È polemica sulla Rai: "Nessuna notizia sulla sparatoria a Parigi"

In prima serata in onda talk show e fiction. La denuncia di Anzaldi (Pd) e Grimoldi (Lega Nord): "Non fa servizio pubblico"

"E la Rai, il servizio pubblico, nell'emergenza riesce ancora a stupirci. Canale 5 e Sky stanno seguendo quanto avviene a Parigi, mentre la Rai di 1.700 giornalisti e decine di corrispondenti all'estero nè su Rai1, Rai2 e Rai3 ha nulla su quanto accade".

È la denuncia di Michele Anzaldi (Pd) che fa notare come la tv pubblica non ha interrotto il proprio palinsesto per informare i cittadini della sparatoria avvenuta questa sera sugli Champs Elysées di Parigi. "Eppure alle 21.25 si sono avuti i primi lanci di agenzia", ha detto il parlamentare Pd e componente della commissione di Vigilanza Rai, "Dopo le vicende di Charlie Hebdo avevano detto che non si sarebbe più verificata una cosa simile e invece...".

"Nella sera in cui Parigi è sotto attacco terroristico i tre principali canali Rai trasmettono fiction o talk show dove non si dedicano spazi ai fatti parigini", aggiunge Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e segretario della Lega Lombarda, "Ma per quale motivo i cittadini sono obbligati a pagare il canone nella bolletta elettrica se poi sono costretti a sorbirsi tonnellate di pubblicità in ogni fascia oraria e quando occorrono programmi in diretta, come stasera, devono andare sulle TV commerciali per avere le ultime notizie? Ancora una volta il servizio pubblico dimostra tutta la sua inutilità".

Commenti
Ritratto di ClaudioPRoma1

ClaudioPRoma1

Ven, 21/04/2017 - 00:18

una sparatoria con un solo morto non è un attentato. e comunque, ormai, non fa più notizia un attentato in francia , così come non lo fa in medio oriente. Anche perchè nel futuro vicino accadrà sempre più spesso, dovremmo farci l abitudine.

MOSTARDELLIS

Ven, 21/04/2017 - 01:23

Rai servizio pubblico? Ma di cosa? Lo volete capire che deve essere privatizzata? E dopo il canone in bolletta elettrica Renzi spera ancora in qualche voto? Si, forse i soliti imbecilli comunisti che non sanno guardare da soli al di là del proprio naso.

Ritratto di Evam

Evam

Ven, 21/04/2017 - 01:30

"Ma per quale motivo i cittadini sono obbligati a pagare il canone nella bolletta elettrica se poi sono costretti a sorbirsi tonnellate di pubblicità in ogni fascia oraria e quando occorrono programmi in diretta, come stasera, devono andare sulle TV commerciali per avere le ultime notizie? Ancora una volta il servizio pubblico dimostra tutta la sua inutilità". E' il caso di dire che la domanda nasce proprio spontanea.

blackindustry

Ven, 21/04/2017 - 05:20

Si dice "cinegiornale luce" ai tempi del fascismo, con informazione di regime, ma almeno quella era coerente con una dittatura! Oggi fanno uguale, selezionando quali notizie nascondere, e poi ti dicono che siamo in democrazia... e non votiamo da cinque anni e mezzo.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Ven, 21/04/2017 - 07:38

VERGOGNA VERGOGNA. Se avesse tossito Renzi sotto Referendum la Rai l'avrebbe detto in diretta. VERGOGNA ancora.

vottorio

Ven, 21/04/2017 - 09:19

la RAI con il denaro di tutti i cittadini non fa certamente il dovuto servizio pubblico ma solo quello che interessa le sinistra e, in particolare, il PD (Partito Delinquenti). infatti ci ha ubbriacato di notizie patetichew martellandoci su Giulio Regeni fino allo sfinimento e, ultimamente, con il blogger comunista Gabriele Del Grande arrestato in Turchia perché certamente svolgeva attività eversina più che giornalistica.

elio2

Ven, 21/04/2017 - 09:24

I giornalisti Rai e le decine e decine di corrispondenti dall'estero, seguono sempre fedelmente gli ordini del pensiero unico, per il quale il terrorismo islamico non esiste, ma è il frutto di un'omofobica e razzista visione di Salvini, della Le Pen e qualche altra decina di leader sparsi nel mondo, non potendo giustificarsi di non avere i mezzi, (solo da New York, dispone di ben 3 canali satellitari con relativo codazzo di servitori), hanno fatto finta di essere andati a dormire. La Rai va privatizzata TOTALMENTE e senza canone, essendo un ricettacolo di parassiti dove la sinistra ci infila i suoi incapaci amici e rappresentanti per comperarsi il consenso e per controllare le informazioni di una emittente che oramai da molte decine di anni non fa più servizio pubblico, ma megafono per la strampalata e sempre fallimentare ideologia comunista, con i soldi degli Italiani.

Giorgio5819

Ven, 21/04/2017 - 10:35

La rai è la televisione del partito comunista, cosa volete che gli freghi di fare servizio pubblico ? La rai è solo una truffa di stato legalizzata.

chiara63

Ven, 21/04/2017 - 11:20

Solite polemiche strumentali. Non mi sembrava proprio il caso come giustamente è stato fatto di interrompere le trasmissioni. W la Rai e il giusto canone....