"Il presidente fu irremovibile. Costrinse il governo a schierarsi con Sarkozy"

L'allora capo del Senato ricostruisce l'incontro in cui il Quirinale impose la guerra al Paese

Il capogruppo al Senato Renato Schifani parla con Silvio Berlusconi

Finora aveva taciuto. «Ma ora - spiega Renato Schifani - l'amore per la verità mi costringe a rompere il silenzio». L'ex presidente del Senato ha letto l'intervista concessa da Giorgio Napolitano a Repubblica e quella ricostruzione lo lascia perplesso. Di più: «C'è una verità formale e una sostanziale. Napolitano privilegia le forme ma nei fatti fu lui a spingere l'Italia verso la guerra con la Libia».

Veramente, Napolitano dice che la responsabilità di quell'intervento è da attribuire al governo Berlusconi.

«Mi dispiace, ma le parole del Presidente emerito mi stanno strette».

Per Salvini dev'essere addirittura processato.

«Lasci perdere Salvini. Piuttosto dobbiamo intenderci su quel che successe la sera del 17 marzo 2011».

Che cosa accadde?

«Eravamo all'Opera di Roma. Muti dirigeva il Nabucco. Alla fine del primo atto, il presidente della Repubblica ci chiese di trasferirci in un salottino riservato».

Chi c'era?

«Il capo dello Stato, il sottoscritto, il premier Silvio Berlusconi, il ministro della Difesa Ignazio La Russa, il consigliere Bruno Archi, Gianni Letta e Paolo Bonaiuti».

Dunque?

«Archi ci mise in contatto con il ministro degli Esteri Franco Frattini che era a New York. E Frattini ci dipinse un quadro drammatico».

In sintesi?

«L'Onu aveva votato una risoluzione che istituiva la no fly zone sula Libia. Ma soprattutto Sarkozy ci aveva fatto sapere che l'indomani avrebbe annunciato al mondo l'intervento militare e l'invio dei Mirage su cielo di Tripoli».

I tempi erano contingentati?

«Il momento era assolutamente drammatico, forse il più drammatico della mia presidenza. Sarkozy ci poneva davanti a una sorta di fatto compiuto: intervenire con la coalizione, che comprendeva Londra e Washington, oppure rimanere ai margini. E ci dava un ultimatum, poche ore per decidere».

Un contesto difficile?

«Una situazione complicata e fu in quel clima di ansia che Napolitano fece il passo decisivo».

Il presidente espresse la sua opinione?

«Napolitano disse testualmente: L'Italia non può rimanere fuori».

Berlusconi?

«Soffriva, era visibilmente contrariato, stava quasi male. Si capiva benissimo che non condivideva per niente quella posizione».

Il profondo disagio del Cavaliere lo riconosce anche Napolitano.

«Sì, ma il presidente, che era anche il capo supremo delle Forze armate, con quell'intervento chiuse la discussione. Pollice verso, partita finita».

Non ci fu un contraddittorio?

«Il contraddittorio era nei fatti. Berlusconi era in sofferenza, del resto lui aveva firmato nel 2008 il trattato di Bengasi che ci sarebbe costato 5 miliardi di dollari in vent'anni ma che garantiva numerosi vantaggi al nostro Paese: la partnership dell'Eni con i libici per l'estrazione del petrolio, il controllo delle coste, l'ingresso di imprese italiane sulla piazza di Tripoli. Ma poi era affranto sul piano personale: capiva che si andava incontro ad un disastro e poi lui aveva dato la sua parola a Gheddafi».

Napolitano sostiene che non c'erano alternative.

«Il presidente avrebbe potuto raccogliere quei dubbi, far proprie quelle domande, riflettere su quei diktat. Berlusconi intuiva che le scelte di quella notte, ammantate dal perbenismo della lotta al dittatore sanguinario, erano in realtà dettate dagli interessi economici dei vari Paesi. Per di più a danno dell'Italia. Invece la palla passò al Parlamento per i passi formali. Napolitano ha ragione sulla carta, ma in realtà fu lui a portarci in guerra. E il Cavaliere fu lasciato solo. Ma oggi possiamo dire che aveva ragione».

Commenti

beale

Ven, 04/08/2017 - 08:29

e intervistate ancora Schifani? certo che con quella rosa di consiglieri: La Russa, Bonaiuti, Letta (Gianni), Frattini, non ci si poteva aspettare un risultato diverso. Schifani non ha detto qual'è stato l'argomento che ha "convinto" Berlusconi. Il dovere istituzionale è una foglia di fico.

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 04/08/2017 - 08:42

Non credo che il presidente della repubblica possa decidere in autonomia un intervento militare. Per inciso non credo che l'Italia (paese vinto dai cosi detti "alleati") possa prendere decisioni in politica estera. I vinti eseguono quello che i vincitori ordinano.

arkangel72

Ven, 04/08/2017 - 08:54

Napolitano colse la palla al balzo per screditare la politica estera del governo Berlusconi. Non gliene fregava nulla dei vantaggi che sarebbero derivati dagli accordi presi con Gheddafi e il ritorno positivo per le maggiori aziende italiane. Questo atto fu un tradimento nei confronti del popolo italiano!

Ritratto di bergat

bergat

Ven, 04/08/2017 - 09:05

Questa è la vera ricostruzione e sono d'accordo con l'opinione di Salvini di processare Napolitano

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 04/08/2017 - 09:10

MIRCEA69. Un poco ingenuo, eh!

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 04/08/2017 - 09:41

@wilfredoc47 è in grado di motivare la sua critica?

mezzalunapiena

Ven, 04/08/2017 - 09:50

FORSE IL PRIMO POLITICO CHE DICE LA VERITA'

xgerico

Ven, 04/08/2017 - 09:50

Parlano tutti dopo mai prima!

Ritratto di Turzo

Turzo

Ven, 04/08/2017 - 09:55

TUTTI i komunisti sono la peggior specie! Falsi, ipocriti, negazionisti e pavidi.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 04/08/2017 - 10:22

Povero "emerito" sputtanato! Per tutta la vita lui "non c'era e se c'era dormiva". Fortuntamente non tutti dormivano e il sommo mistificatore é una volta di più sorpreso non le dita nella marmellata, solo che questa volta non gli restano sessanta anni per ammettere lo "errore" come avvenne per i fatti d'Ungheria ....

giovanni PERINCIOLO

Ven, 04/08/2017 - 10:27

beale - mircea69 e quant'altri trinariciuti. Qualche volta rileggetevi la costituzione "più bella del mondo" e forse, ripeto forse viste le vostre testoline tarate dal famoso "il partito ha detto", riuscirete a capire che la decisione se entrare o meno in guerra poteva essere presa solo ed esclusivamente dall'emerito dalla memoria labile!

PAOLOTASS

Ven, 04/08/2017 - 10:36

potreste curare in redazione una serie di servizi per meglio discernere come avvennero i fatti , perché per mettere in luce tutte le manovre di Napolitano mirate a scardinare il governo di centro dx per fare posto alla sinistra , questo episodio con annessi e connessi ,fa parte della nostra storia recente ed è importante e a giudicare dai pochi commenti letti , esistono ancora lettori /scriventi a cui non piace la verità ma la polemica anti berlusconiana con sole finalità dispregiative! in attesa di un vs riscontro , grazie per gli interventi attuali

Giorgio Colomba

Ven, 04/08/2017 - 10:38

L'ennesimo giuda Schifani - nomen omen - parla fuori tempo massimo. Ora serve solo portare alla sbarra la vasta pletora di traditori della patria, da Napolitanmo in giù, che per meri interessi di bottega svendettero prima il Cavaliere ed ora - come i quotidiani sbarchi attestano - l'intero Paese.

COSIMODEBARI

Ven, 04/08/2017 - 10:44

Che Napolitano sia stato nel tempo politico un traditore del Popolo Italiano lo dicono i fatti in cui ci è entrato, che oggi continuano, seppure in modo molto meno visibile a noi. Che il governo di allora potesse andare contro il volere di Napolitano lo dice la maggioranza ultima, seppure risicata, che aveva quel governo di cui face parte a titolo pieno la Lega, fino a votare a favore della voglia di Napolitano. Che poi ci fosse pure l'Onu, beh era ed è ancora un carrozzone che aveva, qualche annetto prima, dato alla Libia il comando della struttura relativa a combattere i diritti dei popoli oppressi dai vari regimi nel mondo. Quindi un Onu da zero credibilità. Insomma in quel momento, che viene raccontato qui, ne Napolitano e neppure Berlusconi si rivelarono i Bettino Craxi di Sigonella, dove dentro c'erano Egitto, Libia, USA, tutti con i loro 007, i loro militari, e le basi Americane/Onu in Italia. Entrambi se ne fregarono degli Italiani tutti.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 04/08/2017 - 10:49

Purtroppo B era sotto attacco da tutte le parti, compresi i traditori che aveva imbarcato. Il puparo del colle l'ha messo con le spalle al muro. Oggi paghiamo.

amecred

Ven, 04/08/2017 - 10:53

Napolitano va processato. Ha screditato Berlusconi per assere titubante sull'intervento in Libia. Ha organizzato la caduta del governo Berlusconi in accordo con la Germania, Francia e BCE, causando una crisi finaziaria che poi e' scappata di mano, causando fallimenti a catena, licenziamenti e distruzione di ricchezza. Ha giocato sporco, ed ha danneggiato irrimediabilmente l'Italia. L'avesse fatto a buon fine, si poteva chiudere un occhio. Purtroppo non e' andata come sperava, ed avendo tradito il paese, deve risponderne davanti alla legge. Vuoti il sacco.

xgerico

Ven, 04/08/2017 - 11:01

Ma le due votazioni in Parlamento a maggioranza centro destra con voto a favore della Guerra in Libia non menzionate?

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 04/08/2017 - 11:05

@giovanni PERINCIOLO 1. sono di destra 2. il presidente della repubblica dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere, sottolineo _deliberato dalle camere_ articolo 87

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 04/08/2017 - 11:17

---se la lingua italiana ha ancora un significato---io non trovo differenza alcuna dalle cose dette da schifani e quelle dette da napolitano---qui veramente si sfiora il ridicolo e si parla del sesso degli angeli---gli atti parlamentari dell'epoca parlano chiaro e sono scritti nero su bianco---salvini si dia una calmata e ripercorra i passaggi di quella lega di governo a cominciare dall'elezione del presidente napolitano---tutto il resto è solo fuffa propagandistica---swag ganja

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 04/08/2017 - 11:22

è inutile girarci intorno : i problemi Italiani sono quelli di sempre : vigliaccheria , menzogna , tradimento . Yeahh .

accanove

Ven, 04/08/2017 - 11:25

xgerico... la questione non è il voto delle due camere che sarebbe stato in ogni caso dato con B al governo o altri perchè o si supportava l ONU o si usciva, la questione verte che un rivoltante komunista scredita oggi un governo che al momento del fatto egli condizionò SENZA MEZZI TERMINI dall'alto della sua posizione come tutti gli articoli dell'epoca e le testimonianze documentano. E' una azione vergognosa tipicamente sinistrata perpetrata da un mantenuto a vita al quale solo per qualche anno ci fu alleviato l'onere economico dal KGB di cui era al soldo. Rispetto i rivali politici se dimostrano correttezza, onorabilità ma questo è solo uno strisciante opportunista

carlottacharlie

Ven, 04/08/2017 - 11:26

Qualsiasi cosa possa dire il Napolitano saranno poi i libri di Storia a relegarlo nei sotterranei dei vigliacchi.

Marcello.508

Ven, 04/08/2017 - 11:30

Fuori tempo massimo Schifani. Il consiglio supremo della difesa è presieduto dal capo dello stato che in quella circostanza insistette molto per la partecipazione dell'Italia visto l'attivismo di Sarkozy che mirò, insieme ad altri sodali, a volersi prendere con il minimo sforzo le parti economiche migliori della Libia, in particolare i pozzi gestiti dall'Eni. E c'è chi ancor oggi parla di amicizia con i francesi: bisogna essere minimo rintronati per riaffermarlo. Chi decise è stato in ultima analisi il parlamento che, se non ricordo male, a larga partecipazione diede parere favorevole. Questo vecchietto, carampano e migliorista, prima sparisce e meglio è per tutti.

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Ven, 04/08/2017 - 11:32

Il comunista deve essere processato per colpo di stato e abuso di potere. processatelo questo infimo elemento

ziobeppe1951

Ven, 04/08/2017 - 11:34

Elpirla di Montevecchia..11.17...si..appunto!..swag ganja..ho detto tutto!

Ritratto di adl

adl

Ven, 04/08/2017 - 11:38

Che dire ricordando la caciara, i girotondi, gli arcobaleni, le se non ora quando, e tutto il resto, in occasione dello scandalo DEL BACIAMANO a Gheddafi. Che salvò a torto o a ragione l'Italia e l'Europa dalle invasioni. Sua Maestà il Migliorista nonchè COMUNISTA RE, si rese garante e servitore DELLA DEVASTAZIONE NEOCON in TERRA DI LIBIA realizzata dal SARKOZIO, e dalla compagna di MEFISTOFELE tal KILLARY lady, BACIANDO I PIEDI per non citare altre parti tondeggianti e retrostanti del corpo umano ai VERI PADRONI. Niente male in termini DI COERENZA IPERSINISTRATA.

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Ven, 04/08/2017 - 11:41

l'itaglia non può prendere decisioni autonome da 156 anni! ogni volta che ha tentato di farlo ha preso legnate e fatto figuracce! Ancora credete che l'itaglia valga qualcosa? Parafrasando Dostoevskji "È sorto un piccolo regno unito di second'ordine, che ha perduto qualsiasi pretesa di valore mondiale, cedendola al più logoro principio borghese - un regno soddisfatto della sua unità, che non significa letteralmente nulla, un'unità meccanica e non spirituale (cioè non l'unità mondiale di una volta) e per di più pieno di debiti non pagati e soprattutto soddisfatto del suo essere un regno di second'ordine." Grazie piemuntè! Fino a quando non si studierà la verità, non ci sarà una Nazione, fino a quando non ci sarà una Nazione non si avrà mai la spina dorsale e gli attributi per poter controbattere le altre potenze!

GiovannixGiornale

Ven, 04/08/2017 - 11:49

Ma secondo voi, eleggere alla massima dello stato uno che militava in posizioni decisive nel PCI, il partito che nel simbolo nascondeva la bandiera italiana dietro a quella di uno stato nemico, poteva portare del bene?

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 04/08/2017 - 11:50

Schifani ricostruisce con onestà il percorso di una decisione sbagliata .In un modo o nell'altro tutti sono stati colpevoli di un decisione sbagliata.Quello che è patetico,comprensibile è che Napolitano cerchi di sfilarsi : è inutile e falso . Napolitano non può crearsi una verginità dopo aver condiviso con l'URSS le invasioni di Cecoslovaccia ed Ungheria e più recentemente la Guerra alla Libia.Napolitano è sempre salito sul carro di quelli che credeva vincitori , è stato perfino fascista ! Perchè ora , a 90 passa anni,voglia apparire immacolato come una vergine è una situazione inquadrabile nei segreti meandri della psicologia della quarta età .

xgerico

Ven, 04/08/2017 - 11:52

@accanove- Hà ho capito Il capo del governo era il Sig. "obbedisco"!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 04/08/2017 - 12:15

--ziobeppe1951--ma tu ---caro zio ---sei al corrente che di tutti i destricoli che scrivono in questo blog tu sei tra i più insignificanti?---agli altri concedo l'onore delle armi perchè molti sanno argomentare le proprie tesi- giuste o sbagliate che siano--ma tu manco quello--ti ho già detto una volta che questo non è un posto adatto a te--meglio la bocciofila del paese per trascorrere il tuo tempo libero--post pensione---swag non te la prendere e fatti un piatto di spaghetti col tonno--

accanove

Ven, 04/08/2017 - 12:16

xgerico ...quel signore è dotato di piu buonsenso da solo di tutta i circensi sinistrati che abbiamo visto battere quel palco da 5 anni a questa parte e circense significa via di mezzo tra clown ed acrobata

ginobernard

Ven, 04/08/2017 - 12:28

quando gli americani decidono c'è poco da fare. Pochissimi hanno il coraggio di fargli il muso duro. Tipo Kim Jong Un. La guerra in libia l'avrebbero comunque fatta sia con noi dentro che con noi fuori. Possiamo solo appellarci alla loro clemenza. Napolitano/Berlusconi hanno fatto l'unica cosa che potevano fare. Guardate come sono finiti quelli che si sono messi contro gli americani. Non bene. Siamo liberi di fare quello che decidono loro. Siamo realisti.

jenab

Ven, 04/08/2017 - 12:34

se questa è la vera ricostruzione, stiamo parlando del nulla, come da tradizione italiana. L'importante è sviare l'attenzione dalle cose importanti

ziobeppe1951

Ven, 04/08/2017 - 12:43

elpirla di Montevecchia...SEI LA MIA GANJA..swag ..spaghetti al totonno

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 04/08/2017 - 12:53

Il Presidente della repubblica è il Capo delle Forze Armate, ma le guerre non le decide lui, ma il Governo e Belusconi e il suo governo, a malincuore decisero per la Guerra. Se Berlusconi fosse stato contrario bastava puntare i piedi ed essere coerente fregandosene di Obama e di Sarkozy. Invece fu un pavido.

piardasarda

Ven, 04/08/2017 - 12:58

si noti come la Germania rimase fuori anche da quel conflitto e nessuno ebbe da ridire. Noi pecore, grazie a Napolitano, abbiamo perso regalandoli alla Francia immensi vantaggi, non ultimo la salvezza di migranti; e se ieri denunciavano di carceri di Gheddafi. le Ong raccontano oggi di carceri e violenze peggiori. meditate

Una-mattina-mi-...

Ven, 04/08/2017 - 13:18

napolitano SAREBBE da processare a prescindere da quei fatti. troppe ne ha combinate 'sto vecchiaccio

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 04/08/2017 - 13:33

"Non ci fu un contraddittorio? Il contraddittorio era nei fatti" ahahaha si si eravate fatti di roba scadente!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 04/08/2017 - 13:50

Intervistatore: "Per Salvini dev'essere addirittura processato". Schifani: "Lasci perdere Salvini...". Povero Felpini... persino i suoi potenziali alleati hanno un'alta considerazione di lui.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 04/08/2017 - 14:19

Per quello delle 13e50,Salvini non è il solo da "lasciare perdere" ce ne sono anche tanti altri tra quelli che scrivono qui!!!lol lol L'elenco fallo Tu Andrea che lo tieni sempre AGGIORNATO!!! Buenos dìas dal Nicaragua.

ziobeppe1951

Ven, 04/08/2017 - 14:23

Sognatore66...13.50...lascia perdere il renatino e il suo ..lodo....non difendere sempre l'indifendibile e pensa alle considerazioni che hanno gli alleati o ex della supercazzola con scappellamento a sinistra

stesicoro

Ven, 04/08/2017 - 14:35

Fecero di tutto per screditare Berlusconi a livello internazionale e togliergli autorevolezza. In quest'ottica sono convinto vada inquadrato anche il comportamento di Bini Smaghi. Ricordo, infatti, che il Capo del Governo aveva ottenuto faticosamente di far eleggere Draghi a capo della BCE promettendo ai partners europei che l'economista Bini Smaghi, a quel tempo membro del Comitato Esecutivo della BCE, avrebbe lasciato l'incarico. Costui, viceversa, si mostrò recalcitrante procurando così altro discredito al leader di Forza Italia. Lo stesso Bini Smaghi, Berlusconi ancora in carica, venne ricevuto da Napolitano. Cosa aveva da dirgli il presidente della Repubblica? Non s'è saputo ma lo immagino. Bini Smaghi mantenne le sue posizioni. Caduto Berlusconi Bini Smaghi abbandonò le sue posizioni e l'incarico alla BCE (incarico che, se non ricordo male, aveva ottenuto grazie principalmente allo stesso Berlusconi).

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 04/08/2017 - 14:41

elkid & Dreamer_66 Figli del 68 ??? Quelli della Democrazia a senso Unico !!!! x il solo fatto di dare credito a un pagliaccio comunista fino al midollo da la valenza dei vs. miseri pensieri...A voi serve solo un trapianto del cervello....e che non sia comunista anche quello....poverini nel 68 avevano mancanza d'affetti e si sono ritrovati Zecche...

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 04/08/2017 - 14:52

Ueh... per fare emergere dall'oblio il duo comico Herny & Zio è sufficiente tirere in ballo il Felpy... siete facilmente prevedibili. :-D

fedeverità

Ven, 04/08/2017 - 15:21

Avete capito chi è Napolitano? Io come cittadino Italiano...mi sento tradito(anche se sapevamo)ma che addirittura LUI che dice è colpa di????? Ma questo è un BUGIARDOI,MESCHINO...NONCHè TRADITORE DELLA PATRIA!!! CHE SCHIFO...NON HO PAROLE! PROCESSATELO!

mutuo

Ven, 04/08/2017 - 15:26

condivido in toto il commento di blackeagle, aggiungo che Berlusconi in quell'occasione ha perso la possibilità di diventare un vero Statista e di dare dignità alla nazione. Contro il parere dell'Italia non credo che i Franco-Inglesi avrebbero avuto il coraggio di attaccare Gheddafi.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 04/08/2017 - 15:29

Dreamer_66 uhe uhe uhe i bambini piangono sempre quando non gli dai ragione...e le zecche sono maestre nel piangersi addosso...uhe uhe uhe ...continua a piangere....poverino abbiamo capito che la mancanza d'affetto da piccolo Ti ha segnato come Zecca..

ziobeppe1951

Ven, 04/08/2017 - 15:31

Sognatore66...14.52.. ti rode quando si parla di supercazzola...tu e il faccione giallo vi hanno infarcito il cranio vuoto di menzogne sessantottine del colpirne uno per educarne cento...la storia vi ha relegato nelle fogne e lì rimarrete in eterno.

peter46

Ven, 04/08/2017 - 15:41

Si stanno più che scaldando,bene...Schifani,mettiamola allora così :Napolìììì da compagno comunista antiamericano ed antioccidentale trasmise a Berlusconi americanissimo ed occidentalissimo, l'imposizione che i suoi amici americani ed occidentali non erano riusciti a trasmettergli non avendolo trovato nel posto che avrebbe dovuto 'tenere' in prossimità di avvenimenti così importanti(dov'era per non poter 'ricevere'?Bohhh !),che, 'capricciosamente',in risposta agli stessi,per non aver fatto altri tentativi per essere rintracciato onde non risultare 'imboccato' proprio dal Napolììì...concesse basi,aerei,aviatori e bombe italiane.NB:C'è stata anche 'gente' in possesso di quelle 'quadrate' che si è dovuta piegare a chi ancora mantiene il suo arsenale,'atomico' e non e moooolto superiore al nostro,a "DIFESA (?)DELLA N/S NAZIONE"...poteva rifiutarsi na ms...il nostro pdc?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 04/08/2017 - 15:54

ziobeppe1951: uuuhhh... non ci dormo la notte adesso che hai parlato di supercazzola! Salutami il Felpy. :-D

ziobeppe1951

Ven, 04/08/2017 - 16:19

Sognatore.. dormi tranquillo..sempre nelle fogne però

Ritratto di marystip

marystip

Ven, 04/08/2017 - 16:32

Non capisco perché Schifani parli ora. Poteva dirlo subito come erano andate le cose anche se i meno sprovveduti di noi l'avevano capita subito la verità. E non bisognava essere dei geni.

stefstro

Ven, 04/08/2017 - 16:34

Ci risiamo.

ilconfuso

Ven, 04/08/2017 - 16:40

Berlusconi con ENI aveva concluso degli accordi con Gheddafi e Putin sul Gas libico. L'amministrazione Obama non poteva certo passaci sopra. Per Gheddafi ha mandato Sarcozy, con Berlusconi hanno provveduto poi con l'aiuto di Napolitano e con Putin non hanno cavato un ragno dal buco nonostante tutti gli sforzi. In quel periodo Berlusconi mi pareva terrorizzato...

mzee3

Ven, 04/08/2017 - 17:03

C'è poco da dire! Lui sperava di fare una bella figura sia in Iraq che in Libia. Incapace di capire i tempi e la storia.L'ignoranza è terribile e porta a disastri.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 04/08/2017 - 17:04

come mai questo traditore sta portando acqua al mulino di berlusconi , andando contro il suo ex "pigmalione" , forse spera in una rentrée ?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 04/08/2017 - 17:28

giovinap: «Soffriva, era visibilmente contrariato, stava quasi male. Si capiva benissimo che non condivideva per niente quella posizione». Sei sicuro che le dichiarazioni di Schifani portino acqua al mulino del Berluska? Praticamente lo ha dipinto come una persona arrendevole e incapace di affrontare i suoi compiti.

vottorio

Ven, 04/08/2017 - 17:34

Salvini ha ragione unitamente a un coraggio non comune. Giorgio Napolitano deve essere incriminato per alto tradimento e con lui diversi altri personaggi a lui discendenti. il reato di alto tradimento verso il Popolo italiano che reclama giustizia è sotto gli occhi ti tutti coloro che vogliono vedere e si sono protratti per molti anni.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 04/08/2017 - 17:45

MIRCEA69. Un abbaglio, credo. Non lo capisco nemmeno io. Caldo?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 04/08/2017 - 18:09

vottorio: io questo coraggio di Felpini proprio non lo vedo, altrimenti questo blog sarebbe frequentato da intrepidi eroi, dato che si fa a gara a chi la spara più grossa su Napo. Piuttosto il Felpy, per essere un minimo credibile, dovrebbe passare dalle parole ai fatti denunciando l'ex PdR se è davvero convinto che si sia macchiato di qualche reato. Ma essendo egli notoriamente un cazzaro abile soltanto a dar voce a Facebook dubito che lo farà (e adesso attendiamo fiduciosi la replica dei difensori d'ufficio del "coraggioso"). :-D

Ritratto di gio53

gio53

Sab, 05/08/2017 - 15:37

dreamer_66, denunciare il pdr , a chi? alla magistratura 68ttina italiana. ma ti leggi ?