Pensioni, l'ultima idea per i tagliarle: contributo di solidarietà progressivo

La Lega pensa a un contributo di solidarietà per tagliare le pensioni. Di Maio frena: "Incostituzionale". Ma i leghisti lo vogliono fare "progressivo"

Dopo la Tav e i matrimoni gay, ora il braccio di ferro tra alleati di governo si gioca sulle pensioni. Tema spinoso, su cui sia Lega che Movimento Cinque Stelle hanno fondato un’intera campagna elettorale. La riforma Fornero dovrebbe essere cancellata, prima o poi. Ma per adesso all’orizzonte è previsto un taglio di circa 200mila pensioni considerate “privilegiate”.

Si tratta degli assegni che superano i 4mila euro. Sulla soglia per considerare “d’oro” una pensione già Luigi Di Maio ha cambiato idea più volte. Prima si parlava di 5mila euro, poi i privilegiati son diventati quelli con l’assegno tra i 4 e i 5mila. Ora basta incassarne 4mila per finire nel calderone dei tagli.

Secondo quanto riferito ieri dal vicepremier grillino saranno “circa 200mila privilegi eliminati”. Il fatto è che la tagliola grillina non piace molto alla Lega. Che sta cercando di ovviare a una manovra che potrebbe risultare un autogol verso il proprio elettorato.

Secondo quanto scrive il Corriere, infatti, la proposta di legge per tagliare le “pensioni d’oro” è stata sì presentata sia dal capogruppo M5S che da quello del Carroccio. Ma ora i parlamentari leghisti starebbero storcendo il naso. Il motivo? Nel testo – spiega il quotidiano di via Solferino - il ricalcolo dell’assegno in base ai contributi effettivamente versati è stato sostituito con un “taglio dell’assegno proporzionale all’anticipo del pensionamento” rispetto all’età pensionabile fissata nel 2011, ovvero 63 anni e 6 mesi.

Di Maio insiste a dire che si tratta di “equità”, ma la pancia della Lega comincia a dire che una “cosa del genere” non sarebbe uscita neppure dalla penna di Bertinotti. Lo scontro è aperto. Ora Salvini e Di Maio avrebbero trovato un accordo sul ricalcolo contributivo, ma i tempi per arrivare ad un decreto sarebbero piuttosto lunghi (non prima di gennaio e l’Inps ci sta già lavorando). ecco perché, secondo il Corriere, la Lega starebbe puntando una nuova strada. Quella del contributo di solidarietà.

Il prelievo “solidale” sarebbe calcolato in maniera crescete: più è alto l’assegno pensionistico, maggiore sarebbe il prelievo. L’idea non piace molto a Di Maio. Come spiega infatti il Giornale, stanno calando “le possibilità del contributo di solidarietà che, secondo il ministro, sarebbe incostituzionale se 'fissato dalla legge in modo secco e uguale per tutti nelle percentuali’”. Ecco perché il Carroccio lavora a un contributo progressivo, che cresce all’aumentare dell’assegno.

Commenti

Cheyenne

Mar, 14/08/2018 - 11:24

SALVINI MANDA QUESTA PERNACCHIA VESTITA DA BUZZURRO A QUEL PAESE

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 14/08/2018 - 11:25

Mah.. Certo che un contributo progressivo non sarebbe un'idea sbagliata, purchè non diventi una regola fissa, semmai transitoria.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mar, 14/08/2018 - 11:47

@ Marcello.508 -- In Italia nulla è più fisso ed eterno delle regole "transitorie". Se proprio vogliono fare cassa, comincino ad eliminare gli sprechi nella Pubblica Amministrazione. Magari anche un taglio alla burocrazia non guasterebbe.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 14/08/2018 - 11:57

Mi sembra una cosa giustissima , dirò di più per chi ha votato Lega propongo la doppia progressività.

stefi84

Mar, 14/08/2018 - 12:02

Sono contrario ai tagli delle pensioni, cosa che oltretutto è incostituzionale e verrebbe bocciata dalla magistratura.

OttavioM.

Mar, 14/08/2018 - 12:16

Tagliare le pensioni d'oro è giusto, incredibile che ci sia gente che pur di dare addosso al governo difende le pensioni d'oro con il RETRIBUTIVO, cioè senza i contributi versati.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 14/08/2018 - 12:26

? Vero, perché il compagno Fausto becca già ben più di 4000 € di vitalizio al mese ... Ehhhh, compagni komunisti solo a parole, come sempre.

tosco1

Mar, 14/08/2018 - 12:38

Questa e' la buccia di banana dei cinque stelle. Un conto e' dire ricalcoliamo tutti,ma proprio tutti, cioe' anche di quelli che hanno la minima che e' gia' un regalo dello stato, col metodo contri butivo, ed un conto e' un contributo di solidarieta'. Solidarieta' con chi?, con gli evasori fiscali?. Perche' forse Di Maio ignora che le pensione minime ,che vogliono aumentare, sono quasi sempre, specie nel lavoro autonomo, regali di stato agli evasori fiscali.Vanno ricalcolate in via contributiva anche le pensioni minime.L'evasione sta li'. Questi autonomi non hanno versato niente per una vita, vissuto alla grande con redditi da 500.000 lire, acquistando case, automobili, viaggi, ecc.ecc.,e poi sono quelli che con 500 Euro fanno la fame.Questa iniziativa dei 5 stelle, se va avanti, sara' per loro come il ponte di Genova. Una catastrofe annunciata.Guai ad assistere gli evasori fiscali.

tosco1

Mar, 14/08/2018 - 12:44

Vorrei aggiungere che i privilegi da eliminare sono probabilmente proprio le pensioni da 500 euro riconosciute come minime agli evasori fiscali.Ma nessuno lo capisce, basta guardare il progetto Berlusconi dei 1000 euro che ha affossato FI. Credo di lanciare un segnale che e' proprio uno spartiacque. Iniziative che non mettano al centro questo problema, saranno un Karachiri per i M5S.L'unico che segue una rotta logica e' solatanto Salvini, che dovra' prendere la leadership del CDX, con Berlusconi ormai coinvolto in sbandata incontrollata.

opuslupus

Mar, 14/08/2018 - 13:03

Il ministro del lavoro parla di pensioni senza avere letto le proposte concordate tra la lega e i suoi, dice cose totalmente inesatte e se la prende con i giornalisti. In un paese normale come si chiamerebbe un ministro del genere? Nel merito sostiene cose ideologiche e del tutto insensate sul piano della equità e del diritto. Per altro e’ noto che in questo paese le pensioni più “ basse” sono in buona parte frutto di mancato versa,e to di contributi, cioè evasione, senza parlare di quelle baby e via dicendo. La Fornero andrebbe letta perché altrimenti la sua rimozione produrrebbe l’effetto opposto a quello voluto. Per fortuna la Lega pare capire di più. Togliete certe materie dalle mani dei dilettanti.. voi fi fidate troppo dei sondaggi. Attenzione.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 14/08/2018 - 13:36

Straiè2015 - 11:47 Detta così da lei può andar benissimo. Il problema è dove tagliare. Qui entra in gioco la politica e il voler tenere attaccata alle proprie terga un certa poltrona, non andare contro certe categorie etc. etc. Non so se mi son spiegato a sufficienza.

nerinaneri

Mar, 14/08/2018 - 13:38

...poi, interviene la corte costituzionale...

Rockerduk

Mar, 14/08/2018 - 13:50

Il problema è che non si può agire retroattivamente a danno del pensionato e la corte costituzionale si è già espressa più volte anche riguardo il contributo di solidarietà che deve essere necessariamente estemporaneo. In realtà stiamo assistendo a molteplici grossolani tentativi di PIRATERIA di Stato che destabilizzano il paese e facilitano l'aggressione della speculazione. Vorrei ricordare che le pensioni al minimo sono le vere pensioni in cui manca un'adeguata pregressa contribuzione previdenziale e questo potrebbe essere impugnato in sede di ricorso contro eventuali ricalcoli su base contributiva.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mar, 14/08/2018 - 14:32

@ Marcello.508 -- Per me andrebbe bene se cominciassero dalle partecipate, in modo particolare quelle che hanno solo il presidente e ZERO dipendenti. Pare che ne siano più di mille.

nebokid

Mar, 14/08/2018 - 14:37

Chi ha versato i contributi non ha niente da temere non sarà toccato niente ma se vuole partecipare lo faccia, ma chi non ha versato gli venga tagliato tutto quello che non è coperto,gli è stato dato solo per aver consenso.

Gianni11

Mar, 14/08/2018 - 15:02

Sembra un'idea possibile.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 14/08/2018 - 15:07

Salvini deve minacciare ogni tanto di far cadere il Governo perchè è il m5s che ci tiene a 'sto Governo in modo particolare. Salvini deve pertanto evitare misure anti-imprenditori e anti pensionati perché questa allora sarebbe la sua rovina. Per il resto dia di tanto in tanto un po' di spago a Di Miao salvo ritirarlo subito dopo. Di Maio va tenuto a guinzaglio corto come si fa con i bastardini ringhiosi e i can da pagliaio. Una calda e una fredda. Anche due fredde.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 14/08/2018 - 15:13

Straiè2015 - 14:32 Rimane sempre l'interrogativo che le ho citato. La politica dovrebbe essere l'arte del compromesso, però spesso diventa un calamento di braghe o il fare cose che interessano pochi a discapito di tanti. Purtroppo

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 14/08/2018 - 15:18

Certo che avere come Ministro del Lavoro una nullità sinistra come questo Di Miao è il colmo dei colmi. In nessun Paese al Mondo una nullità di questo tipo, privo della benchè minima cultura, preparazione ed esperienza lavorativa, se non quella che si può conseguire dopo aver venduto, sporadicamente, con una cassetta a tracolla, gazzose, bibite e pop-corn allo Stadio San Paolo di Napoli, mai e poi mai avrebbe potuto ricoprire una carica del genere. Nemmeno nel Tanganika o alle Isole Fiji.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)