Pisapia si chiama fuori: "Non mi candiderò a Palazzo Chigi"

Il leader di Campo Progressista si smarca dalla leadership del centrosinistra. "Non penso neanche lontanamente a candidarmi". Plauso di Mdp

"Non penso neanche lontanamente di candidarmi alle prossime elezioni". Non lascia spazio e dubbi il fondatore di Campo Progressista, Giuliano Pisapia, sulla possibilità di impegnarsi direttamente nella prossima tornata elettorale. La sua posizione adesso è quella di un "impegno sociale" in cui l'ex sindaco di Milano "crede". "Non ho incarichi istituzionali e non ambisco a nessun ruolo" ha poi ribadito. Pisapia ha rilasciato queste dichiarazionia Milano, durante una tavola rotonda organizzata dalla Cgil sul tema della democrazia nei luoghi di lavoro.

"È significativo che in Italia aumentino i volontari ma diminuiscano quelli che si impegnano nella politica. Indipendentemente dai partiti la parola d'ordine è fiducia e ora c'è sfiducia". Ha anche aggiunto di essere sempre convinto che "in Parlamento o nelle istituzioni non bisogna stare più di uno o due mandati", come ha sottolineato di aver fatto lui stesso in passato.

Successivamente Pisapia ha sferrato un duro e prevedibile attacco alla destra. "L'unico modo per evitare il populismo e le destre possano governare in questo Paese è continuare in confronti sereni e trovare un percorso insieme evitando personalismi e le polemiche".

In coerenza con il suo "impegno sociale", il leader di Campo Progressista ha confermato la sua intenzione di unire e creare terreni comuni. "Se prima non si eliminano i muri e non si cerca di evitare di acuire gli scontri non si può allora arrivare a quel punto fondamentale che è entrare nei contenuti e trovare la sintesi in un progetto comune" .

La scelta di Pisapia di non candidarsi ha riscosso il sostengno del Movimento Democratici e Progressisti di Bersani e D'Alema.

"Sebbene sia ancora prematuro ragionare sulle candidature - ha detto il vicepresidente di Mdp Ciccio Ferrara - apprezziamo le parole di Pisapia perché dimostrano, se ce ne fosse ancora bisogno, che è la persona giusta per guidare la ricostruzione di un campo largo del centrosinistra che può ambire a governare il Paese segnando una netta discontinuità con le politiche economiche e sociali degli ultimi anni".

Commenti

sparviero51

Gio, 13/07/2017 - 17:24

...E MENO MALE, DOPO IL DISASTRO DI MILANO SAREBBE UNO TSUNAMI . GENTE SENZA "00" !!!

Fjr

Gio, 13/07/2017 - 18:04

Ok questo vuol dire che si candida,secondo la mentalità sinistra

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mortimermouse

Anonimo (non verificato)

Cheyenne

Gio, 13/07/2017 - 19:03

si candiderà sicuro secondo il peggior stile stalinista

acam

Gio, 13/07/2017 - 19:11

mah è rinsavito, il flop di Milano forse gli ha fatto bene

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 13/07/2017 - 19:52

Ma questo non ha mai saputo neanche cosa ci fa a questo mondo. Più fuso di così si muore e subito i sinistri ad inneggiarlo. Regolare

MOSTARDELLIS

Ven, 14/07/2017 - 00:08

Speriamo che sia vero....

patty

Ven, 14/07/2017 - 06:44

Lui lancia il sasso ma poi nasconde la mano

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 14/07/2017 - 08:26

puoi sempre trasferirti in africa e candidarti la tra i tuoi amati manzi africani

PDIsla§

Sab, 15/07/2017 - 12:00

PISAPIPPA