Il piano degli ex Ds contro Renzi

Bocciate le tre offerte per il quotidiano fondato da Gramsci. Massimo D'Alema e Pier Luigi Bersani ci provano...

Ora ci si mette pure l'Unità a spaccare il Pd. O meglio, più il quotidiano fondato da Antonio Gramsci potrebbe diventare presto un nuovo mezzo per gli ex Ds nelle "guerra" a Matteo Renzi.

Come racconta Franco Bechis su Libero, mercoledì sera la casa editrice Nie ha infatti bocciato le tre proposte arrivate per salvare la storica testata. Tra queste c'era anche quella di Guido Veneziani (editore di Vero e Stop) appoggiato proprio dal segretario Pd. Così a sinistra c'è chi vuole approfittarne, creando una nuova cordata che ha come punto di riferimento Massimo D'Alema, Pier Luigi Bersani e molti esponenti della minoranza democratica, che avrebbe così un organo di rappresentanza in grado di contrastare la politica del premier.

A capo di questa nuova allenza ci sarebbe l'ex tesoriere dei Ds, Ugo Sposetti. "Se mai io stessi occupandomi di una cordata per salvare l’Unità, voi di Libero come tutta la stampa lo verreste a sapere solo il giorno dopo che l’operazione avesse avuto successo", commenta beffardo a Libero.

Commenti

marinaio

Ven, 14/11/2014 - 23:05

A questi signori in fotografia non gliene importa un c...o dell'Italia. Sono in Parlamento da una vita e non hanno mai fatto nulla. E adesso a cosa pensano? a salvare L'Unità, giornale del Partito Comunista, perchè loro nella vita hanno solo fatto i dirigenti del partito. Cosa ne sanno di job-acts, spending review, spread,ecc. ma soprattutto da buon comunisti-borghesi, cosa ne sanno di scrifici, visto che da sempre prendono da dieci a venti volte lo stipendio mensile di un operaio o peggio di un pensionato! FUORI DALLA BALLE!!!!!!

francesconeglia

Ven, 14/11/2014 - 23:36

Certo è che quando si nasce opportunisti è un dono!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 14/11/2014 - 23:38

Guardiamoli bene in faccia questi due artefici della distruzione del nostro paese. Continuate a votarli così riusciranno a portare a termine il loro compito infame di annullare quel poco di democrazia che era nato in Italia dopo la tragedia della guerra. METTETE UN ALTRO COMUNISTA A CAPO DELLO STATO COSÌ AFFONDEREMO DEL TUTTO.

pastello

Sab, 15/11/2014 - 02:22

D'Alema ne avrà guadagnati di soldi se si é permesso di acquistare una tenuta in Umbria. Ottimo risparmiatore, lo invidio.

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 15/11/2014 - 06:51

Guardando la foto mi convinco che come soffia i buon Massimo non soffia nessuno.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 15/11/2014 - 07:47

Storiella di una volta : Un ragazzino, figlio di un sindaco comunista di un paesino, torna a casa dopo la scuola. Il padre lo accoglie e gli chiede cosa ha studiato quel giorno. Il figlio tutto contento gli risponde " Papà lo sai che gli asini volano ? " trasecolato il padre gli rispondde " Ma che cavolate dici, tu, mio figlio, figlio del sindaco del paese. Ma chi ti ha detto questa stronzata " - " Ma babbo" risponde il figlio " l'ho letto sul giornale " - " Ma quale giornale " gli chiede il padre infuriato -- " Ma babbo l'ho letto sull''UNITA' " - "Beh " dice il padre" Volano.... svolazzano.... e poi mica tanto in alto " - Giusto salvare l'Unità, altrimenti come ci divertiremmo ?

BRAMBOREF

Sab, 15/11/2014 - 08:10

GIGI85 Tanto loro, i sinistronzi, i soldi li hanno, e tanti! Ma sbattere fuori Renzi aarà dura.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 15/11/2014 - 08:35

Questi distinti LADRONI, che si fanno chiamare DEMOCRISTIANI, OLTRE CHE CORROMPERE, HANNO ANCHE IL SENSO DEL DOVERE, VERSO IL PAESE, L`ITALIA ??? DA COME STANNO FACENDO, SEMBRA CHE PENSINO SOLAMENTE A LORO STESSI, PERCHÈ, DEL GIURAMENTO FATTO ALL`INIZZIO DEL LORO MANDATO, LE PAROLE "ònestà" E "lealtà", NON ESISTONO, NON SI TROVANO, NEL LORO VOCABOLARIO. Secondariamente, la parola "UNITÀ", non è stata messa come simbolo per i lavoratori, ma per il danaro che rubano, per far si che rimanga UNITO nel loro portafigli !!!