Una pioggia di premi ai dipendenti del Senato (per compensare i tagli)

Palazzo Madama si autopromuove (per compensare i tagli): cresciuti del 30% i virtuosi. E lo stipendio aumenta

Blocco del turn over, tagli al personale, il pericolo (scampato) di essere addirittura cancellati dalla riforma costituzionale. Al Senato sventola la bandiera della spending review, certificata dal rendiconto finanziario 2016 che attesta un risparmio della spesa effettiva dello 0,7 per cento rispetto all'esercizio precedente (su un conto totale di 492 milioni di euro).

Ma a spezzare un po' l'aria di austerità che si respira tra i dipendenti di Palazzo Madama che oggi si ritrovano decimati rispetto ai tempi d'oro - 648 unità attuali contro le 1.074 del 2006 - arriva una cascata di dieci e lode. Ottimi voti. E ottimi incentivi, pari a circa il 2% della retribuzione annua pensionabile. Il dossier «Quanto si lavora in Senato? Obiettivi, nuovi servizi e valutazione delle performance in epoca di spending review» pubblicato dal neonato Ufficio impatto legislativo di Palazzo Madama, oltre al cahiers de doleance sui tagli subiti, il 39% in dieci anni e un risparmio del 34% sul fronte delle retribuzioni del personale rispetto al 2011, loda anche il boom di dipendenti virtuosi con relative erogazioni di incentivi economici registrato negli ultimi anni.

Infatti, sul fronte pagelle, il numero di chi ha raggiunto non semplicemente un buon risultato ma addirittura il massimo dei voti nei processi di valutazione è aumentato del 30% tra il 2011 e il 2016, e «in modo uniforme tra le varie carriere e tra uomini e donne». Un improvviso slancio di eccellenza dovuto, spiega il rapporto, proprio alle ristrettezze economiche e di organico subite da questo ramo del Parlamento: «La responsabilizzazione e la motivazione dei dipendenti - si legge - ha determinato una disponibilità ed un impegno al di sopra della media e, dunque, la possibilità di accedere ad una valutazione più elevata». Va ricordato però che le modifiche introdotte negli ultimi anni sull'onda dell'indignazione anticasta hanno legato gli incentivi, una volta quasi «automatici», alle effettive performance dei dipendenti di Palazzo Madama, così come di quelli della Camera dei deputati.

Da maggio scorso, poi, con l'introduzione del ruolo «unico» che ha equiparato il personale di Montecitorio e quello del Senato, per ottenere gli scatti di stipendio e premi l'esercito di stenografi, assistenti, consiglieri parlamentari deve superare la valutazione con il punteggio migliore. «La disponibilità a lavorare oltre l'orario è uno dei criteri di valutazione per gli incentivi», spiega il dossier, per cui «è richiesto un surplus di almeno 350 ore». Poi ci sono i parametri come la «responsabilizzazione», la «motivazione», il raggiungimento, ovviamente, degli obiettivi. Insomma, archiviata l'austerità e incassata la bocciatura della riforma renziana che voleva sigillare Palazzo Madama, si respira una nuova stagione di «produttività». Solo che, avverte infine l'Ufficio del Senato, non basta fermare la scure: senza un nuovo concorso e nuove assunzioni, con i pensionamenti previsti nel prossimo triennio, saranno a rischio servizi essenziali come la vigilanza e la sicurezza garantite dagli assistenti. Dove la carenza di organico raggiunge il 50%. E non è un incentivo a lavorare di più.

Commenti

ilbarzo

Lun, 07/08/2017 - 15:22

Coloro che occupano i due rami del Parlamento sono i veri ladri che mandano a gambe all'aria questa nostra Italia.Tutti gli altri sono solo dei miseri ladri di polli che non fanno rumore.

Massimo Bocci

Lun, 07/08/2017 - 15:23

Pioggia ??? Direi diluvio di LADRi, concessori riscuotano l'è prebende prima che il voto certifichi chi sono!!!

donald2017

Lun, 07/08/2017 - 15:34

allo schifo non c'è mai limite, poi andate a parlare di populismo e demagogia politici da quattro soldi dove il 99% non ha mai lavorato un minuto in vita sua (100% è la media dei comunisti ai quali piacciono solo i soldi pubblici)

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 07/08/2017 - 15:41

Yeahh , che lavoratori ! . Yeahh .

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 07/08/2017 - 16:00

tagliare di un terzo le spese (per dipendenti, affitti, fornitori, ecc) di Camera e Senato e bloccare la cifra per 10 anni, in barba alla loro autonomia. questo, tanto per cominciare

Ernestinho

Lun, 07/08/2017 - 16:08

"All'Ovest niente di nuovo"! E' sempre la solita storia! A loro non fa paura l'inflazione, provvedono subito con mega aumenti del loro sudato (!!!) stipendio!

Gius1

Lun, 07/08/2017 - 16:16

ma non vengono assunti per fare bene? allora? perche premiarli se fanno Il loro dovere? ( ho anche dei dubbi) e poi e' facile darsi i premi da soli.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 07/08/2017 - 16:24

Da bravi Italiani, sapete dirmi quanto fa il 2x100, di 150.000 mila euro??? MI CHIEDO, SE QUESTI SCIACALLI AL SENATO, SI RENDONO CONTO che oltre ad avere una quattordicesima, viene loro data anche una quindicesima!!! CON TUTTA LA POVERTÀ CHE QUESTA CRISI E LA LORO INCAPACITÀ DI FARE POLITICA HA SEMINATO NEL PAESE ??? COME POSSONO FARE INDECENZE SIMILI ALLA POPOLAZIONE???

TitoPullo

Lun, 07/08/2017 - 16:26

FURRRRRRRRRRRBI..LORO SONO FURRRRRRRRBI !!CIURMAGLIA !!

venco

Lun, 07/08/2017 - 16:33

Da grande voglio fare anch'io il commesso in parlamento, ne ho diritto.

qualunquista?

Lun, 07/08/2017 - 16:36

Il Presidente Grasso (zero voti dagli Italiani) certificherà l'efficienza.

Ritratto di sonia08

sonia08

Lun, 07/08/2017 - 16:43

una vergogna schifo queste persone dovrebbero lavorare in miniera e con 800 euro al mese , si devono vergognare

tonipier

Lun, 07/08/2017 - 16:47

" APERTA TRUFFA NEI RIGUARDI DEGLI ITALIANI" "Sconfinano su tutto, gli ITALIANI vengono maltrattati con legge da dittature dal pugno chiuso, patenta tolta, con perdita di lavoro...truffa preparata con cause a favore del giro vertiginoso, preparato da questi malfattori...oggi solo gli ITALIANI sono maltrattati dalla "GIUSTIZIA" non ci sono scampi le "ISTITUZIONE" una continua messa in scena con danni da capogiro provocato volutamente, coprendo l'inefficienza della giustizia in generale.

BENNY1936

Lun, 07/08/2017 - 17:04

Sempre più scollegati dal giustificato malcontento dei comuni lavoratori, soggetti a mille imprevisti. Una miopia ed uno schiaffo a chi è già un miracolo se il lavoro riesce a non perderlo , altro che premi di "produzione"! C'è un però, però: anche quando al Governo non c'era il PD queste regalie francamente dissennate verso chi già gode di stipendi elevati erano la norma, non è vero?

Yossi0

Lun, 07/08/2017 - 17:37

Si avvicinano le elezioni e quindi godi popolo; meno male che ci sarebbe un magistrato a capo che dovrebbe essere un esempio. Evviva la mozzarella's republic visto che noi non abbiamo le banane .... anzi ne abbiamo di virtuali dove non vorremmo !!!!

AndyFay

Lun, 07/08/2017 - 17:43

Dovremmo seriamente ma civilmente, contestare questi schifosi. Io spero in una dittatura che ci rimetta tutti in riga.

opinione-critica

Lun, 07/08/2017 - 22:03

Non ricordo chi è il presidente del Senato. Sicuramente non ama la giustizia sociale e pensa agli interessi corporativi dei suoi adepti...