Le previsioni della Ghisleri: "Renzi ora parte favorito, ma tra 2 anni cambia tutto"

La sondaggista: "Il partito repubblicano di Berlusconi potrebbe cambiare le carte in tavola"

L’Italicum? Non favorisce il bipolarismo e non è affatto una garanzia di vittoria per il centrosinistra, anche se Matteo Renzi parte favorito. Parola della sondaggista Alessandra Ghisleri che, in un'intervista al Corriere della Sera, prova a prevedere come cambierà il Parlamento con la nuova legge elettorale.

"Penso che oggettivamente Renzi sia il favorito. Ma in due anni può succedere di tutto. E il risultato potrebbe non essere scritto come appare oggi", pronostica la fondatrice di Euromedia Research. Nemmeno se si votasse domani, tra l'altro, il Pd riuscirebbe a vincere al primo turno, ma "andrebbe al ballottaggio con il M5S e con tutta probabilità vincerebbe le elezioni garantendosi il premio di maggioranza". Difficile prevedere infatti la vittoria di un "movimento molto arroccato su di sé". "Al contrario, Renzi ha grandi capacità di estendere il suo consenso oltre i soliti steccati", fa notare.

Ma tra un paio di anni le carte in tavola potrebbero essere scombussolate dalla nasciata del nuovo e annunciato partito repubblicano messo insieme da Silvio Berlusconi, che da tempo sogna una grande forza politica in grado di riunire tutti i moderati. "Berlusconi ha sempre dimostrato che, di fronte a una campagna elettorale, è in grado di fare miracoli", ricorda la Ghisleri, "E quell’idea di nuovo partito repubblicano fatto di giovani e facce nuove, potrebbe rivelarsi sorprendente. L’Italicum per un aspetto è come il Porcellum. Premia le leadership nazionali, riconoscibili e carismatiche".

Qualche cambiamento, però, ci potrebbe essere anche a sinistra visto che "il cambio di legge elettorale potrebbe favorire la ricomposizione delle vecchie forze che erano in campo". Insomma, "uno schieramento di sinistra che parta da Sel e recuperi il vecchio elettorato di Rifondazione, Comunisti Italiani e Italia dei valori, sulla carta può valere tra il 9% e il 13%".

Commenti

ghorio

Lun, 04/05/2015 - 13:01

Per quanto mi riguarda, mi auguro di sbagliarmi, ma dubito, con questi chiari di luna di disfacimento del centrodestra, che si arrivi ad un partito che aggreghi i moderati.

agosvac

Lun, 04/05/2015 - 13:05

E' vero che, con l'Italicum modificato da Renzi, il favorito sarebbe lui stesso. Ma è anche vero che questo sarebbe legato solo ad una scarsa affluenza al voto. SE solo a votare ci andasse non il 50% degli aventi diritto al voto ma molti, molti di più, Renzi non sarebbe più il favorito: potrebbe vincere chiunque tra i partecipanti. E' infatti risaputo che quelli che non sono andati a votare nelle ultime elezioni non fanno parte dell'elettorato di sinistra, questi a votare ci vanno e come se ci vanno!!!!! Sono tutti moderati. Visto lo stato di degrado della politica di sinistra, con gli scandali che si succedono uno dopo l'altro, tutto può succedere.

Ritratto di fivestars..

fivestars..

Lun, 04/05/2015 - 13:16

il partito repubblichè? ah,ah,ah,ah HA, HA'

giottin

Lun, 04/05/2015 - 14:25

Gran bella cosa il partito repubblicano, ma se ad esso si aggrega il vecchi cdx con ncd, udc, fst csd, ptt. ecc, saremo alle solite, perciò....occhio ai candidati!!!!

Vero_liberista

Lun, 04/05/2015 - 15:38

Mah, mi sbaglierò ma credo che le dinamiche del gioco siano queste: nello schema classico, centrodestra (destra+lega+forza Italia) contro centrosinistra (democristiani popolari+sinistra), Renzi vincerà per 20 anni. Il risultato si capovolge totalmente se si cambia schema: antiliberali (trasversali di destra e sinistra, quindi da sinistra a centro fino alla destra sociale) contro partito liberale, anticaste pubbliche e anti burocrazie parassitarie, espressione della società e dell’Italia che lavora, crea, produce e vive senza stare dipendere in toto dallo Stato e senza quindi doverlo sorreggere interamente (famiglie, piccole e medie imprese, associazioni, reti e network ecc.). Questa seconda area è la sola in grado di riportare al voto entusiasta tutto l’elettorato non cattosinistro, ideologizzato e opportunista, ed asfaltare Renzi e la sua idea di Italia mediocre, serva e perdente. Sta agli italiani capirlo e regolarsi di conseguenza.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 04/05/2015 - 15:42

Ormai ne abbiamo piene le tasche di questa gente , devono sparire tutti e lasciare che il nuovo venga avanti , magari con qualche buona idea per il loro datore di lavoro , il popolo .

Miraldo

Lun, 04/05/2015 - 16:06

Questa tipa è una ciarlatana di sinistra.

marcomasiero

Lun, 04/05/2015 - 16:37

sinceramente mi sono rotto di sentire parlare di fantascienza ! mi sono rotto di cercare di pagare le tasse (non ci si tiene dietro) ad uno stato inetto imbelle incapace di tutto tranne che di torturare i suoi cittadini e favorire melma straniera. fate come vi pare e piace per me non esistete più ! oramai servono ben altri sistemi per riportare ordine dentro questi confini !

giovanni951

Lun, 04/05/2015 - 16:47

ha ragione Berlusconi quando dice che non bisogna disperdere i voti in partitini vari...purtroppo ognuno vuol essere il comandante in capo di una formazione propria; colpa nostra che li votiamo.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 04/05/2015 - 17:12

Ieri lo storico annuncio dello statista SILVIO BERLUSCONI: nasce il Partito Repubblicano. Oggi la conferma che l'intuizione dello statista BERLUSCONI è vincente! Ricordiamo che Ghisleri non ha mai sbagliato una previsione, a differenza della massa dei presunti sondaggisti sinistrorsi, dunque il futuro si chiama PARTITO REPUBBLICANO ed il leader si chiama SILVIO BERLUSCONI. Oggi è un giornata storica, finisce la breve era renzi, mai votato da nessuno, e inizia un grande futuro che si chiama PARTITO REPUBBLICANO, che parte da una base altissima: tutti i moderati contrari alla sinistra, ed è destinato a riportare al voto i moderati che se ne erano allontanati. Inutile dare percentuali, qualsiasi valore, anche altissimo, sarebbe inferiore alla realtà. Ricordo solo che renzi oggi ha il consenso di un italiano su 10.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 04/05/2015 - 17:12

E ci voleva il NUOVO e annunciato partito repubblicano, dopo il NUOVO e annunciato partito di FORZA Italia, passando per il NUOVO e annunciato PDL per poi tornare al NUOVO e annunciato Forza Italia 2.0. E chi sarebbe la mente di cotanta novità? Ma ovviamente lui: il nuovo e annunciato Silvio Berlusconi!!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Lun, 04/05/2015 - 18:46

Dreamer_66..sbagli non il nuovo e annunciato Silvio Berlusconi..il sempre cazzutissimo Berlusconi..MITTTTICO SILVIO!!..può chiamare il nuovo partito con un nome di mxxxa tipo.. Dreamer_66 che io lo voto lo stesso!!