Proposta Fi: "Politici pagati in base ai redditi da lavoro"

L'idea per ridurre i costi della casta: «Nessuno si deve arricchire facendo politica. Basta con le indennità»

Onorevole, tira fuori il 740. Guadagnavi duemila euro al mese, cinque, dodici prima di essere eletto? Ne prenderai altrettanti da parlamentare. Guadagnavi di più? Peccato, avrai un tetto di 240 mila euro l'anno. Guadagnavi di meno, o non avevi proprio reddito? Niente paura, ce ne sarà uno speciale «di sussistenza», più i rimborsi spese. Basta insomma con l'indennità per senatori e deputati: nessuno più si arricchirà o si impoverirà facendo politica. Sembra l'uovo di Colombo, in realtà è l'idea di Forza Italia per ridurre i costi della casta.

Un libro dei sogni o una strada praticabile? Lunedì alla Camera arriverà il testo preparato dalla grillina Roberta Lombardi che prevede un taglio del cinquanta per cento degli emolumenti e dei rimborsi e che ha messo il Pd in grossa difficoltà. Appoggiare la legge significa depotenziare il referendum, non farlo vuol dire passare per difensori dei privilegi e consegnarsi alla campagna del M5s. Da qui le manovre della maggioranza per rimandare il provvedimento in commissione Affari Costituzionali e rinviarlo a dopo il 4 dicembre. Tra martedì e giovedì è previsto l'ingresso dei «cavalli di Troia», cioè un massiccio deposito di emendamenti, che costringerà il testo a ricominciare da capo il suo iter. Ma Beppe Grillo e i suoi affolleranno le tribune di Montecitorio promettendo battaglia: «Venite tutti, sarà un bello spettacolo».

In questo quadro la proposta di Fi punta a sparigliare le carte sul tavolo. Il capogruppo Roberto Brunetta, che ha sentito in mattinata Silvio Berlusconi e ottenuto il via libera, sta mettendo a punto gli ultimi particolari. «Sarà una vera e propria rivoluzione nella filosofia del trattamento economico degli onorevoli. Forza Italia non ci sta alla demagogia e al populismo e terrà una posizione responsabile, in nome della massima trasparenza e correttezza». L'emendamento Fi verrà presentato nei prossimi giorni.

Il modello della proposta, spiegano al gruppo alla Camera, è quello americano. Punto forte è l'abolizione delle indennità, almeno per come sono previste oggi. Il compenso degli onorevoli sarà ridefinito in base a quanto risulterà dal loro reddito rilevato dal modello 730 o 740 al momento dell'insediamento in Parlamento, con un tetto massimo di 240 mila euro lordi l'anno. In altri termini, ciascun parlamentare, una volta eletto, percepirà come reddito quanto guadagnava prima come lavoro autonomo o lavoro dipendente. E per chi non ha fonti di entrata è previsto un «reddito minimo di sussistenza». In conclusione, secondo Forza Italia, con l'elezione al Parlamento «non ci sarà nessun guadagno e nessuna perdita».

Commenti
Ritratto di nando49

nando49

Sab, 22/10/2016 - 09:12

No,non sono d'accordo. Se uno sceglie di entrare in politica deve "sospendere" la sua attività lavorativa. Si eliminerebbe un grosso conflitto di interessi. Pensiamo agli avvocati che siedono in Parlamento e nello stesso tempo difendono personalità di primo piano o industriali che devono decidere su appalti milionari.

Martinico

Sab, 22/10/2016 - 09:12

bla bla bla bla.... Vedremo e vedremo anche come saranno bravi a circuirci e far lievitare i vari rimborsi... Avete perso la piena fiducia degli Italiani. Per quanto il popolo Italiano non sta dimostrando di essere migliore.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 22/10/2016 - 09:12

Per salvare il paese, """QUESTA È L ÙNICA SOLUZIONE""", Brunetta, è piccolo, ma il suo cervello è ben attivo. La gente onesta, dovrebbe associarsi e condividere pure le propie idee!!!

semelor

Sab, 22/10/2016 - 09:25

Bravissimo Brunetta ottima idea, così ogni parlamentare capirebbe cosa vuol dire guadagnarsi la pagnotta con le proprie forze.

Ritratto di allàA£bar

allàA£bar

Sab, 22/10/2016 - 09:32

la CASTA che riduce i costi alla CASTA, è più facile che fassino azzecchi una profezia

audionova

Sab, 22/10/2016 - 09:47

questo vuol dire che chi sara' in parlamento prendendo troppo poco si fara' corrompere,ah no scusate siamo ilaliani ci faciamo corrompere comunque

Ritratto di wciano

wciano

Sab, 22/10/2016 - 09:52

In 10 anni di governo Forza italia poteva proporlo e votarlo il mattino dopo vista la grande maggioranza. Perché non l'ha fatto?

kami

Sab, 22/10/2016 - 09:53

Che cosa assurda. Allora se uno entra da disoccupato in politica, e farà il politico diciamo per 15 anni, avrà una sussistenza risibile per tutto il periodo? Mentre il suo vicino di sedia, libero professionista, si beccherà 20.000 mese/lordi? Però hanno stesse responsabilità....baaah. Invece legherei il reddito di tutti i parlamentari al PIL raggiunto, combinato con il livello di disoccupazione e pochi altri parametri, ove se tutti molto positivi la retribuzione sarà full, a decrescere se la situazione peggiora. Allora vedresti che si metterebbero tutti d'accordo a far correre il Paese, perchè le soluzioni sanno quali sono, ma per varie menate non le vogliono applicare.

apostata

Sab, 22/10/2016 - 09:56

è un'idea brillante, non so fino a che punto è praticabile

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 22/10/2016 - 10:09

D'accordo!!!

PAOLINA2

Sab, 22/10/2016 - 10:24

Berlusconi ha dato il via libera a Brunetta? Forse x altri motivi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 22/10/2016 - 10:24

L'idea è buona!...Solo che il "tetto" massimo è troppo elevato.....Basta e ne avanza la metà!!!....Fatto questo,TUTTI gli emolumenti,prebende,ACQUISITI,di amministratori,dipendenti Pubblici,Giustizia,militari,Cariche "istituzionali",Consiglieri,etc.etc....TUTTI,TUTTI,vanno adeguati,secondo tale principio e TETTO!!!!Chi appoggia la proposta???

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 22/10/2016 - 10:27

@wciano:....questo me lo domando anche io!!!

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Sab, 22/10/2016 - 10:42

l'idea è tanto chiara e tanto semplice da realizzare che in italia non sarà mai applicata. Dato che nessuno è costretto a fare politica, con questa norma la farebbero solo coloro che la vivono come servizio alla Nazione e non come scalata ad una casta.

rossini

Sab, 22/10/2016 - 10:50

La proposta è ragionevole e sensata. Fare il politico deve essere un servizio che si rende alla collettività. Non un affare. Non ci si deve perdere, ma non ci si deve neanche arricchire.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 22/10/2016 - 11:03

Il parlamento italiano è il più pagato del mondo. Falso che i tedeschi siano pagati di più, dato che il compenso per i collaboratori del parlamentare in Germania sono dati direttamente a loro, mentre in Italia passano per le mani del parlamentare medesimo, con storie conseguenti. Quanto al "vitalizio" credo sia (o fosse?) un unicum mondiale. Solo in Italia chi è stato parlamentare per un solo giorno incassa un vitalizio eterno, mentre negli enti locali esiste addirittura la trasmigrazione ereditaria dei compensi ricevuti. Una sostanziosa riduzione mi pare, più che necessaria, indispensabile.

unosolo

Sab, 22/10/2016 - 11:10

sai quanti morti di fame creerebbe una mossa simile , certo personalmente mi sta anche bene ma se devo viaggiare è chiaro che un rimborso ci deve essere sia per viaggi che per locazione , eppure basterebbe eliminare rimborsi per i viaggi di piacere o per la politica che i soldi li tirino fuori di tasca loro o a carico del partito , come oggi ? no oggi tutti rimborsati dallo Stato a carico nostro anche per uso politico come stanno facendo per il referendum sindaci , presidenti di regione e tutti i parlamentari , chi li controlla i rimborsi ?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 22/10/2016 - 11:12

Perche' non mettono il limite di mandato? Due elezioni max 10 anni e poi non puoi piu' essere eletto nemmeno in una circoscrizione di un comune. Fine del politico professionista.

linoalo1

Sab, 22/10/2016 - 11:23

Che cazzata!!!Lo Stipendio,dovrebbe essere direttamente proporzionale a quanto si produce,garantendo un minimo fisso!!!

sergio_mig

Sab, 22/10/2016 - 11:26

D'accordo però non possano svolgere la professione durante il mandato e siano pagati secondo la professione, ma chi decide quanto guadagna un avvocato? C'è l'azzecca garbugli che fa la fame è quello che rapinail cliente. Una cosa è certa, che ci sarebbe un fuggi fuggi dalla politica se non c'è più il guadagno di oggi.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 22/10/2016 - 11:27

----------quanta demagogia sugli stipendi dei politici---come se queste spese fossero cruciali per la vita del paese----la cosa che è cruciale invece per il fallimento o meno di un paese è l'"inettitudine" e la manifesta incapacità dei suoi politici--e brunetta ne è un esempio lampante---uno che sbraita da 20 anni o giù di li e che non ha concluso una beata mazza---chiedere a feltri per chiarimenti----hasta

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 22/10/2016 - 11:31

Un tetto di 240 mila euro l'anno. Ma guarda un po'... poco più di quello che ha dichiarato Brunetta nel 2015! Proposta ovviamente ridicola della quale ci sarà poco da discutere per la sua inapplicabilità.

flip

Sab, 22/10/2016 - 11:32

fosse possibile!, ci sarebbero, forse, anche meno "politici" o pseudo tali. La politica, se vogliamo, è una scienza, non una chiacchierata davanti ad una bottiglia di vino all' osteria o durante una partita a bigliardo.

Ernestinho

Sab, 22/10/2016 - 11:43

E chi ci crede? E' una chimera! Innanzitutto meno, ma molti di meno, "politicanti".

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 22/10/2016 - 11:43

Riprovo. Il parlamento italiano è il più pagato del mondo. Falso che i tedeschi siano pagati di più, dato che il compenso per i collaboratori del parlamentare in Germania sono dati direttamente a loro, mentre in Italia passano per le mani del parlamentare medesimo, con storie conseguenti. Quanto al "vitalizio" credo sia (o fosse?) un unicum mondiale. Solo in Italia chi è stato parlamentare per un solo giorno incassa un vitalizio eterno, mentre negli enti locali esiste addirittura la trasmigrazione ereditaria dei compensi ricevuti. Una sostanziosa riduzione mi pare, più che necessaria, indispensabile.

Gianca59

Sab, 22/10/2016 - 11:53

Americanata per americanata faccia in modo che il governatore del Molise non guadagni di più di quello dello stato di NY.....

VittorioMar

Sab, 22/10/2016 - 12:04

...e se uno non ha mai lavorato e quindi senza reddito,come dovrebbe essere retribuito??...con l'obolo ?...non si troverebbero più "PARLAMENTARI NAZIONALI.. REGIONALI..SINDACI" QUANTI COSTI E SPRECHI SI ELIMINEREBBERO!!!...si potrebbe provare!!

pioma2

Sab, 22/10/2016 - 12:10

PER LA PRIMA VOLTA CONDIVIDO UNA IDEA BELLISSIMA DI BRUNETTA. E' CORRETTISSIMA EQUO - ONESTA !!! TUTTE LE ALTRE PROPOSTE SONO DEMAGOGICHE CHE SERVONO SOLTANTO A PRENDERE VOTI, MA QUESTA E' VERAMENTE UN IDEA EQUILIBRATISSIMA CHE NON PENALIZZA CHI E' BRAVO E NELLA VITA PRIVATA GUADAGNA BENE ( E QUELLI BRAVI CI VOGLIONO IN POLITICA ) E NON PERMETTE A NESSUNO DI INTRAPRENDERE LA CARRIERA POLITICA SOLO PER FARE SOLDI _ BRAVO BRUNETTA E PER FAVORE SMETTIAMOLA CON QUELLI CHE ROMPONO LE PALLE CHE OGNI VOLTA CHE UNO HA UN IDEA BUONA LO SI AGGREDISCE DICENDO " SE ERA BUONA PERCHE' NON L'HA FATTO QUANDO ERA AL GOVERNO " CALOGERO CIGNA

pioma2

Sab, 22/10/2016 - 12:18

Mi riconosco nelle parole di Rossini , tra tutte le proposte demagogiche fatte da partiti politici inutili e falliti come i 5 stelle questa proposta è giusta - equa - onesta - non permettera' a nessuno di dire " tu fai politica x soldi " oppure " io prima guadagnato molto di piu' nella vita privata " ( credetemi ci vogliono gente con le palle per governare un paese e non chi grida onestà onestà " !!! BRAVO BRUNETTA Calogero Cigna - Canicatti ( Ag )

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 22/10/2016 - 12:39

L'Idea non è male peccato che dopo aver governato vent'anni ci pensino solo ora. Meglio tardi che mai.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 22/10/2016 - 13:04

Proposta semplice, di applicazione immediata. Non stupisce che venga da uno dei più grandi politici viventi. Grande politico, economista da premio Nobel, Renato Brunetta ha un solo difetto: non è di sinistra. Ed è per questo che la su geniale proposta non verrà neppure presa in considerazione dal governo del cazzaro. Ma siamo alla fine del governo cazzaro, dopo il 5 Dicembre faremo leggi giuste e riforme costituzionali giuste (basta riprendere SENZA CAMBIARE UN VIRGOLA la modifica che studiò lo satatista SILVIO BERLUSCONI)

moshe

Sab, 22/10/2016 - 13:10

... mi sembra una proposta molto corretta

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 22/10/2016 - 13:26

Buona proposta, ma cosa dice la maggioranza e qualcuno dell'opposizione?

PAOLINA2

Sab, 22/10/2016 - 13:59

Perche' non ci ha pensato prima il cervello illuminato di Brunetta, e' un po' tardivo questo signore, e' stato anni e anni al governo e solo oggi si sveglia dal torpore, evidentemente ne ha gia' guadagnati troppi e non dico altro.

Una-mattina-mi-...

Sab, 22/10/2016 - 14:18

MEGLIO, E PIU' EQUO, PAGARLI IN BASE A QUANTO COMBINANO NELL'INTERESSE DI TUTTI: CREDO CHE, COSI', SI AVREBBERO ANCHE PARECCHI RIMBORSI...

mifra77

Sab, 22/10/2016 - 14:56

Stando all'articolo, da Brunetta mi sarei aspettata una proposta un po' più articolata! Il prendevi cinque e ti dò cinque, andrebbe corredato da parametri di merito politico. Un ignorantone pushbutton(pulsantaro)da suppellettile parlamentario Al massimo andrebbe retribuito come un invalido civile.... e s poi cambi casacca,fino ad una eventuale rielezione, non hai diritto a retribuzione.

Giulio42

Sab, 22/10/2016 - 15:31

Brunetta, per favore non si faccia contagiare da Renzi, prima che il Parlamento voti questa legge gli asini hanno imparato a volare. Basterebbe molto meno, il tetto come lei dice è più che giusto, ma io proporrei di dimezzare i Parlamentari perché più sono meno fanno, stabilire un numero minimo di giorni di presenza in Parlamento, vietare il cumulo delle pensioni, eliminare i senatori a vita. Questo per me sarebbe il giusto trattamento.

audionova

Sab, 22/10/2016 - 15:35

cosi' possono far politica solo i ricchi perche' non avrebbero bisogno di soldi.voi italiani meritate quello che avete,saluti dall'estero.

PEPPINO255

Sab, 22/10/2016 - 15:49

La proposta NON è equa !!! Lo stipendio di Parlamentare dovrebbe essere dignitoso - va bene 5.000 euro al mese - ma dev'essere commisurato alle ore effettivamente lavorate. Inoltre le loro pensioni dovrebbero rispettare gli stessi criteri di quelle per i lavoratori dipendenti, metodo contributivo, età pensionabile, reversibilità.

unosolo

Sab, 22/10/2016 - 15:56

la manovra garantisce che i senatori restano ! solo che non devono lavorare o timbrare o passare gettoni x presenza , insomma si prendono i soldi e scappano! come semo ridotti a sentire certe manovre passate per tagli dei senatori , lo stesso per i parlamentari verranno inseriti in commissioni senza limite numerico .

St4s

Sab, 22/10/2016 - 16:02

Ottimo, non la perdete di vista, mi piacerebbe che il mio GIORNALE seguisse ed appoggiasse questa proposta, magari facendola anche appoggiare dai lettori, grazie

peter46

Sab, 22/10/2016 - 16:11

E' da considerare 'attuabile'la proposta dell'on.Brunetta e che finalmente 'esula' dalla considerazione oggettiva(fisica)dello stesso(NB:ci sarebbe da indagare se il 'nostro' presenta,anche senza approfittarne,'predisposizione' all'uso di droghe leggere dopo che uno studio inglese(e chi se no)ha 'concluso'che tali soggetti presentano un 'intelligenza superiore alla norma)?. D'accordo:chiunque entra in politica,economicamente,dovrebbe partire dalla precedente vita e essere remunerato in base al precedente 'contratto' economico.La domanda sorge però:un Bossi da che 'parametro'dovrebbe partire?Da quello derivante(dicono)dalle sue 3(tre)feste di laurea(feste,non lauree)o dal 'parametro' derivante dall'essere stato diplomato su cartacei 'scuola radio elettra'?E potrebbe essere conforme una tal remunerazione se tutti sappiamo(compresa la magistratura)che le sue esigenze,col tempo, sono diventate moooolto più 'alte'?(1)segue,forse,però...argomento delicato.

jeanlage

Sab, 22/10/2016 - 16:20

Proposta ragionevole. Il tetto di 240.000 mi sembra un po' altino. Facciamo 100-000, cifra tonda?

peter46

Sab, 22/10/2016 - 16:30

Continuo,forse...E Salvini da che parametro dovrebbe partire?Dai 5(cinque)esami di laurea in 16 anni o bisogna 'parametrarlo' per come ha sempre sostenuto,partendo da dopo la promessa che 'la Padania libera arriverà prima della mia laurea',e quindi ne abbiamo di tempo da aspettare, anche di 'parametrargli lo stipendio,dunque o no?Perchè non risulta che sia stato mai neanche a 'libro paga' lavorativo(esclusa la politica,certo)della famiglia come il renzi...Brunetta un pò più preciso proprio no,vero?E pensare che se 'dettagliata',la proposta era proprio da...nobel.NB:Tranquilli ora vado a cercare gli altri fuori lega...ma razzi che ca...volo di lavoro faceva.Ah!operaio tessile da emigrato in svizzera...questo ci sta perdendo 'na barcata di soldi a fare il deputato in Italia,ca...volo.

cespugliando

Sab, 22/10/2016 - 16:35

Che bella pensata! Invece di dimezzare gli stipendi, si pensa a dare di più a chi guadagnava di più. E no, fare il parlamentare è servire il paese, non accaparrarsi un posto privilegiato. Niente indennità, niente extra, ma un normale stipendio, per tirare la carretta come fanno gli altri italiani. E soprattutto, niente vitalizi e pensioni d'oro, dopo solo una legislazione. Che valga, anche per loro, il metodo contributivo. Amen.

Alessio2012

Sab, 22/10/2016 - 16:48

Ottima idea! Così Di Maio & co. se la prendono in quel posto! Chissà come stanno digrignando i denti...

peter46

Sab, 22/10/2016 - 17:12

Con questi commenti state superando anche i 5stellati.E' proprio vero,in fondo,che differenza potrebbe esserci fra grillismo ed 'anarchismo' individuale destro?Destro,non centro...che aspetta ancora che Berlusconi 'impasti gli gnocchi' con Parisi.Ma non era più semplice e risolvibile il problema non votando,ieri,anche la lega comunque,invece di 'accodarsi' al PD renziano,alla sx renziana,al centro renziano,quella 'calendarizzazione' urgente,senza discussione in commissione degli emendamenti e senza relatore a sostegno,quella proposta di legge sul dimezzamento dello stipendio e rimborsi dei parlamentari presentata dai grillini,contribuendo(e lo si sapeva,figuriamoci)l'affossamento della stessa proposta?A già lei ci perderebbe,Brunetta,na barcata di 'piccioli',come tutti gli altri del resto.NB:se questa 'battaglia' avesse avuto le tv mediaset a sostegno...m5s al 40% già da ieri.

mezzalunapiena

Sab, 22/10/2016 - 17:28

in n paese democratico potrebbe essere fattibile ma siccome l'italia non è governata da democratici la proposta non è applicabile

ceppo

Sab, 22/10/2016 - 17:46

proposta che condivido ovviamente ma se i primi 2 comandamenti dei politici sono l'arricchirsi e il sogno del vitalizio mi dite come e con quale spirito governeranno??? brunetta proposta indecente la tua

pioma2

Sab, 22/10/2016 - 17:52

ecco ci risiamo con le sinistre che non sopportano quando nasce un idea buona ad uno di destra ed ecco ad esempio che letto sopra che paolina2 dice le solite cxxxxxe che dicono sempre i comunisti " perchè non ci ha pensato prima mente era al governo ! Ma che cxxxo di ragionamento è questo ? allora si potrebbe dire per ogni singola legge che fanno e farenno anche fra vent anni !!! Ecco perchè odio la sinistra !!!

pioma2

Sab, 22/10/2016 - 18:00

questa deve essere la nostra proposta ( centrodestra ) bisogna farne un nostro cavallo di battaglia !!! ogni italiano la deve conoscere non dobbiamo commettere l errore che non sappiamo comunicare le nostre idee , in questo bisogna copiare i comunisti renziami e i jullari grillini . In ogni trasmissione , ogni tipo di apparizione bisogna ripetere sempreeeeeeeeeeee questa idea . Calogero Cigna Canicatti ( Ag )

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 22/10/2016 - 18:05

-----lo stipendio alto dei politici ed anche la loro retribuzione pensionistica ha una sua ragione logica--deve funzionare da deterrente contro le ruberie---il politico si deve fare sto ragionamento--sono arrivato ad avere uno bello stipendio---avrò una bella pensione --non è il caso di rischiare tutto ciò con comportamenti fraudolenti--mi do da fare per il paese---ma se come dice la cima brunetta--uno che non guadagnava nulla continua a guadagnare una miseria una volta diventato politico---il primo pensiero che avrà è rubare a più non posso prima che finisca la cuccagna---ci sei arrivato brunetta?---no?---prendi lo sgabello-hasta

gianfri

Dom, 23/10/2016 - 09:04

la proposta di Brunetta e'ottima. il parlamentare deve interrompere il proprio lavoro durante il mandato e poterlo riprendere senza penalizzazioni. Se e'disoccupato gli deve essere garantito un minimo di sopravvivenza. Deve essere garantito un rimborso spese documentato. Deve esserci elezione diretta. Avremmo cosi parlamentari onesti o ritenuti tali

gianfri

Dom, 23/10/2016 - 09:27

La proposta e'ottima. il parlamentare lo diventa per elezione diretta. Per tutto il mandato gli sara' garantito il guadagno che aveva prima (compresi i contributi per la pensione). Non potra' svolgere altra attivita' durante il mandato. Giusto un tetto per un reddito elevato. Se disoccupato gli deve essere garantito un minimo reddito di sopravvivenza, Gli deve essere garantito un rimborso spese documentato. Avremmo cosi solo parlamntari onesti o ritenuti tali. Proposta troppo di buon senso per poter essere approvata,

adal46

Dom, 23/10/2016 - 09:30

elkid, non hai capito che più prendono e più ne vogliono?

Mr Blonde

Dom, 23/10/2016 - 10:35

azzo che ideona, è di brunetta? perché non ci ha pensato nei 12 anni di governo? la verità è che l'unica forza anti casta è grillo va riconosciuto

veronica01

Dom, 23/10/2016 - 11:28

No, qui si ritorna agli albori della politica, quando erano soli i nobili e i ricchi a praticarla. Mi meraviglia molto una proposta simile. I giovani non faranno mai questa attività, questa proposta è discriminante e vergognoso, mi meraviglia molto che un Brunetta, con alle spalle un'attività da sindacalista, proponga una cosa simile.

routier

Lun, 24/10/2016 - 09:31

La proposta di un compenso parlamentare proporzionale, è buona, tuttavia dovrebbe essere parametrato al reddito medio del cittadino. Se il reddito risultasse inadeguato, anche i parlamentari dovrebbero avere un compenso povero. Se, al contrario, il cittadino sarà in media al di sopra dell'indigenza, allora anche i parlamentari ne trarranno beneficio economico. Solo in codesto modo, Parlamento e Governo sarebbero incentivati a lavorare per il meglio della nazione.