Poltrone, cariche e favori Ecco il lodo "salva Ncd"

Renzi non vuole sorprese sul voto per la legge di Stabilità. E pensa a un rimpasto per accontentare l'alleato a rischio esodo

Roma - Quel che resta del Nuovo centrodestra non è molto ma è indispensabile al governo di Matteo Renzi. È al Senato che il premier deve giocare la sua partita più delicata, pressato dalla necessità di vedere approvata in modo indolore la legge di Sabilità.

Gaetano Quagliarello e Carlo Giovanardi hanno sbattuto la porta seguendo l'esempio della apripista Nunzia Di Girolamo e nel prossimo futuro si profilano altre possibili fughe dal partito di Angelino Alfano. Fughe che potrebbero anche trovare il loro approdo in Forza Italia.

Fabrizio Cicchitto preme per la nascita di una formazione autonoma di centro, pronto al Partito della nazione vagheggiato dal premier. «È chiaro che Ncd a questo punto deve lavorare per aggregare tutto il centro che sostiene il governo ma che non ha nessuna intenzione di entrare nel Pd», dice Cicchitto. Fatta questa aggregazione, spiega, si vedrà se esistono le condizioni per «un'alleanza politica con Renzi».

Il premier dunque deve tamponare come può l'emorragia dei parlamentari dal gruppo perché ha un disperato bisogno dei loro voti per blindare la legge di Stabilità ed i provvedimenti connessi.

Ecco che nei corridoi di Palazzo Madama già impazzano i rumors su possibili assegnazioni di cariche e poltrone. Un partita di giro che potrebbe diventare più succulenta se, come si vocifera da tempo, tra un paio di settimane Renzi procedesse al rimpastino di governo con relativa distribuzione di sottosegretariati e forse anche di paio di poltrone da viceministro.

Certamente verrà confermato alla presidenza della commissione Lavoro del Senato Maurizio Sacconi, che nelle ultime settimane ha alzato spesso la voce contro il governo sulla questione delle unioni civili ma che sembra allo stesso tempo fermamente intenzionato a tenere calda la sua poltrona in Senato. Confermato anche Roberto Formigoni, alla presidenza della commissione Agricoltura. Pare proprio che salti invece la presidenza della commissione Giustizia, affidata, guarda caso, a Forza Italia. Renzi anche in questo caso vorrebbe premiare i sopravvissuti di Alfano liberandosi dell'azzurro Francesco Nitto Palma in modo da cedere il posto a Nico D'Ascola, alfaniano. Nel giro di poltrone sarebbero coinvolti anche altri due senatori Ncd. Ad Antonio Gentile, che è il coordinatore del partito in Calabria e guida un drappello di senatori a Palazzo Madama, andrebbe uno di quei già citati viceministeri. Infine ci sarebbe un ruolo pure per il lucano Guido Viceconte che verrebbe nominato segretario d'Aula. Insomma quel poco che resta dell'Ncd finirà per annacquarsi nel Pd. In vista delle elezioni amministrative è il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, a far notare che «Ncd in Lombardia governa con noi e a Roma con Renzi: questa dissociazione politica va risolta».

Certo a proposito di dissociazione politica non c'è dubbio che il campione sia proprio Angelino Alfano. Ieri nel premiare con la cittadinanza onoraria due donne immigrate si è arrampicato sugli specchi pur di non pronunciare «Forza Italia», usando giri di parole come «forza il nostro paese, forza il nostro tricolore, forza questa nazione». Tanto da far sorridere le due ministre presenti, Beatrice Lorenzin e Roberta Pinotti.

Commenti
Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 07/11/2015 - 12:40

Non voglio più sprecare parole su questo ministro ormai non ci sono più aggettivi per qualificarlo. RIMANGANO QUESTO AGGETTIVI GIA' DETTI: ALFANO E' INUTILE, DANNOSO,PERICOLOSO PER IL PAESE ITALIA LUI HA UN SOLO OBIETTIVO LA POLTRONA

lamwolf

Sab, 07/11/2015 - 16:25

Tanto lo sanno tutti che quella faccia di bronzo di Alfano e dei suoi seguaci mirano a poltrone, ministeri e privilegi. Vergognatevi di centro destra? Non usatelo il termine voi siete dei comunisti e basta.

Gianni000

Sab, 07/11/2015 - 16:32

Quando questi giochini li faceva il centrodestra partivano subito gli avvisi di garanzia, i media si scatenavano e come minimo si trattava di vergognoso voto di scambio, ora che lo fa un NON eletto della sinistra va tutto bene ?

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 07/11/2015 - 16:33

A bene, queste non sono compravendite, io do una poltrona a te se tu rimani con me. Inequivocabile la cosa.

Arq.fergio

Sab, 07/11/2015 - 16:39

INCAPACE, IGNORANTE, TRADITORE, INCOMPETENTE. Tempo delle prossime elezioni s finalmente ara la fine di un certo gianfranco.

Libero1

Sab, 07/11/2015 - 16:50

Visto che i pochi traditori rimasti nel partito "Non Conosciamo Dignita'" nessuno gli vuole tra i piedi, ora non gli rimane che fare il salto del rospo e passare nel partito dei pidioti dello spavaldo fonzy.

vince50_19

Sab, 07/11/2015 - 17:25

Queste le novità del rottamatore parolaio? Mamma mia! Roba che la Dc ha usato per decenni per stare in "sella", per tenersi stretto un alleato che ogni tanto "scalcia" e non ricorrere al solito giochino indecoroso, neppure questo nuovo, delle maggioranze variabili - con chi sta - a seconda delle leggi da approvare! Politica priva di decoro, dignità, prona - fra le tante - alle desiderata della Troika.

Paolino Pierino

Sab, 07/11/2015 - 17:38

Pur di rimanere incollati alla poltrona quest5a feccia composta da traditori del voto danno via anche il c...o alla Vendola Crocetta e tanti latri come loro. Sostituiscano nel loro lurido logo Destra mettano NCD Nuovo Casotto Deficienti

Paolino Pierino

Sab, 07/11/2015 - 17:39

Chiamano Alfano faccia di bronzo no è una grandissima faccia da culo

ilbarzo

Sab, 07/11/2015 - 17:43

Ma quale cantrodestra,Alfano e compagni sono dei miserabili comunisti,hanno fatto parte del pdl approfittando della popolarità del cavaliere al solo scopo di essere eletti, ed una volta raggiunto l'obbiettivo senza alcuna vergogna sono traghettati nel pd onde poter far parte del governo,naturalmente dietro compenso della poltrona.Alfano e la sua sporca ciurma sono dei vermi striscianti,parassiti della società che meritano di essere schiacciati.Morta la serpe sperto il veneno.

ilbarzo

Sab, 07/11/2015 - 17:45

Cosa saranno mai quelle pertuberanze che spuntano sulla testa pelata di Alfano?Mistero.....

unosolo

Sab, 07/11/2015 - 18:51

personaggi che saltano da un padrone ad un'altro , viscidi , servili , ma vogliono solo soldi in cambio di sparare cavolate nel parlamento , oratori falsi e ingannatori ma come dire " i soldi fanno camminare i cocomeri in salita " poi se ci mettiamo qualche poltrona , commissione , o se dice bene anche un ministero non riconoscono neanche la loro famiglia se ne hanno ovviamente.,.,.,

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 07/11/2015 - 19:29

Ma perchè, non facciamo questo lavativo di alfano, """GOVERNATORE DI LAMPEDUSA"""???

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 07/11/2015 - 20:09

Perché qualcuno pensa che NCD sia un partito ???? sbagliato !!!! è una coop rossa che cerca di attingere il massimo dei profitti per continuare a viere

Ritratto di arcatero

arcatero

Sab, 07/11/2015 - 21:03

Sempre peggio. Ma, posso fare una domanda? Che criterio ha usato Berlusconi per scegliersi i delfini? Alfano e Verdini, tanto per non fare nomi perché Berslusconi li ha scelti?