Piemonte, Lega choc: "Le vittime di Tunisi ci chiamavano razzisti"

Gaffe della capogruppo in Regione: "Basta ipocrisie. Tra i morti di Tunisi c'era chi ci attaccava"

"Quelli che sono morti a Tunisi ci criticavano, dicevano che eravamo razzisti: mi rendo conto che si tratta di un’affermazione forte": per queste parole è finita nella bufera la capogruppo della Lega Nord in regione Piemonte, Gianna Gancia, compagna tra l'altro dell'ex ministro del Carroccio Roberto Calderoli.

Parlando alla presentazione della manifestazione leghista convocata a Torino per sabato prossimo, alla presenza di Roberto Cota e Matteo Salvini, l'esponente leghista si è subito resa conto dello scivolone, correggendosi già di fronte ai giornalisti: "Pardon, mi sono espressa male: Chiamparino e Fassino dicevano che eravamo razzisti, basta retorica. Il rispetto e il cordoglio per le vittime sono fuori discussione, ma basta ipocrisia sul fondamentalismo."

Sul caso è intervenuto anche l'ex governatore del Piemonte Roberto Cota, che ha difeso la collega di partito: "I morti non hanno colore, ma è inaccettabile che oggi ci sia chi vuole fare manifestazioni pubbliche sulla pelle delle vittime. Chi anni fa contestava la Lega, accusandola di razzismo, oggi dovrebbe vergognarsi". Cota ha inoltre espresso cordoglio per il lutto che ha colpito la Regione e Torino.

Getta acqua sul fuoco, invece, Sergio Chiamparino: "Credo che la risposta più chiara alle argomentazioni che sono sfuggite alla consigliera Gancia sia quella venuta fuori dalla manifestazione davanti al Municipio di Torino della scorsa settimana - ha dichiarato l'attuale governatore - dove, alla presenza di tutte le forze politiche, sono emerse con tutta la loro forza le argomentazioni con cui combattere il terrorismo."

I parenti delle vittime, chiusi nel più stretto riserbo, hanno preferito non commentare la vicenda.

Commenti

FRANGIUS

Lun, 23/03/2015 - 20:48

SACRE PAROLE QUELLE DELLA GANCIA...HO VISTO IL VISO FALSAMENTE ADDOLORATO DEL FASSINO...SEPOLCRO IMBIANCATO CHE MANTIENE I DELINQUENTI DEI CENTRI SOCIALI ED I CLANDESTINI E I TORINESI ...CREPANO DI FAME

gianrico45

Lun, 23/03/2015 - 20:55

la verità diversamente dall'ipocrisia fa sempre male.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 24/03/2015 - 10:55

la compagna di calderoli...un altra raccomandata messa a scaldare il banco e rubare soldi per poi dire scemenze senza vergogna.

santecaserio55

Mar, 24/03/2015 - 11:08

gianrico - Allora la Gancia è un ipocrita ?

santecaserio55

Mar, 24/03/2015 - 11:11

Se penso che Cota si è comperato le mutande verdi con i miei soldi

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 24/03/2015 - 19:35

TUTTI QUESTI BUONISTI DEVONO ANDARE PIÙ SPESSO I QUESTI POSTI, (CHE LORO DICONO SICURI) E PURE I POLITICANTI, TIPO ALFANO, la BOLDRINI,la KYENGE,COMPRESI QUEI MATUSA TIPO Napolitano !!!

Giampaolo Ferrari

Lun, 15/02/2016 - 17:37

Quello che è da dire chiaramente ai signori contro le guerre contro la violenza contro il mondo sempre contro come dei codardi che sventolano la bandiera della pace e quella arcobaleno ma non vanno a sventolarla dove ci sono i cappucci neri con il mitra in mano codardi buonisti del c..zzo,la ci devono andare degli altri che ci costano un sacco di soldi e loro a volte ci rimettono la pelle,la leggera differenza che la maggior parte di questi pacifisti rubano uno stipendio pubblico.