Primarie Napoli, anche Valente presenta ricorso

Dopo Bassolino anche Valeria Valente presenta ricorso contro le presunte irregolarità nelle primarie a Napoli. Cuperlo: "Saggio rivotare nei seggi contestati"

Il caos delle primarie di Napoli sembra non finire mai. Dopo il ricorso presentato (e poi bocciato) dall'ex sindaco Bassolino, ora arriva anche quello di Valeria Valente, la candidata che ha vinto le primarie del Pd. "Abbiamo presentato un ricorso - spiega il comitato della deputata - per verificare se iscritti del Pd abbiano tenuto comportamenti lesivi dell’onorabilità del partito e degli stessi candidati, durante le primarie". Il ricorso, presentato alla commissione di Garanzia del Pd di Napoli, chiede "di avviare ogni accertamento utile" per accertare "se vi siano stati, nella giornata di domenica 6 marzo, comportamenti contrari alle norme previste dallo Statuto del partito".

Il ricorso è stato presentato da Giuseppe Balzamo, rappresentante della candidata alle primarie Valeria Valente. "I fatti - si spiega - sono tutti quelli rilevabili dal video prodotto e pubblicato da Fanpage.it", che però, si sottolinea nel ricorso, da solo non è "idoneo a dare certezza di illeciti comportamenti ancorchè inopportuni dal punto di vista politico". Di qui l’auspicio che la commissione "possa visionare l’intero video attraverso anche una corretta interlocuzione con i produttori del video stesso, al fine di comprendere se vi siano ulteriori casi su cui intervenire", nella convinzione "che si procederà con il rigore necessario e che ogni violazione sarà sanzionata con la severità necessaria".

Sulla vicenda interviene anche Gianni Cuperlo, esponente della minoranza del Pd. "Sulle primarie di Napoli ripeto che bisogna garantire rigore e massima trasparenza nell'esame dei ricorsi che sono stati presentati. Non è serio né credibile liquidare il tema appellandosi a improbabili tempi sul deposito dei ricorsi stessi. Ne va della serietà e credibilità del Pd. Per superare ogni dubbio o ambiguità sull'esito della consultazione sarebbe saggio rivotare nei seggi contestati".

Entrando nella sede del Pd di Napoli anche Antonio Bassolino ha commentato il ricorso presentato da Valente: "Vuol dire che ha cambiato linea? Mi fa piacere. Il ricorso che ha presentato è la conferma che evidentemente diverse cose non sono andate e per quello che riguarda me si vada avanti senza guardare in faccia a nessuno. Mi auguro - ha aggiunto - che i suoi rappresentanti nel comitato che deve esaminare il mio ricorso dicano che bisogna farlo con serietà, con il tempo necessario e quindi l’opposto di quanto è stato detto per il precedente ricorso e mi auguro che approvino la richiesta che io faccio".

Commenti

unosolo

Ven, 11/03/2016 - 13:53

se i veri ex PD come Dalema , Veltroni e moltissimi altri che contribuirono a crearlo non cacciano via gli attuali che hanno usurpato e scippato il partito isolando gli ex come Letta e tanti altri la sinistra sarà solo piena di veterani che cambiano continuamente la formazione del governo , quindi o lo fate cadere cacciandolo o dovete rinunciare a vitalizi e doppie pensioni , questo governo sta rovinando un sistema che funzionava benissimo.,

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 11/03/2016 - 13:59

pidioti...what elese!!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 11/03/2016 - 14:02

pidioti...what else!!!

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 11/03/2016 - 14:05

R MR LI CHIAMATE ONESTI

Aegnor

Ven, 11/03/2016 - 14:16

LA questione morale,questa sconosciuta.

hectorre

Ven, 11/03/2016 - 14:32

che pena

nonnoaldo

Ven, 11/03/2016 - 15:28

Li abbiamo visti all'opera. Questo ci dà la misura della correttezza sia del PD, sia dei suoi elettori. Se arrivano a questi intrallazzi per un sindaco, cosa faranno alle politiche?

27Adriano

Ven, 11/03/2016 - 15:46

nella filosofia comunista italiana è lecito tutto quanto va a favore del partito. Per cui furti, sperperi, assalti di banche, omicidi (MPS), menzogne diventano azioni buone e giuste.Mi chiedo solo una cosa: se i comunisti arrivano a scannarsi tra di loro con brogli elettorali per una competizione di poca importanza, nel caso delle elezioni politiche nazionali come "broglieranno" i vari seggi e gli scrutini finali????

mifra77

Ven, 11/03/2016 - 18:05

Vedere e sentire i PiDiotissimi dirigenti dei PiDioti, arrampicarsi sugli specchi per giustificare e rendere lecito, quanto lecito non è, mi convince sempre di più che a sinistra, la moralità è un Water(cesso) sul quale sedersi e farci dentro tutti i loro bisogni corporali.Nessuno dice che a Napoli è in corso una guerra tra sottobande che vogliono il potere, ognuno per farci il proprio affare. A Roma al contrario è solo voglia di perdere. Di utile ci sono le migliaia di euro incassati dal partito che l'agenzia delle entrate non guarda perché troppo impegnata a controllare gli scontrini del caffè.

freevoice3

Ven, 11/03/2016 - 23:56

Pd. Diversamente onesti. Ma tanto i cerebrolesi lobotomizzati continuano a votarli, vista la miracolosa moltiplicazione delle schede. Sado-masochisti. Viene alla mente quando le pure verginelle sputtanavano Berlusconi.... Cialtroni!