A Pontida parla Salvini Bossi resta in silenzio

È la prima volta dal 1990. Umberto Bossi non parlerà dal palco del raduno leghista di Pontida di domani

È la prima volta dal 1990. Umberto Bossi non parlerà dal palco del raduno leghista di Pontida di domani. Sarà invece affidato a Matteo Salvini l'unico intervento politico della giornata. A precedere il senatore della Lega Nord ci saranno i governatori di Veneto, Lombardia e Liguria. Ma i loro interventi saranno mirati sui referendum per l'autonomia di Veneto e Lombardia del 22 ottobre. Insomma a Pontida ci sarà una sorta di piccola rivoluzione. Il Senatùr dunque non sarà sul palco e resterà in silenzio ad ascoltare l'intervento di Salvini. Solo una volta è stata registrata l'assenza di Bossi: nel 2004. Ma in quell'occasione il raduno venne cancellato. Infatti l'ex leader leghista stava affrontando la malattia. E sulla scelta di un unico intervento politico è intervenuto lo stesso Salvini: "Penso che domani a nome della Lega parlerà il segretario federale, in un momento in cui la Lega è sotto attacco». Così Matteo Salvini ha risposto ai giornalisti che gli hanno chiesto se è vero che domani per la prima volta Umberto Bossi non interverrà dal palco di Pontida. «La Lega ha una sola voce. E poi parleranno i tre governatori sul tema dell’autonomia, che avrebbe dovuto essere il tema principale".

Commenti

INGVDI

Dom, 17/09/2017 - 08:17

Ci mancherebbe anche che parlasse il principale responsabile dei guai che la Lega sta oggi subendo.

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 17/09/2017 - 09:11

Mi sembra giusto che parli solo Salvini. Bossi ha già "dato" e i risultati non sono stati eclatanti.

Fjr

Dom, 17/09/2017 - 10:23

Bossi e family hanno fatto abbastanza,anche troppo ,meglio che si defilino e se la base non capisce non credo restino molte speranze per la sopravvivenza della Lega,allora meglio rifondarla

igiulp

Dom, 17/09/2017 - 10:28

Era ora.