La pm va alla festa della Lega: "Non tutti i magistrati sono di sinistra"

Il pubblico ministero di Bergamo, Letizia Ruggeri, che si occupò del caso Yara alla festa della Lega a Bergamo: "Non tutti siamo di sinistra..."

“Non siamo tutti di sinistra”. Parola del pubblico ministero di Bergamo, Letizia Ruggeri, la pm che si è occupata dell’omicidio Yara Gambirasio e che ha portato alla condanna di Massimo Bossetti. Non è passata inosservata la presenza domenica sera alla BérghemFest della Lega a Alzano Lombardo. Ospite della serata, il ministro dell'’Interno Matteo Salvini. Il pm ha ascoltato l’intervento del leader leghista e poi – racconta il Corriere – ha mangiato di fronte al ministro con a fianco Mario Giordano.

Il magistrato è rimasto defilato durante tutto il comizio di Salvini, ascoltando anche gli affondi rivolti al collega di Agrigento, quel Luigi Patronaggio che ha deciso di mettere sotto indagine il segretario federale della Lega. "Un giudice impegnerebbe meglio i soldi degli italiani indagando un mafioso che non Salvini", ha detto il vicepremier facendo scatenare l'applauso del suo pubblico. E ancora: "Al procuratore di Agrigento dico con immenso affetto che se arriverà un'altra nave in un porto italiano farò esattamente quello che ho fatto questa estate, ne più ne meno. Sono arrivato a 45 anni per vivere una estate incredibile. Quando feci la tessera della Lega nel 1990 non pensavo che avrei passato un'estate a farmi dare del populista, mai nella vita avrei pensato di essere indagato per il reato di sequestro di persona". "Il pm Ruggeri ha seguito il tutto da una posizione defilata, ma alla fine gli organizzatori l'hanno invitata a rimanere a cena.

"Ma è stato più un incontro privato —ha detto al Corriere Letizia Ruggeri —. Anche noi magistrati abbiamo le nostre idee". E a chi gli ricorda delle polemiche sui magistrati che espongono le loro idee politiche replica: “Sì, ma non siamo tutti di sinistra".

Commenti
Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 03/09/2018 - 15:13

Manco la raccolta punti al market dovrebbero fare. Ci vorrebbero puri come vestali. Ed è per questo che la loro carriera deve essere breve.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 03/09/2018 - 15:26

Non tutti, ma molti, troppi.

Giorgio Colomba

Lun, 03/09/2018 - 15:31

Con questa sua affermazione la pm svela il segreto di pulcinella, ovvero che le toghe sono per lo più "rosse" e la cosiddetta terzietà del giudice una fola per fessacchiotti.

pollicino46

Lun, 03/09/2018 - 15:40

“Non tutti i Magistrati sono di sinistra” Mi permetta di dubitare. Dove sono quelli di destra? O lei Signora e’ la sola? Gli altri li hanno messi tutti a tacere? A me pare che ci sia una sorta di terrore ad andare contro il volere di Magistratura democratica. Sarebbe ora di svegliarsi poiche’ questa non e’ piu giustizia con la “G” maiuscola.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 03/09/2018 - 16:08

Toh...Per una volta va alle feste di domenica, perche' finora` e` sempre in giro durante la settimana e al Ministero non si vede mai. Duro il lavoro, eh Ministro? Finita la pacchia delle marchette gratis a Strasburgo. Tra il dire e il fare c'e` di mezzo la sua secolare pigrizia di nullafacente seriale.

GPTalamo

Lun, 03/09/2018 - 16:11

So che il parere personale non vale niente, ma secondo me un magistrato in una societa' democratica non dovrebbe appartenere a nessun partito. Non sto parlando di iscrizione a un partito, ma anche cose fatte nella carriera e nella vita in generale. Non conosco i dettagli della legge italiana in materia, ma non dovrebbero essere nominati magistrati di cui sia oggettivamente dimostrabile una precisa appartenenza politica (poi, nel segreto delle urne, possono votare chi vogliono, ovviamente - nessuno e' completamente neutrale).

mzee3

Lun, 03/09/2018 - 16:55

No tutti i magistrati sono di sinistra: Ma per fortuna...significa che c'è ancora democrazia al contrario di quello che vorrebbe felpetta. Felpetta vorrebbe che i giudici fossero eletti dal popolo.. Che grande pensata.. ad ogni cambiar di governo ci sarebbero giudici di orientamento diverso che potrebbero (ma non ci credo) politici "ostili" o peggio ancora cittadini di orientamento diverso dal loro. QUESTA ME LA DOVETE POSTARE ...GRAZIE

cir

Lun, 03/09/2018 - 17:45

mzee3 . sei di sinistra . il che non vuol dire che tu sia comunista . vuol dire che hai capito nulla , come tutti quelli di sinistra .

hectorre

Lun, 03/09/2018 - 18:04

non dovrebbero esternare le loro simpatie politiche, tutto qui.....anche gli arbitri di calcio sono tifosi di qualche squadra ma hanno il buonsenso di non dichiararlo...i magistrati hanno addirittura le correnti riconducibili ai partiti!!!!!....e non dobbiamo dubitare del loro operato??????....dopo un paio di indagini nei confronti di qualche politico (nemico), stranamente li ritroviamo in politica.....siamo in italia e ormai nulla mi stupisce ma c'è un limite alle porcherie!

i-taglianibravagente

Lun, 03/09/2018 - 18:06

Che un magistrato debba affermare una cosa del genere dice gia' come siamo conciati in Italia....altro che 50 e 50....penso che un 80 - 20 sia la percentuale che effettivamente riflette lo stato delle cose e spiega parecchio di quello che ci tocca leggere tutti i giorni sui giornali a proposito di Giustizia.

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 03/09/2018 - 18:06

Insomma, parafrasando il discorso di Letizia Ruggeri non tutti sono dei babbuini indottrinati anti-italiani come Patronaggio e Mzee3.

fisis

Lun, 03/09/2018 - 18:48

Il problema non è che non tutti i magistrati sono di sinistra. Sarebbe normale che i magistrati fossero di destra o di sinistra, o di centro e comunque applicassero serenamente le leggi. Il vero problema è che molti sono estremisti comunisti e perseguono una via giudiziaria verso il socialismo, abbattendo i partiti e i leader che si oppongono a tale disegno. Questo è indubbiamente uno scandalo, tenuto conto di ciò che è stata la storia del comunismo in termini di soppressione della libertà e di milioni e milioni di morti ammazzati. Sarebbe come dire che molte toghe sono naziste e per questo non scandalizzarsi.

hectorre

Lun, 03/09/2018 - 19:32

pravda.....non ti sei ancora ripreso da marzo?????...stai sereno, i tuoi compari resteranno all'opposizione per sempre, ne hai di tempo per scrivere fesserie.......

opuslupus

Lun, 03/09/2018 - 20:29

La magistratura e’ divisa in correnti, e’ notorio che la corrente di sinistra e’ minoritaria, quindi non si capisce costei cosa voglia dimostrare . I magistrati possono avere tutte le idee politiche che vogliono purché applichino le leggi, rispettino le procedure per le indagini, non utilizzino la toga a fini politici. I magistrati hanno un organo , il consiglio superiore della magistratura che dovrebbe garantire l’autonomia dagli altri poteri dello stato , legislativo ed esecutivo.. il csm e’ composto di 27 membri di cui 9 eletti dal parlamento. Quindi di cosa si parla? Di propaganda anche in questo caso. Ma dateci un taglio. Ministro Salvini tra feste, giri elettorali, ferie e distrazioni varie, quante volte e’ passato dall’ufficio? I decreti non si fanno via sms. Giusto per precisare.

Alessio2012

Lun, 03/09/2018 - 20:40

SINISTRA O NO, I MAGISTRATI NON POSSONO COMANDARE IL PAESE.

Yossi0

Lun, 03/09/2018 - 23:04

Il magistrato alla festa della lega non ci dovrebbe stare così come i suoi colleghi non dovrebbero essere alle assemblee di partito; il pericolo ormai confermato dai fatti, purtroppo, è che poi le sentenze sono conformi all’ideologia del magistrato.

moichiodi

Mar, 04/09/2018 - 08:40

Sorpresa! Ci sono anche le toghe di destra!