Pd, primarie infuocate: polemiche sul doppio incarico di Zingaretti

La campagna elettorale delle primarie Pd animata dalla presa di posizione della corrente che fa capo al candidato Martina. Nannicini sfida Zingaretti: "Chiarisca se in caso di vittoria terrà il doppio incarico di segretario e governatore del Lazio"

Che nel Pd ci siano più litigi che in "Casa Vianello", non è una novità. Fino al giorno delle primarie che incoroneranno il nuovo segretario, sarà una campagna elettorale senza esclusione di colpi. Come quello che il senatore e responsabile della mozione Martina, Tommaso Nannicini, ha riservato al favorito numero 1, Nicola Zingaretti. "Il presidente della regione Lazio dovrebbe chiarire se manterrà il doppio incarico nel caso di vittoria alle primarie, o se la regione Lazio tornerà al voto con tutte le conseguenze che ne derivano. Non è un dettaglio di poco conto", ha attaccato Nannicini. Non è un mistero che Martina e Zingaretti siano i candidati più credibili alla vittoria finale, ma il processo che porterà il 3 marzo all'apertura dei seggi si annuncia lungo e tempestoso.

Tra i possibili ostacoli alla candidatura del governatore del Lazio, sostenitore di una visione più "larga" del centro-sinistra contro l'ormai impossibile vocazione maggioritaria del Pd annunciata da Veltroni e portata avanti da Renzi fino al fallimento alle politiche 2018, c'è proprio la questione del doppio incarico. Non sono pochi gli elettori dem convinti che Nazareno e Pisana - la via che ospita la sede della regione Lazio - siano incompatibili perché dispendiosi. Dal canto suo Zingaretti tira dritto, forte dei sondaggi che lo danno in vantaggio nelle elezioni interne ai circoli. Secondo YouTrend, su 7 mila voti espressi a partire dal 7 gennaio Zingaretti sarebbe in testa con il 46,3%. Martina è dato al 35,3%, più indietro Giachetti (12,3%), Boccia (4,7%), Saladino (0,8%) e Corallo (0,6%).

Numeri importanti, visto che il voto degli iscritti serve a scegliere i delegati all'Assemblea il cui voto servirà a scegliere i tre candidati autorizzati a partecipare alle primarie del 3 marzo. Zingaretti e Martina ci saranno certamente, per il terzo posto ballottaggio Giachetti-Boccia con quest'ultimo convinto di poter rimontare grazie ai voti - non ancora conteggiati - dei circoli del meridione.

Commenti
Ritratto di genevieve...

genevieve...

Gio, 17/01/2019 - 14:31

tra i DEL la solita lotta tra BANDE

MOSTARDELLIS

Gio, 17/01/2019 - 15:31

Certo che presentare Zingaretti significa che il PD è proprio alla frutta, anzi al caffé...

isaisa

Gio, 17/01/2019 - 17:01

Criticano in continuazione gli alleati al Governo e non sono capaci di andare d'accordo in casa propria. Se non sei stupido non puoi essere comunistello

baio57

Gio, 17/01/2019 - 17:11

Scaramucce in salsa rossa ,come un feuilleton di metà ottocento.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 17/01/2019 - 19:13

Chi li voterà? Sono arrivati alla stazione finale. Si levino dai piedi a vadano a dormire.