Ma la partita resta aperta. Il Paese tenuto in scacco dall'incognita elezioni

Regna l'incertezza. I tempi del voto decisivi per far vincere la testa o la pancia della regione

Sembra finita ma purtroppo non lo è. La crisi tra Barcellona e Madrid entra oggi in una nuova fase, e non è detto che in arrivo ci siano momenti più rilassati. Anzi. Ieri, quando Mariano Rajoy ha dato finalmente il via all'articolo 155, il più citato dal giorno del referendum voluto e rubato dai catalani, ha solo chiuso una fase: quella dell'incertezza costituzionale. Il problema era che fare, come muoversi. L'imbarazzo di un governo centrale che per la prima volta nella sua storia democratica, ha dovuto sospendere l'autonomia di una regione e applicare un articolo scritto dai padri costituenti ma che mai era stato mai lontanamente evocato.

Ieri Rajoy, dopo aver convocato una commissione, ha rotto gli indugi. E avviato una nuova fase. Entro una settimana, da quando cioè ci sarà l'approvazione del Senato, al presidente del governo passerà la facoltà di sciogliere il Parlamento della Catalogna, si chiederà al Senato l'autorizzazione di destituire il presidente Carles Puigdemont e il suo governo, il Parlament manterrà la sua funzione rappresentativa ma non potrà proporre il candidato alla Generalitat, né portare avanti iniziative contrarie alla costituzione o al Estatut, i Mossos verranno sottoposti al governo di Madrid e così la tv catalana autonoma. Ma soprattutto verranno convocate nuove elezioni. La Spagna aspetta come sospesa, vivendo malissimo questo maldestro tentativo di separatismo. Monta la rabbia che nelle piazze diventa sempre più pericolosa, si è rotto un tappo. È come se anni di convivenza stessero esplodendo in una insanabile rottura fatta di ripicche e di rivendicazioni. Barcellona, poche ore dopo la dichiarazione di Rajoy è scesa in strada a gridare al golpe, al ritorno al franchismo. In testa i soliti leader estremisti, quelli che cavalcano l'indignazione e la incanalano contro i nemici, lo Stato che soffoca e toglie democrazia, gli uomini della Guardia Civil che obbediscono a Madrid, il re Felipe, l'irremovibile monarca che non ammette disobbedienze che ha parlato di un inaccettabile tentativo di secessione. Ma cosa succederà adesso è difficile dirlo. Intanto lunedì a Barcellona è già annunciata una riunione della giunta dei portavoce dei partiti del parlamento catalano che dovrebbero decidere una nuova riunione. Riunione importante, fondamentale perché dovrebbe annunciare l'indipendenza. Eccolo il gioco dell'oca che fa ripartire dal via. C'è chi parla già di mercoledì. Una rincorsa più dura ancora, un ennesimo schiaffo a Rajoy. Madrid e l'imbarazzo di come sospendere di fatto l'autonomia catalana, come intervenire. Sul banco resta il tema decisivo, dove gli schieramenti politici si stanno veramente battendo: verranno convocate nuove elezioni. Il nodo come sempre è sui tempi. Rajoy ha assicurato entro un massimo di sei mesi. Tenta di prendere tempo, è il suo stile, e soprattutto teme che andare alle urne subito sarebbe controproducente. Un voto di pancia non favorirebbe il suo partito. Meglio far sbollire gli animi, ripensare, aspettare che la tensione si stemperi e che il clima sia meno da anni di piombo. Per Padro Sanchez dei socialisti e Albert Rivera dei Ciudadanos, invece meglio andare subito al voto. Il più presto possibile, entro tre mesi, la fine di gennaio. Usare il voto come una bacchetta magica, cancellare così la frattura, la rabbia e la frustrazione. Un rewind che al momento non appare certo scontato.

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Dom, 22/10/2017 - 10:49

Cos`è questa Unione Europea??? """se non mi sbaglio, queste alte cariche dei governi, SONO TUTTE PAGATE DAL DANARO PUBBLICO, PER ASSECONDARE I DIRITTI DEI POPOLI E MIGLIRARNE IL SISTEMA DI VITA"""!!!

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 22/10/2017 - 11:15

-2-di-2- seguito, TUTTO QUESTO È VENUTO A MANCARE E DA COME RISULTALE ALTE CARICHE DEI GOVERNI DELL`UNIONE, QUASI CON CERTEZZA, SONO MANIPOLATI DAL CAPITALISMO MASSONE DELLA BANCHE,"""QUESTO È UN FATTO CHE FIN D`ORA HA PORTATO GRADI PROBLEMI FINANZIARI DAL CETO MEDIO IN GIÙ, PORTANDO RICCHEZZA E STABILITÀ A TUTTI GLI IMPIEGATI STATALI ED I LORO CORROTTI SUPERIORI COMPRESE LE CARICHE GOVERNATIVE, """CHE DOVREBBERO TENERE IL CONTROLLO, MA CHE PURTOPPO SONO QUELLI CHE DANNO IL CATTIVO ESEMPIO"""!!! Perchè dobbiamo continuare con questa unione, che sin dagli inizi, È UN FALLIMENTO, VISTO CHE SI DICHIARA DEMOCRAZIA, QUANDO È GOVERNATA, DA EX NAZZISTI,EX FASCISTI E DA SOCIAL-CATTO- COMUNISTI CHE SONO PIÙ FALSI DI GIUDA E CHE AL MINIMO PROBLEMA SI LAVANO LE MANI E FANNO CAPIRE CHE SONO NELL`INCAPACITÀ DI AGIRE??? DOVE VOGLIONO POTARCI QUESTI CAPOTALISTI, MA FALSI DEMOCRISTIANI???

aredo

Dom, 22/10/2017 - 12:07

La sinistra=mafia farà i peggio brogli per vincere le elezioni in Catalogna ad ogni costo anche se la maggioranza è chiaramente di centro-destra. A parte le roccaforti rosse in cui hanno fatto crescere zombie a suon di droga e mafia per avere i voti assicurati di una popolazione demente.. in tutti gli altri posti la sinistra vince solo con i brogli. I comunisti catalani non meritavano un nuovo voto ma la fucilazione con diretta facebook !

Libero 38

Dom, 22/10/2017 - 13:35

E' poi vogliono far credere che in europa ci sta' la democrazia.

lele2138

Dom, 22/10/2017 - 13:47

rajoy ( du ordine dell'Europa) ordina alla guardia civil di franchista memoria di massacrare i pacifici catalani che volevano semplicemente votare; monsieur cognac (vedi junker) comincia a pronunciare discorsi in tedesco, vengono fatti in spagna dei prigionieri politici, etc. etc... possibile che nessuno si renda conto che stiamo tornando alla germania del 1933 ( manca solo, come vorrebbe qualcuno, l'esercito europeo... ve lo immaginate un esercito in mano a un alcolista con dietro a comandare la merkel'''9

Egli

Dom, 22/10/2017 - 13:49

Azo, trasferisciti in Catalogna. Poi, quando ti chiamano "xarnego" se ne riparla.

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Dom, 22/10/2017 - 14:46

E questo sarebbe un articolo giornalistico?

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Dom, 22/10/2017 - 15:32

Alfana parente di Alfano?

M1CO

Dom, 22/10/2017 - 17:01

Noto un certo disagio (anche da parte di questo Giornale) nel parlare della Catalogna. Qualsiasi liberale dovrebbe essere a favore dell'espressione della volontà popolare e contro ogni norma o atteggiamento che la limiti. In Catalogna sull'indipendenza e sulla repubblica soffiano da sinistra, cioè da una sponda che non amo affatto, ma non riesco a non essere solidale con l'idea di autodeterminazione. E se oggi in Lombardia e Veneto vincesse un ben piu' tiepido si sarei contento ugualmente, perchè sarebbe un monito al governo ad ai miei conterranei meridionali, che forse dovrebbero pensare meno a frignare e più a camminare con le proprie (nostre!) gambe. Dell'UE, poi, è meglio non parlarne: se la polizia di un qualsiasi Paese avesse fatto ai "migranti" quello che ha fatto in Catalogna a donne ed anziani sarebbe successo il finimondo...

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 22/10/2017 - 17:27

Nordici o Sudici: si, sua sorella.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 22/10/2017 - 17:28

¿Que es esta censura tan borde y vulgar de parte de esta redaccion en contra de la Libertad?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 22/10/2017 - 18:06

(1 di 2) C´é una visione angusta e retriva che vorrebbe che con la repressione della voce di Libertá, di Intelligenza e di Dignitá del Popolo Catalano si sia risolta finalmente la crisi in Catalogna e in Spagna e che questa Europa senza ideali possa ritornare ai suoi intrallazzi di potere e dormire i suoi tranquilli sogni sotto una bella coltre di meschinitá e imbecillitá prepotente ... A questi burocrati parassiti vogliamo dire che mettere l´Europa sotto la guida ideale dei Borboni e del fetido autoritarismo di un Mariano Rajoy e un Pedro Sanchez, destra e sinistra di una Spagna arretrata, ottusa, prepotente e corrotta, chiusa nel suo ambito di ottuso, ignorante e prepotente egoismo equivale a metterla nel cammino del peggiore e immane disastro ... Equivale a tirare alla polvere di una corrida i piú preziosi ideali di civiltá e godere che siano finiti nel sangue senza pietá ...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 22/10/2017 - 18:12

(2 di 2) … L´assordante silenzio sopra la “crisi di violenza” che sta subendo la Catalogna mette in evidenza come mai l´oppressione dei popoli europei da parte di una struttura burocratico parassitaria che deve essere sovvertita e bonificata alla bontá della Ragione e della Intelligenza... Mette in evidenza la pochezza aggressiva e distruttiva di gentuccia chiusa in un ributtante e spaventoso egoismo, gentuccia che si chiama Merkel, Macron ma anche Gentiloni, Renzi e Berlusconi, che urge rimuovere da luoghi di potere che solo puó essere riuscita ad occupare con i mezzi della bassezza … Mette in evidenza come gli ideali di Libertá, di Intelligenza e di Dignitá del popolo di Catalogna siano quelli che mancano e necessita Europa per un futuro di migliore speranza.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 22/10/2017 - 18:14

La Catalogna vuole la indipendenza e non il sudiciume di elezioni con partiti al soldo della reazione

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 22/10/2017 - 19:53

(1 di 3) OCCORRE UNA EUROPA SPAZIO GARANTITO DI LIBERTÁ in cui comandino il volere e la responsabilitá di popoli e individui liberi e non strutture poliziesche di potere ferocemente incurvate in se stesse --- C´é una visione angusta e retriva che vorrebbe che con la repressione della voce di Libertá, di Intelligenza e di Dignitá del Popolo Catalano si sia risolta finalmente la crisi in Catalogna e in Spagna e che questa Europa senza ideali possa ritornare ai suoi intrallazzi di potere e dormire i suoi sogni tranquilli sotto una bella coltre di meschinitá e imbecillitá prepotente ...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 22/10/2017 - 19:54

(2 di 3) … A questi burocrati parassiti vogliamo dire che mettere l´Europa sotto la guida ideale dei Borboni e del fetido autoritarismo di un Mariano Rajoy e un Pedro Sanchez, destra e sinistra di una Spagna arretrata e corrotta, chiusa nel suo ambito di ottuso, ignorante e prepotente egoismo equivale a metterla nel cammino del peggiore e immane disastro ... Equivale a tirare alla polvere di una corrida i piú preziosi ideali di civiltá e godere che siano finiti nel sangue senza pietá … L´assordante silenzio sopra la “crisi di violenza” che sta subendo la Catalogna mette in evidenza come mai l´oppressione, molto ben riuscita, sopra i popoli europei da parte di una “struttura” burocratico, “elite e casta di parassiti” senza principi e nessun scrupolo se non quello di esercitare stabilmente il proprio potere sopra un docile allevamento di polli ...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 22/10/2017 - 19:57

(3 di 3) … “struttura” che deve essere sovvertita e bonificata alla bontá della Ragione e della Intelligenza... Mette in evidenza la pochezza aggressiva e distruttiva di gentuccia chiusa in un ributtante e spaventoso egoismo, gentuccia che si chiama Merkel, Macron ma anche Gentiloni, Renzi e Berlusconi, che urge rimuovere da luoghi di potere che solo puó essere riuscita ad occupare con i mezzucci della bassezza … Mette in evidenza come gli ideali di Libertá, di Intelligenza e di Dignitá del popolo di Catalogna siano quelli che mancano e necessita Europa per un futuro decisamente migliore