La politica è l'arte di scegliere il male minore

Viene difficile parlare con serenità di Angelino Alfano da queste colonne

Viene difficile parlare con serenità di Angelino Alfano da queste colonne. Il tradimento nei confronti di Forza Italia e di Silvio Berlusconi che consentì prima ad Enrico Letta e poi a Matteo Renzi di governare (male) questo Paese ha prodotto lacerazioni profonde e forse insanabili. Ma la politica non vive, né avanza, sui rancori o sui sentimenti. In politica, come negli affari, si prova a fare ciò che è utile, anche se appare incomprensibile ai più. Oggi siamo di fronte a uno di questi passaggi che, comunque lo giri, rimane appunto incomprensibile. Parlo del caso Sicilia, la regione chiamata alle urne a novembre.
La Sicilia è la terra d'origine anagrafica e politica di Alfano, l'unico fazzoletto d'Italia dove lui e il suo partitino dispongono di un gruzzoletto di voti. Piccolo, ma potenzialmente decisivo sia per il centrodestra che per il centrosinistra in chiave anti-grillina. Per questo, nelle ultime ore, Alfano è passato da brutto anatroccolo a principe azzurro della politica, da tutti corteggiato, sia pure turandosi il naso. Berlusconi non lo ha perdonato, Renzi lo considera meno che niente, ma sta di fatto che ad entrambi sarebbe utile allearsi con lui. Che, sapendolo, alza il prezzo facendo la spola tra l'uno e l'altro, suscitando lo sdegno dei rispettivi alleati storici. Al momento l'ago pende per Renzi, più abile di Berlusconi a mentire e promettere, sapendo che poi non manterrà la parola.
È un bel dilemma per Alfano: sa di non avere nessun amico e deve scegliere tra due nemici. E allora dovrebbe valere la vecchia regola: il nemico del mio nemico può essere mio amico. Quindi la domanda da porre ad Alfano dovrebbe essere: visto che non hai amici, chi è più nemico? La sinistra o Forza Italia, di cui sei stato addirittura segretario e a cui devi praticamente tutto? Per sconfiggere Hitler, l'America si alleò addirittura con Stalin. Per fermare - più modestamente - l'avanzata grillina e non rilanciare un Renzi vicino al ko, Alfano per la sua parte, ma anche la Meloni e Salvini (ostili a qualsiasi accordo con Angelino) per la loro potrebbero, per una volta, non dico fare gli amici, ma concentrarsi su chi sono i veri nemici.
Ho visto fare molto di peggio per molto meno. Non è il momento di fare gli schizzinosi, è quello di tornare a governare al più presto.

Commenti

rino biricchino

Lun, 14/08/2017 - 15:33

Vergognoso! Lei la chiama perfino "arte"! La solita politica dell'inciucio e del basta che prendo la poltrona. Un motivo in più perché sempre più persone continueranno a votare M5S!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 14/08/2017 - 15:38

Contrordine... ciucciatevi Angelino!

Ritratto di marystip

marystip

Lun, 14/08/2017 - 16:23

Il più grande errore di Berlusconi è riunirsi al traditore Alfano. Se ne accorgerà al momento del voto. Non avete ancora capito che siamo stufi di tutti questi ipocriti tatticismi?

orailgo38383838

Lun, 14/08/2017 - 16:26

eh no, mi dispiace, non si torna algoverno con chi si è comportato in quel modo vigliacco ed opportunista. E poi...cosa succederebbe? Ai primi disaccordi...via nuovo. No , piuttosto all'opposizione finchè si sgretolano da soli...oppure piuttosto con M5S

no_balls

Lun, 14/08/2017 - 16:35

Contrordine compagnia. L ' articolo si potrebbe proprorre alle politiche.... perche allearsi con alfano o renzi?? Sono il male minore. Appare chiaro che il male maggiore sia il m5s...... qundi da votare in massa per scrollarsi questa marmaglia e i loro pennivendoli.

Ritratto di pediculus

pediculus

Lun, 14/08/2017 - 16:37

Salvini, si sa, ama prevalentemente il nord anche sa pare voglia fare qualche cambiamento di forma nel suo schieramento politico. Ma la Meloni, che da sorella ( nei Fratelli d'Italia !) dovrebbe amare tremendamente l'Italia intera, la ama integra al punto di volerla consegnare alle sinistre comuniste piuttosto che turarsi il naso per vedere se.....? Ragionate, ragazzi, siete ancora in tempo !

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 14/08/2017 - 16:41

Alfano deve scomparire dal parlamento e dallo politica.

Sise

Lun, 14/08/2017 - 16:48

Ma per carità! Non voterò nessuna coalizione in cui sia compreso Alfano. Basta con i voltagabbana.

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 14/08/2017 - 17:00

Se Berlusconi si dovesse alleare in qualche modo - pur turandosi il naso - con l'Angelino, il M5S avrebbe la strada che dico, l'autostrada, spianata nel resto d'Italia e forse anche in Sicilia. Conosco molta gente pronta a votare M5S se ciò dovesse accadere o, peggio, non andare a votare affatto. Mi meraviglio di lei, signor Sallusti, lei sta facendo un errore di valutazione. Lui non ha tradito Forza Italia tanto quanto i suoi elettori. Abbiamo preso quel tradimento molto peggio di quanto lei - o Berlusconi - sembra pensare.

Ritratto di putia2004

putia2004

Lun, 14/08/2017 - 17:01

Meglio perdere le elezioni in Sicilia che vincerle con Alfano. Ripeto che in caso di alleanza FI-AP voterò per i grillini

VittorioMar

Lun, 14/08/2017 - 17:21

...IL SUO AUSPICIO O DESIDERIO SAREBBE OPPORTUNO SE AVESSE DIMOSTRATO IL SUO SAPER FARE POLITICO...: FALLIMENTO COME MINISTRO DELLA GIUSTIZIA....DOPPIO FALLIMENTO COME MINISTRO DELL'INTERNO...INVISIBILE SE NON DANNOSO COME MINISTRO DEGLI ESTERI ....LO ASSUMEREBBE COME GIORNALISTA???...I VOTI SONO FLUTTUANTI E BERLUSCONI DA SOLO POTREBBE INTERCETTARLI....!!!..DIRANNO COMUNQUE CHE QUELLI SONO VOTI MAFIOSI MENTRE QUELLI DI LEOLUCA ORLANDO SONO DELLE ORSOLINE...MEDITATE !!

Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 14/08/2017 - 17:23

Direttore, lei e papi fate un errore grossolano. Se il traditore si alleerà col cdx, quest'ultimo perderà voti in termini di astensione e di voti ai grillini. Il cdx si deve misurare con questa gentaglia e se farà capire le ragioni, e innanzitutto il programma, il popolo "alfaniano" lo voterà. Lo so che é molto dura in un territorio dove il clientelismo la fa da padrona ma il cdx deve dire basta con questi dei due forni; a loro interessa solo il potere che gestiscono col metodo mafioso.

Ritratto di Cali85

Cali85

Lun, 14/08/2017 - 17:26

IL Suo ragionamento , Direttore , non fa una piega se non si tiene conto che esistono anche gli elettori e , se il Berlusca dovesse allearsi con Alfano credo che, metà dei voti li perderà per strada !!!

Giancarlo59

Lun, 14/08/2017 - 17:41

Potrei anche, forse forse, avere la tentazione di votare per il centro destra. Ma se rientra Alfano piuttosto non vado a votare. I cittadini sono stanchi di tutte queste tattiche machiavelliche, vogliono più serietà e soprattutto più coerenza ed onestà.

NoSantoro

Lun, 14/08/2017 - 17:45

Per me, può fare quello che vuole. Il mio voto l'ha perso da un bel pò.

Frank90

Lun, 14/08/2017 - 17:49

La destra ha avuto molte occasioni per mettere in crisi i vari governi imposti degli ultimi anni. L'opposizione di facciata ha contribuito a gettare il paese nel caos. Ormai è difficile capire chi mente e chi dice il vero, in ambo gli schieramenti. Alfano? È la più vivida e squallida immagine della politica di oggi. Angelino che sa da fa pe' campa'!

soltantolaverita'

Lun, 14/08/2017 - 17:56

Davvero la Sicilia e' cosi' importante politicamente? Ma non fa schifo il nome Alfano? Ma in Italia non cambiamo mai? Mai... Gutta la verita'

luigi1947

Lun, 14/08/2017 - 18:08

Caro Direttore, con tutto il rispetto per la Sua opinione credo che oggi allearsi con Alfano porti più svantaggi che vantaggi. Gli elettori non sono stupidi, chiunque si allea con alfano è destinato a perdere voti... per cui speriamo che Alfano trovi un accordo con renzi ! andrebbe tutto a vantaggio del CDX.

patriziabellini

Lun, 14/08/2017 - 20:31

Allearsi con uno come Alfano, che solo a guardarlo, senza sapere, fa venire in mente il nome "Giuda"?

StevenSteven

Lun, 14/08/2017 - 20:34

No signor Direttore, quelle che lei descrive sono vecchie pratiche che gli italiani non gradiscono più.

mariod6

Lun, 14/08/2017 - 20:47

Il male minore sarà sempre quello dove non compare Alfano. Un traditore vigliacco e sfrontato come questo losco figuro siculo che usa i migranti per ingrassare la famiglia ed il suo partito di morti di fame traditori va lasciato lontano dal Centro Destra. Un qualsiasi coinvolgimento di questa zecca inqualificabile farebbe crollare i voti in favore del M5S.

rigadritto

Lun, 14/08/2017 - 21:23

... e il giornalismo è l'arte di arrampicarsi sugli specchi dopo girvaolta con salto mortale carpiato

elpaso21

Lun, 14/08/2017 - 21:34

Non si è MAI vista una figura politica così completamente insignificante come Berlusconi.

elpaso21

Lun, 14/08/2017 - 21:35

MAI PIU' Forza Italia.

StevenSteven

Lun, 14/08/2017 - 21:50

Concordo con luigi1947: abbandonare Alfano costringendolo ad allearsi con Renzi provocherà un danno elettorale non indifferente al centro sinistra.

Ritratto di gal.pal62

gal.pal62

Mar, 15/08/2017 - 21:06

Beh, che dire, più che arte o inciucio lo definirei rigido pragmatismo. Basta non votarlo ALFANO e il suo movimento/lista civica. per vincere in Sicilia, dove non c'è ballottagio, occorre un voto in più dell'avversario,e per vincere occorre un fronte comune di centro destra con tutti coloro che non vogliono le sinistre al potere. Poi penseremo all'Italia, in base alla legge elettorale che uscirà dal parlamento, se mai riusciranno a legiferare in tema elettorale. Lasciate che siano gli elettori a ghigliottinare ALFANOe i traditori. E qui pochi voti che portà portare alla coalizione, se serviranno a vincere, schifo non faranno. Lui sì, come tutti i Giuda. Politicamente FINITO.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 15/08/2017 - 21:08

(3) Scegliere il male minore è l’ultima possibilità di chi non ha altra scelta. Ma il primo imperdonabile errore è quello di creare, favorire, consentire, permettere che si creino le condizioni per arrivare ad una situazione critica (o non far nulla per evitarlo) in cui l’unica scelta possibile è quella fra due mali. Questa non è politica, è idiozia. Il tardivo ripensamento ed il senno di poi non sminuiscono la colpa e la responsabilità degli errori del passato, così come il pentimento non assolve Giuda e non cancella il tradimento. Ma noi siamo il paese da farsa in cui tutti rompono, ma nessuno paga. Troviamo sempre il modo di stendere un velo pietoso sul passato e giustificare anche i peggiori scandali, truffe e ruberie. Chi è disposto a perdonare facilmente anche i peggiori crimini, solitamente ha degli scheletri nell’armadio ed auspica il perdono pensando che prima o poi potrebbe beneficiarne.

Ritratto di gal.pal62

gal.pal62

Mar, 15/08/2017 - 21:10

Beh, che dire, più che arte o inciucio lo definirei "rigido pragmatismo". Basta non votarlo ALFANO e il suo movimento/lista civica. per vincere in Sicilia, dove non c'è ballottaggio, occorre un voto in più dell'avversario, e per vincere occorre un fronte comune di centro destra con tutti coloro che non vogliono le sinistre al potere. Poi penseremo all'Italia, in base alla legge elettorale che uscirà dal parlamento, se mai riusciranno a legiferare in tema elettorale. Lasciate che siano gli elettori a ghigliottinare ALFANO e i traditori. E qui pochi voti che potrà portare alla coalizione, se serviranno a vincere, schifo non faranno. Lui sì, come tutti i Giuda. Politicamente FINITO.

Giovanmario

Mer, 16/08/2017 - 11:00

cioè sta dicendo.. che la politica italiana è comunque un male.. chissà come ha fatto ad arrivare ad una simile conclusione!