La politica ricorda Marco Pannella

Capèo del governo, ministri, presidenti delle Camere, leader di partito, esponenti della politica e del mondo della Chiesa: il cordoglio per la morte del leader radicale è a 360 gradi

Tutto il mondo politico si unisce nel cordoglio per la morte di Marco Pannella, storico leader radicale scomparso all'età di 86 anni. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi tributa a nome suo e del governo "un grande omaggio alla storia di questo combattente e leone della libertà. Un grande leader italiano che ha segnato la storia di questo Paese con le sue battaglia, spesso controverse, ma coraggiose e a viso aperto".

"Marco Pannella - scrive su facebook il presidente del Senato Pietro Grasso - ha affrontato la malattia con la stessa fierezza con la quale, per decenni, si è battuto per le cause in cui credeva. Dobbiamo moltissimo a quest'uomo forte e appassionato che, come accade raramente, è stato sempre stimato anche dai suoi avversari. Con lui se ne va un protagonista assoluto della storia repubblicana e delle battaglie per i diritti civili. Addio Marco".

Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni affida il suo ricordo su Twitter: "Ricordo Marco # Pannella, protagonista della storia repubblicana e straordinario maestro di politica".

"La notizia della scomparsa di Marco Pannella mi addolora profondamente - dichiara Roberto Calderoli della Lega - perché per me viene a mancare una figura importante sia per l'amicizia che ci legava che per quel che trasmetteva sul piano della sua personalità politica. Ricorderò sempre Pannella e lo citerò sempre come esempio per la sua passione, per il suo impegno e per la competenza che proferiva in tutte le sue battaglie. Resta solo il rammarico che in tutti questi anni, nonostante si siano
susseguiti diversi presidenti della Repubblica, nessuno di loro si sia sentito in dovere di nominarlo senatore a vita, quando invece Marco ne aveva tutte le caratteristiche e i meriti: invece al suo posto sono state nominate persone che addirittura in Senato non si fanno mai vedere. Non averlo nominato senatore a vita è stata un'ingiustizia palese e adesso è troppo tardi per riparare".

"Figura storica, uomo visionario, protagonista indomito di tante battaglie civili nel nostro Paese - scrive Renato Brunetta su Twitter -. Italia ha perso un grande".

"Profondo dispiacere e cordoglio per la scomparsa di Marco Pannella - scrive in una nota il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni -. È stato un grande uomo, di cui spesso non ho condivisoidee e battaglie, ma che ho sempre stimato per tenacia e coerenza. L’Italia perde una voce libera di cui sentirà la mancanza".

"Una grave perdita per il nostro Paese - dichiara la senatrice del Pd, Monica Cirinnà -. Protagonista di tutte le battaglie civili in Italia, simbolo del pacifismo e delle Satyagrha, ha dato alla politica la sua passione e la sua intelligenza, regalando, con il
suo impegno, agli italiani diritti e libertà. Accolgo con dolore la sua morte, ma senza rassegnazione. La storia dei diritti nel nostro Paese continuerà anche sulla strada che lui ha tracciato per tutta la sua vita".

"Caro Marco - scrive su twitter Roberto Giachetti - vorrei solo dirti, di questa solitudine che mi lasci avvolta nel dolore. E dirti che quella nostra rosa per me ci sarà ancora".

"La Comunità ebraica di Roma - si legge in una nota - partecipa al doloreper la perdita di Marco Pannella, piange un vero amico, combattente controogni forma di razzismo e discriminazione, fiero sostenitore dei diritticivili ed umani. Il suo esempio sia di insegnamento per le nuove generazioni e per chiesercita ed eserciterà l’arte della politica, al servizio dei cittadini edelle nobili cause. Grazie Marco, baruch dayan aemet, il tuo ricordo sia di benedizione".

"Dobbiamo essere grati a Marco Pannella - scrive su Twitter Nichi Vendola - per il suo coraggio civile dimostrato in mille battaglie per i diritti di libertà di tutti noi".

"Le parole servono a poco in questo momento - dice Pier Ferdinando Casini, presidente della Commissione Affari esteri del Senato - in particolare per descrivere un uomo veramente particolare come Marco. Solo pochi giorni fa lo avevo visto chiaramente minato nel fisico, ma ancora straordinariamente istrione, capace delle provocazioni più intelligenti. Come e forse più di tanti esponenti istituzionali, Pannella ha veramente segnato la lunga stagione della politica italiana".

"Sono molto dispiaciuto per la scomparsa di Pannella - si legge in un messaggio di Massimo D'Alema - che è stato un grande protagonista della vita politica italiana e di tante battaglie laiche e libertarie. Non sempre siamo stati d’accordo e più di una volta - aggiunge l’ex premier - siamo stati a discutere con franchezza e anche con durezza. In questi lunghi anni, però non si è mai spezzato il filo di un dialogo e di un confronto basati sulla stima e sul rispetto. Mi sento vicino - conclude D’Alema - ai suoi amici e compagni, e a tutte le persone che hanno apprezzato le sue battaglie".

"La vita di Pannella - ricorda Gianfranco Fini - dimostra che la fede nelle proprie idee, e la tenacia nel sostenerle, restano nella memoria di un popolo assai più dei titoli onorifici e degli incarichi ricoperti. Personalmente gli sono grato per essere stato negli anni ’80, i cosiddetti anni di piombo, l’unico politico a dire che Almirante e i missini erano solo avversari e non nemici. Diede a tutti una lezione di democrazia che i giovani di destra di allora non hanno più dimenticato".

"Onore a un combattente, Marco Pannella - dichiara il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini -. Alcune sue battaglie non le ho condivise, altre sì, ma almeno lui ci ha sempre messo la faccia. Una preghiera".

"Marco Pannella è una persona con cui ci siamo trovati spesso in passato su posizioni discordanti, ma di cui non si pteva non apprezzare l’impegno totale e disinteressato per nobili cause". Lo ha detto il portavoce delal Santa Sede, padre Federico Lombardi. In particolare il portavoce vaticano ha citato la consonanza tra il Papa e Pannella sulla causa cui il leader radicale "si è molto dedicato negli anni recenti, in favore dei carcerati".

"Mancherà a tutti, penso persino ai suoi avversari, Marco Pannella, molto amato ma poco riconosciuto nei suoi meriti in questo paese che tanto gli deve". Lo ha detto Emma Bonino intervendo a Radio Radicale. "Credo che ora molti dovrebbero riflettere, ora che non è più in vita, sui suoi meriti e la sua presenza nella storia di questo Paese". "Non ha mai avuto in vita - dice l’ex ministro degli Esteri - i riconoscimenti adeguati. Forse nessuno glieli hai mai attribuiti. Questo paese - prosegue Bonino - molto lo ha amato ma poco ha riconosciuto i suoi meriti. Marco non era un mediocre, era un grande, un grande nelle sue intuizioni e anche nelle debolezze. Ci mancherà. Mancherà a questo paese più che a noi Radicali che lo abbiamo imparato, digerito, fatto nostro... il senso delle istituzioni, delle regole, dello stato di diritto che ovviamente serve ai più deboli, ai più fragili perché i potenti lo ritengono molto spesso un intralcio" continua. "Molti diranno di lui che aveva senso dello spettacolo, dello sberleffo, del pretesto ma non era così - osserva - era molto più profondo: questo suo modo di usare il corpo, per esempio, nella prassi della non violenza". Quindi, conclude: "Per il momento dico questo, avremo veramente tempo... Per il momento la mancanza, il dolore ma la consapevolezza grave che mancherà veramente a tutti".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 19/05/2016 - 16:45

Non immaginavo che il "coccodrillo" sarebbe, un giorno, assurto ai fasti delle competizioni olimpiche.

venco

Gio, 19/05/2016 - 17:11

No, a me non manca.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Gio, 19/05/2016 - 17:48

Danilo Quinto: "Devo aggiungere due cose. Una riguarda coloro che da cattolici, affermano che Pannella ha anche intrapreso battaglie giuste: il carcere, la fame nel mondo, ecc. Il pressapochismo di costoro – che non si accorgono quanto siano state strumentali queste battaglie all’intento di fondo dell’ideologia pannelliana - è rivoltante (con tutti i suoi sinonimi: disgustoso, repellente, ripugnante, nauseante) al pari di come è rivoltante il silenzio delle conventicole, delle sette, dei movimenti, dei Partiti della Famiglia e degli organizzatori delle adunate del Circo Massimo nei confronti di gesti così clamorosi del Vicario di Cristo che si rivolgono ad un uomo che rivendica - oggi - tutte le sue battaglie e le sue idee, che hanno avuto ed hanno come obiettivo principale la scristianizzazione della società italiana e lo sbriciolamento di ogni distinzione tra il Bene e il Male". Pannella non faceva "sue battaglie" era strumento della Massoneria.

conviene

Gio, 19/05/2016 - 18:03

@venco. Lei non è in umano. se fosse per Lei un avversario politico la pietas dovrebbe prevalere su tutto. Lei è fatto di ODIO DI ODIO E ANCORA E SOLO ODIO

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Gio, 19/05/2016 - 18:28

Per il Presidente del Senato Panella è stato protagonista di "battaglie per i diritti civili" quindi significa che in questa DEMOCRATICISSIMA italia, nonostante la più bella COSTITUZIONE del mondo, questi diritti non sono ancora riconosciuti............Sarebbe opportuno che la seconda carica dello STATO (invece di fare politica pro PD per ottenere prebende) iniziasse a un percorso di iniziative affinchè questa ingiustizia possa cessare. A me panella non mancherà affatto!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 19/05/2016 - 18:30

A me non manca proprio, anzi accendere la tv e non sentirlo sproloquiare e' bella cosa. Tra un po lo raggiungera' anche la sua compare abortista con pompa.

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Gio, 19/05/2016 - 19:02

Ciao Marco. Vogli dirti solo che a me non mancherai e che sei stato uno dei responsabili del declino dell'Italia. Caro Marco, non posso, solo perché sei morto, mostrarti compassione: ti ho sempre odiato e continuerò a farlo senza impedimenti. Non posso neanche dire che mi dispiace umanamente perché ritengo il lato umano solo un calderone grottesco e comico di miserie. Sei morto come tutti moriranno: ti saluto come un uomo saluta un suo nemico...anzi, definire te un nemico è darti troppa importanza: va in pace nell'oblio, ora puoi dedicarti alle tue battaglie senza arrabbiarti. Ciao Marco.

MARCO 34

Gio, 19/05/2016 - 19:04

Non ho mai condiviso nulla della politica di Pannella, comunque è morto un uomo e quindi mi dispiace. Quello che trovo disgustoso è che dopo morti tutti sono considerati buoni.

venco

Gio, 19/05/2016 - 19:40

Pannella? un grande campione, campione di immoralità, e un grande anticrisiano e anticlericale.

Holmert

Gio, 19/05/2016 - 20:12

A me non mancherà di certo.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Gio, 19/05/2016 - 22:06

si vede anche qui, che la mancanza di dignità è un aggettivo e/o sinonimo che pochi lo conoscono...! ON.Pannella R.I.P

Totonno58

Gio, 19/05/2016 - 22:31

Si può discutere di tutto, condividere o meno certe sue battaglie...ma sempre dodo averlo ringraziato.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 20/05/2016 - 01:20

“Quanto ai radicali, Pannella e Bonino, non li considero personalmente una forza politica, ma un elemento culturale di profonda corruzione civile e umana, avanguardia di un individualismo estremo e anomico. In parole semplici, ripugnanti”. (Costanzo Preve, ultimo filosofo marxista)

rossini

Ven, 20/05/2016 - 08:02

Quanta ipocrisia. Io credo che Pannella, che è vissuto alle spalle degli elettori per un'intera vita senza mai svolgere un vero lavoro, che è responsabile della strage di centinaia di migliaia di bambini non nati, che voleva la droga libera, non mancherà proprio a nessuno.

linoalo1

Ven, 20/05/2016 - 08:06

Che massa di Ipocriti!!!La verità è che non gliene frega a nessuno della morte di Pannella,perchè era considerato solo un Fastidio,più o meno come il fastidio di una zanzara!!!

Beaufou

Ven, 20/05/2016 - 08:12

Òrcocàn, AlleXpert, anche lei fa parte dell'Accademia della Crusca? Ahahah.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 20/05/2016 - 10:53

C'è una cosa che vorrei capire in questo florilegio: la mancanza di dignità è un aggettivo, un sinonimo o entrambi? (AlleXpert 22:06)