Prodi come Re Giorgio: ​"Non si torni alle urne"

La nuova legge elettorale "mi ha convinto a essere negativo". Così Romano Prodi a Cartabianca su Rai3 boccia l'idea del voto anticipato

La nuova legge elettorale "mi ha convinto a essere negativo". Così Romano Prodi a Cartabianca su Rai3. "Era un modo di dire comune: voglio essere sicuro la sera delle elezioni di chi vincerà. Questo sistema è quasi l'opposto. Non è la legge che volevamo noi", aggiunge. L'ex premier fa da sponda a Napolitano che con un intervento a gamba tesa ha chiuso le porte ad un voto anticipato: "Se Napolitano ha detto così certo che sono d'accordo. Senza saperlo abbiamo detto la stessa cosa". Così Romano Prodi a Cartabianca su Rai3 commenta le parole di Giorgio Napolitano che, sulla legge elettorale, ha detto: "E' un'intesa fra quattro leader solo per convenienza". Poi, Prodi ha parlato del cetrosinistra e di Pisapia: "Pisapia a Milano lo ha fatto. Pisapia non è un rifondarolo, Pisapia ha unito la borghesia milanese con una forza di sinistra e secondo me questo è il compito che un partito di centrosinistra deve sempre fare. Pisapia - aggiunge in merito a un suo possibile aiuto al centrosinistra - ha creato un'attesa. Aspettiamo che questa attesa si tramuti in fatti. Io vorrei un riaccorpamento del Pd. E dalle prime dichiarazioni Pisapia ha detto che non ha nessuna intenzione di rompere con il Pd ma che voglia ricompattarlo".

Commenti

manfredog

Mar, 06/06/2017 - 23:39

..paua della bua..!? mg.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 07/06/2017 - 00:16

Altro farfallone che ha danneggiato l'Italia. Neppure il buon senso di lasciare perdere. Se avessero fatto il contrario di quanto ha detto, staremmo molto meglio. Purtroppo non si può aver ela controprova, ma la prova è già sufficiente per dire: peggio di così...è impossibile.

Divoll

Mer, 07/06/2017 - 00:24

Prodi, Napolitano... Ex e anti-democratici che vogliono per forza il contrario di quel che vuole il popolo italiano. In altre parole, nemici degli italiani.

Ettore41

Mer, 07/06/2017 - 00:27

E questo continua a parlare. E con quale autorita' Napolitano farnetica e lui gli fa da sponda. Debbono sparire.

blackindustry

Mer, 07/06/2017 - 02:06

Ma quel fallimento umano e' anvora in Italia? Aveva promesso di andare a vivere in Africa, ma da buon cattocomunista ha mentito ed e' ancora in Italia... evidentemente il ratto ha fiutato ancora qualcosa da mangiare.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mer, 07/06/2017 - 05:20

Va a scassare la uallera da un'altra parte.Professore.....

Popi46

Mer, 07/06/2017 - 05:39

Per forza,cane non mangia cane...

Iacobellig

Mer, 07/06/2017 - 05:58

QUESTO SOGGETTO NON SI VERGOGNA DOPO AVER TRASCINATO IL PAESE ALLA ROVINA INSIEME A CIAMPI?

il sorpasso

Mer, 07/06/2017 - 06:26

Un'altro simile a Napolitano......potrebbero andare entrambi ai giardinetti con i nipotini e a raccontargli le favole che per anni lo hanno fatto agli italiani

FRATERRA

Mer, 07/06/2017 - 07:13

Ecco perché in Italia non si vede futuro,si continua a dare voce a gente ignobile che ha fatto danni incalcolabili;continuando ad ascoltare i loro "secondo me", "ma" "sarebbe meglio per il paese". SPARITE PER SEMPRE NELLA....

Siciliano1

Mer, 07/06/2017 - 07:17

Anche lui come Giorgio, basta. Più danno di così?

Marcello.508

Mer, 07/06/2017 - 07:23

Il dossettiano cattocomunista non si smentisce mai. Eppure, essendo stato anche senior Advisor in Goldman Sachs (carica occupata anche da Monti), dovrebbe sapere che la politica in Italia non comanda più da decenni, bensì è al traino di cosi detti poteri sovrannazionali in odore di massoneria. Torna a fare il professore in "cattedra" e, a fine settimana, il curatiello a Scandiano. E' meglio per tutti.

curatola

Mer, 07/06/2017 - 07:30

rottamati che emettono suoni: mi ricordano il robot terminator finito schiacciato dalla pressa azionata da colei che doveva essere la sua vittima.

lappola

Mer, 07/06/2017 - 07:51

Ma questo non aveva promesso di smettere di fare politica? Non doveva fare il professore? e lo faccia .... oppure non riesce nemmeno a fare quello e sceglie di tornare a scassare gli italiani che è più facile con il supporto di tanti imbecilli ?

demetrio_tirinnante

Mer, 07/06/2017 - 08:58

Anche in questo caso, quando verrà finalmente messa mano alla stesura definitiva del relativo coccodrillo?

maurizio50

Mer, 07/06/2017 - 09:26

Se i vecchi tromboni come il soggetto sopra indicato o il napoletano non vogliono le elezioni, state certi che la via giusta è proprio quella contraria a quanto costoro desiderano. !!!!!!!!!!!!!!!!

GUGLIELMO.DONATONE

Mer, 07/06/2017 - 09:31

$lappola$ - Ma quale professore, e di che? Il suo posto lo trova a Faenza presso la rinomata fabbrica di mortadelle Rovagnati. Direttore Sallusti, per cortesia, eviti di rovinare il fegato ai suoi lettori parlando e pubblicando foto di questo per nulla nobile personaggio!

Ritratto di lurabo

lurabo

Mer, 07/06/2017 - 09:35

Basta non si puo' continuare a dar retta a queste cariatidi. SALVINI FOR PRESIDENT

Fjr

Mer, 07/06/2017 - 09:40

Basta dar voce a questo e all'ex pdr

Massimo Bocci

Mer, 07/06/2017 - 09:48

La cricca dei boia, che ha schiavizzato l'Italia e Italiani, fallito l'ennesimo Golpe costituzionale (quello di Rignano)per asservirci definitivamente e inreversibilmente alla schiavitù Meticcia,UE-Euro, porta avanti il loro programma di traditori e rinnegati anti Italiani, vogliono impedire al popolo sovrano di spazzarli via ( con un voto libero (salvo i soliti brogli elettorali ,i milioni di cooptati che vi hanno messo sul bobbo per il voto di scambio e ecc.) e impedirci di derattizzare la loro fedita FECCIA.

Giorgio5819

Mer, 07/06/2017 - 13:42

Eccoci, mancava questo pagliaccio, dopo il grande burattinaio stalinista a adesso parla la marionetta grassa... comunisti che non conoscono la vergogna, indegni parassiti sociali.

Ritratto di dr.Strange

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mambo

mambo

Mer, 07/06/2017 - 22:48

ancora in giro questo qui? Il Napolitano due, che nonostante tutti i guai che ci portato vuole ancora la ribalta: Che schifo.

leopard73

Gio, 08/06/2017 - 07:15

DA QUANDO BERLUSCONI E STATO COSTRETTO A LASCIARE AD OGGI IL DEBITO PUBBLICO E ANDATO CRESCENDO DI CIRCA 300miliardi E SONO DA ADDEBITARE AI QUATTRO GOVERNI NON ELETTI E VOLUTI DA RE GIORGIO IL GRANDE DEMERITO CHE HA CONTRIBUITO ALLO SFASCIO DI QUESTO PAESE, GENTE SENZA SCRUPOLI COMANDATI DA IDEE GIURASSICHE KOMUNISTE CHE COMBRICCOLA CHE ABBIAMO A SOSTEGNO SEMPRE DEL MALAFFARE E DEI LORO LOSCHI AFFARI. CHE SI SPROFONDINO ANCHE LORO IN FONDO AL MARE CON I CLANDESTINI.