Piovono critiche sulla manovra ma Renzi fa finta di non vedere

Corte dei Conti e tecnici del parlamento smontano la legge di Stabilità, ma il premier si vanta ancora: "Su Sanità investiamo più di prima

Proprio non ci riesce Matteo Renzi ad accettare le critiche. Così, mentre la manovra viene bocciata sia dai tecnici del Parlamento che dalla Corte dei Conti - che solleva molti dubbi sulle coperture -, il premier continua a pavoneggiarsi per i provvedimenti attuati (e soprattutto per quelli promessi).

"Questa legge di stabilità è una legge sulla fiducia", ha detto Renzi all'assemblea dei parlamentari Pd, "Siamo al bivio: o prendiamo l'occasione della stabilità come l'accelerata decisiva, oppure buttiamo tutto quello che abbiamo fatto. È il momento della svolta: la legge di stabilità sia il punto di cambiamento".

E - nonostante i già annunciati tagli- il segretario Pd sostiene: "Sulla sanità, il sociale e la cultura, noi investiamo più di prima. Nel 2014 erano 109 miliardi, nel 2015 110, 111 nel 2016. È demagogia dire che sulla sanità mettiamo meno soldi. Non c'è presidente di Regione che guadagni meno del premier. Il governo è con le Regioni ma non bisogna fare demagogia".

Poi avvisa la minoranza: "La legge di stabilità è di sinistra come la nostra impostazione. Non è che la ditta è di sinistra se il congresso lo vince Tizio o Caio. Cari amici e compagni, le regole valgono sempre o non valgono mai". E ancora: "La prossima partita politica si vincerà nelle periferie non nei salotti del centro storico. La decrescita è un argomento che va bene nei salotti. Compito della politica è dare un lavoro a tutti, non lo stipendio".

Commenti

UNITALIANOINUSA

Mar, 03/11/2015 - 22:54

Non vede nessuno perche' si sente protetto. italiano in usa

UNITALIANOINUSA

Mar, 03/11/2015 - 22:56

ma quale commento duplicato.passate il mio commento italiano in usa

jeanlage

Mar, 03/11/2015 - 23:24

Se è bocciata da tutti, deve essere buona. Già dai temi del compromesso storico, le cose grandi conquiste acclamate all'unanimità, finivano sempre per pescare nelle nostre tasche. le regioni non hanno soldi per i farmaci salvavita? Non finanzino le fecondazioni artificiali. I Comuni non hanno i soldi per pavimentare le strade? la piantino con fiere, mostre e manifestazioni di guitti e pagliacci che non si sa perché si autodefiniscono artisti, come l'uomo del gas (Gassman)

Antonio Chichierchia

Mar, 03/11/2015 - 23:29

La prima cosa da tagliare sarebbe proprio la Corte dei Conti.Dovrebbero essere i custodi della buona amministrazione eci ritroviamo con 2200 milardi di Euro di debiti.A che serve un orgnao di questa fatta ?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 03/11/2015 - 23:33

Trasformare la realtà con le chiacchiere è la vetusta tecnica dei comunisti che ha portato a trasformare il PCI in PD. Il burattino fiorentino, manovrato dal megalomane comunista che lo ha messo in scena, non può fare a meno di usare il miserabile sistema di chi lo guida. USARE LA TECNICA DELLE CHIACCHIERE CONTRO LA REALTÀ

@ollel63

Mar, 03/11/2015 - 23:35

tipico del bamboccio sinistro. Ma egli fa benissimo a pavoneggiarsi, tanto un popolo di bambocci sinistrati non ha un cervello da usare e qualsiasi travicello vestito da re galleggiante gli appare come un dio luminoso e semovente.Si parlerà per un po' (nei testi di storia di un imminente futuro) di un popolo italiano estinto dopo un breve, rapido e umiliante declino. E poi amen, sarà come se mai fosse esistito.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 03/11/2015 - 23:39

Non serve commentare tanto non pubblicate, come per i miei TRE POSTATI sull'articolo della Lega (Salvini /Bossi) che nel riassunto dei commenti dice 47, aprendo poi l'articolo ne "compaiono" 64 e siete fermi da quasi 4 ORE senza aggiungere POSTATI come i 3 che ho inviato.BUONANOTTE!!!!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mer, 04/11/2015 - 02:26

Renzi buffone, pifferaio e bugardo. DIMISSIONI !

Marcolux

Mer, 04/11/2015 - 02:43

Come no? ai comunisti e al presidente semi comunista Squinzi piace. A tutti gli altri no! Tasse e regalie per zingari e invasori, con decapitazione della sanità. Questa è la manovra di renzi.

Iacobellig

Mer, 04/11/2015 - 06:17

IL BUFFONE INSIEME ALLA SUA SQUADRA DI GOVERNO, INCOMPETENTI INCAPACI E INADEGUATI, STANNO AFFOSSANDO IL PAESE! GRAZIE: NAPOLITANO!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 04/11/2015 - 07:08

Non si vanta solo delle porcate fatte (e anche di quelle non fatte) si vanta persino di essere di sinistra, becero gradasso con cervello all'ammasso.

Duka

Mer, 04/11/2015 - 07:12

Bambocci incapaci e incompetenti. Il bullo è fuso dal JET PERSONALE - pagato da noi naturalmente- Solo un venditore di BALLE può commettere una simile idiozia mentre la gente muore di fame.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 04/11/2015 - 07:53

l'ex sindaco Marino in una delle sue tante dichiarazioni, forse, una è giusta. RENZI fa terra bruciata di tutti coloro che non stanno con lui. Esempio lampante di bramosia di Comando DITTATORIALE. Se NON ci saranno seri provvedimenti la DEMOCRAZIA è veramente in pericolo. Mi piacerebbe leggere una dichiarazione del Presidente della Repubblica che VIVE nell'OMBRA e anche se desiderato e collocato da RENZI, è SEMPRE il PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA!!

linoalo1

Mer, 04/11/2015 - 07:58

Tutto ciò,a riprova che siamo in un Regime con Renzi che comanda e fa tutto quello che vuole,senza nessuno che lo contrasti realmente!!!!

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Mer, 04/11/2015 - 07:58

@UNITALIANOINUSA: ciao Benny, ci vediamo a Natale a Mosciano!

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Mer, 04/11/2015 - 08:06

Che il Giornale chiarisca se si tratti di un fingere di non vedere o di un tirar dritto

vince50_19

Mer, 04/11/2015 - 08:09

"Questa legge di stabilità è una legge sulla fiducia". Aridaje con gli aforismi! Direi che questo è il "lieve" campanellino con cui avverte che metterà la fiducia in parlamento proprio sulla legge di stabilità, se non riceverà l'inchino da parte di tutta la maggioranza, se qualche sinistro riottoso avesse l'ardire di eccepisce qualsiasi cosa. Altro che dare fiducia agli italiani: la impone! .. ahahahaha .. Un po' come dire che il parlamento e altri organi dello stato sono un ostacolo alle sue mire che sanno alquanto di "autoritarismo .. democratico". E meno male che il ducetto che applicò, anche secondo un trattorista molisano, una "dittatura morbida" è stato quello di Arcore.. Insomma il virgolettato iniziale altri non è che l'applicazione letterale dei primi tre articoli della legge fondamentale del tronfio cap(ett)o!

vince50_19

Mer, 04/11/2015 - 14:23

Antonio Chichierchia - Per togliere la corte dei conti bisognerebbe metter mano agli artt. 100 e 103 della costituzione. Una trafila lunghissima e con un risultato incerto. Tanto l'attuale p.d.c. se ne frega lo stesso e altissimamente