Ue, il risiko delle poltrone

Il governo punta a indicare un Commissario europeo in tema economico. Salvini: "Di questo ha bisogno l'Italia"

Maggio 2019 si avvicina e gli schieramenti sono (quasi) ai blocchi di partenza. Mancano alleanze ufficiali, ma è evidente che le elezioni europee saranno il banco di prova dei sovranisti Ue. Salvini, Meloni, Le Pen, Orban e chi più ne ha più ne metta lo sanno bene e dopo i vari incontri bilaterali ora è tempo di darsi un obiettivo.

Nei mesi scorsi si era parlato di una possibile candidatura di Salvini alla guida della lista sovranista. Lui per ora glissa e si dice contento di sedere dietro la scrivania dell'ufficio più prestigioso del palazzo del Viminale. Ma in politica il tempo scorre più in fretta di quanto ci si aspetti e la valanga degli eventi può investire chiunque. Ora il leghista pensa al "matrimonio" governativo con Di Maio ("con loro ora e in futuro", dice) ed è difficile immaginare che alle europee i due partiti possano andare insieme. I grillini si troverebbero a dividere gli scranni con Le Pen e la cosa li alieta molto. Di certo il M5S cercherà di federare attorno a sé liste di altri Stati Ue più affini al loro paradigma culturale e politico (tipo i finlandesti di Muutos). Il problema per Luigino è che mentre gli alleati di Salvini sono apprezzati tra i rispettivi elettorati, i suoi non hanno mai eletto un eurodeputato. E non è detto che inizieranno a farlo a maggio.

Ecco perché bisognerà guardare al post-elezioni, quando a Bruxelles potrebbe verificarsi quanto già successo a Roma. La creazione di una alleanza "del cambiamento" non è così peregrina. A ottobre l'eurodeputato del M5S Andrea Valli aveva lanciato il sasso e mostrato pure la mano. Se il "progetto" grillino si dovesse "sgretolare" per mancanza di eletti da parte dei partiti alleati negli altri Paesi, allora l'unica opzione in mano ai Cinque Stelle sarebbe quella di guardare al fronte sovranista che - diceva - "diventerebbero la nostra opzione". Unire i sovranisti coi grillini significherebbe aumentare la potenza (nel senso di deputati eletti) degli anti-europeisti. Un modo per dare il La al "terremoto politico" previsto dai due vicepremier italiani.

Ma per portare a compimento il progetto non basta vincere le elezioni. Occorre anche nominare i Commissari giusti. Ecco perché, parlando all'assemblea generale di Alis a Roma, Salvini ha indicato a tutti (leghisti e non) l'obiettivo che si sta ponendo per la fase che si aprirà subito dopo le europee. "Io penso che il governo del cambiamento - ha spiegato - dovrà andare a Bruxelles per indicare un commissario europeo che si occupi di economia e di lavoro, perchè di questo ha bisogno l'Italia". Tradotto: il ministro dell'Interno punta alla poltrona oggi detenuta da Pierre Moscovici (Affari economici), quella di Valdis Dombrovskis (Stabilità finanziaria) oppure la sedia di Gunther Oettinger (Bilancio) e Jyrki Katainen (Occupazione). Guarda caso i più critici verso la manovra gialloverde.

Il motivo è semplice: per segnare un cambio di direzione in Ue il governo del cambiamento (e "l'Italia", direbbe Salvini) devono conquistare gli scranni che contano in tema economico. Non gli inutili Affari Esteri ottenuti da Renzi per la Mogherini. Serve pesare sul tema che, alla fine dei conti, influisce su tutte le scelte politiche nazionali e europee. Basti pensare al braccio di ferro tra il governo e Bruxelles sulla manovra. Se al posto di Moscovici ci fosse stato un commissario indicato da Roma cosa sarebbe successo? Il dialogo sarebbe forse più sereneo. E l'austerità, si augura il leghista, solo un cattivo ricordo.

Commenti

cir

Mar, 20/11/2018 - 14:19

per quel posto devi prima metterti la kippa' in testa . e nessuno ti votera' piu'.

agosvac

Mar, 20/11/2018 - 14:23

Mettere al posto di Moscovici e di tanti altri delle persone per bene non significa solo fare il bene dell'Italia ma anche costringere Germania e Francia a rispondere delle loro malefatte economiche! Perché la Germania non ha mai risposto del suo surplus nell'export che è proibito dall'UE????? Per non parlare degli sforamenti del rapporto debito/pil fatto regolarmente dalla Francia e, saltuariamente, anche dalla Germania!!!

agosvac

Mar, 20/11/2018 - 14:25

Dimenticavo: come mai si consente alla Bundesbank di acquistare i bund tedeschi cosa severamente proibita a tutte le Banche Centrali europee???

MASSIMOFIRENZE63

Mar, 20/11/2018 - 14:34

Salvini, ma anche se ci sono i tuoi, il debito pubblico italiano resta lo stesso. Quindi non risolvi nulla.

roberto zanella

Mar, 20/11/2018 - 14:45

CONCORDO IN TOTO CON SALVINI . E' L'UNICO CHE IN ITALIA CI PUO' TIRARE FUORI DAL DISORDINE IN CUI E' CADUTA L'ITALIA

maurizio50

Mar, 20/11/2018 - 14:47

@agosvac. Condivido. E' ora che al governo dell'economia dell'UE non ci sia più un tirapiedi di Francia e Germania. Certo che la cosa è difficile. Anche perchè chi in sede Europea si è occupato di Economia ha mostrato di essere o un bluff o peggio, tirapiedi della Finanza Internazionale!!

ulio1974

Mar, 20/11/2018 - 14:59

secondo me gli conviene se passa da poltrone&sofa...gli è più facile.

lorenzovan

Mar, 20/11/2018 - 15:04

come no ...e vedra che tuttii 2 paesi ti appoggeranno..capitan fracassa alla moda patana...con l'arroganza e le offese ..neanche TRump ottiene molto..figurati tu...un matteuccio bomba 2

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 20/11/2018 - 15:23

A mio modesto avviso la UE, nata come una "piccola" unione fra pochi stati europei (solo 6), tra loro vicini ed allora non soltanto dal punto di vista "politico", si é progressivamente trasformata in un grosso e potente super-stato, divenendo in misura crescente uno strumento in mano agli stati più potenti, in primis la Ghermania, usato per imporre specifiche direttive, politiche e soprattutto economiche, tali da "condizionare" la produzione, anche di noti e diffusi alimenti, a danno degli interessi economici di paesi aderenti alla UE, guarda caso soprattutto italiani, fatto di cui si é riavuta notizia nei giorni scorsi. Legittima la domanda: ma per noi la UE é amica o nemica? I "potenti" tedeschi, chiaramente non più amici - se mai lo sono stati - possono continuare a fare esclusivamente i loro interessi, ai nostri danni? Uscire dalla UE é ormai un atto di legittima difesa. Salvini sveglia!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 20/11/2018 - 15:32

agosvac - 14:25 Questo fa ben intendere chi è che comanda in Ue, altro che il solito fregnacciume anti-italiano che leggo a volte qui dentro .. lolololololol ..

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 20/11/2018 - 15:38

Quanto faccia paura Salvini e` dimostrato dalla quantita` di trolls che, mai visti prima, all'improvviso sorgono dal nulla in singole occasioni, tentando maldestramente di sminuirlo. Continuino pure, tanto chi lo ha voluto E LO VUOLE, non cambiera` certo idea a causa delle loro puzze.

forzanoi

Mar, 20/11/2018 - 16:30

si fa la guerra all'Europa e intanto i risparmatori vanno sul lastrico!

PDA

Mar, 20/11/2018 - 17:24

Pensare che un commissario italiano al posto di Moscovici possa agire differentemente difronte alla stessa situazione nel quale si é trovato Moscovici significa non aver capito niente sul funzionamento della UE. La Commissione é il guardiano dei trattati e fino a prova contraria in uno stato di diritto si agisce secondo la legge.

agosvac

Mar, 20/11/2018 - 17:30

Egregio forzanoi, se non si facesse la guerra all'UE, che poi più che di guerra parlerei di resistenza, i risparmiatori italiani sarebbero "già da molto" sul lastrico.

elpaso21

Mar, 20/11/2018 - 18:00

Giusto, la vigilanza Bce sulle banche deve essere NOSTRA.

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 20/11/2018 - 18:06

I commissari europei hanno fatto e stanno facendo la guerra all' Italia e agli Italiani. Il loro obbiettivo principale dopo l' assalto al patrimonio industriale e bancario sono il patrimonio italiano umano, culturale, storico e ...bancario inteso come risparmi degli italani ! Moskovici ! Fora di ball !

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 20/11/2018 - 18:07

E chi ci metterete BORGHI ? Mi viene da ridere per non piangere.

forzanoi

Mar, 20/11/2018 - 18:16

egregio agosvac, ogni epoca ha i suoi periodi bui ,ma come diceva Eraclito, tutto scorre e nulla rimane! Da inguaribile ottimista spero in futuro migliore, e penso che tutti ci auguriamo il meglio ! Speranzoso la saluto !

mozzafiato

Mar, 20/11/2018 - 18:24

MASSIMOFIRENZE 63, poniti la seguente domanda: CHI hA HA MAI DETTO CHE SI DEBBA CONTINUARE A CREARE DEBITO ? Non so se te ne sei accorto ma l'Italia si trova in una situazione particolare (piu' o meno come si sono trovati altri paesi come Spagna, portogallo, Grecia ecc) ed un paese in queste condizioni, NON PUO' E NON DEVE ESSERE STRANGOLATO e ridotto in miseria (come e' avvenuto per la Grecia) ma aiutato seguendo un protocollo preciso, a ristabilire il ripianamento progressivo dei propri debiti, VALUTANDO CASO PER CASO tenendo anche conto della volonta' E delle necessita' della gente

mozzafiato

Mar, 20/11/2018 - 18:25

MARINO.BIROCCO lo sai vero sulla bocca di chi abbonda il riso ?

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 20/11/2018 - 18:34

Al clown fiorentino hanno dato gli avanzi, che pensavate? Un commissario di peso?

Klotz1960

Mar, 20/11/2018 - 19:06

PDA, ma come mai la Commissione non vigila sulla regola del surplus nell'export tedesco? Ti fai fregare dalla formuletta della " guardiana dei trattati"? Veramente patetico.

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mar, 20/11/2018 - 19:11

vai salvini fai l'asse sovranista, vedi poi come l'asse te lo spezzano sul groppone appena proverai a fare quel che ti pare mettendo a rischio le finanze degli altri paesi sovranisti. vai che ci divertiamo tutti. già ora tra i più accaniti oppositori ci sono proprio i tuoi amichetti!

scorpione2

Mar, 20/11/2018 - 19:34

che guevara del cxxxo, sei riuscito ad infinocchiare il governo italiano facendo come il mago otelma o come cavolo si chiama a far sparire i 50 milioni, adesso lo vuoi fare con la ue,caro che guevara patano, quelli cioe' l'unione europea prima ci rompono il cxxo a noi italiani, poi a te di risucchio ti tolgono il budello cacatorio,

scorpione2

Mar, 20/11/2018 - 19:46

mozzafiato, chi ha creato tutto questo debito? non darmi la stessa risposta di tutti ( i comunisti) che ti stacco l'ossigeno.

scorpione2

Mar, 20/11/2018 - 19:54

mozzafiato, i miei genitori mi hanno insegnato che quando uno fa un debito lo deve rispettare e pagarlo, purtroppo fai parte della banda dei disonesti, con le loro ruberie caro mio smozzacandele ci hanno massacrati.

cir

Mer, 21/11/2018 - 11:07

mozzafiato : hai perfettamente ragione. osserva qui : Ecco, allora, la classifica stilata dal Fondo Monetario Internazionale dei paesi con maggiore debito pubblico. Stati Uniti: 18.237 miliardi Giappone: 10.557 miliardi Italia: 2.407 miliardi590.667 (gen 2017) Regno Unito: 2.345 miliardi Francia: 2.173 miliardi Cina: 1.684 miliardi Germania: 1.544 miliardi Olanda: 475 miliardi Belgio: 435 miliardi Austria: 305 miliardi Una piccola annotazione: il debito pubblico della Cina e della Germania non tiene conto degli enti locali, come invece per gli altri paesi. Cosa significa? Che si stima che quello della Cina, complice una popolazione enorme, schizzerebbe tranquillamente al 3° posto con circa 5 mila miliardi di dollari. Le economie a maggiore intensità di debito sono proprio quella degli USa e quella del Giappone. A voi, le conclusioni.