Piemonte, il Tar salva la Giunta Chiamparino

I tre ricorsi elettorali non bloccano il governatore del Piemonte: "Continuo a governare"

Il Tar del Piemonte, ha deciso parzialmente e in via non definitiva sul ricorso presentato da Patriza Borgarello in merito alle presunte firme fasulle raccolte a favore del listino a sostegno di Sergio Chiamparino per le regionali 2014. Il ricorso è ammissibile
solo per le censure nei confronti della lista provinciale di Torino 'Pd - Chiamparino presidente' "in considerazione del superamento, allo stato dello prova di resistenza, limitatamente all'atto di proclamazione degli eletti nella parte dei seggi assegnati alla predetta lista nella circoscrizione di Torino, con effetti da definire nell'ulteriore fase processuale". Ora i ricorrenti, ovvero la Borgarello, spiega ancora il dispositivo, avrà sessanta giorni per proporre querela di falso dinanzi al competente giudice civile. Il Tar quindi rinvia all'udienza del 29 ottobre, la verifica dell'effettiva proposizione della querela, e la conseguente sospensione del giudizio.

Il Tar dichiara inoltre inammissibile il ricorso "per difetto di interesse con riferimento alle censure dedotte in relazione alla lista regionale 'Chiamparino Presidente' alla lista provinciale di Cuneo 'Pd - Chiamparino Presidente' e alla lista provinciale di Torino
'Chiamparino per il Piemonte (Monviso)', in considerazione del mancato superamento della prova di resistenza".

Commenti

epc

Gio, 09/07/2015 - 18:44

Bizantinismi degni di un azzeccagarbugli che sanciscono solo una cosa: le leggi per i nemici si applicano, per gli amici si interpretano!!!!

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 09/07/2015 - 18:45

Naturale che trattandosi di una giunta di sinistra arriva il soccorso rosso. Fanno proprio vomitare.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 09/07/2015 - 18:55

Un ricorso contro un cattocomunista piddino e ex-piccì è di per sè inammissibile, indipendentemente da ragioni, così come i governi di sinistra sono legittimi a prescindere da elezioni (ormai inutuli e solo costose) e la legge Severino vale unicamente per il Berlusca e i suoi alleati. Per questo abbiamo voluto l'addemokrazia e i partigiani comunisti hanno ammazzato migliaia di brave persone!

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Gio, 09/07/2015 - 19:11

Non è che ci aspettassimo un esito differente: Chiamparino vanta un numero di processi veramente inquietante, con altrettante assoluzioni. Naturalmente, quando ai PD gli dici che la magistratura è a sinistra ti rispondono che non è vero. Già. La legge è uguale per tutti, e non è colpa dei giudici se non tutti sono uguali davanti alla legge.

jeanlage

Gio, 09/07/2015 - 20:04

La legge è uguale per tutti. Tutti quelli di destra.

rosalba cioli

Gio, 09/07/2015 - 20:07

tutti quanti pezzi di ................... non se ne può veramente più, cosa aspettiamo a dimostrare il nostro dissenso a questa mancata democrazia?

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Gio, 09/07/2015 - 20:22

scontato

FRANGIUS

Gio, 09/07/2015 - 21:04

ANCHE SE NON SARA' PUBBLICATO PERCHE' FORSE DA FASTIDIO A QUALCUNO LO SAPEVAMO GIA' CHE IL CHIAMPARINO SAREBBE STATO GRAZIATO.SENZA I MILITANTI COMUNISTI GIUDICI IL PD SPARIREBBE.INVECE SIAMO RIDICOLIZZATI IN TUTTO IL MONDO PER IL NOSTRO SLOGAN FASULLO NELLE AULE DI GIUSTIZIA:"LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI". A QUANDO UN REFERENDUM PER RIMUOVERE ALMENO DAI TRIBUNALI QUESTA BARZELLETTA?

elio2

Gio, 09/07/2015 - 21:04

Mai avuto alcun dubbio, altrimenti che senso avrebbe coltivarsi una banda di compagni travestiti da magistrati, che economicamente, sono alle dipendenze dello Stato italiano, ma agli ordini del Comintern del partito?

magnum357

Gio, 09/07/2015 - 21:33

E' il solito metro di giudizio dei sinistri in base a cui se è in difetto l'avversario, senza dubbio si applica la legge per farlo fuori !!!! Nel caso in cui il casus belli riguardi un soggetto di sinistra la legge non deve essere mai applicata !!!! CHE SCHIFO DI PAESE E' L' ITALIA !!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 09/07/2015 - 22:35

Molto tecnico, ma il succo è chiaro: il regime sta radicandosi sempre più in profondità. Non avrei mai creduto che mi ci sarei trovato, un giorno, e mi spiego il mio crescente disagio. Sekhmet.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Ven, 10/07/2015 - 09:52

Il PD viene sempre salvato dai giudici amici vedi questo caso, vedi Marino a Roma e cosi via. Se noi italiani non riusciamo a far si riesca a pulire dai giudici politicizzati la magistratura i corrotti rossi avranno sempre chi li protegge a scapito degli onest.i

roliboni258

Ven, 10/07/2015 - 10:42

si sapeva che andava finire in questo modo,povera Italia

Raoul Pontalti

Ven, 10/07/2015 - 11:19

Inguaribili bananas. Non sanno una fava di ricorsi in materia elettorale e ne parlano. Non bastano poche irregolarità per annullare le elezioni, bisogna che tali irregolarità siano decisive. Es. è nulla l'accettazione della candidatura a sindaco (per dimenticanza ad es. di autentica)? Conseguentemente cadono le pur regolarissime liste che a quel candidato sindaco si appoggiano. Irregolarità unica e decisiva. Per contro vi sono diverse firme false a sostegno di una lista? Perché la presentazione della lista sia nulla occorre che le firme false siano decisive, ossia che detratte dal totale delle firme presentate si determini un numero di firme valide inferiore a quello minimo prescritto. Nel caso Chimparino in tre casi su quattro la verifica preliminare (cd prova di resistenza) ha stabilito che le firme valide restano comunque in numero sufficiente. Il quarto caso richiede la querela di falso.

Ritratto di alejob

alejob

Ven, 10/07/2015 - 11:54

Inutile fare ricorsi quando si tratta di un SINISTROIDE, il ricorso possibile, se è GIUSTIFICATO è l'ERADICAZIONE dello STESSO.