Pm, ambasciatori e burocrati I maxiaumenti della vera casta

Gli stipendi dei dipendenti di Palazzo Chigi cresciuti del 45% dal 2005, quelli di diplomatici e toghe del 37 e 28%

C'è il lavoratore pubblico e quello privato, ed è noto quanto al primo sia riservato un trattamento più generoso rispetto al secondo. Ma ci sono differenze notevoli anche tra statale e statale, soprattutto negli stipendi. In un mondo - quello dello Stato e parastato - dove il merito resta un'utopia, le differenze di stipendio sono notevoli. La parte variabile della busta paga pubblica è una pura formalità e gli aumenti, nonostante le tante riforme, sono ancora legati ad automatismi. Ma se si guada alle buste paga, esistono statali di serie e A di serie B e anche di serie C.

Dopo la pubblicazione dell'ultimo commento al Conto annuale della Ragioneria generale dello Stato, si sono sprecate analisi su quanto potere di acquisto abbiano perso gli statali. Il calcolo è semplice. La variazione percentuale delle retribuzione medie annue dei pubblici dal 2005 al 2015 è stata del 14,8%. Dal 2007 il tasso di inflazione è aumentato del 13,5%. Poco rispetto ai decenni precedenti, ma il blocco della contrattazione nel pubblico in vigore dal 2011 al 2016 ha reso impossibile anche recuperare il mini carovita di questi anni di crisi. Dal 2005 gli aumenti degli assegni sono stati poco più della metà di quelli dei prezzi.

Ma non per tutti. Il dato statistico sugli stipendi dei «pubblici» è un po' come la media di Trilussa. Dentro ci sono categorie che dal 2005 hanno messo a segno aumenti mini, come l'università con l'8% (2,1% dal 2007) e gli enti di ricerca, con il 14,8% (4,1% dal 2007).

Poi il mondo della scuola, che da solo assorbe un terzo dei 3,5 milioni di dipendenti pubblici e ha messo a segno un aumento del 6,8%. Uno stipendi medio del 2007 era di 26.532 lordi, nel 2015 è salito a 28.343 euro. E l'aumento dal 2005 è stato dell'11,8%.

Ma ci sono anche categorie alle quali è andata molto meglio, come ai dipendenti della Presidenza del Consiglio. I lavoratori di Palazzo Chigi e dintorni nel 2007 avevano una retribuzione media lorda di 43 mila e 728 euro, che sono diventati 57 mila e 612 euro nel 2015. Circa il 31%. Addirittura del 45% se si prende come anno di riferimento il 2005. Niente perdita di potere di acquisto nemmeno per i magistrati, che peraltro partono da assegni già alti. Nel 2007 erano in medi 120.161 euro all'anno. Nel 2015, ben 138.481. Un aumento del 15,1% che recupera ampiamente l'inflazione (+28,4% dal 2005). Nella stessa barca i diplomatici, con un aumento del 15,1% (+37% dal 2005): da 50 mila e 936 euro a 93 mila e 183 euro. Sotto la media dell'inflazione invece i corpi di polizia, con aumenti del 12,1% (+18,6% dal 2005). In otto anni, in media, circa 4 mila euro in più (da 35 mila e 153 euro a 39.390 euro).

Niente in confronto ai Prefetti che mettono a segno il miglior aumento (a parte Palazzo Chigi): 19,1% (22,3% dal 2005). Sono 15 mila euro in più: da 79 mila euro a 94 mila euro di stipendio.

Una delle ragioni ella differenza di stipendio tra statali è semplice. Per la gran parte gli aumenti vengono decisi dalla contrattazione. Dal 2011 fino a quest'anno il rinnovo dei contratti del pubblico impiego è stata bloccata per ragioni di risparmio. Altre categorie non sono soggette alla contrattazione e ottengono aumenti grazie ad automatismi previsti dalla legge. È il caso dei magistrati. Per i prefetti vale un sistema misto che gli garantisce i benefici dei dirigenti privati e la sicurezza del pubblico.

Il blocco dei contratti ha fatto aumentare le differenze di retribuzione tra i privilegiati della pubblica amministrazione e la grande massa dei dipendenti pubblici. Ma un merito l'ha avuto. Ha reso gli stipendi pubblici molto più simili a quelli privati. Prima uno statale guadagnava più di un operaio o un impiegato privato. Oggi la differenza è ridotta. In media la retribuzione di un pubblico è di 34 mila euro, quella di un privato intorno ai 32 mila euro.

Restano tutte le altre differenze. Da una parte la carriera blindata dei pubblici, dall'altra la sempre maggiore precarizzazione di chi ha un datore privato. Poi la legislazione sui licenziamenti, che continua a garantire gli statali e tutela sempre meno gli altri dipendenti. Differenze che, con il ritorno della contrattazione pubblica, potrebbero tornare ad aumentare.

Commenti

clz200

Lun, 23/01/2017 - 10:29

Bastardi parassiti

unosolo

Lun, 23/01/2017 - 10:32

sulla sentenza della legge Fornero il PCM e tutti i ministri fecero decreto per non dare il giusto ai pensionati e ancora con questo governo fermato l'adeguamento e rimborsi sempre per decreto , ma nello stesso tempo regalano soldi al parassitario per il quale paghiamo tributi come servizi , ebbene stipendi d'oro e rimborsi che superano di molto gli assegni pensionistici , aumenti intorno ai 1500 euro x mese contro i 2000 euro x anno dei pensionati , da matti asserire che non c'erano soldi i soldi c'erano ma servivano per la Casta , super Casta , ladri e correi , le sentenze si devono rispettare altrimenti la Corte Costituzionale che emette sentenze è uno spreco infinito di soldi nostri tolti ai servizi,. ladri ,.

unosolo

Lun, 23/01/2017 - 10:36

per i pensionati c'era deflazione e le pensioni sono scese mentre per questi ladri aumenti , a cosa serve la magistratura , le Corti , i revisori dei conti , insomma per la Casta tutti correi e si alzano stipendi e rimborsi oltre a regalarsi missioni inventate per fare gite anche intercontinentali invitando o mandando in missioni parenti ed amici , ladri e non c'erano soldi per il furto fatto ai pensionati , sindacati da impalare , assenti e inefficaci , correi dei furti , ladri

buri

Lun, 23/01/2017 - 10:36

intanto tagliano i fondi destinati alle forxe dell'ordine, alla protezione civile, alla difesa, allo svillupo economico, ma non ala burocrazia asfissiante

Ernestinho

Lun, 23/01/2017 - 10:37

Totò direbbe: "Alla faccia del bicarbonato"! Ed a noi pensionati, oltre a bloccarci la pensione da varia anni, con interpretazione molto personale e demoniaca della Sentenza della Consulta, vorrebbero pure recuperare lo 0,1%! Pazzesco!!!

Nonlisopporto

Lun, 23/01/2017 - 10:37

non eravamo in deflazione? il debito pubblico?

19gig50

Lun, 23/01/2017 - 10:37

non ci vorrebbe una rivoluzione?

nopolcorrect

Lun, 23/01/2017 - 10:38

Questa gigantesca massa di parassiti si è mangiata e continua a mangiarsi l'Italia impedendone crescita e sviluppo. Teniamo presente che la massa degli elettori del PD nelle regioni rosse quali Toscana, Emilia Romagna e Umbria è formata dalla massa parassitaria installata attraverso gli anni dai comunisti nelle amministrazioni locali.

unosolo

Lun, 23/01/2017 - 10:38

ai pensionati per deflazione tolgono soldi mentre per deflazione la Casta aumenti a iosa , ladri ,questo è il vero COMUNISTA , ruba a chi ha reso grande la Nazione per ingrassare i C/C e le loro fondazioni che non possono essere controllate ed ecco che si spiegano i nullatenenti. ladri

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 23/01/2017 - 10:40

Trump in America,non ha a che fare con tutti questi carrozzoni INAMOVIBILI,strapagati,voluti dalla "più bella costituzione del Mondo",non ha a che fare con una magistratura "stanziale"!!!Se non si cambiano queste "regole" vecchie di 70 anni,andremo sempre peggio!!!!

steacanessa

Lun, 23/01/2017 - 10:42

Premiati gli incapaci e gli scarsamente utili e i dannosi. Viva l'Italia!

Angelo664

Lun, 23/01/2017 - 10:42

Gli elettori nonostante ciò hanno votato ancora una volta sempre gli stessi. Sono tutti uguali, si proteggono fra di loro. Alla tele dicono una cosa poi ne fanno un'altra. Per questo secondo me conviene votare i Grillini almeno una volta. Votare gli altri non ha senso. Sono tutti collegati tra loro e tutti puntano alla sola cosa. La pensione a fine legislatura. Le pensioni ai parlamentari vanno tolte anche retro attivamente. Basta. Se si votano sempre gli stessi non se ne esce a meno di un colpo di stato ma in Italia dubito che ci sia qualcuno con le palle per fare una cosa simile. Fino a che esistevano certi personaggi del passato forse si poteva, adesso non lo vedo possibile.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 23/01/2017 - 10:44

@unosolo:....ricordi sempre,che la "più bella costituzione del Mondo",è nata in un contesto storico,laddove in Italia esisteva il più forte partito comunista d'Europa,che guardava all'allora "URSS",come il miglior regime in terra!!!La allora DC,legata a filo doppio con il Vaticano,ha fatto,concesso il resto!!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 23/01/2017 - 10:45

Ma che ci faranno di tutti quei soldi presi "gratia et amore dei" che se li sbraneranno fra loro gli ingrati eredi?

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 23/01/2017 - 10:48

Alla faccia dei disoccupati e delle "belle parole" che questi zozzi politi vanno dicendo sulla gravità economica dell'Italia.LADRONI.

i-taglianibravagente

Lun, 23/01/2017 - 10:49

spending review all'italiana. Ma mi raccomando, amici!!! non si scada nel bieco populismo, cieco, ignorante... quello che ragiona di pancia, quello dei VAFFA.....nooo, nooo. Prima o poi qualcuno paghera' (me lo auguro).....e passera' pure per martire... Per salvarsi dal trapianto di fegato l'unico soluzione e' espatriare (per chi non l'ha gia' fatto)

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 23/01/2017 - 10:51

Lorsignori non hanno la concorrenza cinese né quella degli immigrati. Per loro non c'è la celebrata "concorrenza del mercato". Ecco quindi che questa FECCIA ABUSIVA vi ripete i mantra su globalizzazione, immigrazione ecc.. utili. Eh certo !!

mariod6

Lun, 23/01/2017 - 10:51

E' la dimostrazione contabile delle ruberie dei dipendenti pubblici che senza nessun merito ne impegno si vedono aumentare automaticamente gli stipendi già più alti del normale. I magistrati poi, che fanno tanta cagnara per la loro indipendenza (a parole) si godono aumenti automatici sopra la media. Almeno lavorassero veramente invece che perdere tempo a correre dietro ai ladri di polli lasciando fuori terroristi, assassini, grandi evasori e truffatori; tanto per non fare nomi, la tessera N°1 del PD, i paparini di Frottolo e della banca Etruria, ecc. ecc. BUFFONI E PARASSITI.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 23/01/2017 - 10:53

Le aziende possono andare in Cina. Ma mica possiamo importare magistrati cinesi (peccato).

geronimo1

Lun, 23/01/2017 - 10:55

Non c'e' da stupirsi....I loro stipendi sono agganciati ed intrecciati...!!!!!! E' chiaro che i PM sono i piu' forti ed i piu' pericolosi.... Gli altri stanno nelle loro grasse nicchie ed il cittadino e' impossibilitato a riscontrare le loro azioni...!!!! Ma ambasciatore o alto burocrate non lo diventi mica se non hai il Partito che ti "tira" in quei posti...!!!!! Pertanto la genesi (compresa quella dei PM) e' SEEEEMPRE politica!!!!!!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 23/01/2017 - 10:55

Lorsignori dormono tranquilli. In Italia non c'è mai stata una rivoluzione a parte il Fascismo ed è facilissimo prevenirne una nuova facendo leva sul divide et impera.

Ritratto di milan1899

milan1899

Lun, 23/01/2017 - 10:57

ma va.....che notizia....il mistero di pulcinella.....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 23/01/2017 - 10:57

PARASSITI... ma se va avanti così mancherà il pane al vile gregge che è la massa degli italiani...e poi la massa reagisce come una bestia.

MLADIC

Lun, 23/01/2017 - 11:00

Per fortuna che il Clown fiorentino ha risolto tutto....

titina

Lun, 23/01/2017 - 11:04

C'è lavoratore pubblico sottopagato e lavoratore pubblico strapagato

Duka

Lun, 23/01/2017 - 11:05

PERFETTO !!! E' COSI' CHE FUNZIONA L'ECONOMIA. CHE PAESE DI GENI !!!

unosolo

Lun, 23/01/2017 - 11:06

x zacovian certamente non rubavano e si facevano dare soldi da altri paesi senza rubarli ai lavoratori , con questi comunisti presto salta la INPS e tutta la nostra economia che andrà in mano dei sceicchi , basta vedere la insistenza del segretario del PD che si reca di nascosto nel Qatar dallo sceicco , forse per missione da parte di chi ? sarebbe bello sapere per conto di ,,,, oggi il Comunista in Italia è ricco e vuole soldi non lavoro e crescita della Nazione , affama il popolo sveglia ,

venco

Lun, 23/01/2017 - 11:09

Hanno sempre pur detto che non si fa politica per la pancia della gente, ma solo per la loro pancia

unosolo

Lun, 23/01/2017 - 11:10

ricordiamoci che questo governo e il PCM dimessosi volevano cambiare la " più bella Costituzione del Mondo intero " COMUNISTI come chi gli ha dato la minuta della modifica alla Costituzione fallita , ladri e comunisti,.

roliboni258

Lun, 23/01/2017 - 11:13

bastardi ladri

venco

Lun, 23/01/2017 - 11:14

Hanno sempre pur detto che la politica non deve essere populista, cioè al servizio del popolo.

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Lun, 23/01/2017 - 11:17

AI politici ed agli accoliti dei politici non interessa nulla degli interventi a favore del popolo. E' semplicemente in atto da anni una razzia avida e forsennata di beni e ricchezze a danno dei risparmi e dei beni del popolo. Flussi di miliardi confluiscono con continuità nei forzieri dei privilegiati accomodati nelle varie strutture di potere. Sanno che la situazione italiana è ormai degradata e che presto sprofonderà in una tremenda crisi ingovernabile. Arraffano, grattano con fare spasmodico il fondo di tutti i barili possibili, ormai consapevoli che presto ripareranno in posti sicuri tronfi delle loro ricchezze. Gli italiani sono dei beota ma non lo sono all'infinito. L'importante è aver acquisito consapevolezza e ricordare. Amen.

venco

Lun, 23/01/2017 - 11:24

Non servitori dello Stato, ma lo Stato a servizio di questi parassiti.

27Adriano

Lun, 23/01/2017 - 11:32

Figli di una ....comunista!

tormalinaner

Lun, 23/01/2017 - 11:34

I burocrati dello stato sono dei veri e propri parassiti nazionali, Renzi non ha fatto nulla per ridurne lo stipendio. Categoria da eliminare!

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Lun, 23/01/2017 - 11:35

In altre parole: privilegi per la nomenklatura, in perfetto stile comunista. Cosa più che giusta. Grazie a loro, la «dittatura del proletariato» in Italia è cosa fatta – il lettore inesperto non cada in inganno: nel vocabolario parallelo dei «compagni», «del» significa «sul» – Inoltre anche la trasformazione dell’intera popolazione italiana in proletari fa passi da gigante ogni giorno. Magari saranno proletari che non possono permettersi di avere prole, ma questo non è un problema: basta importare masse di proletari africani…

Aam31

Lun, 23/01/2017 - 11:40

Non dimentichiamo,che l'orario di lavoro è di 36 ore settimanali da tempo immemorabile.

VittorioMar

Lun, 23/01/2017 - 11:44

.....MA VOI CI PENSATE SE :PER DUE MESI VENISSERO RETRIBUITI CON BOT A SCADENZA ANNUALE O SEMESTRALE QUANTI SOLDI AVREBBE A DISPOSIZIONE IL GOVERNO ??...non è niente di nuovo :GIA' FATTO DA ANDREOTTI..!!....e non morirebbero di fame...!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 23/01/2017 - 11:48

@unosolo11:06:...ricordiamoci,che il "cancro" comunista,alimentato in Italia, con i fondi che arrivavano "direttamente" o "indirettamente" da URSS e da CINA,ai tempi d'oro,ha spianato la strada ai "post-comunisti",di nuova generazione,di ramificarsi,come una metastasi!!Tutto è partito da quei tempi!!Ora che i "fondi" non arrivano più da quelle parti,succhiano da un'altra parte,pur di rimanere al potere,per la convenienza di tanti!!!(per questo prendono così tanti voti...)

carlolandi

Lun, 23/01/2017 - 11:54

E' chiaro che per consolidare il potere il governo del nominato, ha fatto delle azioni come queste esattamente con gli 80 € al popolo in cambio di attenzione al momento del voto.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Lun, 23/01/2017 - 11:58

Non possiamo nemmeno pregare per la loro immediata dipartita perché i loro eredi godrebbero di una pensione di reversibilità esagerata senza nemmeno lavorare.

effecal

Lun, 23/01/2017 - 12:01

la casta che tutto il mondo ci invidia, bella, sana, robusta un prodotto di eccellenza da esportare.

Ernestinho

Lun, 23/01/2017 - 12:11

"renzi", oh "renzi", se ci sei batti un colpo!

steacanessa

Lun, 23/01/2017 - 12:15

riprovo anche se con nulla speranza. Premiati nocivi, parzialmente inutili ed inutili assolutamente.

Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 23/01/2017 - 12:19

@unosolo; sono completamente d'accordo con te ma tu e l'articolista avete dimenticato di dire che, nel periodo considerato, le tasse sono fortemente aumentate. Per es., io, al netto delle irpef, prendo 1500 euro di meno che nel 2007.

hectorre

Lun, 23/01/2017 - 12:59

avete notato che i giullari sinistri, che infestano le pagine del giornale, disertano notizie simili????....i markettari di professione si vergognano????....riflessiva,conviene e gli altri fessachiotti dove sono????....come gli str...uzzi nascono la loro materia grigia sotto la sabbia????....penosi e patetici!!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 23/01/2017 - 13:05

Al posto di "diminuire i costi della politica" bisogna diminuire i costi della burocrazia.

Iacobellig

Lun, 23/01/2017 - 13:37

SPUDORATI! POI SI LAMENTANO CHE IL POPOLO REAGISCE.

MOSTARDELLIS

Lun, 23/01/2017 - 13:41

Lo vogliamo capire che uno dei grossi problemi della cri si italiana è proprio questo? Ci sono centinaia di migliaia di parassiti che prendono sui 100.000 euro all'anno senza fare un tubo, per non parlare quelli che si sono dovuti accontentare del tetto dei 240.000 euro. E' una pazzia, una follia che non finirà mai.

unosolo

Lun, 23/01/2017 - 18:48

x orione 1950 , molti pensionati che hanno reso ricca la Nazione e la Casta perdono molto di più , mediamente 2500 euro , con il nostro lavoro abbiamo reso grande la Nazione nel mondo intero , non rubavamo lo stipendio ma lavoravamo giorno e notte , che tempi , oggi rubano e si lamentano , saluti ,