Il Pd si aggrappa a Passera pur di non perdere a Milano

Dopo il passo indietro del sindaco Pisapia e i dubbi su Sala (Expo) i democratici puntano sull'ex banchiere. Che tiene aperta la porta

Milano - L'incursione milanese di Matteo Renzi alimenta voci e suggestioni. Il premier ieri è stato attesissimo ai giardini Montanelli e oggi chiude la festa nazionale dell'Unità. Il Pd da lui si aspetta chiarezza sui tanti dossier ancora aperti: le prospettive di vita del governo, intanto, ma anche le candidature alle elezioni Comunali, che da qui a 9 mesi segneranno una tappa cruciale della sua parabola politica. La sfida di Milano è la più importante e incerta: il passo indietro di Giuliano Pisapia sta diventando un problema serio per il centrosinistra. Il sindaco ha confermato anche ieri l'intenzione di non correre per il secondo mandato, ma se prima questa «fuga» era vista dal Pd come l'opportunità di prendere direttamente in mano il Palazzo Marino, a poco a poco i democratici - appurata la penuria di alternative interne - hanno cominciato prima a rincorrere poi a rimpiangere l'«avvocato rosso».

Il Pd locale tradisce una buona dose di irritazione per il ritardo con cui Palazzo Chigi ha «messo la testa» sul dossier Milano. Ma ora Renzi prova a tessere la sua tela. L'opzione principale del «Giglio Magico» - prima sussurrata poi apertamente confermata - è stata la candidatura a sindaco di Giuseppe Sala, commissario di un Expo che occupa un posto importante nella «narrazione» renziana (l'Italia sulla via del riscatto globale). L'opzione Sala, però, presenta controindicazioni di non poco conto. Inizialmente il tecnico ha pagato il fuoco di sbarramento di mezza giunta (col problematico conflitto fra le esigenze di Expo e le logiche politiche), in prospettiva poi, Sala avrà a che fare (almeno fino a dicembre) col lavoro del dopo Expo. Mentre Sala si defila e si allontana, dunque, si cercano all'orizzonte altri «cavalieri bianchi» (più che rossi) ed è così che è spuntata, in ambito renziano, una suggestione ulteriore. Che segnerebbe ugualmente una forte discontinuità con l'esperimento Pisapia, ma avrebbe il pregio di rinsaldare i legami con mondi di un certo peso, a Milano e non solo. L'ipotesi sarebbe quella di sostenere Corrado Passera. Qualcuno lo ricorda alla prima Leopolda dei renziani. L'ex ministro, comasco di nascita e milanese d'elezione, da tempo lavora alla sua campagna elettorale battendo palmo a palmo la città. La sua candidatura nasce come autonoma dagli schieramenti tradizionali, centro compreso, ed è stata presentata dal leader di «Italia unica» come alternativa a Matteo Salvini ma allo stesso Renzi, cui Passera non ha risparmiato critiche anche severe. L'ex ministro, però, mantiene canali aperti con pezzi importanti dei due poli e nei giorni scorsi non sono mancate attestazioni di stima da parte di politici piuttosto in vista in città - per esempio l'ex sindaco Gabriele Albertini, ora senatore popolare, e Sergio Scalpelli, ex «assessore intelligente» con Albertini (giunta di centrodestra), sostenitore convinto di Renzi e di un eventuale «Nazareno bis». Una possibile operazione civica con Passera, nella cerchia renziana, sarebbe valutata - prima ancora che come laboratorio politico - come una sorta di «passepartout» verso gli ambienti della grande borghesia milanese, gli stessi che Pisapia aveva sedotto per ragioni personali e biografiche, e che Renzi potrebbe giocarsi su un tavolo tutto politico. Il prezzo sarebbe certo la rottura con un pezzo di sinistra fuori dal Pd, ma sembra che la road map renziana questo pegno da pagare l'abbia già messo ampiamente in conto.

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 06/09/2015 - 08:48

Attenzione PD ,a volte la PASSERA gioca brutti scherzi.!!

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Dom, 06/09/2015 - 09:05

dai milanesi votate un'altra volta per un deficente del pd che terminera' il lavoro di distruzione del motore d'italia!

vince50_19

Dom, 06/09/2015 - 09:09

Il piddì si aggrappa a Passera? Cioè al massone Passera (affiliato, secondo il massone Magaldi, alla Ur Lodge Atlantis- Aletheja)? Crisi nera nel piddì, altroché! ...

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 06/09/2015 - 09:12

Basta con questi Banchieri, gli italiani non hanno ancora capito, che le banche in comunella con mafia e parlamentari, ci stanno portando alla bancarotta !!!

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Dom, 06/09/2015 - 09:32

PARE IL MERCATO DELLE VACCHE ANZI, DEI BUOI! SI CERCA SOLO UN FACCIONE DA MANIFESTO, DI PROGETTI, PROGRAMMI, SCELTE NEANCHE A PARLARNE...

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 06/09/2015 - 09:44

RENZI NON LO CAPISCO, UN GIORNO VUOLE FARE LA LEGGE PER I FROCI E IL GIORNO DOPO DICE CHE VUOLE LA...PASSERA. DECIDITI PREFERISCI IL LATO A FEMMINILE O IL LATO B MASCHILE?

ziobeppe1951

Dom, 06/09/2015 - 10:05

Fatelo candidare a noi basterá un RAZZI per fargli perdere la poltrona di sindaco

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 06/09/2015 - 10:11

E la barzelletta sara' che gli idioti lo voteranno pure. Quello che non sanno e' che questo massone una volta eletto avra' lo spazio di manovra pari a zero, dovra' ubbidire prostrato alle politiche infami del pd, come avviene ovunque quando un utile idiota si fa eleggere dai comunisti. Certo che l' evoluzione dei comunisti e' notevole, dagli operai delle acciaierie ai banchieri massoni.

marco46

Dom, 06/09/2015 - 10:28

Al PD stanno cambiando gusto, si danno alla passera non avendo altro uccello da candidare, attenti che può essere quello padulo per voi.

magnum357

Dom, 06/09/2015 - 10:29

Ahhhhahhhhahhhhahhh grande il commento di gianniverde !!!!!

Agev

Dom, 06/09/2015 - 10:29

Passerotto .. Passerotto mio .. Quante menzogne che ti e ci racconti .. Sarà bene che ti dia una registrata .. Diversamente sarà bene che te ne stia in disparte .. Il vostro tempo è finito .. Finito per sempre. Gaetano

Maria Lorena Garolfi

Dom, 06/09/2015 - 10:39

Dopo i danni fatti da Pisapia, ci manca pure Passera a distruggere definivamente Milano! Forse Renzi non ha capito che i milanesi sono stufi!!!! Manca pure un massone raccomandato dal PD a distruggere Milano! Nel frattempo la destra si svegli!! Proponga un candidato credibile! I nome che circolano in questi giorni proposti da Berlusconi, tranne uno, faranno solo vincere questo incapace che con Monti ci ha svenato e come tutti i radical chic è sola capace di parlare!Milano è un'altra cosa Renzi!!!Non è Firenze

vinvince

Dom, 06/09/2015 - 10:42

Dalle capre rosse c'è da aspettarsi questo ed altro ... Non la capiranno mai !!!

giovanni PERINCIOLO

Dom, 06/09/2015 - 10:45

Il PD lo capisco, quelli che non capisco assolutamente sono i suoi elettori!

blackbird

Dom, 06/09/2015 - 10:55

E Passera si aggrappa a qualsiasi poltrona disponibile, anche solo sedia!

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Dom, 06/09/2015 - 11:04

Milano?L'ha già persa da tempo.Poche parole.

swiller

Dom, 06/09/2015 - 11:21

Chi avrebbe detto che ai sinistri piace la passera... ma non erano tutti gay Giannoni attento che ti sbagli.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 06/09/2015 - 12:03

Pisapia ha ridotto Milano peggio di Kabul, è il sindaco peggiore che la città abbia mai avuto: campi rom dappertutto, feccia dei centri sociali libera di spadroneggiare, moschee dove i terroristi islamici si formano ed addestrano, invasione libera, cittadini onesti terrorizzati (ho amici milanesi che non osano più uscire di sera). Ma i milanesi lo hanno capito, il PD può fare tutti i brogli che vuole - unica cosa che sa fare bene - ma stavolta i milanesi vogliono una giunta capace ed un sindaco serio ed onesto che faccia il loro interesse e non quello degli invasori. E questo taglia fuori il PD, definitivamente.

krgferr

Dom, 06/09/2015 - 12:09

Certo non lo si può accusare di incompetenza: quando De Benedetti gli diede l'ordine di distruggere la Olivetti ci riuscì benissimo, come pochi altri avrebbero saputo fare. Saluti. Piero

giottin

Dom, 06/09/2015 - 14:32

Un altro buono costui, quello che vorrebbe raccattare i voti dei liberali, ha ha ha ha povero illuso, kompagno da strapazzo!!!