Una poltrona è per sempre. La bella vita dei ripescati

Politici e tecnici rimasti senza un incarico sono stati subito risistemati: per loro un posto (buono) c'è sempre

Il lavoro in Italia? C'è, c'è, eccome se c'è. E pure bei posti. L'ex ministro berlusconiano Franco Frattini , dopo la rottura con il Pdl e il flirt con Monti (e poi Letta) ha sfiorato una super poltrona alla Nato, ma sfumata quella non è rimasto in piedi. Provetto sciatore, Frattini nel 2014 è stato prontamente nominato presidente dell'Alta corte di giustizia sportiva del Coni. Dove troviamo, anche lui fresco di nomina, un altro ex politico subito ricollocato, Sergio D'Antoni . L'ex deputato Pd, ex segretario Cisl, ex consigliere regionale ed ex sottosegretario del governo Prodi, in quanto amante dello sport e siciliano a giugno è stato fatto presidente del Coni Sicilia. Fosse mai che restava disoccupato. Anche Elsa Fornero , dopo due anni complicati da ministro del Lavoro nel governo Monti, ha fatto appena in tempo a riaprire il suo ufficio all'Università di Torino che subito le è arrivata un'offerta che non ha potuto rifiutare. Dopo aver dovuto rinunciato, da neo ministro, ai consigli di Intesa San Paolo e Buzzi Unicem perché incompatibili con ruoli di governo, la Fornero non ha fatto fatica a ricollocarsi come ex ministro: ee eccola da aprile consigliere del Cda di Centrale del Latte di Torino, società quotata in Borsa, in carica per tre anni.

Una rapidità di re-inserimento, ad altissimi livelli, che contraddistingue altri ex ministri del governo dei professori. Anche Vittorio Grilli , ex ministro dell'Economia, si è guadagnato un contratto d'oro con la banca d'affari americana JPMorgan: presidente della divisione Corporate e Investment per l'area Europa, Africa e Medio Oriente. Le banche hanno fatto incetta di ex ministri montiani, anche dei meno economici. Lorenzo Ornaghi , non indimenticabile ministro dei Beni culturali sotto Monti, solo poche settimane dopo lo scioglimento del suo governo è stato eletto nel cda di Cariparma Crédit Agricole. Sempre in banca ha trovato posto anche l'ex ministro Piero Giarda , diventato presidente di Banca popolare di Milano a fine 2013. Giusto qualche giorno prima che il suo ex collega, il ministro uscente Francesco Profumo fosse designato alla presidenza della società energetica Iren. Ancor più fesco è invece il collocamento di Enrico Giovannini , anche lui ex ministro e anche ex presidente dell'Istat. In attesa di meglio, che certamente verrà, per sistemare Giovannini si è mosso direttamente l'Onu. Il segretario generale Ban Ki-moon lo ha nominato co-presidente del gruppo di esperti sull'agenda dello sviluppo post 2015 delle Nazioni Unite. Dove l'ex premier Romano Prodi presiede, dal 2008, il Gruppo di lavoro ONU-Unione Africana sulle missioni di peacekeeping in Africa. Ma sebbene impegnatissimo in giro per il pianeta l'ex leader ha accettato l'ennesima offerta, e a febbraio scorso è diventato presidente dell'International advisory board di Unicredit.

Altri aspettano fiduciosi (a partire da Walter Veltroni, candidato a tutto). Come Massimo Bray , ministro dei Beni culturali in quota dalemiana nel governo Letta, in pole position per la presidenza della Treccani, posto lasciato libero da un altro ex (primo) ministro, Giuliano Amato , nel frattempo nominato giudice della Corte costituzionale. Ci vuole un po' di pazienza, poi la nomina arriva, la politica lascia raramente a piedi. Luigi Nicolais , ministro del governo Prodi e poi deputato Pd, nel 2012 è diventato presidente del Cnr, il Consiglio nazionale delle ricerche, e lo è tuttora.

Di alcuni «disoccupati» da impiegare si è ricordato il governo nell'ultima tornata di nomine pubbliche. Lo storico portavoce di Pierferdinando Casini, Roberto Rao , candidato Udc rimasto fuori dal Parlamento, è stato nominato nel cda di Poste italiane, mentre l'ex sottosegretario agli Esteri Marta Dassù è finita in Finmeccanica.

È stato invece Rosario Crocetta a ricollocare l'ex pm Antonio Ingroia , come commissario di Sicilia e-Servizi, società della Regione Sicilia. Risistemati anche gli ex finiani, che scomparsa Fli e svanito Fini, sono stati assunti in massa come giornalisti (?) al Secolo d'Italia , oppure, come l'ex deputata e pasdaran antiberlusconiana Flavia Perina , hanno fatto proprio carriera: condirettore dell'agenzia AdnKronos.

Dopo varie peregrinazioni e tormenti politici - prima l'Udc, poi l'Italia di mezzo, poi il Pd, poi via dal Pd - Marco Follini , non più onorevole nè senatore nè leader di partito, ha trovato la sua nuova strada. Si occupa di televisioni, come presidente dell'Associazione Produttori Televisivi, nominato tre mesi fa. Culturale l'occupazione di altri ex, a partire dall'ex presidente del Senato Franco Marini , che come ricompensa dopo il vile siluramento nella votazione per la presidenza della Repubblica è stato nominato presidente del «Comitato storico scientifico per gli anniversari di interesse nazionale». Un incarico senza compenso, come pure quello di Livia Turco , esclusa eccellente alle ultime elezioni, subito diventata presidente dell'«Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti», da lei creato quando era ministro della Salute. Invece il compenso ce l'ha, anche se inizialmente sembrava di no, l'ex ministra Giovanna Melandri , come presidente del Maxxi di Roma. Tutti cervelli che non fuggono mai.

Commenti

Tarantasio.1111

Dom, 31/08/2014 - 12:54

Lombrichi parassiti. Per loro ci vorrebbe davvero Stalin.

luna serra

Dom, 31/08/2014 - 12:59

dove la novità è stato sempre cosi e sarà SEMPRE cosi siamo ITALIANI guardate che sistemano anche Mariti,Figli,Fratelli,sorelle, nipoti ecc.ecc. se non sei del giro non fai neanche il LAVAPIATTI

marcomasiero

Dom, 31/08/2014 - 13:06

con simili parassiti dove vogliamo arrivare ? è chiaro che la feccia fa politica ... non solo in Italia beninteso ! basta guardare l' abbronzato USA per accorgersene.

Ritratto di Comparucci....

Comparucci....

Dom, 31/08/2014 - 13:15

LA CASTA E' PER SEMPRE

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 31/08/2014 - 13:22

ho inavvertitamente sputato sullo schermo, non ho fatto in tempo a trattenermi!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 31/08/2014 - 13:46

@Tarantasio.1111 (12:54) basterebbe grillo

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 31/08/2014 - 13:54

NON MERAVIGLIAMOCI:OGNI POPOLO HA I CAPI CHE MERITA. SINISTRA M5STALLE FI TUTTI DACCORDO QUANDO DEVONO FREGARCI.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 31/08/2014 - 13:58

SEGUE: QUANDO C'ERA ANCORA TONINO (IL CONTADINO EXMAGISTRATO) NON PIU' DI 3 (TRE) NNI FA ALLE 23.00 QUANDO LA STAMPA DORMIVA (?) APPROVARONO - TUTTI - IL DECRETO PER RIFINANZIARE I PARTITI, DUNQUE:TUTTI UGUALI.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 31/08/2014 - 14:00

poverini volete che dopo essere stati trombati per manifesta incapacità non rientrino per continuare a danneggiare noi ITALIANI fessi e coglioni che non siamo capaci di mandarli affanculo per sempre queste sanguisughe che non contenti dei diritti acquisiti rubando e senza versare un € devono continuare a succhiare il sangue al POPOLO SOVRANO ma andate a morì ammazzati

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Dom, 31/08/2014 - 14:41

parassiti ? quelli guadagnano un mucchio di soldi, altro che parassiti !!! I parassiti siamo noi, che accettiamo tutto questo!!

m.nanni

Dom, 31/08/2014 - 14:45

lascio perdere i bolscevichi, ma Frattini no! che disgusto, che disgusto, che disgusto. ci raccontava un sacco di balle sulle primavere arabe, non tenendo conto neppure della nostra indignazione e contrarietà ad ogno forma d'intervento contro la Libia. cascame di braccia!!

magnum357

Dom, 31/08/2014 - 15:05

Un calcio nel sedere a tutti quanti e fora de' ball !!

NON RASSEGNATO

Dom, 31/08/2014 - 15:09

Questo è il motivo per cui le municipalizzate in passivo sono ancora in piedi. Servono a parcheggiare trombati meno eccellenti e relativi familiari e amici.

kug

Dom, 31/08/2014 - 15:10

L'Italia non è un paese per giovani. La dimostrazione che un'oligarchia di vetusti ottuagenario che occupano posti della nomenclatura nostrana. Poi si chiedono perché i migliori giovani emigrano. Fino a quando non ci sarà un ricambio generazionale basato sul merito ma sulla raccomandazione, il nepotismo.la decadenza sarà inarrestabile. Il 20% della popolazione italiana ha più di 60 anni. Il calo demografico ci porterà alla estinzione entro 100 anni

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Dom, 31/08/2014 - 15:14

...questa è solo la punta di un iceberg...la realtà è molto più inquietante...Speriamo finisca presto e per questo tifiamo per Renzi che insieme all'amico Silvio cambierà questo martoriato Paese; cambiamento che passo dopo passo avverrà in modo Rivoluzionario:si ingrosserà fino a formare un'onda travolgente che spazzerà via democraticamente questi "Poteri Forti", responsabili dell'immobilismo eterno, preoccupati solo a che tutto resti come è, finalizzato a salvare se stessi e mettendo cosìin ginocchio l'intera Italia. Tutto questo l'hanno capito sia Renzi che Berlusconi e lo capiranno e se ne accorgeranno quanto prima anche gli Italiani, ridotti quasi alla fame da un'Europa stupida, ingiusta ed antitaliana. Cordialmente

giolio

Dom, 31/08/2014 - 15:15

forse anche loro anno fatto dei favori a suo tempo, e adesso sono stati ricambiati .Ovvio o no .???????

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Dom, 31/08/2014 - 15:26

«Comitato storico scientifico per gli anniversari di interesse nazionale» per Marini (ex sindacalista che ha fatto gli interessi dei partiti e come tutti o quasi i sindacalisti ha fatto carriera. e meno male che non è diventato P.d.R.), Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti per Livia Turco (quella che parlava solo degli immigrati e se ne sbatteva degli italiani). non hanno il minimo senso di vergogna, di pudore ! che sigle sono andati a inventare per favorire i trombati!

ENRICO1956

Dom, 31/08/2014 - 15:27

questo è come si muove la sinistra con i suoi servi: sempre uno stipendio assicurato!!

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Dom, 31/08/2014 - 15:30

Non esistono aggettivi per qualificarvi uno soltanto , poveracci , in confronto a voi gli sfruttatori sono delle persone per bene , andate a lavorare come fanno tutti gli altri e non approfittate di quello che qualche demente vi ha fatto diventare , votandovi o mettendovi in posti senza averne nessun diritto o chissà per quale motivo , siete marci e l'unico posto che meritate e la spazzatura.

clamajo

Dom, 31/08/2014 - 15:46

Certo sono disgustosi, sempre pronti a riempirsi la bocca con la parola "democrazia"...ma non dimentichiamo però che viviamo sotto una dittatura mascherata...

Alessio2012

Dom, 31/08/2014 - 16:07

Sarà così anche per i 5 stalle, fidatevi.

uggla2011

Dom, 31/08/2014 - 16:26

Questi sono gli unici nuovi "posti" di lavoro creati.Allora la disoccupazione sta scendendo?E' la preannunciata ripresa,la crescita,la luce in fondo al tunnel.....Forse l'unico tunnel é una nostra delicata parte anatomica ampiamente "esplorata" e martoriata in questi anni da questa banda di scrocconi,infami e miserabili.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 31/08/2014 - 16:28

riprovo. Questa è la POLITICA. Un sistema costosissimo per gli Italiani, ma estremamente efficiente nell'assicurare alla classe politica un roseo futuro, ricco di soddisfazioni e quattrini. Un sistema di potere che ha messo in ginocchio il Paese, ma ha arricchito la politica. Molti nomi mancano nel godibile articolo, ma uno l'ho sempre nella mia memoria, quello di tal Melandri, che aveva annunziato che dall'incarico ricevuto avrebbe tratto solo un modesto rimborso spese. Una balla per il popolo bue, quello che paga e tace. Fino a quando?

eloi

Dom, 31/08/2014 - 16:46

Quanti Presidenti. Quanti consiglieri di amministrazione abbiamo in Italia. alcuni consorzi di bonifica hanno una nutrita squadra tra presidente, vice, segretario e consiglieri dieci volte tanto gli addetti alla manutenzione del territirio. Alla faccia dei disoccupati incassano da diverse amministrazionbi. lo confermano le varie esondazioni. Molti ospedali dispongono in organico più medici che posti letto ed infermieri.

terzino

Dom, 31/08/2014 - 16:48

Poi ci meravigliamo se il deficit aumenta nonostante le tasse più alte del mondo. Tutti "tengono famiglia" e tante bocche da sfamare, tanto a pagare sono sempre i soliti noti. Gente che ha incassato per anni interi con la politica e che giunta anche a veneranda età non smette mai.Ma un pizzico di vergogna non l'hanno o a loro è tutto dovuto?

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Dom, 31/08/2014 - 19:12

A spaccare le pietre ai bordi della strade in tuta gialla-oro no?

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 31/08/2014 - 21:12

non basta il furto del vitalizio, devono anche rubare il posto a delle persone competenti e che nella piu' probabile delle ipotesi si sono fatte il culo per acquisire professionalita'. qui si che ci vorrebbe un bella legge ammazzaparassita, senza parassiti a tutti i livelli allora si che l'italia ripartirebbe!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 01/09/2014 - 00:12

La domanda è impellente: MA CHI SISTEMA QUESTA GENTE?

mbotawy'

Lun, 01/09/2014 - 01:00

Guardate queste facce,pensate al loro inutile e ben pagato passato, ora perche'riprendere e pagare questa "banda taffari"? Ci sara' un vantaggio per qualcuno, non certo per l'Italiano che paga!Vergogna! Una vergogna di vita breve!

gustavodatri@vi...

Lun, 01/09/2014 - 06:59

E poi dicono che in italia aumenta la disoccupazione giovanile, per forza assumono sempre queste cloache di persone.

Duka

Lun, 01/09/2014 - 07:14

Speriamo almeno nella DECENZA ma ci credo molto poco.

Ritratto di marystip

marystip

Lun, 01/09/2014 - 08:30

Renzi che dice, che dice?