Più che un summit sui grandi temi è stata la grande fiera delle vanità

Il G7 si è rivelato un successo, ma solo sul fronte glamour

Dal nostro inviato a Taormina (ME)

Il vertice, quello vero, è andato così così. L'altro, che non conta nulla è stato, invece, un successo pieno. I posti, il sole di una primavera quasi estiva, e i piatti siciliani che hanno accompagnato il soggiorno delle delegazioni, hanno messo di buon umore tutti. Così, l'impressione è che gli elogi di leader e first partner alla partenza, siano, una volta tanto, sinceri. «Ho visto cose bellissime», ha detto Melania Trump ai soldati americani che hanno accolto lei e il marito alla base di Sigonella. In mattinata aveva fatto una passeggiata a Taormina ed era entrata in alcuni negozi e in un laboratorio dove si producono le tradizionali coffe, colorate borse di paglia.

A summit concluso, dunque, ecco le pagelle dei protagonisti di questa due giorni siciliana.

Donald Trump: si è addormentato al "ritmo" di Gentiloni

Nelle uscite pubbliche non ha brillato come in altre occasioni. Nei negoziati a porte chiuse, invece, ha tenuto fede alla fama di cowboy. Una debolezza gli va perdonata visto che era al nono giorno di viaggio: nella sessione dedicata ai Paesi africani, ieri mattina, è arrivato in ritardo e ha rifiutato le cuffie per la traduzione simultanea. Mentre Gentiloni parlava, cullato dal suono della lingua italiana, di cui non capisce una parola, ha chiuso dolcemente gli occhi. Uno di noi: 7

Melania Trump: la top che guardava tutti dall'alto in basso

Per le strade di Taormina, con gli occhiali scuri da diva hollywoodiana anni Cinquanta, sovrastava di almeno 30 centimetri le accompagnatrici. Dai commentatori di tutto il mondo, spesso non teneri con la first couple americana (un giornale tedesco ha definito il marito boor in chief, burino in capo) sono arrivati solo elogi per stile, classe ed eleganza. Un unico difetto, emendabile con la pratica: appare meno comunicativa di quanto potrebbe. Timida: 9

Emmanuel Macron: il bello ha fatto colpo (sul collega canadese)

Appena è arrivato ha trovato un amico: sabato mattina, all’inizio del vertice, ha incontrato Justin Trudeau. I due, giovani (39 anni Emmanuel, 45 Justin) e belli, si sono piaciuti. Il premier canadese ha postato su Twitter una foto del loro tête-à-tête, sullo sfondo il cielo di Taormina. «Con la speranza di rivederci presto», era il messaggio di accompagnamento. Il web si è scatenato: «A quando le nozze?». Una battutaccia, Macron ci è abituato. Primo della classe: 7

Emanuela Mauro in Gentiloni: brillantissima lady, altro che il marito...

Il colore del marito è il grigio. E in un Paese che confonde la brillantezza con l’intelligenza, questo va solo a suo onore. Dovendo, però, fare da padrone di casa, qualche sforzo in piu non avrebbe guastato. Per fortuna che c’è lei, Emanuela. Architetto di professione, di buona famiglia, discreta come e piu dell’uomo che ha sposato quasi 30 anni fa, è apparsa sorridente e rilassata, a suo agio in un ruolo che non è abituata a occupare. Sorprendente: 8

Angela Merkel, l'inossidabile zia. Ma senza bigodini

Che dire di Angela? Dopo 12 anni di vertici è come una di quelle vecchie zie che fanno parte dell’arredamento. Potrebbe presentarsi al prossimo con i bigodini in testa e nessuno ci farebbe caso. Anche i vestiti o le scarpe che un tempo avrebbero suscitato la riprovazione generale, ormai fanno parte dello stile «Merkel». Il vero scandalo scoppierebbe se si presentasse con un giubbotto da 51mila dollari come ha fatto la sfolgorante Melania. Fuoriclasse: 5

Brigitte Trogneux: la professoressa che veste da liceale

Per gli impegni durante il giorno ha scelto due mise da liceale in gita scolastica. Il fisico senza dubbio glielo consente, ma a qualcuno l’eccesso di semplicità non è piaciuto. Per le serata al teatro, pur senza brillare, si è invece attestata su standard più classici. Cordiale e rilassata, è apparsa però molto attenta a non strafare occupando la scena. L’impressione è che, da vera donna di potere, stia ancora prendendo le misure all’incarico che occupa solo da un paio di settimane. Da rivedere: 6

Commenti
Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 28/05/2017 - 09:13

E questa è l'unica faccia vera e scintillante di queste inutili pellegrinaggi itineranti siglati G7, con il codazzo di mogli, mariti, collaboratori e scorte al seguito. Un modo per questa gente al vertice dei rispettivi paesi creato per divertirsi e far divertire il fortunato entourage che li accompagna in giro per il mondo. Poi ci sarà il tradizionale documento finale, che dirà tutto e il contrario di tutto, non servirà a nulla, si coprirà di polvere e finirà nel dimenticatoio.

ortensia

Dom, 28/05/2017 - 09:33

Brigitte ovvero' carpe diem, quam minimum credula postero'

carlottacharlie

Dom, 28/05/2017 - 13:48

Anche me ha colpito la signora Gentiloni, brava.