Un premier tutto omissioni e bugie

Ecco tutte le falsità raccontate da Renzi

Il governo dal volto umano. In questi giorni, chissà perché, Renzi, Padoan e Poletti fanno a gara per dare buone notizie agli italiani. Le tasse? Oplà, via Tasi e Imu sulla prima casa. Le pensioni? Ecco i prestiti delle compagnie d'assicurazione per consentire l'esodo incentivato ai lavoratori. Alla vigilia dei ballottaggi, tutto fa brodo per qualche voto in più e la parola d'ordine è: apriamo gli italiani alla speranza, almeno fino a lunedì. Tutti i circoli del Pd sono stati, così, mobilitati in «zona Cesarini», prima delle urne, per far arrivare il messaggio che Renzi risolve i problemi di tutti. E lo stesso Matteo magnifica l'opera meritoria del suo esecutivo a favore delle famiglie finora troppo tartassate. Intendiamoci, tra le tante imposte che incombono e con la crisi che continua a mordere, quella data dal premier può essere considerata una buona notizia: lui ha detto, però, solo una mezza verità o, meglio, si è dimenticato di ricordare che già il governo Berlusconi aveva tolto l'Ici, antesignana dell'Imu, sulla prima casa. Altri, parliamo di Mario Monti, avevano poi ripristinato l'odioso balzello proprio nel momento più acuto della recessione, quando la disoccupazione dilagava e il potere d'acquisto delle famiglie si riduceva a vista d'occhio. Perché, allora, Matteo ha impiegato più di due anni per ripristinare la situazione quo ante nonostante i nostri risparmi si squagliassero come neve al sole? Particolare non secondario: proprio coloro che oggi benedicono l'abolizione delle tasse sull'abitazione principale sono gli stessi che dipinsero come demagogico e velleitario il taglio deciso a suo tempo da Berlusconi. Ancora più clamorosa è la vicenda delle pensioni. Oggi il ministro Poletti, a dispetto delle imitazioni di Crozza, si è allargato ancora più con la storia dei prestiti a favore di coloro che possono anticipare l'età della pensione. Tutto bene o quasi perché ci sono molte perplessità sul provvedimento, ma nessuno si è, comunque, ricordato di aggiungere come andare in quiescenza prima del tifone-Fornero fosse molto più facile. E, guarda caso, quelle misure risalgono ancora al governo dei tecnici, che avrebbero dovuto rimediare ai guasti commessi, secondo la sinistra, da Berlusconi. E che dire della crisi delle banche? Per mesi il premier ha garantito come il suo governo non avesse alcuna responsabilità nel crac dei quattro istituti di credito: il coinvolgimento del padre della Boschi nella vicenda della Banca Etruria era soltanto un fatto casuale. Oggi è lo stesso successore della Guidi al ministero dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, a sostenere che sono mancati i controlli degli organi di vigilanza e ha puntato il dito contro il presidente della Consob, quel Vegas che, tanto per cambiare, venne nominato a suo tempo proprio dall'esecutivo del Cavaliere. In compenso, Calenda, chissà perché, ha dimenticato del tutto la Banca d'Italia. Eppure, anni fa, c'è anche stato un Renzi che è finito al fresco per avere detto la verità. Mi riferisco al quasi omonimo Renzo Renzi, scrittore, regista e grande amico di Federico Fellini, che, nel Dopoguerra, venne condannato a sette mesi di carcere per avere raccontato le difficoltà delle truppe italiane, che avrebbero dovuto spezzare le reni alla Grecia, in un articolo pubblicato su una rivista di cinema. Mi domando: se quel Tribunale militare fosse ancora in attività, quanto, tra omissioni e bugie, si sarebbe oggi beccato Matteo? Non lo so, ma di sicuro so una cosa: il presidente del Consiglio si sarebbe difeso scaricando ogni colpa su Berlusconi.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 17/06/2016 - 08:41

Anche il pagliaccio di rignano si sciogliera' (miseramente) come neve al sole e di lui rimarra' solo il ricordo.

Duka

Ven, 17/06/2016 - 09:06

Bugie ma non solo: e la faccenda ROLEX e GIOIELLI PINOTTI come è finita? Tutto sotto sabbia come al solito ? tanto per fare un esempio naturalmente.

montenotte

Ven, 17/06/2016 - 09:08

Con le omissioni e le bugie ha fatto la sua "fortuna" politica, accolto come un messia, il PD pende dalle sue labbra. Ancora per poco però. Diamoci da fare a trovargli un nuovo lavoro. Si, ma quale?

un_infiltrato

Ven, 17/06/2016 - 09:14

A Milano vince Parisi - A Roma vince Raggi - E tanto basta per far capire a Renzi che è giunta l'ora. Di andare a casa!

Ritratto di ..LYA<3..

..LYA<3..

Ven, 17/06/2016 - 09:19

FALSO come una banconota da 3 euro, FALSO come il pd

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 17/06/2016 - 09:33

con i soldi che ha il PD, potrebbero mettere in piedi dele industrie e far lavorare molta gente disoccupata, non che si "ruba" alla classe media per darla ai disoccupati. Certo "rubare" è più semplice.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 17/06/2016 - 10:24

Piu' che un premier tutto omissioni e bugie un BUCO NERO....cosmico, come la balle che rifila agli italiani (che pero' ora stanno aprendo gli occhi)

Atlantico

Ven, 17/06/2016 - 10:26

Renzi avrà fatto poco, pochissimo ma sempre di più di qualunque governo che l'ha preceduto negli ultimi 25 anni. Quelli che ci hanno portato all'attuale situazione, Mazzuca.

vianprimerano

Ven, 17/06/2016 - 10:26

Matteo Renzi: il bugiardo per eccellenza, l'unica cosa in cui veramente eccelle! A volte mi chiedo ancora come sia possibile che alle alte cariche dello Stato riescano ad arrivare solamente persone egoiste ed infantili, che invece di voler migliorare il proprio paese pensano solamente alla poltrona: possibile che con decine di milioni di abitanti sempre questa minoranza di fannulloni riesca ad arrivare alle piu' alte vette delle piramidi manageriali o delle istituzioni pubbliche?

unosolo

Ven, 17/06/2016 - 10:39

è coperto , ha occupato i posti di controllo , può non rispettare sentenze senza pudore , può togliere soldi ai servizi , può fortificare le zone dove si presenta con cordoni di polizia facendo passare solo personale accreditato come avvenne alla Leopolda nel giorno delle 4 banche che usci il decreto per salvarle compresi i CDA , quindi lo faceva in Firenze e lo fa sapendo di saperlo fare bene . mentire è un'arte. peccato solo che è appurato che le sentenze sono nulle se indirizzate ad un governo amico e ladro.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 17/06/2016 - 10:45

Pinocchio nel Paese dei balocchi è come il Renzi a Palazzo Chigi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 17/06/2016 - 10:52

Uscita anticipata dal lavoro? L'Europa ha già detto "Nein"!

Zizzigo

Ven, 17/06/2016 - 11:10

Gli Italiani stanno aprendo gli occhi, ma i testicoli insistono ad essere ciechi.

avallerosa

Ven, 17/06/2016 - 11:23

Perchè renzi il parolaio logorroico non spiega agli italiani come mai il debito aumenta a spron battuto malgrado lo spread oggi non esista e malgrado i tassi ridotti a zero da Draghi?

nonnoaldo

Ven, 17/06/2016 - 11:29

E così, a quanto pare, i vari Boschi & C. non sono responsabili, è tutta colpa di Vegas che doveva fermarli. Come affermare che, se un automobilista si infila in un senso vietato e provoca uno sconquasso, non è colpa sua, bensì dei vigili urbani che dovevano fermarlo in tempo. Comunque, more solito, uno stuolo di boccaloni abboccherà.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 17/06/2016 - 11:31

Ma quando, il Pinocchietto di Palazzo Chigi smetterà di fare il burattino e farà il bravo bambino?

APG

Ven, 17/06/2016 - 11:45

@ montenotte - Lavoro per costui? Il gioco delle tre carte davanti stazione Temini!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 17/06/2016 - 12:30

Sta giocando alla catena di Santantonio, una balla copre l'altra. Poi come tutte le catene finisce. E il conto lo pagheranno gli italioti.

Ritratto di ..LYA&lt;3..

..LYA<3..

Ven, 17/06/2016 - 12:30

FUFFOLO, un uomo SOLA al comando

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 17/06/2016 - 12:49

Deve aver studiato in tema di "tecnica della comunicazione", almeno così mi dice chi se ne intende. Però le chiacchiere non bastano, possono servire per ottenere un consenso iniziale, ma quando la realtà rimane immutata o addirittura quando tende al peggioramento, soprattutto in confronto agli alleati in Europa, la musica deve cambiare. Però Renzi non può e non ne è capace: un disastro annunziato, di cui sappiamo chi ringraziare, dei tanti almeno uno.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 17/06/2016 - 13:38

Ho creduto a Renzi per una settimana. Aveva detto: "legge elettorale, elezioni, riforme" e poi, impavido, un "abolirò il Senato". Poi, appena uscito dal Quirinale con il mandato in tasca, tutto è cambiato, per rimanere come prima. A Roma cambierà il sindaco per iniziativa di Renzi, è vero, ma la sensazione è che se vince Giacchetti sarà ancora peggio, perché è organico a Renzi. Ovviamente i Romani hanno capito il sistema e i banchetti del PD sono stati ignorati.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 17/06/2016 - 13:41

Ho creduto a Renzi per una settimana. Aveva detto: "legge elettorale, elezioni, riforme" e poi, impavido, un "abolirò il Senato" che ci ha fatto sperare nel "nuovo". Poi, appena uscito dal Quirinale con il mandato in tasca, tutto è cambiato, per rimanere come prima. A Roma cambierà il sindaco per iniziativa di Renzi, è vero, ma la sensazione è che se vince Giacchetti sarà ancora peggio, perché è organico a Renzi. Ovviamente i Romani hanno capito il sistema e i banchetti del PD sono stati ignorati.

unosolo

Ven, 17/06/2016 - 14:56

x 13,41 altro che peggio , pensa solo a quanto rivaluterebbe il debito di ROMA con la banca amica , 13 miliardi appurati di cui dovremmo rivalutare e gli interessi e il cambio quanto perderemo ancora ? quindi porterebbero sempre soldi alla banca.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 17/06/2016 - 15:36

L'elemento di Rignano va bene per chi ci crede, intanto rispetto al 2011 la disoccupazione è aumentata, come gli italiani poveri, come i clandestini, come le tasse (adesso al 44,2%), come il debito pubblico, come l'età pensionabile: ma gli allocchi continuano a fare atto di fede al parolaio, senza mai entrare nel merito delle sua malefatte.

unosolo

Ven, 17/06/2016 - 17:51

gli è sempre riuscito bene a Firenze , ormai è un dono naturale a raccontare cose non vere convinto del contrario o firse non conosce i danni che ha causato e causa continuamente , ma non è che le leggi le ignora come quelle delle 4 banche e dei CDA e dopo il danno si è preso il merito anche se lui neanche sapeva di che parlava? mentire , un dono.

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 17/06/2016 - 22:51

vianprimerano, sono uomini che arrivano ai comandi dello stato dopo una carriera all'interno del loro partito, ma purtroppo lo scopo ultimo dei partiti (sopratutto il PD) è stare a tutti i costi al potere e non fare gli interessi degli italiani, quindi siccome tutto si fonda su questa menzogna, allora spesso fanno carriera i personaggi piu' truffaldini non i piu' preparati intelligenti ed onesti.

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 18/06/2016 - 12:03

Questi energumeni si comportano cosi perché sanno che l'Italia è malata e loro sono i RESPONSABILI. E' come in medicina, nessun medico si assume la responsabilità se uno muore per causa sua, la colpa sempre di qualcuno o d'altro, noi abbiamo fatto tutto il possibile.