Pd separato in casa: i vertici incontrano Verdini, la minoranza insorge

Alla Camera due riunioni parallele: quella tra i vertici dem e Verdini da una parte, quella della minoranza dall'altra. Rosato: "Consulteremo Ala sui ddl, ma maggioranza non cambia". E la minoranza insorge: "È un errore grave"

Il Partito democratico è separato in casa e diviso in due. Non solo politicamente. Si è svolta stamattina infatti negli uffici del capogruppo alla Camera Ettore Rosato l'incontro tra i vertivi dem e la degazione di Ala, composta dai capigruppo Ignazio Abrignani e Lucio Barani e dal leader Denis Verdini per discutere i prossimi provvedimenti in Parlamento.

Contemporaneamente al piano di sotto erano riuniti i rappresentanti dei territori di Sinistra riformista Pd, guidati da Roberto Speranza.

"È un incontro tra gruppi parlamentari sull’agenda parlamentare", ha assicurato però il presidente del Pd Matteo Orfini, "Il vicesegretario Guerini ha chiarito che non si tratta dell’ingresso in maggioranza di Ala. Non è un incontro per definire l’agenda ma per confrontarsi sull’agenda politica". Eppure la riunione ha fatto tornare a galla i malumori della minoranza. Ed è lo stesso Speranza a lanciare un avvertimento: "L’incontro è un errore molto grave", attacca, "Siamo tutti impegnati ventre a terra in una difficilissima campagna elettorale nelle più importanti città italiane. E proprio all'indomani di un importante ricompattamento del centrodestra a Roma i vertici del Pd si incontrano con la quintessenza del trasformismo di origine berlusconiana".

"Non siamo in maggioranza, l'opposizione dice che non siamo all'opposizione... Siamo in Paradiso", ha detto scherzando Denis Verdini, "Fino ad ora ancora non c'era stato un incontro tra i gruppi dei due partiti. Abbiamo deciso il metodo, una concertazione, per andare avanti in questa legislatura. Abbiamo parlato del referendum sulla riforma costituzionale e della formazione dei comitati per il . Non abbiamo stabilito niente, ma siamo nati per il sì e vorremmo sostenere il sì".

"Abbiamo concordato che sui provvedimenti importanti sarà consultato anche il gruppo di Ala", ha detto però il capogruppo Pd Ettore Rosato, "Il malumore della minoranza non è un fatto nuovo".

Difficile continuare a dire che così Ala non entra in maggioranza...

Commenti

un_infiltrato

Ven, 29/04/2016 - 13:25

Se mi scompiscio - e non solo dalle risa - vi offendete molto? Comunque, vi ringrazio: perchè una scompisciata così lunga, non la facevo da tempo!

giovauriem

Ven, 29/04/2016 - 13:29

questi buffoni della minoranza pd fanno finta di scontrarsi con la maggioranza e poi alla sfiducia presentata dalle opposizioni , votano tutti compatti a favore del governo ,per salvare lo stipendio e la poltrona a danno degli italiani .

Iacobellig

Ven, 29/04/2016 - 13:52

VERDINI MOSTRI I NUMERI DEL SUO ELETTORATO PER CONTINUARE A STARE DOVE HA TRASLOCATO!

pinux3

Ven, 29/04/2016 - 14:07

Ma GUARDATE A CASA VOSTRA, a proposito di "spaccature"...

Ritratto di ForYou78

ForYou78

Ven, 29/04/2016 - 14:17

La Solita sceneggiata già vista e rivista della minoranza del PD... abbaiono tanto ma mordono nulla... e Renzi gongola sempre. Cosa volete farci, gli Italiani sono masochisti e buonisti.

innocentium

Ven, 29/04/2016 - 14:22

Se Atene piange, Sparta non ride...e povera Italia fra questa sinistra e quella (pseudo) destra!!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 29/04/2016 - 14:34

...e così è nato un nuovo inciucio epocale la minoranza della maggioranza dell'opposizione che sostiene la maggioranza del governo minacciata dalla minoranza della maggioranza: il patto dei maggiordomi o, se preferite, dei laccapiatti!

veromario

Ven, 29/04/2016 - 14:58

bel personaggio che avete accquistato ,tenetevelo stretto,ma compratevi delle mascherine di quelle buone ,ne avrete bisogno.

vince50_19

Ven, 29/04/2016 - 15:00

L'imperturbabile dall'alto del Colle, che "pense"?

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Ven, 29/04/2016 - 15:02

Miseria morale d'Italia: o sono attaccati alla poltrona perché è un sistema per vivere da nababbo fingendosi intellettuali; oppure sono finti imprenditori, che fanno vivere le loro aziende solo tramite commesse statali e clientelismi. Le spaccature nel centro-destra sono salutari, perché rappresentano un dibattito tra diversi approcci per risolvere i seri problemi socio-economici che ora viviamo; quelle a sinistra sono solo strategiche per poter mantenere elettorato di base senza cervello, che così, pur scontento, torna a votare quei parassiti che nascondono il regime totalitario creato, dietro la parola "democratico", elettorato convinto che Bersani o Speranza siano sul serio in contrasto con il ducetto.

ex d.c.

Ven, 29/04/2016 - 15:04

Sta facendo quello che deve fare e, come sempre, con buoni risultati

agosvac

Ven, 29/04/2016 - 15:13

Ma sì, verdini non fa parte della maggioranza ma vota per la maggioranza! Mi ricorda tanto un certo fini e sappiamo tutti che "fine" ha fatto fini!!! Lasciamoli divertire, poi il tutto si risolverà alle prossime elezioni!!!!!

vince50_19

Ven, 29/04/2016 - 15:20

innocentium - Lei è ancora convinto, vista l' "Area" che tira, che esistano ancora dx e sx o che siano rimasti due feticci ideologici appresso ai quali corrono quelli che vogliono ancora e ostinatamente crederci? Ho smesso da anni quest'esercizio inutile: l'aria che tira è sempre la stessa, che vi siano o meno questi (pseudo) schieramenti a governare. La politica in Italia non traina più da qualche decennio, purtroppo: è governata da plenipotenziari sovranazionali che, dietro qualsiasi bandiera che al momento governa e che a loro conviene, impongono loro idee per smania di governare urbi et orbi. Grazie anticipate al moderatore se pubblicherà.

ritardo53

Ven, 29/04/2016 - 16:02

VERDINI: Subito interdetto a vita per ogni cosa che voglia fare, e obbligarlo ai lavori forzati in una miniera senza luce. TRADITORE

Rossana Rossi

Ven, 29/04/2016 - 16:07

E il bell'addormentato del colle cosa dice?..........

maurizio50

Ven, 29/04/2016 - 16:50

Mi sorge un dilemma: sono più attaccati alla poltrona i cervelloni del PD, di quanto sono attaccati ai loro interessi i seguaci di Verdini? O è esattamente il contrario????Stanotte non potrò certo dormire pensandoci!!!

Beaufou

Ven, 29/04/2016 - 17:13

Toh, i duri e puri del PD che "consultano" Verdini. questa è davvero da incorniciare. Ahahah. "Siam mica qui a pettinare le bambole...". Nooo. A lisciare la folta chioma candida del Denis Verdini, si direbbe, eh Bersani? Ri-ahahah. Verdini non era il peggio del peggio del berlusconismo? Ma forse lo vogliono "rieducare", state a vedere che ne uscirà un Verdini duro e puro, magari presidente di MPS e Banca Etruria fuse (nel senso di "fuse insieme", non in quell'altro senso). Ri-ri-ahahah.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 29/04/2016 - 18:37

Siamo alla costituzione di un nuovo patto: Renzi e Verdini insieme pensando forse a un nuovo nazareno che solletica molta parte degli esponenti di FI. E' il lurido e penoso uso dei voti di ingenui elettori, i cosiddetti "moderati": i loro eletti si inginocchiano a Renzi con un inebetito Cavaliere che, da come si muove politicamente, non pare insensibile di tornare al servizio dello scout. Silvio salirà e scenderà di nuovo le scale della vergogna, quelle della casa del Pd?

cangurino

Ven, 29/04/2016 - 18:57

Chiedo aiuto ai commentatori del Giornale. Verdini e gli altri stimati colleghi di ALA, o come si chiama questa formazione politica che durerà il tempo di un respiro, in che partito sono stati eletti? Quale partito li ha messi in lista? Tanto per sapermi regolare per il futuro e capire quale partito non dovrò votare.

Ritratto di .NoBalls..

.NoBalls..

Ven, 29/04/2016 - 19:53

pd-1 + pd+1 = pd2

pinux3

Sab, 30/04/2016 - 09:01

@Rossana Rossi...A scuola quanto avevi in matematica? Lo sai che la vostra mozione di sfiducia è stata respinta con 90 VOTI DI SCARTO? Il che significa che i voti di Verdini non sono stati determinanti. Giusto? Allora che c'entra Mattarella?