Pisapia prometteva aria pulita. Ma il blocco delle auto fa flop

Dopo il primo giorno di stop a Milano il livello di Pm10 non cala: è la disfatta della campagna del sindaco. E due terzi dei mezzi Atm sono obsoleti e inquinanti

Due giorni fa a Milano c'era il blocco delle auto, ieri pure e oggi ancora. Raccontato così sembra chissà che cosa. E uno si immagina una città spettrale e deserta dove tutti si fermano e non funziona più nulla. In realtà non è per niente così. Anzi. I milanesi continuano nel loro tran-tran quotidiano e il blocco totale del traffico dalle 10 alle 16 è più uno «spot» che altro. Basti pensare, tanto per fare un esempio, che chi solitamente va al lavoro in auto in questi giorni ha continuato tranquillamente a farlo, idem per chi consegna le merci e per chi ha pratiche da sbrigare: basta affrettarsi o avere solo un po' di pazienza. Detto ciò, che il divieto di circolazione antismog firmato tra squilli di tromba dal sindaco Giuliano Pisapia portasse poco o nulla nella lotta ai veleni che ammorbano l'aria ormai da 34 giorni consecutivi e da 99 da inizio anno, più o meno si sapeva. Però la certezza è arrivata ieri mattina quando l'Arpa ha reso noti i primi dati rilevati delle centraline. Un «flop», si dice in questi casi. Nessun miglioramento, anzi anche un po' peggio. Le concentrazioni di Pm10 sono salite rispetto a domenica, giorno festivo e non feriale, in cui il traffico non era bloccato attestandosi tra 60 e 67 microgrammi al metro cubo, superiori al limite dei 50 microgrammi. C'era attesa sui dati dell'agenzia regionale, un po' come con gli exit-poll quando si va a votare.

C'era attesa perché da giorni la questione dello smog milanese è diventata un «caso» politico e si affilano i coltelli, anche perché l'«aria pulita», come scriveva il sindaco Pisapia sui suoi manifesti elettorali, era stata una delle carte vincenti per la vittoria. Ma dopo 5 anni il bilancio più che arancione è rosso: «Le valutazioni andranno fatte solo dopo le tre giornate di blocco - spiegano a Palazzo Marino - I primi dati dell'Arpa restituiscono un quadro sostanzialmente simile alle giornate festive precedenti ma la misura è stata utile a contenere i livelli di inquinanti nell'aria». Poi il Comune ringrazia i milanesi per il senso civico e la pazienza ma non convince. Soprattutto la Lega. «Il blocco è un'idiozia che danneggia chi vorrebbe lavorare, verbo strano per la sinistra - attacca Matteo Salvini dai microfoni di Radio Padania - Pisapia ha portato via 100 milioni di euro ai milanesi con Area C e la qualità dell'aria non è migliorata. Abbiamo un poveretto come sindaco di Milano, ancora per poco per fortuna...». A dar man forte al segretario arriva anche il governatore Roberto Maroni che oggi nel vertice con il ministro dell'ambiente Gian Luca Galetti chiederà un paio di miliardi per attuare una serie di «misure strutturali» e per una politica di incentivi che riammoderni il parco mezzi lombardo: «I blocchi estemporanei non servono - fa sapere in un tweet - E questa è la conferma».

Ma non si salva nessuno. Così se in Comune il tiro al bersaglio è sul sindaco Pisapia, in Regione tocca allo stesso presidente finire nel mirino dell'opposizione: «Maroni, non esprima soltanto critiche al lavoro altrui - chiede il segretario regionale del Pd, Alessandro Alfieri - Ha sottovalutato l'emergenza e si è mosso in grave ritardo. Che senso ha pretendere più competenze a Roma con un referendum consultivo sulla maggiore autonomia della Regione se non è in grado di esercitare quelle che ha?». Polemiche che vanno al di là del blocco e che, in attesa della pioggia ormai annunciata per i primi dell'anno, di giorno in giorno si arricchiscono di nuovi capitoli: «Il Comune di Pisapia e Maran pretende di educare i milanesi e vuole obbligare la Regione a mettere fuori legge gli Euro 3? - si chiede il consigliere di Forza Italia Fabrizio de Pasquale- Lo stesso Comune però fa viaggiare solo 450 bus euro 5 e 6. Gli altri 850 di sua proprietà sono euro 3. Anche il car sharing viene effettuato con macchine diesel e benzina e Amsa ha almeno 400 mezzi altamente inquinanti». Oggi alle 16 va in archivio il blocco. Ma le polveri rischiano di diventare un «polverone».

Annunci

Commenti

rudyger

Mer, 30/12/2015 - 09:21

siamo 7 miliardi di individui. fra poco uscirà uno scienziato che darà la colpa ai peti che inquinano e ci tasseranno anche le scorr...e. e di chi sarà la colpa? degli uomini? no , di Berlusconi. dimenticavo: anche le defecazioni (7 miliardix 0,400 Kg.al giorno, fate il conto) inquinano . Altra tassa. sinitra maledetta

Ritratto di Rames

Rames

Mer, 30/12/2015 - 09:23

Ma basta col dire che è un flop per cortesia,è come scoprire che esiste anche l'acqua calda.E' chiaro che 2/3 giorni di stop auto non bastano,cosa pensavate di ritornare a respirare aria di montagna?Oltretutto c'è assenza di vento,non piove e la nebbia tende a complicare le cose.Deve essere un esame di coscienza alla fine,bisogna riflettere sul fatto che non si puo' piu' andare avanti cosi,la gente deve obbligatoriamente incominciare ad usare i mezzi pubblici, mettendole in condizione principalmente,mezzi che non inquinano e diventare una realta' norvegese.Ma temo che questo non avverra' perchè per gli italiani l'auto è piu' che una religione, è un senso alla vita quasi.Detto in due parole, buttate la macchina da qualche parte e incominciate una nuova vita.

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 30/12/2015 - 09:24

SIGNOR PISAPIA LA SUA AREA C E' UNA PRESA PER IL C... E QUINDI LA SUA AREA C DOVREBBE METTERSELA NEL C...QUANDO SI E' COMUNISTI IGNORANTI NON SI COMBINA NIENTE DI BUONO, BISOGNA AVERE CERVELLO E INTELLIGENZA, QUELLO CHE I COMUNISTI COME LEI NON HANNO E NON AVRANNO MAI.

Mr Blonde

Mer, 30/12/2015 - 09:44

nel resto della lombardia sono aumentate del 50% a milano "solo" del 10%, se volete respirare m..da fate pure alla fine ve lo meritate

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 30/12/2015 - 09:54

Il sciùr Pisapirla, invece di promettere aria pulita, continui ad occuparsi di aria fritta, la vera specialità della kul-tura cattokomunista.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 30/12/2015 - 10:13

Il pd dovrebbe denuciare la moratti e maroni, di sicuro sono i colpevoli.

Gianfranco__

Mer, 30/12/2015 - 10:23

Certo che se fate il paragone di una Domenica con un Lunedì... Vi piace vincere facile!

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Mer, 30/12/2015 - 10:34

L'ultima idiozia che ho sentito in tv è l'ipotesi di limitare a 30 kmh la velocità nei centri urbani e questo dà la misura della MACROSCOPICA IGNORANZA di chi ci amministra. Solo chi non ha la minima cognizione di come funzioni un motore a scoppio può pensare ad un rimedio di questo tipo. Basta ragionare e valutare se inquini di più un veicolo che percorra un tratto di strada usando quasi esclusivamente la seconda e la terza marcia (necessarie per una velocità massima di 30 kmh) e lo stesso percorso fatto usando la terza e la quarta marcia (viaggiando intorno ai 50 kmh) Ma cosa volete che ne capisca UN BRANCO DI INCAPACI, quando anche un cavernicolo sa che la differenza nelle emissioni la fanno i giri di rotazione del motore. Se si vuole ottenere un risultato bisogna intervenire sulle caldaie per il riscaldamento degli edifici e sugli autobus urbani.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 30/12/2015 - 10:44

Finchè continueranno a circolare veicoli, soprattutto bus, che sbuffano come vecchie vaporiere fumi neri e putridi, hai voglia ad abbattere l'inquinamento!

Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 30/12/2015 - 10:59

Milano bizzarra (e non solo), il blocco delle auto fa salire il PM10. Quindi i valori rilevati o arrivano dall'hinterland o i milanesi si scaldano troppo. Se Pisapia emettesse un'ordinanza per lo spegnimento dei riscaldamenti, andrebbe bene?

caberme

Mer, 30/12/2015 - 13:59

Il Dottor Pisapia è in assoluto il peggiore Sindaco di Milano, peggio anche del Dr. Pillitteri che a parte qualche condanna non è stato proprio male come Sindaco.

Giorgio5819

Mer, 30/12/2015 - 14:47

Falso ideologico tipico di sinistra, maestri della cultura autoreferenziale e delle balle. Per ripulire l'aria di Milano si levi di torno lui e i suoi kompagni di merende, ad ogni respiro appestano l'aria.

zucca100

Mer, 30/12/2015 - 15:05

Si, Caberme, cosa vuoi che siano qualche condanna per pillitteri. Su, non facciamo i pignoli

MEFEL68

Mer, 30/12/2015 - 15:14

Pisa pia e porta a casa. E' palese che questi provvedimenti mirano SOLO ad incassare multe. Questo me lo ha detto un vigile che conosco. " Senti, te lo dico senza la divisa addosso. A noi ci mandano in posti strategici dove gli automobilisti sono costretti ad arrangiarsi, al solo scopo di fare multe. Di farci disciplinare il traffico al fine di migliorarlo e prevenire incidenti, non gliene frega un ca2zo". Queste sono le parole di un vigile.