Pianura Padana chiusa. Stop ai diesel Euro 3, si salva solo il weekend

Protocollo firmato da Lombardia, Veneto Emilia-Romagna. Il Piemonte prende tempo

Col Piemonte che (per ora) si smarca e con norme, tempi e deroghe non proprio omogenee, scatta oggi il blocco delle auto diesel più inquinanti in tutta la Pianura Padana. Il Nord (Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna) prova a spegnere i vecchi diesel, chiudendo un occhio nel fine settimana. Un milione di auto immatricolate tra il 2001 e il 2005 dovranno accomodarsi in garage dal lunedì al venerdì. Anzi, dovrebbero. Perchè i presumibili pochi controlli e una sfilza di deroghe lasceranno spazio alla trattativa in sede di contestazione. Inoltre le tante finestre sulla circolazione permetteranno di non disfarsi tanto facilmente dell'auto «obsoleta». Le misure antismog previste dal «Nuovo accordo per la qualità dell'aria nel bacino padano» prevede lo stop dei diesel fino agli euro 3 al 31 marzo 2019. Stop anche il prossimo anno con l'aggiunta degli euro 4.

Partiamo dalla Lombardia dove è previsto l'orario più esteso: dalle 7,30 alle 19,30 ma non nei festivi compresi quelli infrasettimanali. Le Euro 4 possono circolare, le Euro 3 e inferiori vengono bloccate. Fermate anche le auto a benzina fino a Euro 2. A Milano oggi entra anche in vigore il nuovo regolamento d'accesso all'Area C che vieta l'accesso agli Ncc e ai veicoli merci a gasolio Euro 4. Anche in questo caso divieto dal lunedì al venerdì dalle 7,30 e 19-30 anche per ciclomotori e motoveicoli a due tempi Euro 0 e Euro 1. Quanto al Veneto l'orario è 8,30-18,30 dal lunedì al venerdì; fermi i diesel Euro 3 e precedenti; blocco dei benzina Euro 1 e Euro 0. In Emilia Romagna il blocco nei feriali 8,30-18,30 si estende anche alla prima domenica del mese.

Capitolo deroghe. Potranno circolare disabili, medici, coloro che hanno un Isee pari o inferiore a 16.700 euro (certificazione da tenere sempre in macchina), chi ha più di 70 anni, chi non può recarsi a lavoro con il bus, i veicoli che servono il tragitto casa-fermata del trasporto pubblico. Ce n'è per discutere (a lungo) col vigile.

Dicevamo delle misure antismog non uniformi. In Piemonte si sta prendendo tempo dopo la decisione della Regione di inserire deroghe per ambulanti, artigiani e chi vive o lavora in una zona non servita dai mezzi pubblici. Giovedì si dovrebbe decidere per lo stop tutto l'anno e 24 ore su 24 per i veicoli Euro 0; lo stop per i 12 mesi - dalle 8 alle 19 - dei diesel Euro 1 e 2, mentre divieto fino al 31 marzo 2019 degli Euro 3.

L'accordo di programma sulla qualità dell'aria nel bacino padano fissa un percorso solo per le diesel. Una morte che sta sgonfiando il mercato italiano. Le prossime tappe prevedono il blocco delle Euro 4 (a prescindere dal filtro antiparticolato) entro il 2020 e delle Euro 5 (immatricolate tra il 2011 e l'agosto 2015) entro il 2025. Nulla è stato ancora stabilito sull'Euro 6, classe attualmente in vigore.

Commenti

Massimo Bernieri

Lun, 01/10/2018 - 12:26

Lasciamo tutti le auto ferme poi vediamo dove lo stato incasserà soldi accise carburante.