"Pronti ad aiutare Salvini Ma lui si liberi dei 5 stelle dilettanti allo sbaraglio"

L'azzurro: "Matteo ha promesso che tornerà con noi. Gli ho detto di non attaccare la Ue"

Fiuggi - Antonio Tajani è febbricitante, ma non si perde nessuno dei dibattiti della prima giornata della convention che ha organizzato a Fiuggi su: «L'Italia e l'Europa che vogliamo». Titolo perfetto per questo incontro di Forza Italia e del Ppe, in cui veste il doppio ruolo di presidente dell'Eurparlamento e vicepresidente azzurro.

Il vertice tra i leader della coalizione ha riaffermato l'unita' del centrodestra, quando la partecipazione della Lega al governo con il M5s sembrava metterla in crisi. Un successo reale o d'apparenza?

«Un passo avanti importante per il centrodestra, per l'impegno ad un lavoro strategico, non solo per le regionali ma per riportare al governo la coalizione. Credo che questo segnale non sarà stato molto gradito ai grillini».

È stato difficile convincere Salvini a questo passo, rischiando appunto attriti con gli alleati di governo?

«Non è stato reticente. Ci ha confermato che quando finirà questo governo non andrà alle elezioni con i 5 stelle, ma porterà avanti con noi la battaglia del centrodestra unito».

E intanto si è impegnato a far pesare il programma del centrodestra nell'azione di governo, a cominciare dalla manovra.

«Siamo d'accordo sulla necessità di ricompattarci e potrà avvenire se saranno inseriti nel piano di governo i punti fondanti del nostro programma, il primo è una vera Flat tax, mentre non possiamo appoggiare un reddito di cittadinanza che agevola il lavoro nero, spesso soprattutto nel sud gestito dalla mafia. Siamo pronti ad un lavoro comune con la Lega sul sostegno alle imprese, sulla riduzione del debito pubblico, su tutto ciò che deve rassicurare i mercati. Ho detto a Salvini che a Bruxelles non si ottiene nulla facendo la voce grossa. Quando i nostri titoli di Stato valgono meno di quelli spagnoli e portoghesi vuol dire che qualcosa non funziona. Quando se ne vanno gli investitori, portando via oltre 70 miliardi, idem. Ed è inutile prendersela con l'Europa».

Gli annunci del governo, anche se non si realizzeranno, provocano danni?

«Quando nel governo dicono che non pagheranno i contributi all'Ue, ricordiamo a Di Maio che le imprese italiane fanno affari per 250 miliardi di euro grazie al mercato interno e se paghiamo 2 miliardi in più il saldo netto sarà di 248 miliardi. Con certi annunci, lo spread sale. Sembrano dilettanti allo sbaraglio».

Qual è il messaggio di Fiuggi?

«Sono due. Per noi, il lavoro è la vera priorità, molto più dell'immigrazione. La disoccupazione ha raggiunto nel sud livelli incredibili ma nessuno se ne occupa. Bisogna trovare delle soluzioni. Questo è il filo conduttore della tre-giorni. Il secondo è: dopo la pausa estiva, come Forza Italia, vogliamo tornare ad essere protagonisti del centrodestra e dell'Italia».

Come?

«Lavorando tanto anche sui social per un'azione forte sul territorio. Serve un diverso atteggiamento: più popolo, stare in mezzo alla gente. Come nel '94, ma con una prospettiva diversa. Per questo parliamo dell'Altra Italia da riconquistare, la maggioranza silenziosa che non ha votato e cerca un riferimento».

In che modo pensate di attrarre i delusi dalla politica?

«Con un progetto completo, che punti alla tutela delle pensioni, dell'impresa, dei commercianti, dei liberi professionisti...».

Oggi vengono premiati i leader urlatori, un vicepresidente di Fi moderato su che cosa fa leva?

«Sono uno che crede nei propri valori e combatte le sue battaglie con determinazione. L'ho sempre fatto e credo nella forza della non violenza. Per me è più credibile la forza delle idee e ciò non significa essere deboli».

Rilanciare Fi sembra un'impresa difficile...

«I sondaggi dicono che è finita la fase della decrescita ed è iniziata quella della crescita. A Fiuggi abbiamo tanti ospiti del mondo del lavoro, delle imprese e vuol dire che c'è attenzione per noi».

Le Europee saranno un appuntamento importante.

Commenti

Morion

Sab, 22/09/2018 - 09:52

...Ma lui si liberi dei 5 stelle dilettanti allo sbaraglio". Certo Antonio, tu, Berlusconi, Previti, Dell'Utri e compagnia bella, che siete capaci, competenti, l'Italia l'avete fatta grande. Mi spieghi allora perché esistono e sono al governo i 5 stelle? Non è che avete sbagliato qualcosa? Voi e i signori del PD vostri complici?

maxxx666

Sab, 22/09/2018 - 10:12

Già peccato che Giorgetti abbia subito smentito ufficialmente che la Lega voglia mollare il M5S per rimettersi poi con chi? Con un partito moribondo come F.I. e un partito inesistente come quello della Meloni? Articoli di questo genere sono la fotocopia di articoli che giravano già a giugno. La verità è che F.I. non ha numeri sufficienti altrimenti si sarebbe già allegato col P.D.

Ritratto di dr.Strange

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 22/09/2018 - 11:19

...."Tajani illustrerà la ricetta per rilanciare il partito"....Ennesima proposta della solita medicina,con diversa etichetta,con diversa bottiglia....! Poi,il solo pensare di aumentare i voti di FI con i "delusi" Leghisti,mi sembra una "pensata" perdente in partenza!L'acqua di solito va dall'alto verso il basso... Tutto sommato è più "affidabile " 1/4 del M5s "simil Lega",che 1/3 di FI "simil Lega"(dove Tajani non è presente)!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 22/09/2018 - 11:25

@maxxx666:...lei scrive:" La verità è che F.I. non ha numeri sufficienti altrimenti si sarebbe già alleato col P.D."...Certamente,2/3 di FI è "simil PD"....attenzione però,che anche se piccolo(alle prossime elezioni rosicchieranno qualche parte del "moribondo"),1/2 di FdI è "simil lega",ed anche questo poco,può contare...

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Sab, 22/09/2018 - 11:26

Il povero Tajani mi sembra l'equivalente della "mosca cocchiera" della favola di Fedro, che pretendeva di essere quella che dettava gli ordini di marcia ad un gigantesco bue. Probabilmente Forza Italia -per la quale, nonostante tutto, in fondo simpatizzo- farebbe meglio a dargli il benservito dissipando con cio' i consistenti sospetti di futuri inciuci con il PD, affidarsi a Toti, e fare dinnanzi ai suoi ex-elettori una severa autocritica per i madornali errori commessi (sostegno a Monti, IMU, Fornero, Nazareno, e chi piu' ne ha piu' ne metta). Magari ne recupera almeno una parte.

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 22/09/2018 - 11:35

come si fa a eleggere uno come tajani, non capisce nulla di nulla e in europa sono propensi a credere che l'italiano medio è come lui, e ci trattano di conseguenza!

wintek3

Sab, 22/09/2018 - 11:37

Pensare di risollevare le sorti FI con uno come Tajani è come sperare di trovare un ago nel pagliaio, è una persona penso onestissima ma di un piattume e di una opacità impressionanti. Il classico oggetto che dove lo metti sta.

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Sab, 22/09/2018 - 11:40

Siete voi che avete bisogno di aiuto, fatela finita. Gli elettori hanno già compreso che avete scelto il PD e Bruxelles.

Maver

Sab, 22/09/2018 - 12:17

Nessuna meraviglia che questa testata appoggi il progetto di Centro-Destra di Tajani ci mancherebbe, non di meno si tratta di pura illusione. L'Europa (non la UE) è il nostro orizzonte quotidiano e la Lega dovrà scegliere se stare con i paesi di Visegrad (assolutamente antitetici a FI ) o con il PPE. Due mondi, due visioni della storia e del futuro fra loro inconciliabili, ma la Lega sa benissimo da che parte deve schierarsi se vuole continuare ad incrementare il suo consenso evitando di essere annichilita dalle logiche opportunistico - finaziariarie dei Liberali. La realtà è questa, il resto è solo fumo negli occhi.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 22/09/2018 - 12:19

Nella 'politica italiota' i "nostri" chi sono? Ho votato Meloni, non curandomi della sua bassa percentuale, per non dare troppo potere a chi ce lo ha già e ne ha fatto uso sbagliato. Però, comunque, il mio voto era alla "coalizione" di destra, che -se non ricordo male- contava tre "sigle": FI (Silvio), Lega (Salvini) ed infine FdI (Meloni). Ora la Lega appare trionfante, dopo il "via libera" di Berlusconi ed i successi ottenuti da Salvini nel Mediterraneo (nella parte prospiciente la Libia). Però abbiamo anche un Salvini in stato confusionale [dopo la fesseria concernente la nave "Diciotti] e che sembra intenzionato di rimanere attaccato a M5S ed ai suoi folli programmi concepiti dal "capoccetto" Di Maio, uomo di bassa cultura e tanta presunzione. Salvini vuole appoggiare M5S ed ignorare la volontà degli elettori di destra? PEGGIO PER LUI! Vedremo cosa ne pensano gli elettori alla prossima consultazione elettorale!

Ritratto di Adriano Romaldi

Anonimo (non verificato)

ghorio

Sab, 22/09/2018 - 12:36

Il difetto di Forza Italia, di Berlusconi e di Tajani è quello di cercare di giustificare Salvini per un'alleanza di poltrone. Facendo così Forza Italia è destinato a scomparire, altro che approdo dei moderati e di chi non vota.

mcm3

Sab, 22/09/2018 - 12:53

«L'Italia e l'Europa che vogliamo»...se il vostro futuro e' rappresentato dalle parole di tajani, la strada e' breve, ricordategli che siete stati al governo per anni ed oi risultati li conoscono tutti

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 22/09/2018 - 12:53

vedrete quali saranno i soliti commenti dei babbei comunisti e grulli! costoro neanche si ricordano di quello che hanno fatto, votando tutti tranne che FI e centrodestra, e persino hanno avallato anche una alleanza innaturale tra lega e m5s! ora diranno che il centrodestra è superato, ridicoli! patetici! sono degli autentici sociopatici!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 22/09/2018 - 13:13

Nella 'politica italiota' i "nostri" chi sono? Ho votato Meloni, non curandomi della sua bassa percentuale, per non dare troppo potere a chi ce lo ha già e ne ha fatto uso sbagliato. Però, comunque, il mio voto era alla "coalizione" di destra, che -se non ricordo male- contava tre "sigle": FI (Silvio), Lega (Salvini) ed infine FdI (Meloni). Ora la Lega appare trionfante, dopo il "via libera" di Berlusconi ed i successi ottenuti da Salvini nel Mediterraneo (nella parte prospiciente la Libia). Però abbiamo anche un Salvini in stato confusionale [sembrerebbe dopo la fesseria concernente la nave "Diciotti] e che sembra intenzionato di rimanere attaccato a M5S ed ai suoi folli programmi concepiti dal "capoccetto" Di Maio, uomo di bassa cultura e tanta presunzione. Salvini vuole appoggiare M5S ed ignorare la volontà degli elettori di destra? PEGGIO PER LUI! Vedremo cosa ne pensano gli elettori alla prossima consultazione elettorale!

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 22/09/2018 - 13:37

Immaginate lo sforzo di Salvini nel mantenere un'espressione seria, mentre prometteva con le dita incrociate dietro la schiena "Si` Silvio, si` Antonio, poi torno con voi, ok?"

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 22/09/2018 - 13:37

Tra qualche tempo vi fonderete con il pd, il tempo di liberarvi entrambi degli ex pci da un lato e di silvio dall'altra.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 22/09/2018 - 13:38

02121940 - Lei ha "votato Meloni non curandosi della sua bassa"...statura intellettuale e politica.

SpellStone

Sab, 22/09/2018 - 13:52

che FI incece si liberi degli EUROPEISTI come Tajani che possono allearsi sol PD!! Il centrodestra e' SOVRANISTA.

vottorio

Sab, 22/09/2018 - 13:57

Antonio Tajani sta a FI così come Maurizio Martina sta al PD: basta guardarli in faccia per capire.