Plico con proiettili al figlio del ministro Poletti

Il figlio del ministro era finito nella bufera dopo le dichiarazioni del padre sugli italiani all'estero che "si levassero dai piedi"

Nuove minacce sono arrivate a Manuel Poletti, figlio del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. Una busta con tre proiettili è stata recapitata lo scorso 2 gennaio alla redazione di Faenza (di Ravenna) del settimanale "Setteserequi", di cui è direttore.

"Ti ammazziamo, guardati le spalle", era scritto sulla lettera, accompagnata da una fotografia del direttore ritagliata da un articolo di stampa, come racconta il Resto del Carlino. "La busta ci è stata recapitata dal postino nel primo pomeriggio di lunedì 2 gennaio. Io non ero al lavoro, era indirizzata a me e l'ha aperta un collega", ha raccontato il direttore della rivista da 5mila copie della provincia di Ravenna, "Continueremo a fare il nostro lavoro e se possibile con maggiore determinazione Non ci facciamo intimidire, chiaro che certi fatti preoccupano ed è difficile restare indifferenti".

Poletti già in passato era stato presa di mira da alcune minacce su Facebook, sia in seguito alla polemica sui contributi all'editoria ricevuti dalla rivista da lui diretta e sia dopo le parole del ministro del Lavoro sugli italiani andati all'estero.

Commenti

gluca72

Sab, 07/01/2017 - 14:53

E quindi? Scorta anche a lui ? mah...

unosolo

Sab, 07/01/2017 - 15:44

parliamoci chiaro chiaro , si diceva , da parecchi anni , che certe buste se le mandavano da soli per farsi assegnare scorta , certo se fosse vero ,,,,,,

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 07/01/2017 - 16:00

Mi sorge il dubbio che mandare dei proiettili(costano cari) sia un gesto che possano permettersi solo i ricchi sinistroidi e comunistardi, con i tempi che corrono...

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 07/01/2017 - 16:29

I predicatori dell'odio portano a questo. Complimenti

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 07/01/2017 - 21:51

@riflessiva - stai darlando del papà ?

lambi65

Sab, 07/01/2017 - 21:53

Dai l'esempio, vai a lavorare con i voucher che tuo padre ha ideato!non vivere di aiuti di stato e vedrai che ti loderanno.

rossono

Sab, 07/01/2017 - 23:16

IL paparino sta aprendo il suolo per la scorta al pargoletto? e i polli poi pagano...

paco51

Dom, 08/01/2017 - 05:03

è una spedizione che lascia dubbi. se volevano colpire non ricorrevano a questa spedizione- strano alla gente semplice non li spedisce nessuno

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 08/01/2017 - 06:27

@riflessiva - nulla da dire sulle parole del padre ai giovani disoccupati che si recano all'estero per lavorare e poter vivere? Secondo lei c'era amore in quelle parole.

il sorpasso

Dom, 08/01/2017 - 08:35

Ora dobbiamo pagargli la scorta noi italiani? Sono totalmente contrario: il paparino che prende un sacco di soldi se la paga lui la scorta!!!!!! Personalmente aggiungo che di questo individuo non me ne frega nulla di cosa gli possa succedere!