Il Pd si scopre garantista Anche per salvare Errani

Il presidente Orfini: "Basta eccessi di giustizialismo". Su Twitter i giovani dirigenti democratici polemizzano con grillini e travaglisti. Ma pesa anche il caso Emilia

RomaLa linea la detta Matteo Orfini. Che è sì un «giovane turco», già stretto collaboratore di Massimo D'Alema (che per la magistratura militante e interventista non ha mai avuto grandi simpatie), ma è anche il presidente del nuovo Pd renziano. «Nei vent'anni alle spalle qualche eccesso di giustizialismo c'è stato», ammette Orfini, intervistato dal Corriere della Sera. «In alcune parti della sinistra si è perso il senso della cultura delle garanzie e abbiamo visto una deriva giustizialista». E il presidente del Pd si augura che il suo partito riesca ora «a recuperare il rapporto con il garantismo, che una volta era un valore di sinistra: è un fatto di maturità della nostra cultura politica».
Bastava farsi un giro su Twitter, dopo la sentenza che ha assolto Silvio Berlusconi, per accorgersi di come sia cambiato il clima, nel Pd, e di come siano lontani i tempi in cui bisognava restare allineati e coperti nel settore tifoseria delle Procure. Procure che negli ultimi mesi non risparmiano colpi anche a sinistra, vedi il caso Errani, contribuendo alla riscoperta del garantismo. Sono soprattutto i giovani Dem ad essersi liberati dall'ossessione del Cavaliere simbolo del male e della via giudiziaria al governo. E ieri erano loro (più che i dirigenti adulti, che distillavano commenti cauti) ad accapigliarsi sui social network con grillini, travaglisti e forcaioli vari che si dolevano dell'assoluzione: «Vorrei sapere con che conoscenza dei fatti e levatura morale si grida alla sua colpevolezza. Non penso sia uno stinco di santo ma dei giudici lo hanno giudicato. Chi sono io per dire il contrario?», twittava Chiara Meazza, animatrice della PdCommunity, rete dei comunicatori del partito. O a punzecchiare gli esponenti Pd lanciati in torbide dietrologie. «Corradino Mineo attribuisce al patto del Nazareno l'assoluzione di Berlusconi. Chiamate l'infermiera», twittava ad esempio Mattia Peradotto, uno dei fondatori di FutureDem (associazione dei giovani renziani che si riunisce il prossimo fine-settimana a Venezia). «Sono dietrologie così assurde che non vale la pena di commentarle», dice Chiara Meazza, «La sentenza è l'epilogo della vicenda giudiziaria di una persona. Basta con il tifo tra chi esalta Berlusconi e chi lo vede come l'uomo nero: è un interlocutore politico con cui dialogare sulle riforme, non il centro della politica italiana». E ammette «un certo senso di liberazione: ora la politica può fare la politica e la magistratura occuparsi di giudicare i reati, senza più interferenze che non hanno mai prodotto niente di buono». Per Brando Benifei, altro giovanissimo esponente Pd e neo-europarlamentare, «non ha più senso fare i tifosi pro o contro la magistratura. Non credo alla “pacificazione”, il mio giudizio sulla vicenda di Berlusconi è politico e non moralistico o penale: penso che una volta emersa la questione Olgettine come leader politico avrebbe dovuto fare un passo indietro, ma non mi interessa la sanzione giudiziaria. E la sinistra deve recuperare la cultura del garantismo, abbiamo peccato di eccesso di difesa della magistratura, che non può essere intoccabile da critiche o riforme». Giulio Del Balzo, ventenne presidente dei FutureDem, ha un rimprovero da fare al Cav: «Non aver cambiato davvero e a fondo la giustizia per tutti, avendo i numeri per farlo, per difendere tutti e non solo sé stesso dall'accanimento giudiziario». E dichiara chiuso il «dibattito manicheo di questi anni che, anche grazie alla magistratura più militante, ha diviso l'Italia tra “ladri e puttanieri” a destra e “comunisti e moralisti” a sinistra: basta, questo scontro ha fatto malissimo a tutti ed è ora di lasciarcelo alle spalle».

Commenti

cast49

Dom, 20/07/2014 - 09:43

«Non aver cambiato davvero e a fondo la giustizia per tutti, avendo i numeri per farlo, per difendere tutti e non solo sé stesso dall'accanimento giudiziario». NON HA CAPITO UN CAZZO, ANZI NON SA CHE A NEGARE LA RIFORMA E' STATO PROPRIO IL SUO PARTITO CHE HA MESSO SEMPRE IL BASTONE FRA LE RUOTE, SPECIALMENTE SULLA GIUSTIZIA, AIUTATO DAI MAGISTRATI...ORA ANCHE LORO HANNO DELINQUENTI DA GIUDICARE E SONO DIVENTATI GARANTISTI. PUBBLICARE

Ritratto di CompariDiMERENDA.

CompariDiMERENDA.

Dom, 20/07/2014 - 14:51

AVANTI COSI' COMPARUCCI DI TUTT'ITALIA UNITI PD2

magnum357

Dom, 20/07/2014 - 14:52

Il lupo comunista perde il pelo ma non il vizio di depredare le casse pubbliche dell'erario !! In galera e basta.

Triatec

Dom, 20/07/2014 - 14:54

Sono garantisti solo quando qualcuno di loro è nei guai!! Passata la tempesta tornano giustizialisti e più cattivi di prima.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 20/07/2014 - 15:04

Errani deve andare in galera perchè colpevole e per dare l'esempio che il garantismo può essere sconfitto. Garanzia solo per i disoccupati.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Dom, 20/07/2014 - 15:16

ormai questi politicanti NON hanno più tempo per preoccuparsi dei problemi degli italiani perché sono TROPPO occupati a difendersi ... loro ed il loro stipendio. L'Italia è stata distrutta da questa partitocrazia debordante che pensa solo a sé stessa ed al mantenimento del potere ... mentre noi manteniamo loro.

Ritratto di benita

benita

Dom, 20/07/2014 - 15:18

noi di forza italia siamo più intelligenti,basta leggere i nostri commenti per capirlo.

Ritratto di sances2

sances2

Dom, 20/07/2014 - 15:24

L'ennesimo "contrordine compagni"! Ad ogni modo, siamo ottimisti: se sincere, le osservazioni dei giovani PD potrebbero rappresentare una tregua dell'antiberlusconismo a prescindere, quello che, come ricorda CAST 49, ha ostacolato il processo di riforme che ha tentato Berlusconi e che, con le medesime difficoltà, sta cercando di portare avanti Renzi (il quale comunque gode in tale campo dell'appoggio di buona parte del PDL). Il problema sono le cariatidi della sinistra che hanno costruito la loro carriera sull'odio per Berlusconi e per l'elettore di destra e che oggi ostacolano Renzi.

yulbrynner

Dom, 20/07/2014 - 15:46

semplice se ha sbagliato deve pagare.. io se e quando voto voto a sinsitra la giustizia dev'essere uguale x tutti destri sinistri centristi e chi poiu ne ha più ne metta

yulbrynner

Dom, 20/07/2014 - 15:47

benita commento da bimbetta dell'asilo...

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 20/07/2014 - 16:02

Una parola, sono dei CIALTRONI

Joe

Dom, 20/07/2014 - 16:02

Quello che mi meraviglia non è tano la codanna di Errani, quanto l'assordante silenzio su MONTE DEI PASCHI DI SIENA! Vi sembra normale che dal 2010 è sotto inchiesta e non succede nulla nella magistratura? Nemmeno il "suicidio" di David Rossi ha fatto indagare l'Istituto , anzi il caso è stato archiviato, il computer scomparso, la famiglia del Rossi che si oppone all'archiviazione e tuuto tace : Anzi no, qualcosa è cambiato il PD diventa garantista . Allora io, che ho i paraocchi, mi faccio una domanda perchè hanno condannato una persona il cui fratello ha scritto sul giornale che "Finalmente abbiamo una banca " . Fassino docet, anzi ci ha anche guadagnato con 80.000 euro!E questo vi sembra un Paese normale.Figuratevi se il PD non fosse garantista quanti milioni di euro incasserebbe ulteriormente.

m.nanni

Dom, 20/07/2014 - 16:10

vogliono pure espropriarci del garantismo manifestato a prova di granito anche in momenti che ha visto giustializzato qualche avversario. la volgarità e la violenza esercitata contro Berlusconi e i berlusconiani, ci fa stare quantomeno perplessi davanti alla loro apertura verso quel garantismo, mai stato della sinistra italiana. comunque sia occorre dare il ben venuto al mondo del garantismo, che non sia quello di comodo.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Dom, 20/07/2014 - 16:28

Quanto mi sarebbe piaciuto sentire certi discorsi garantisti il giorno prima della sentenza di assoluzione.

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 20/07/2014 - 16:29

scassa Domenica 20 luglio 2014 Certo che sentire un compagno,sia pur giovane ,che con l'assoluzione con formula piena riconduce la sinistra al suo tradizionale e onesto garantismo,e' come pensare e dare a intendere ,parlando dalla Cappella Sistina,che GESÙ e' morto di sonno ! Ammettono ," perfino e perbacco " ,che il Cav. ,in passato ,e' stato oggetto di qualche piccola persecuzioncinna ,bontà loro ! Ci vuole una bella faccia di tolla ,per poi minimizzare ,per proprio tornaconto con espresso riferimento ai loro scandali di ogni genere,passati,presenti e futuri,che ,usando il loro acclarato garantismo ,""NESSUNO TOCCHI CAINO ,SOPRATTUTTO SE È ROSSO !"" Come se fossero stati puniti loro ,gli intoccabili,con la fregnacccia della Questione morale ,da loro tanto sbandierata. Chissà quanta moralità c'è nel riprendere sia con il teleobiettivo ,microcamere o telefonini,la residenza privata altrui ,perché è un sistema tipico dei delinquenti di staliniana memoria,mista a invidia sporcacciona ! Ci ricordiamo tutti dei riport dei giornali dei guardoni,riferenti dimensioni,estensione e durata delle prestazioni ,che si ottengono solo in un modo : "spiando ". A moltissimi cittadini Italiani ,non credo importi,quanto lo ha lungo Prodi,Renzi ,D'Alema ,Giggino , monti o fatta a delta la rossa Erinni ,o siamo un paese di Santi,Poeti,Navigatori e Guardoni ? Pace e bene . Silvana Sassatelli.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 20/07/2014 - 16:33

Basta con il Muro ottuso e prepotente dello stato parassita sopra il Paese che muore, sopra lo sterminio delle fabbriche che chiudono e dei lavoratori ... é un Muro marcio e decrepito. A 25 anni della sua caduta a Berlino é venuta l´ora che cada anche in Italia.

terzino

Dom, 20/07/2014 - 16:51

Ma quale garantismo? Doppiopesisti a piè sospinto,il loro motto è sempre stato"non fate quel che faccio ma fate quel che dico". Hanno armadi strapieni di scheletri ma ancora tante toghe dalla loro parte. I loro tentacoli hanno agguantato tutto il possibile, hanno centri di potere che proteggono gli amici e gli amici degli amici solo per poter gestire il voto e continuare a spadroneggiare.Quanti di loro sono sfuggiti alla giustizia? Errani diventerà un martire per dimostrare che sono garantisti ma anche lui non finirà nel dimenticatoio, verrà riciclato, come molti di quelle parti, sempre in posti di gestione del potere. E se d'altronde il loro segretario premier occupa quel posto avendo ricevuto l'investitura solo da due milioni di votanti alle loro primarie e per grazia ricevuta di tanti maneggioni significa che siamo in piena dittatura, altro che domocrazia.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 20/07/2014 - 18:30

Ma si komunisti ora che Berlusconi è stato assolto potete salvare tutti i vostri kompagni che sbagliano.Siete di una umanità tremenda nella vostra onestà perversa.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 20/07/2014 - 18:37

ridicoli e patetici i PSICOSINISTRONZI noi chiedemmo garantismo giudiziario e fummo linciati moralmente e mediaticamente, ora che anche loro stanno rischiando le bufere giudiziarie, e temono contraccolpi, si riparano dietro l'immunità parlamentare e appunto garantismo giudiziario... patetici! e venduti!!!

framont

Dom, 20/07/2014 - 21:21

SI VEDE CHE NON ABITATE IN EMILIA-ROMAGNA DOVE IL PARTITO DECIDE PER TE DA QUANDO NASCIA QUANDO MUORI. E S CHE SE NON HAILA TESSERA GIUSTA COL C.....LO CHE LAVORATE.