Putin bagnato e impassibile durante l'omaggio ai caduti

La foto sotto l'acquazzone simbolo del suo stile

Che sia un presidente fuori dal comune era noto da tempo. Eppure Vladimir Putin continua a sorprendere per la sua diversità, non solo come uomo ma anche per come ricopre il suo ruolo istituzionale. Nelle immagini di ieri, che hanno fatto il giro del mondo attraverso tutti media, ha mostrato ancora una volta di essere un personaggio fuori dai soliti schemi. Durante la cerimonia, davanti al monumento del milite ignoto, per commemorare i caduti della Grande Guerra Patriottica, è stato sorpreso da un violento nubifragio. Non si è scomposto e per interminabili minuti, sotto il vento e la pioggia sferzante, ha continuato impassibile a rendere omaggio ai soldati russi che hanno combattuto e sono morti durante la Seconda Guerra Mondiale. Poi, senza alcuna fretta, si è incamminato verso l'auto presidenziale, salendo a bordo inzuppato d'acqua. Siamo consapevoli che non sia stato un evento eccezionale né che abbia compiuto un'impresa straordinaria. Ma è proprio per questo che è stato sorprendente, per la sua semplicità. Siamo da tempo abituati ad assistere a cerimonie, commemorazioni e parate, sia in televisione sia in prima persona, e ogni volta che la pioggia si mette di mezzo vediamo il militare di turno che corre con l'ombrello a riparare il presidente, che sia alla Casa Bianca o all'Eliseo poco importa. Il soldato in alta uniforme resta immobile sotto l'acqua mentre col braccio teso copre il capo dello Stato. Ma a Mosca non è accaduto. Il presidente russo, a differenza degli altri esponenti istituzionali che lo circondavano e dei leader mondiali sorpresi da simili situazioni, non ha cambiato protocollo. Non solo per rendere onore ai caduti ma per condividere anche la pioggia con i suoi soldati.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 25/06/2017 - 16:42

Articolo per ha volta ben scritto ma apologetico e agiografico .... Non è fare la doccia in pubblico che fa un buon leader. Certo che sono articoli come questo che mi fanno pensare che ci sia una precisa linea editoriale pro-Putin in questo giornale e non solo. Affinità ideologica o supporto economico?

Anonimo (non verificato)

alox

Dom, 25/06/2017 - 17:54

@Nahum non penso ideologica...Berlusca ha venduto il Milan ai Cinesi, credo che finanziariamente non sia messo bene e l'amico Putin avra' aiutato finanziariamente (cosi' come Trump) per una stretta di mano....: IN CRIMEA!!!

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 25/06/2017 - 19:25

Also no e proprio così, esiste probabilmente una politica russa per favorire la loro posizione in Europa non dissimile da quello che facevano is vortici ai bei tempi. altrimenti certi articoli così ispirati non si spiegherebbero .... ne conviene?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 25/06/2017 - 19:43

ecco perchè piace a berlusconi! e i tontoloni di sinistra ragliano.... :)

mila

Lun, 26/06/2017 - 07:05

Supporto economico? Non credo, ma non ci sarebbe nulla di male (L'America tiene sotto ricatto economico quasi tutti i governanti europei)

alox

Lun, 26/06/2017 - 13:59

@Nahum Convengo appieno... @mila non ci sarebbe nulla di male se di mezzo non ci fossero i morti (10 e passa mila) della guerriglia Ucraina/filo-Russi e l'Italia dato che l’Ucraina ritiene Berlusconi persona non gradita...l'effetto economico delle sanzioni le "subisce" due volta (con la Russia e con l'Ucraina).

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 26/06/2017 - 16:20

Vladimir Putin non è mica fatto di zucchero.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 26/06/2017 - 16:29

Anche la guardia d'onore è sotto la pioggia. ma se è solo per questo un'esercitazione degli Alpini di leva consisteva nel marciare cinque ore, mettere gli obici in posizione di tiro, smontarli e rimetterli sui muli e ritornare in caserma, il tutto ovviamente sotto la pioggia gelata. Da notare che la caserma era di norma con spento l'impianto di riscaldamento. Poi è arrivato lo "zuccheroso" Mattarella che aboliva la leva obbligatoria.