Prodi gela Draghi: "Munizioni finite"

"Il rischio è una stagnazione secolare"

"Il rischio è una stagnazione secolare. Mario Draghi ha evitato il disastro, ma adesso le munizioni sono finite". Lo afferma al Corriere della Sera l'ex premier Romano Prodi, spiegando che "l'Europa è uscita dalla crisi e così anche noi che, con una previsione di crescita tra l'1 e 1,2%, rimaniamo tuttavia in coda al gruppo, dopo avere perso quasi il 20% della nostra capacità produttiva. Si è invertita la tendenza negativa ma, con questi dati, non è possibile risolvere il problema dell' occupazione".

"È chiaro - osserva Prodi - che uno scatto decisivo sul problema dell' occupazione si può fare solo con una politica europea diversa. Che non c'è", "la colpa - aggiunge - non è dei trattati ma di una politica sbagliata. La Germania ormai da molti anni applica e fa applicare una politica di austerità che non è adatta alla situazione di depressione in cui ci troviamo". "Cresce poco lei - spiega - e fa crescere ancor meno noi. Francia, Italia, Spagna che hanno interessi comuni per una politica diversa non riescono a mettersi d' accordo tra loro. Tant' è vero che l' unica struttura europea che funziona come tale, la Banca centrale europea, sta facendo una politica alternativa". "La Bce - continua quindi Prodi - ha capito il pericolo di una stagnazione prolungata e fa di tutto per evitarla. Ha evitato il disastro, ma ha esaurito le sue munizioni. Il pericolo della stagnazione è ancora di fronte a noi: se continuiamo con la distruzione della classe media e l' accumulazione della ricchezza nella classe più elevata, che non consuma, costruiamo la stagnazione secolare". Sull' Austria che vuole le barriere al Brennero, Prodi commenta: "Non mi stupisce più nulla. Su questi temi, tutti i governi inseguono le punte estreme dei propri Paesi". "Riusciamo a fare la pace in Siria senza Putin - si chiede quindi Prodi sui fronti caldi alle porte dell' Europa -? Evidentemente no", mentre sulla Libia afferma: "Era meglio trattare con Gheddafi che aprire il baratro dell' anarchia", un eventuale "intervento unirebbe la Libia contro di noi. Serraj non ce lo chiederà". Guardando all' Italia, sulle riforme costituzionali e il referendum di ottobre, Prodi avverte: "Non possono essere mirate all' interesse di chi possiede la maggioranza del momento".

Commenti

Holmert

Ven, 22/04/2016 - 09:03

Il freno contro pedale della economia nazionale è proprio l'Europa unita. Quella Europa fortemente voluta dai soliti sognatori con il cervello rintronato da false idee che fanno parte di quella sindrome neuropsichica che chiamasi paranoia e che provocano delirio,delirio di grandezza ma senza fondamentali. Di questa schiera fa parte anche Prodi con il suo mentore Caimpi che ci portarono dritti dritti verso il baratro europeo truccandole carte ed issando la bandiera dell'UE. Ora con quella incommensurabile faccia di tolla ,fa anche il critico alla sua creatura.

un_infiltrato

Ven, 22/04/2016 - 09:04

Il professore (di educazione fisica) prodi romano non gela nessuno. Anzi, per la precisione, non gela un alcunchè di niente. Torni pure a ibernarsi.

Albius50

Ven, 22/04/2016 - 09:05

Tutto sommato da questa intervista posso intravedere che fra Prodi e Berlusconi le IDEE sono comuni, forse in passato se invece di farsi la GUERRA avessero dialogato lasciando alle spalle gli eccessi della SINISTRA (centri sociali ecc...) ora avremo + potere in UE, e non farci prendere per i fondelli in continuazione.

puntopresa10

Ven, 22/04/2016 - 09:08

Povero massone di un Prodi.La bolla credizia sta per scoppiare.Non servirà più lanciare bombe di valuta dagli elicotteri.cercheranno di gonfiare il settore bancario acquistando ogni tipo di debito,ciò non servirà a niente.Infine la gente vedrà attraverso il velo.Vedra' ciò che dorothy,lo spaventapasseri,il leone e l'uomo di latta hanno visto,cioè che il mago di oz in realtà è solo un vecchio sciocco che tira freneticamente delle leve.

Beaufou

Ven, 22/04/2016 - 09:14

La stagnazione prolungata ha pressoché distrutto il settore manifatturiero italiano, che per riprendersi ha bisogno di una forte detassazione e di un'ancora più forte deregolamentazione, cosa che al governo, impegnato in puerili giochetti contabili a fini elettorali, non ha ancora capito. Se non si produce, non c'è sistema bancario, non c'è burocrazia, non c'è politica che tengano, si diventerà sempre più poveri. Il pinocchietto figlio di bancarottiere sarebbe ora lo capisse.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 22/04/2016 - 09:38

Per una volta il mortadella non dice fragnacce! Cosa succede?? é andato fuori di testa (la sua)?? oppure ha bevuto troppo lambrusco??? Sia come sia, questa volta condivido la sua analisi. Sulla Libia pero' avrei molto più apprezzato se avesse parlato quando Berlusconi si opponeva, tutto solo, a sarkosy e Cameron invece di pontificare a cose fatte col senno di poi!

Cheyenne

Ven, 22/04/2016 - 09:49

in vecchiaia mortadella è rinsavito? Ma non fu lui a incarcerarci in questo schifo di euro e di UE?

vince50_19

Ven, 22/04/2016 - 09:56

Ha finito le munizioni? Ma va? .. "se continuiamo con la distruzione della classe media e l'accumulazione della ricchezza nella classe più elevata, che non consuma, costruiamo la stagnazione secolare" .. Come direbbe un certo sasà selvaggi, nel leggere queste parole verrebbe da dire "Incredibbbbbbile!" (specie se ricordo i suoi governi in cui alla classe media ha dato in testa, tramite un certo "vischio", senza se e senza ma) .. ahahahaha ..

MEFEL68

Ven, 22/04/2016 - 10:29

Se Deaghi ha finito le munizioni, Prodi non le ha mai avute. Se qualcuna gli è capitata fra le mani, l'ha certamente usata male. Non è lui che ci ha trascinato nell'euro-avventura a condizioni che non potevamo permetterci e meritarci? Per quanto riguarda la crisi, è vero che la Germania impone, ma è anche vero che, mentre gli altri arrancano, noi stiamo fermi o retrocediamo. Non siamo la maglia nera in Europa? Non siamo quelli che sprecano, rubano, spoliticano (se si può dire petaloso, si può dire anche spoliticano)più di tutti? Allora, non cerchino i nostri politicastri l'attenuante alla loro avidità e incapacità.

onurb

Ven, 22/04/2016 - 10:49

Ha parlato il premio Nobel dell'economia e ha scoperto l'acqua calda. In ogni caso sono le politiche cattocomuniste degli anni '70 e '80 portate avanti dai governi di allora, con l'appoggio determinante del PCI, ad aver ridotto l'Italia in braghe di tela: 2.200 miliardi di debito pubblico non spuntano dalla sera alla mattina, come i funghi, e non sono più gestibili.

vince50_19

Ven, 22/04/2016 - 10:50

Avevo scritto un commento ma non lo vedo. Riprovo: "CON L'EURO LAVOREREMO UN GIORNO IN MENO GUADAGNANDO COME SE LAVORASSIMO UN GIORNO IN PIÙ." Romano Prodi (1999).. Adesso, su Draghi ".. Ha evitato il disastro, ma ha esaurito le sue munizioni. Il pericolo della stagnazione è ancora di fronte a noi: se continuiamo con la distruzione della classe media e l' accumulazione della ricchezza nella classe più elevata, che non consuma, costruiamo la stagnazione secolare". Non dice cose "lunari": i tempi cambiano ma la sua memoria rimane sempre corta. S'è dimenticato come ha trattato le pmi nei suoi governi, pmi hanno certo le loro pecche ma che sono tuttora il motore dell'economia italiana, evidentemente. Se poi subentreranno le multinazionali (TTIP voluto anche da Renzi), allora qui sul serio finiremo nella.. (grazie anticipate al moderatore se pubblicherà)

greg

Ven, 22/04/2016 - 10:54

CHE NUOVE MIRE POLITICHE E DI POTERE HA IL MORTADELLA PRODI????? Perchè per prima cosa non riconosce che è stato lui, assieme a Ciampi, che ci hanno infilato nella tragedia volendo fare entrare il paese nella inutile Comunità Europea. Perchè non ci spiega il motivo per cui chi non fa parte, fra le nazioni europee, della UE ha economie migliori del resto dell'Europa, a parte la Germania che mira ad dominare le varie nazioni europee, questa volta non con i carri armati della Wermacht nazista ma con la povertà generalizzata, obbligata grazie al fatto che è la Germania che detta le regole di comportamento per le nazioni ormai vassalle della Merkel? Caro MORTADELLA PRODI, tu non sei per nulla rinsavito, ma hai solo preso e ripeti a pappagallo ciò che dice l'uomo della strada, che non vive immerso nei soldi che tu hai rubato allo Stato.

Keplero17

Ven, 22/04/2016 - 10:56

Sì ma la causa prima è il basso costo della manodopera in oriente e nell'est europeo.

baio57

Ven, 22/04/2016 - 11:00

"....Trasformeremo la penisola in un grande molo per l'attracco delle navi container cinesi..." Mortadella ma va' a cagher !!

nerinaneri

Ven, 22/04/2016 - 11:07

...è la globalizzazione, bruttezze...

nerinaneri

Ven, 22/04/2016 - 11:40

onurb: fai una ricerca su internet e scopri chi ha fatto esplodere i debito pubblico...(ah! è vero, dimenticavo...internet è komunista)...

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 22/04/2016 - 12:03

L'ha letto facendo ballare il bicchierino durante l'ultima seduta (spiritica).

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 22/04/2016 - 12:17

Da che pulpito viene la predica.

Ritratto di Loudness

Loudness

Ven, 22/04/2016 - 12:24

Un tempo questi avvinazzati avevano diritto di parola solo nei circoli delle ACLI o in qualche infima osteria di periferia... Poi un giorno ce li siamo ritrovati nelle stanze dei bottoni... e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. O meglio... di chi vuol vedere.

Much63

Ven, 22/04/2016 - 12:30

Chiudi la bocca, nell'euro ci hai portato tu salvo dire poi che prima sarebbe stato necessaria l'armonizzazione fiscale. Solito rosso che piange sulle disgrazie da lui cagionate.

Ritratto di pao58

pao58

Ven, 22/04/2016 - 12:42

Draghi ha finito le munizioni...il che, detto da un pistola potrebbe pure essere credibile... Ha parlato il servo... .P

ILpiciul

Ven, 22/04/2016 - 13:05

Prodi, per favore stia zitto. Quando lei era all'Iri io lavoravo in un'azienda di proprietà di quell'ente e di punto in bianco io ed altri PADRI DI FAMIGLIA abbiamo perso il posto di lavoro perché la ditta è stata venduta ad una multinazionale, pare per un valore inferiore al reale. Non pontifichi, non è il caso anzi, si ritiri in un ospizio dei ricchi ma sparisca dalla vista.

Una-mattina-mi-...

Ven, 22/04/2016 - 13:22

NON LE HA MAI AVUTE, LE vere munizioni, sono state come l'arsenale chimico di Saddam: uno storytelling funzionale ad altri scopi, e per prendere tempo.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Ven, 22/04/2016 - 13:38

Prodino-prodone fattene una ragione ....tu le cartuccie ce le hai avute solo per fare danni. Ti conviene solo SPARIRE !fai semplicemente schifo in tutto e per tutto.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 22/04/2016 - 13:42

Questo buffone della politica ha fatto, con Ciampi e altri, piu' danni in Italia di Berlusconi durante tutti suoi governi ad personam messi insieme. Dopo aver pesantemente contribuito a creare un debito pubblico colossale hanno anche pensato a convertirlo in Euro, di fatto la moneta di uno stato forte e con debito ridottissimo. Da idioti, quali solo ce li ritroviamo in Italia.

freud1970

Ven, 22/04/2016 - 13:50

Ma come si fa a dare voce a prodi, un personaggio che ha sempre fatto danni in italia?

geronimo1

Ven, 22/04/2016 - 14:15

Maddai che faccia!!!!!! Tutti ci ricordiamo quando un TONFIO Mortadella alla mezzanotte ed un secondo ha comprato un mazzo di rose per la moglie...!!!!! Da quella entrata in vigore dell' Euro le munizioni sono finite..?????? Ma lo capiva qualsiasi ritardato mentale...!!!!! E c'e' qualcuno che lascia ancora parlare gli IRRESPONSABILI di allora...!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

baio57

Ven, 22/04/2016 - 14:49

@nerinaneri - Scusa l'intromissione,ma ciò che afferma onurb è la sacrosanta verità : nel 1970 il rapporto tra DP. e PIL. ERA AL 40% , per poi triplicare nell'arco di vent'anni ,infatti nel 1993 si è arrivati al 120% . Dal'93 ad oggi si è passati al 135% . In definitiva è evidente chi abbia creato la voragine dei conti pubblici.

routier

Ven, 22/04/2016 - 15:10

Quando finiscono le munizioni non resta che l'onore delle armi. Al contrario, quando si finiscono i neuroni si scrivono corbellerie sull'economia.

cameo44

Ven, 22/04/2016 - 15:12

Prodi e Monti gli autori di tanti disastri hanno ancora l'arrogan za di parlare Prodi ci ha voluto portare a tutti i costi l'euro causa di tutti i mali e Monti ha completato l'opera con la sua politica economica entrambi dichiaratasi europeisti ma oggi dico no che così come è la UE non va quando a dirlo era Berlusconi lo si accusava di anrieuropeismo saranno due Professori ma la realtà è che vivono sulle spalle dei contribuenti nonostante i danni che hanno fatto

leo.nar.do

Ven, 22/04/2016 - 15:17

Parole sagge quelle di Prodi … specialmente quelle sulla riforma della Costituzione voluta da Renzi … - "Non possono essere mirate all' interesse di chi possiede la maggioranza del momento"… Hai capito Renzi ?...

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 22/04/2016 - 15:32

Via da questa UE e dalla sua valuta fasulla al più presto.

gneo58

Ven, 22/04/2016 - 15:41

parla lui che ha combinato solo disastri.

carpa1

Ven, 22/04/2016 - 15:43

Se lo dice lui, che è un genio della finanza (pro domo sua), allora cìè da credergli.

Vera_Destra

Ven, 22/04/2016 - 16:10

Riprovo: @onurb, parole sante!

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 22/04/2016 - 17:02

COSI' PARLO' MORTADELLA....

Vigar

Ven, 22/04/2016 - 17:04

Che parli proprio lui è il colmo. Gran parte dei problemi che viviamo oggi li dobbiamo a lui e a quell'altro bel soggetto di ciampi. Quell'altro almeno, ha avuto il coraggio di levarsi dalle balle e di sparire dalla circolazione.......

timoty martin

Ven, 22/04/2016 - 17:18

... Mr Mortadella di munizioni non ne ha mai avute. Ha sempre fatto fiasco o niente. Prodi stia solo zitto

Duka

Ven, 22/04/2016 - 17:28

Non starà pensando di sostituirlo per caso ! Questo si ruberebbe tutta l'Europa.

paolonardi

Ven, 22/04/2016 - 17:30

Se prodi dice questo vuol dire che Draghi fa bene.

vincenzo1956

Ven, 22/04/2016 - 18:31

Ma se non ricordo male il Prof. Prodi,prima di entrare nell'euro ci assicuro' che ( se ricordo bene le parole) " sarebbe stato un paradiso"---"avremmo lavorato un giorno di meno e guadagnato per un giorno di piu'" e via dicendo.Io chiederei,senza giustizialismi una serena autocritica

apostrofo

Ven, 22/04/2016 - 19:42

Prodi critica Draghi ? Professionalmente lontani anni luce ! Se c'era Draghi al posto suo,tante situazioni si sarebbero evolute in modo molto più favorevole, per esempio entrata nell'euro e il cambio lira euro etc.

moshe

Ven, 22/04/2016 - 20:32

mortadella, dopo tutte le porcate che hai fatto, che ci sono costate sangue e continuano a costarci, ABBI IL BUON SENSO DI TACERE, POSSIBILMENTE PER SEMPRE !!!

nerinaneri

Sab, 23/04/2016 - 12:43

baio57: guarda governi prodi 1 e 2 e relativo deficit, guarda governi berlusconi 1,2,3,4 e relativo deficit...ma ricorda, wikipedia è komunista...