Il premier si auto-smentisce. Equitalia non chiuderà

Nel dl sugli enti locali la riscossione prorogata fino a fine 2016. Renzi aveva promesso che sarebbe sparita

Lo aveva detto due mesi fa. Usando espressioni inequivocabili. «Stiamo riorganizzando le Agenzie - pontificava il premier Renzi -: tutto il sistema del rapporto tra il cittadino e il pubblico amministratore. Al 2018 Equitalia non ci arriva». Spiegando poi che tutta l'organizzazione di questo sistema «prevederà un modello del tutto diverso, più a disposizione del cittadino e non vessatorio contro il cittadino. Nei prossimi mesi con i decreti attuativi della Pa ci saranno novità che aiuteranno i cittadini ad avere più fiducia nella pubblica amministrazione». E invece due mesi dopo la smentita arriva proprio da Palazzo Chigi. L'ultimo decreto legge sugli enti locali del 20 giugno scorso, infatti, contiene un articolo che di fatto proroga l'attività di riscossione di Equitalia e delle società «da essa partecipate» alla fine del 2016. Certo non si parla del 2018. Il senso, però, è che la strada per un divorzio dalla tanto discussa società di riscossione sarà più lunga di quanto previsto dal premier.

L'articolo 18 di questo decreto prevede infatti che per gli enti locali che nel frattempo non abbiano già portato a termine gare pubbliche per assegnare il sistema di riscossione dei tributi continuerà l'attività di Equitalia e delle sue partecipate. Si potrebbe dire, in questo senso, che è colpa dei Comuni e degli enti locali che non si sono organizzati per tempo. È vero, però, che la responsabilità è anche del governo che ha lasciato decadere la delega fiscale che prometteva un riordino radicale ed esaustivo del sistema tributario nel nostro Paese. D'altronde è dal 2012 (anno in cui doveva cessare definitivamente il lavoro di Equitalia) che si va avanti con proroghe, come quella appena diventata operativa grazie all'articolo 18 del decreto legge sugli enti locali. Ora il testo dovrà passare alle Camere per la conversione che dovrà avvenire entro sessanta giorni, passati i quali, si finirebbe nel caos più assoluto.

Una situazione di precarietà insostenibile. E soprattutto una mistificazione politica che deve essere smascherata. Questa almeno è l'opinione del gruppo parlamentare di Alternativa libera (nato per volontà degli ex Cinque Stelle usciti dal Movimento di Grillo). Marco Baldassarre, Massimo Artini e altri tre colleghi del gruppo parlamentare hanno già prontamente presentato alla Commissione Bilancio della Camera un emendamento per cancellare proprio l'articolo 18. Atto che renderebbe urgente una discussione ad ampio raggio sulla riorganizzazione del sistema fiscale.

Probabile che almeno in questo caso i «fuoriusciti» ricevano l'aiuto dei grillini doc. Alessandro Di Battista non fa che ripetere da mesi che Equitalia va abolita. Mentre lo stesso Luigi Di Maio proprio al Giornale aveva confessato di desiderare come regalo di compleanno (celebrato ieri) la «fine di Equitalia». Purtroppo Renzi non l'ha festeggiato come sperava.

Commenti
Ritratto di pigielle

pigielle

Gio, 07/07/2016 - 08:44

Ma per quanto tempo ancora ci facciamo prendere per i fondelli ....???? ...BASTAaaa...Mandiamolo a casa questo venditore di fumo, lui e i degni compari, soci e traditori (leggi ALF_ANO & C. ).

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 07/07/2016 - 08:44

Ormai non stupisce nemmeno più. Forse potrebbe se un giorno smentisse di essere Renzi! "o bischeri, non ho mica mai detto di esser io"

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 07/07/2016 - 08:45

Supponiamo che dal 2017 Iniquitalia venga abolita: che ne sara' di tutti i cravattari li impiegati? Tutti a spalare strade e boschi?

orso bruno

Gio, 07/07/2016 - 08:48

Le solite pagliacciate....

giovauriem

Gio, 07/07/2016 - 09:00

ma scusate , ne fate una questione di forma ? se chiudono equitalia , con le stesse strutture e gli stessi uomini cambieranno il logo da equitalia a equipatria ,mi spiegate cosa cambia .

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 07/07/2016 - 09:11

buffonate tipiche di chi era e rimane un buffoncello !

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 07/07/2016 - 09:16

Ha,ha,ha,ha,ha..le Cazzarò!

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Gio, 07/07/2016 - 09:19

Ma dai al Pinocchio basta andare in TV e dire: Non sono d'accordo con quello che Vi ho appena detto....più pagliaccio di così....

Ritratto di hermes29

hermes29

Gio, 07/07/2016 - 12:01

Pressione psicologica pronta per l'uso ed abuso, basta avere le persone giuste in DIRIGENZA; ora si sono allineate, dopo i proclami di rottamazione? "buon intenditor poche parole"

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 07/07/2016 - 12:13

Basta cambiargli neme e il gioco è fatto.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 07/07/2016 - 12:19

Ma dov'è la notiza? frottolo si autosmentisce sempre, ogni volta che apre la bocca spara la ca22ata di turno e quindi...

Fjr

Gio, 07/07/2016 - 12:30

È capace solo di raccontar balle ,

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 07/07/2016 - 12:34

Renzi si auto-smentisce ... ... ... e dov'è la novità?

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 07/07/2016 - 13:08

Non e' difficile pero' capire il cacciaballe, la cosa che si fara' e' l'esatto opposto di quello che dice, via le auto blu? Sono tutte li. Il job act per creare lavoro? Non ha creato un posto. Cala le tasse? Aumentano.L'italia rispettata all'estero? Ci ridono dietro. La spartizione delle risorse? Ce le teniamo quasi tutte. Via equitalia? Reata. Semplice no?

schiacciarayban

Gio, 07/07/2016 - 13:44

Renzi che si auto-smentisce non è più classificabile come notizia. La notizia sarebbe se mantenesse la parola.

mariolino50

Gio, 07/07/2016 - 15:21

Vorrei capire cosa cambia se le tasse le riscuote equitalia, oppure l'agenzia delle entrate direttamente, la cosa meno costosa, o le banche come prima e anche ora, se non paghi qualcuno viene a cercarti, e non con le buone maniere.

vince50_19

Gio, 07/07/2016 - 15:31

Oramai siamo alle comiche (che purtroppo tutto sono tranne che comiche per il contribuente italiano).

Ritratto di Rames

Rames

Gio, 07/07/2016 - 16:28

Renzi è un auto-smentito di natura sua.Commerciante di calzature niente di piu'.