Pensioni, verso l'addio alla Fornero "La smonteremo entro l'anno"

Salvini: il M5s è d'accordo, la riforma sarà nella legge di Bilancio

Roma L'ultima arma delle opposizioni contro il governo gialloverde è pensare che tutti proclami e gli annunci di questi giorni (con Salvini a fare la parte del leone) siano soltanto fumo. E che di arrosto non ci sia traccia. Per il neo ministro degli Interni è un po' come colpirlo nell'onore e nell'orgoglio. Ed ecco che il suo ultimo annuncio ha già una road map ben dettagliata, tanto da lasciare senza parole non soltanto gli oppositori. Intervenendo alla trasmissione di Rai3 Agorà, Matteo Salvini più in qualità di vicepremier che di ministro degli Interni ha annunciato che entro la fine dell'anno «la riforma Fornero sarà smontata». Molto probabilmente ripartendo dalla cosiddetta quota 100.

«Il ministro dell'Economia fa il suo mestiere - ha aggiunto Salvini -. Noi vedremo, rispettando le regole, di cercare di ottenere più spazio in Europa per fare quello che abbiamo promesso in campagna elettorale». Con ogni probabilità non sarà necessaria una vera riforma del sistema pensionistico. Basterà, spiega lo stesso Salvini, inserire lo smantellamento della Fornero nella legge di Bilancio. E così dal prossimo anno potremmo trovarci con un sistema pensionistico dove varrà principalmente il principio matematico della quota cento con un minimo di 42 anni di contributi versati.

E che su questo punto ci sia piena sintonia con l'altro vicepremier lo dimostra anche il fatto che Luigi Di Maio va ripetendo che entro l'anno saranno ridimensionate le pensioni d'oro, viste dai pentastellati come un indebito privilegio. Nei giorni scorsi Di Maio ha incontrato anche il presidente dell'Inps per discutere il progetto di istituire un fondo nel quale far confluire i tagli dei vitalizi degli ex parlamentari e i tagli delle pensioni d'oro. Un fondo che servirebbe proprio per poter aumentare le pensioni minime come gesto di equità sociale. «Smontare la Fornero» come dice Salvini è un auspicio comune. Dai Cinque Stelle alla Lega, passando per i sindacati. Questi ultimi, però con necessari distinguo.

«La legge Fornero - avverte il segretario generale della Ui, Carmelo Barbagallo - è come un muro che pezzo dopo pezzo intendiamo smontare». Senza però «soluzioni generalizzate». La Uil si mostra perplessa circa l'efficacia della cosiddetta «quota 100». «Può funzionare per i lavoratori che hanno un numero rilevante di anni di contributi - osserva Barbagallo -. Rischia invece di essere una beffa per i giovani che, entrando tardi nel mondo del lavoro a tempo pieno e costante, vedrebbero paradossalmente aumentare la loro soglia per l'età pensionabile».

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 22/06/2018 - 09:12

A me non cambia niente.

Blueray

Ven, 22/06/2018 - 09:51

Non sarà necessaria una riforma del sistema pensionistico? Solo a patto che le nuove regole comportino saldi invariati o diminuzione di spesa. Ma personalmente non ne sono affatto sicuro!

milano1954

Ven, 22/06/2018 - 11:05

il commento finale ? ma ovviamente a un gerarca della trimurti sindacale, quella che ha sostenuto a spada tratta la immonda Fornero e si gode impunemente le scandalose doppie pensioni dei sindacalisti a spese dell'INPS . il servilismo verso il regime è una vocazione...C'è solo da sperare in Salvini

gneo58

Ven, 22/06/2018 - 12:31

se il minimo sono 42 anni di contributi che quota 100 e' ?? - ora con la "Fornero" si parla di 42 anni e 10 mesi quindi i 42 anni paventati sono una presa per il c...o - se quota 100 e' quota 100 deve essere: 60 anni di eta' e 40 di contributi e vai in pensione - punto.

Silvio B Parodi

Ven, 22/06/2018 - 12:37

non c'e d'aver paura delle pensioni per i giovani, semplicemente perche' l'Inps deve solo ridistribuire i soldi delle pensioni, e non pensioni a chi NON ha diritto, casse integrazione, e aiuti agli immigrati con pensioni ai loro genitori, che non hanno mai versato un soldo,eliminare tutto, tranne le pensioni vere a chi ha versato contributi.

tosco1

Ven, 22/06/2018 - 13:26

Il titolo non e' chiaro. Cosa verra' smontata, la Legge o la Fornero.? O magari, ambedue.!

Antonio Chichierchia

Ven, 22/06/2018 - 14:10

Questo della Legge Fornero è un bluff facile facile:se metti quota cento, vero è che puoi andare in pensione prima di oggi,ma col contributivo la pensione verrà falcidiata di molto.

nerinaneri

Ven, 22/06/2018 - 15:35

...speriamo nell'estate afosa...

rise

Ven, 22/06/2018 - 17:24

Si fa pulizia delle così dette APE, scaglioni, esenzioni. Lavori usuranti iniziati a 18 anni e a 60 sei in pensione, laureati in corso a 24 anni e lavoro a 26, 68 anni in pensione, speriamo nel riscatto dei 5 anni, diplomati e lavoro a 21 anni, 63 anni in pensione. Poi c' è sempre un anno di riscatto servizio militare, per quelli che l' hanno fatto. I giovani si scaldino i muscoli e facciano la loro parte, dal 2040 ci sarà il calo dei pensionati e si aprono nuovi fronti difficili da prevedere. CAMUSSO non ci sarà, si spera!

clickexange

Ven, 22/06/2018 - 17:48

E così dal prossimo anno potremmo trovarci con un sistema pensionistico dove varrà principalmente il principio matematico della quota cento con un minimo di 42 anni di contributi versati. E QUESTO SAREBBE SMONTARE LA FORNERO...42 ANNI DI CONTRIBUTI, buffoni buffoni buffoni vi site accorti che non avete i soldi, buffoni buffoni buffoni.....

necken

Ven, 22/06/2018 - 19:26

se verra abolita la legge Fornero si andra in pensione prima con meno soldi (essendo basata giustamente sui contributi effettivamente versati)quindi i fruitori delle nuove pensioni per mantenere costante il reddito dovranno farsi una pensione privata integrativa con banche ed assicurazioni

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Ven, 22/06/2018 - 21:23

FORNERO AL CIMITERO !!!

Popi46

Sab, 23/06/2018 - 06:51

Penso che Di Maio abbia qualche problemino non solo con i congiuntivi, ma anche con l’aritmetica. Mi chiedo come si possa pensare che tagli dei vitalizi e delle pensioni d’oro possano fornire fondi sufficienti ad aumentare le pensioni minime. È questione di proporzioni: a dar retta alle statistiche, i primi riguardano poche migliaia di beneficiari,le seconde centinaia di migliaia di pensionati. Aumenteranno una pensione di 450 €/mese a 460? Mi sembra,come dire,una leccatina ideologica

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 23/06/2018 - 10:22

Quando tramonterà l'Impero d'oro dei pensionati a regime retributivo nel Bel Paese camperanno due caste sociali: i pensionati morti di fame a regime contributivo, se non esaleranno prima del traguardo il loro ultimo respiro, e la pluto-aristocrazia dei pensionati d'oro e relativi vitalizi.

gabriella.trasmondi

Sab, 23/06/2018 - 10:32

Perché si insiste a chiamarla legge fornero? Non è giusto, non è vero. Il verme massone Monti furbescamente lo fece credere. La Fornero, della quale ho molta stima, l'abbiamo vista pure piangere. Troppo Signora e vittima, merita solo rispetto .

clickexange

Sab, 23/06/2018 - 12:15

venditori di fumo non manterranno nemmeno una promessa elettorale, somma 100 varra' solo per chi ha 64 anni e il famoso 41 anni indipendentemente dall'eta' non esiste perche' verra' sommata l'aspettativa di vita e diventeranno almeno 42 e mezzo, BUFFONI...

federik

Dom, 24/06/2018 - 23:22

Quota 100 andrebbe ridotta a 95/96 per tutte le attività intellettuali necessarie di laurea magistrale

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 25/06/2018 - 13:59

Addio, a mai più .... UE UE UE UE UE UE UE .......

ginobernard

Lun, 25/06/2018 - 15:04

una domanda ... ma perchè non lasciare i lavoratori liberi di investire in un fondo pensione i contributi che invece vanno all'Inps ? a me pare un sistema un po' illiberale.

Ritratto di filatelico

filatelico

Lun, 25/06/2018 - 15:13

Ma il sig Barbagallo non era in crociera a pensare come difendere i diritti dei lavoratori che con le loro quote hanno in pratica pagato il biglietto della nave ??? CASTA DI INCAPACI !!!

provenzale01

Lun, 25/06/2018 - 17:13

Se questo e' il grande cambiamento portato da Salvini ( in pensione con comunque almeno 42 anni in luogo di 42 e 10 mesi ) stiamo freschi anzi diciamo che si tratta di una presa in giro ed evitero' di votarlo in futuro . Se si trattasse invece di una quota 100 reale con almeno 64 anni di eta' o, ma solo in alternativa , almeno 40-42 anni di contribuzione allora la riforma sarebbe una cosa seria e non una presa per i fondelli