Piacenza torna al centrodestra dopo 15 anni

A Piacenza la candidata di centrodestra Patrizia Barbieri ha vinto con il 58,6% contro il 41,4% del candidato del Pd, Paolo Rizzi

Nella 'rossa' Emilia Romagna, il centrodestra si riprende la poltrona di sindaco di Piacenza con Patrizia Barbieri, sostenuta da Forza Italia, Lega Nord, FdI-An, Partito Pensionati e due liste civiche.

Quando mancano solo 4 sezioni da scrutinare la Barbieri ha vinto con il 58,6% contro il 41,4% del candidato del Pd, Paolo Rizzi. La candidata di centrodestra partiva dal 34,8%, mentre il candidato di centrosinistra al primo turno aveva preso il 28,2%. Fondamentali per la vittoria finale della Barbieri sono stati i voti del candidato civico, Massimo Trespidi, ex presidente della Provincia di Piacenza che aveva preso il 13,7% . Decisivo, probabilmente, anche il 9% ottenuto al primo turno dal candidato del Movimento Cinquestelle, Andrea Pugni. Piacenza, quindi, torna al centrodestra dopo 15 anni quando l'allora sindaco Gianguido Guidotti perse contro Roberto Reggi, ora renziano di ferro e attuale direttore dell'Agenzia del Demanio. L'Emilia, oggi, invece, si dimostra sempre meno 'rossa'.