finito per prevalere su azioni trasversali. Un intervento convincente è arrivato sulla legge Cirinnà con l'eliminazione della «stepchild adoption», l'adozione del figlio biologico del partner. Tuttavia l'ampio spazio lasciato alla magistratura sul tema delle adozioni per le coppie gay ha depotenziato l'azione di revisione legislativa.

Al netto delle considerazioni su partiti e partitini di ispirazione cattolica, il rischio della marginalizzazione esiste. Tanto più che molti cattolici impegnati in politica fanno sempre più fatica a manifestarsi e nuotare controcorrente. Da presidente della Cei il cardinale Ruini coniò il motto «meglio contestati che ininfluenti». Oggi i cattolici rischiano di non essere contestati e neppure influenti.

Questa situazione apre, però, scenari interessanti per il centrodestra e per chi, come Forza Italia, rivendica l'appartenenza al popolarismo europeo. «Per noi è motivo di riflessione e una opportunità importante per comunicare la nostra identità di casa dei cattolici liberali europei. Di sicuro i governi Berlusconi, grazie anche al prezioso lavoro di raccordo di Gianni Letta, diedero molta più cittadinanza alle istanze cattoliche di qualsiasi altro governo. Oggi sta a noi tornare a essere un punto di riferimento».

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 03/06/2017 - 09:07

con soglia al 5% non ci saranno più partiti cattolici in parlamento ? bene : abbiamo preso 2 piccioni con una fava .

elio2

Sab, 03/06/2017 - 09:11

Cosa può mancare in Parlamento se mancano i partiti cattolici? Niente, non sentiremo certo la mancanza della politica dei due forni per andare con chi ti paga di più, che ha inventato proprio lui.

Totonno58

Sab, 03/06/2017 - 09:41

Partiti cattolici?!?What's?

mareblu

Sab, 03/06/2017 - 10:10

LUPI TRAVESTITI DA PECORE!. AMEN, E CHE SIA!.

bobots1

Sab, 03/06/2017 - 10:17

Magari! La chiesa in Italia ha fatto danni enormi e continua a farli.

cameo44

Sab, 03/06/2017 - 10:20

Ex Presidente Casini con lo sbarramento al 5% non si avranno gente mantenere come Lei Alfano e tanti altri ancora è assurdo che partiti con percentuali da prefisso telefonico tengano in ostaggio i Governi con i loro ricatti in quanto al partito dei cattolici questi sono in tutti i partiti motivo per cui non serve un partito specifico ma ser ve mandare a casa chi ha trovato una sistemazione nella politica. oltre allo sbarramento al 5% servirebbe un taglio netto dei parlamen tari sempre promesso da tutti ma mai fatto da nessuno oltre ai pri vilegi e gli alti costi della politica sempre esentata dai sacrifici imposti ai normali cittadini

Marcello.508

Sab, 03/06/2017 - 10:23

Casini, emblema del trasformismo e della convenienza del momento (Alf_ghano in particolare ti "tampina"..), 50anni di catto, alla fine cattocomunismo, un pò di qua, un po' di là per tirare a campare politicamente: questi sono i risultati. Perché non te ne vai a remengo al più presto? Tanto non ti c@@a nessuno, lo sai, vero? Fai sto favore: grazie.

baio57

Sab, 03/06/2017 - 11:16

Casini, 35 anni in parlamento ,in pratica una mummia nullafacente e dannosa alla comunità. Ritirati !

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 03/06/2017 - 11:23

vabbé, vuol dire che me ne farò una ragione!!

Divoll

Sab, 03/06/2017 - 11:42

Si spera, allora, neanche partiti islamici??....

perseveranza

Sab, 03/06/2017 - 12:06

Con lo sbarramento non ci saranno piu' partiti cattolici in parlamento? Meglio. Di danni ne hanno fatti già troppi.

killkoms

Sab, 03/06/2017 - 12:21

colpa di ",quei" cattolici che non hanno saputo colmare il vuoto lasciato dalla dc!invece di "rifondarla" ripartendo magari dal partito popolare di don Sturzo,invece di accodarsi ai "progressisti" (pds ds eccetera (!tra i cofondatori del pd oltre alla iper cattolica (a chiacchiere!) bindi c'è anche l'iper ateo (non a chiacchiere) odifreddi!

grazia2202

Sab, 03/06/2017 - 12:23

ma chi è cattolico? casini in foto mi sembra che abbia avuto dalla sacra Rota l'annullamento del matrimonio, con la figlia di uno dei più validi cardiologi italiani, poi diventata membro del Comunale di Bologna e cda dell'Ente Eur con casa dell'Inps ai Parioli, sebbene 2 figli maggiorenni? poi si è risposato in Chiesa con Azzurra Caltagirone e tutti sanno perchè è stato cacciato. angelino è l'incarnazione di Giuda: cattolici questi? ma fatemi il piacere avrebbe detto Totò

curatola

Sab, 03/06/2017 - 13:05

è finita l'època del minipartitismo .Chi vuole deve far valere le proprie ragioni nell'ambito del partito più vicino.Del resto non mancano i modi per dimostrare il peso numerico delle proprie ragioni.

Ritratto di kardec

kardec

Sab, 03/06/2017 - 13:18

...se Dio vuole....ce li togliamo dalle balle......

btg.barbarigo

Sab, 03/06/2017 - 13:33

Magari succeda.

klucoc

Sab, 03/06/2017 - 13:44

partiti cattolici? non meno corrotti degli altri anzi

Happy1937

Sab, 03/06/2017 - 13:45

Se i vecchi democristiani non sono piu' capaci di raggiungere il 5% lo devono solo al tradimento dei valori degasperiani. Non parliamo poi della deriva populista della Chiesa Cattolica!

FRATERRA

Sab, 03/06/2017 - 15:39

Vadano tutti quanti dal diversamente papa vestito di bianco, a piangere e disperarsi magari gli suggeriscano di prenderli con lui per servir messa. Ma non sperino di poter "percepire" qualche obolo poiché la chiesa si è già fregata tutto.

titina

Sab, 03/06/2017 - 15:48

ma perchè fate tanti partitini? Quale scopo si nasconde?

frabelli1

Sab, 03/06/2017 - 16:06

Se siete sotto quello sbarramento allora valete poco o nulla. Giusto quindi che non veniate contati

Ritratto di Longo61

Longo61

Sab, 03/06/2017 - 17:06

il che non guasterebbe, da quando la chiesa e' entrata in politica sono piu' stati i danni (per molti) che i vantaggi (per pochi).

Siciliano1

Sab, 03/06/2017 - 17:14

Scusate ma, il cattolico deve avere il partito?

Siciliano1

Sab, 03/06/2017 - 17:16

E se Gesù avesse fondato un partito cattolico? .........

tosco1

Sab, 03/06/2017 - 17:46

Concordo con vari commentatori per dire che, non credo che sara' una grande perdita. Pero', non e' detto. Vedo Parisi in grande fermento. Probabilmente li raccogliera' tutti lui, per potere arrivare,tutti insieme, allo 0,5 per cento. E tanti saluti.

Publio Sestio Baculo

Sab, 03/06/2017 - 17:55

Magari fosse vero.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 03/06/2017 - 18:10

MA SAREBBE L'ORA CHE CASINI SI LEVASSE D'ATTORNO. Forse deve essere rimasto ultimo dei vecchi democristiani

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Sab, 03/06/2017 - 18:11

Non ne sentiremo la mancanza

ziobeppe1951

Sab, 03/06/2017 - 18:18

I cattolici ormai si sono riciclati in kattokkkomunisti

killkoms

Sab, 03/06/2017 - 18:32

@grazia2202, "..Cattolici per modo di dire, mai conosciuto in vita mia, qui, un cattolico vero: e sto per compiere novantadue anni... C'è gente che in vita sua ha mangiato magari una mezza salma di grano maiorchino fatto ad ostie: ed è sempre pronta a mettere la mano nella tasca degli altri, a tirare un calcio alla faccia di un moribondo e un colpo a lupara alle reni di uno in buona salute..."!da "a ciascuno il suo" di leonardo sciascia!

Keplero17

Sab, 03/06/2017 - 18:47

Ottimo.

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 03/06/2017 - 19:21

se fosse solo per questo, sarebbe una fortuna. Solo cosi il vaticano perderebbe la sua lobby in parlamento e non sarebbe un male, anzi.

giancristi

Sab, 03/06/2017 - 19:42

La scomparsa dei partiti di ispirazione cattolica in Parlamento è una grande novità. Sarebbe bello abolire l'otto per mille e revocare il Concordato.

LuPiFrance

Sab, 03/06/2017 - 20:28

Ma non solo i partiti , ben presto grazie all'argentino , spariranno anche buona parte di Chiese, insomma grazie a imbroglio si avvererà il sogno dei vecchi comunisti (porteremo i cosacchi ad abbeverare i loro cavalli in piazza sanpietro) solo che invece dei comunisti avrete i musulmani che sono ancor peggio.

FRANGIUS

Sab, 03/06/2017 - 21:01

SEPOLCRI IMBIANCATI ! NON ESISTONO PARTITI CATTOLICI IN PARLAMENTO PERCHE' NESSUN POLITICO SI RICHIAMA AI VALORI CRISTIANI,ALL'AMORE PER IL PROSSIMO:TUTTI PENSANO SOLO ALLA LORO TASCA,MAI ABBASTANZA PIENA.UNA SITUAZIONE VERGOGNOSA DI PERSONE SALTABANCO (CAPOSTIPITE QUELLO IN FOTOGRAFIA) SPERGIURI NEI CONFRONTI DEI LORO ELETTORI CHE TRADISCONO CON GRANDE FACCIA TOSTA PER NON PERDERE...LA VIGNA...FORTUNATAMENTE A POCO A POCO GLI ITALIANI LO CAPISCONO E LI MANDANO A QUEL PAESE: NE' ALFANO ?

antonmessina

Sab, 03/06/2017 - 21:02

in compenso saliranno quelli islamici

giovanni951

Sab, 03/06/2017 - 21:10

pazienza

blackbird

Sab, 03/06/2017 - 22:22

Cattolici Riuniti E Tutti Insieme Nell'Ideale! Uno dei tanti tasselli che formeranno la Costellazione Berlusconiana, il nuovissimo schieramento che raggrupperà mille sigle attorno a Forza Italia nella speranza di non finire tutti sotto il 5%!

Pigi

Sab, 03/06/2017 - 23:02

Non confondiamo la Democrazia Cristiana con questi omuncoli pronti a vendersi per la poltrona. Andreotti e Cossiga rimandarono indietro 20.000 albanesi, e facevano la comunione tutti i giorni. Questi vanno a prendere i clandestini in Africa al governo con il PD, e firmano la Bossi-Fini con il centro-destra.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 03/06/2017 - 23:26

Gentili commentatori che gongolate per la scomparsa della cultura cattolica dal parlamento italiano, non vedete che con la scomparsa dello spirito cattolico conclamato: tradizione, patria e famiglia, scompare l'indipendenza della nazione e quell'Italia bella che la Storia e gli avi ci avevano consegnato. Il Regno delle due Sicilie fu un regno cattolico, ricchissimo e progredito sia socialmente, che culturalmente, che tecnologicamente! Poi il Cavour, un nome francese, intervenne per conto dell'impero inglese e ... e di certi figuri di Ginevra! Non è che la Storia si ripete ed il popolo italiano deve tornare ad emigrare? Verso dove? Qualcuno ce lo dice? Libertà o cara

brunog

Sab, 03/06/2017 - 23:51

L'unico cattolico onesto in politica era De Gasperi, gli altri sono stati solo affaristi e milantatori. Uno stato laico e' da preferire ad uno stato confessionale, anche perche' la Chiesa interferendo con la politica lo ha sempre fatto per scopo di lucro.

Silvio B Parodi

Dom, 04/06/2017 - 00:29

meno male.

19gig50

Dom, 04/06/2017 - 01:20

Meglio così, maialate di meno. Chi ancora non lo ha fatto, non versi l'8x1000 alla chiesa.

leopard73

Dom, 04/06/2017 - 07:39

SE SPARISCI ANCHE TU NON E CHE DISPIACCIA HAI GIA AVUTO TANTO DALLA POLITICA E TANTI SOLDI E CHE COSA HAI COMBINATO?? POCO HAI SAPUTO FAR SOLO IL TRADITORE.

killkoms

Dom, 04/06/2017 - 09:50

@libertà o cara,i cattolici hanno deluso!quelli italiani,specialmente i preti,sono come i comunisti!prima sono cattolici e poi italiani!e questo li ha portati a gravi errori,come appoggiare l'invasione dei migranti islamici;l'unica cosa che affosserà definitivamente la chiesa!

Duka

Lun, 05/06/2017 - 07:19

Se lo sbarramento serve anche solo per far sparire il CASINISTA D'ITALIA sarebbe già una vittoria. I nuovi governanti dovranno provvedere e subito a NON MANTENERE A VITA personaggi di questo genere.