La polizia contro la figlia di Padoan: "Il ministro prenda le distanze da questa vergogna"

"E’ dannosissimo cavalcare l'emergenza immigrazione con il populismo di piazza. La figlia del ministro dovrebbe saperlo bene"

La presenza di Veronica Padoan in mezzo agli immigrati della Tendopoli di San Ferdinando fa discutere. Dopo le immagini da noi pubblicate, che ritraggono la figlia del Ministro dell’Economia al fianco degli extracomunitari in protesta, scoppia la polemica. “Sarebbe bello vedere una donna così vicina al mondo istituzionale e partitico fare un corteo pro forze dell'ordine. Soprattutto in una regione come la Calabria, dove lo Stato è in guerra contro l'anti stato.” Dichiara al Giornale.it Giuseppe Brugnano, segretario regionale del Coisp Calabria.

Mentre i carabinieri e la polizia sono impegnati quotidianamente a mantenere l’ordine e, soprattutto, la calma all’interno della grande tendopoli c’è chi fomenta l’odio organizzando manifestazioni di piazza. “E’ inaccettabile che i corrispondenti di Radio Onda Rossa, “fratelli” del collettivo “Campagna in lotta”, di cui fa parte proprio Veronica Padoan, apostrofino in diretta radiofonica gli agenti di polizia in servizio per mantenere l’ordine pubblico come “sbirri”. E’ dannosissimo cavalcare l'emergenza immigrazione con il populismo di piazza. La figlia del ministro dovrebbe saperlo bene. Ogni volta che gli agenti entrano in quel campo abusivo rischiano la vita. Le risse sono all’ordine del giorno. Come dimenticare i tragici fatti di qualche mese fa dove, un carabiniere, intervenuto per sedare una rissa fra immigrati, è stato ferito al viso e, per legittima difesa, ha sparato uccidendo un migrante. Dobbiamo evitare che si ripeta una tragedia del genere. Veronica Padoan si vergogni! Auspichiamo che il padre, il ministro Padoan, prenda ufficialmente le distanze da questo mondo in cui gravita la figlia.” Conclude Brugnano.

Gli oltre duemila immigrati che vivono nel ghetto di San Ferdinando chiedono documenti e, soprattutto, una nuova tendopoli. Già promessa mesi fa dalla regione Calabria, la quale ha stanziato 300 mila euro. Ma tutto è fermo.

Commenti
Ritratto di Lissa

Lissa

Mar, 07/02/2017 - 13:47

La cialtroncella fa la rivoluzionaria, a spese dei contribuenti italiani.

Giorgio Colomba

Mar, 07/02/2017 - 14:42

Il nemico è sempre in casa: Padoan ha sua figlia e noi abbiamo Padoan.

angelovf

Mar, 07/02/2017 - 17:39

Ma come sono affettuosi con gli stranieri, la poverina non conosce quale ospitalità le riserverebbero nei loro paesi, dovrebbe solo vergognarsi, del resto il padre ci fa anche lui penare, viene a raccontare ciò che in Europa non dicono, in Italia i ministri li scelgono col campanello, a parte il fatto che lui è il suo governo sono abusivi.

Ritratto di luigin54

luigin54

Mer, 08/02/2017 - 06:46

Se li porti tutti a casa sua visto quello che guadagna suo padre se lo può permettere e se poi la violentano magari è quello che sta cercando; xchè se si guarda allo specchio capisce che è la sua unica chance.

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 08/02/2017 - 07:08

Perché non fa casino per i terremotati e per le famiglie in difficoltà? La risposta me la do da solo: stare dalla parte degl'immigrati fa più figo, cioé, più di sinistra.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 08/02/2017 - 07:19

Capirai " Cozza " com'é solo li puo' sperare di trovar qualcuno . lol lol lol

tonipier

Mer, 08/02/2017 - 10:52

" MA QUALE DISTANZE" Questi sono i veri traditori di "CASA" nostra.