Pontieri azzurri al lavoro per l'alleanza con la Lega: Berlusconi vedrà Salvini

I due leader potrebbero incontrarsi già domani al derby Inter-Milan e pianificare il summit. Toti tesse la tela: "Uniti si vince, come in Liguria"

Fiuggi (Fr) - Il derby Inter-Milan potrebbe essere l'occasione per riavviare in maniera concreta le trattative per unire il centrodestra in vista delle amministrative dell'anno prossimo. Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, e il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, secondo quanto si apprende, dovrebbero incontrarsi in tribuna a san Siro e fissare un appuntamento per il vertice nel quale definire le strategie. Riunione che molto probabilmente verrà fissata mercoledì prossimo.

I lavori preparatori sono stati affidati al governatore della Liguria e consigliere politico del Cav, Giovanni Toti, ieri a Fiuggi, per il convegno «L'Italia e l'Europa che vogliamo», organizzato dall'europarlamentare azzurro e vicepresidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani. Toti ieri sera si è infatti recato a Milano, ufficialmente per presenziare alle giornate liguri di Expo. A livello informale, invece, Toti si è dedicato all'apertura del cantiere del centrodestra incontrando il governatore leghista Roberto Maroni e la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. Lo stesso intervento di Toti ieri a Fiuggi è stato tutto improntato in questa direzione. «Se abbiamo vinto in Liguria, possiamo vincere dappertutto», ha esordito il governatore sottolineando che occorre «ritessere la tela che ha portato per tanto tempo il centrodestra al governo del Paese» anche per guadagnare slancio in vista degli appuntamenti elettorali del 2017 e del 2018. «Se “buchiamo” Milano, Torino e Napoli, tutto diventerebbe più difficile», mentre le esperienze di governo in Liguria, Lombardia e Veneto dimostrano che «c'è una coalizione con valori profondi e meccanismi di ricerca del consenso che può essere vincente, oltre a una esperienza di governo a cui possiamo rifarci. Nei capoluoghi e nei 1.309 Comuni dove si voterà «dobbiamo confrontarci e tenere insieme una coalizione di centrodestra che insieme è imbattibile», ha concluso Toti (che non ha chiuso la porta a Ncd) citando il motto del Cavaliere «Uniti si vince».

La ricostruzione del centrodestra è un'esperienza imprescindibile anche in virtù della chiusura ormai definitiva del tavolo delle riforme costituzionali. «L'incontro con il Pd è stato inutile perché non hanno intenzione di modificare il premio di maggioranza alla lista nella legge elettorale, per altro pericoloso perché in grado di far vincere movimenti eversivi come quello di Grillo», ha spiegato il capogruppo al Senato di Forza Italia, Paolo Romani, annunciando che il partito «si chiama definitivamente fuori» perché «è chiusa ogni ulteriore possibilità di contatto».

Antonio Tajani, organizzatore del convegno, ha ribadito che Forza Italia «deve essere protagonista nella costruzione di un centrodestra vincente nel quale i moderati si sentano a casa e che risolva le crisi, come quella dell'immigrazione, con azioni concrete come fece Berlusconi stringendo gli accordi con Libia e Tunisia». Tajani ha inoltre rimarcato che «il leader del centrodestra c'è già e si chiama Silvio Berlusconi e non dobbiamo cercarne altri ma, poiché non si può vincere da soli, bisogna trovare un accordo con la Lega». In questo modo è stato liquidato il tema della presunta subalternità di Forza Italia al Carroccio. «Non siamo sottoposti a nessuno, nemmeno in Europa», ha chiosato.

«Vogliamo costruire un'alternativa al governo Renzi che non fa gli interessi degli italiani», ha affermato Tajani ricordando una delle sue principali battaglie politiche: il pagamento dei debiti della pa. «Ci sono ancora 60-70 miliardi che il governo deve dare alle imprese: le conferenze stampa di Renzi non servono», ha concluso. La ricetta vincente del centrodestra resta immutata: «abbattere le tasse e la burocrazia». In questa direzione sono giunte al convegno numerose testimonianze da parte degli esponenti azzurri. Il presidente del comitato Schengen, Laura Ravetto, ha invece ha proposto la creazione di sezioni specializzate nei tribunali per velocizzare le pratiche relative alle richieste di asilo da parte dei rifugiati.

Commenti

Alessio2012

Sab, 12/09/2015 - 08:13

Intanto sentite cos'ha detto il pentito Ciaramitaro. C'é poco da stare allegri, se diranno che Silvio è un mafioso gli porteranno via TUTTO... altro che politica.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 12/09/2015 - 09:02

è una strategia vincente, anche perchè i cre.tini di sinistra come ANDREA SEGAIOLO, XGERICO, TOTONNO58, ATLANTICO, SNIPER, LUIGITIPISCIO, PONTALTI, ZUCCA100, GZORZI, TZIGHELTA, RICCHIOLINO, MARINO.SCIROCCO, ecc continuano a credere solo a quello che i "loro" pornogiornali scrivono! ed infatti ancora non hanno capito niente: il PD si è spaccato, renzi traballa, i numeri sull'economia sono falsi, la realtà è molto diversa da quella che raccontano sui giornali, e blablablabla.... però, guarda caso, i cre.tini non perdono occasione di insultare berlusconi e noi bananas!! ridicoli! patetici!! :-)

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 12/09/2015 - 09:03

Le idee di tutti sono ottime! Ma ricordatevi che in Europa entrano più 4000 migranti al giorno con numeri imprecisati di terroristi e delinquenti. Non cullatevi nei discorsi ! Ci pensa già il Papa e il nostro Pinocchio nazionale che si è votato alla fortuna. Meglio piuttosto far cadere questo governo che perdere solo tempo.

xgerico

Sab, 12/09/2015 - 09:21

I due leader potrebbero incontrarsi già domani al derby Inter-Milan e pianificare il summit.................Se il summit lo facessero ad un torneo di boccette, sarebbe più gratificante!

xgerico

Sab, 12/09/2015 - 09:22

AAA.I due leader potrebbero incontrarsi già domani al derby Inter-Milan e pianificare il summit............Già fa capire quanta "voglia" abbiano di incontrarsi!

Ritratto di MissPiggot..

MissPiggot..

Sab, 12/09/2015 - 09:34

ecco, bravi mancano solo alfgano mastella e casino e poi siamo al completo

alfonso cucitro

Sab, 12/09/2015 - 09:37

Uniti si vince,rafforzando le intese fra tutti gli appartenenti ed i simpatizzanti del centrodestra,ma non raccattando i disertori e traditori del NCD (nuovi comunisti democratici).Bisogna far leva sui valori umani e sociali e si verrà premiati.

vittoriomazzucato

Sab, 12/09/2015 - 09:39

Sono Luca. Del commento di "mortimermouse" parto dai dati sull'economia che Renzi sta sbandierando come una vittoria del suo Governo. Ci credo poco e poi, se non vado errato, sono incrementi su dati già di per sè rovinosi; infatti sono confrontati con i dati del 2014. Quindi......GRAZIE.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 12/09/2015 - 10:28

Occhio a non imbarcare qualche pendolare transfrontaliero della politica. Pena: replica dello show di Alfano e soci. Già, Alfano: l'ex delfino, in pectore, del Berlusca. Ricordate? Salvini sii prudente!

michetta

Sab, 12/09/2015 - 10:52

Come al solito! Si legge l'articolo e va tutto bene, fino a quando compare....."non e' escluso l'apparentamento con il Ncd"! NON VA BENE! HO DETTO E RIPETO: NON VA BENE AFFATTO! Con i traditori, non si divide nemmeno un pezzo di pane! I traditori, si fucilano! Ed anche nella schiena! Toti, e' una brava persona, ma non puo' sempre appecoronarsi al volere di chi vorrebbe riuniti al tavolo delle trattative, anche gli.......ennecciddini! Understand? Capito? Ripeto, anche le minacce non tanto velate: se ci saranno quelli la', il nostro voto ve lo scordate! E parlo per bocca dei tanti, divenuti salviniani, che ormai fanno la fila per venire a pietire una considerazione di perdono agli sbagli fatti dando il voto al forza italia, o m5s o pd..... GO SALVINI GO (without Alfano e soci)!