Così Obama ha preso in giro l'"amico" Matteo sul caso Lo Porto

L'incontro tra i due leader una settimana fa è andato avanti tra vini e pacche sulla schiena malgrado la morte del cooperante Ora Renzi fa il finto tonto: «Preso tempo per la famiglia»

Roma - Caro Matteo, caro Barack. Il «tu» confidenziale, la stretta di mano con giovanile presa d'avambraccio. «Ho visto in tv il tuo discorso a Selma sui diritti civili e mi sono venuti i brividi... sei stato molto, molto ispirational ». «Sono molto colpito dalle riforme che porti avanti, la tua sfida allo status quo ti ha reso voce guida in Europa». Il modello giusto è quello Usa... ah, ti ho portato del buon vino toscano, del Sassicaia, dell'Ornellaia, del Brunello e del Tignanello, così ce lo scoliamo. «Eccoti un bel pallone firmato dai giocatori del Washington United». E il primo incontro sugli scenari di crisi assieme al consigliere per la Sicurezza, Susan Rice, al vice Biden, al segretario di Stato Kerry. E la richiesta di mantenere le truppe in Afghanistan, «voi italiani siete proprio bravi». E la cena all'Ambasciata italiana con Colin Powel e Madeleine Albright. E con Lisa Monaco, consigliere per l'Antiterrorismo.

Non un secolo fa. Venerdì scorso: le mirabili, amabili, fantasmagoriche 36 ore della prima visita ufficiale del nostro premier negli States . Renzi e Obama, baci e abbracci ultrademocratici. «La chimica è scattata», se la godevano nello staff renziano. Ma il fatto è che oltre la chimica c'è pure la fisica. Il fulmine a ciel sereno, la coltellata che non ti aspetti. «Oh, dimenticavo Matteo... a proposito di droni e raid Cia... Non ti ho detto una cosa...». Possiamo soltanto immaginare la telefonata dell'altroieri, nella quale Barack Obama comunica a Matteo Renzi che a gennaio (gennaio!) in un raid di droni della Cia ci sono rimasti secchi due ostaggi, tra cui l'italiano Giovanni Lo Porto. Più che immaginarla, vorremmo sperare che sia stata questa, più o meno, l'imbarazzata comunicazione del presidente Usa al premier italiano. Dello stesso tenore del terribile comunicato stilato ieri dalla Casa Bianca: «È con enorme dolore che abbiamo realizzato recentemente (sic!) che in un'operazione antiterrorismo del governo americano a gennaio sono stati uccisi due ostaggi innocenti, prigionieri di Al Qaeda».

Eppure lo choc, lo sgomento, lo spiazzamento, non possono trascurare una domanda cardine. Ma di che cosa esattamente hanno parlato in quelle fatidiche 36 ore Renzi e Obama? Di economia, di scenari di crisi, di enologia? Possibile che non si sia andati mai a lambire, neppure di sghembo, le informazioni riservate su un'operazione così importante e dagli esiti così tragici per il rappresentante del Paese ricevuto a corte con tanta amicizia? Il Paese cui ieri Obama ha rivolto un peloso rammarico e tanto di scuse? «Ho deciso di rendere pubblica l'informazione - ha dichiarato - perché credo che le famiglie meritassero di conoscere la verità». Le famiglie sì, sia pure a scoppio ritardato, e il loro presidente del Consiglio no? Lui, Renzi, ora fa il finto tonto, definisce «incomprensibili» le polemiche sul timing e spiega: «È evidente che abbiamo preso del tempo per informare in modo corretto la famiglia». Ma quanto tempo ci sarà voluto? Ma l'impressione è che si sia scelto di sacrificare l'attenzione al dolore dei familiari sull'altare del fondamentale messaggio d'amicizia tra due popoli (dal '45 mai in discussione, a dire il vero).

Sono queste le domande cui l'ora dolentissimo Renzi viene chiamato a rispondere in Parlamento, come richiesto da Forza Italia, Sel e Cinquestelle, che già ne reclama le dimissioni. Lo farà oggi alle 10 alla Camera il ministro Gentiloni. Ma a coprire la gravità di un episodio del genere non basterà certo il cordoglio a posteriori e la telefonata a una mamma straziata. Nè soccorre l'assunzione di ogni responsabilità da parte di Obama: «Non ci sono parole... ma la lotta al terrorismo comporta anche questi errori». Errori di comunicazione compresi? Purtroppo in questi casi la leggerezza non paga, e delle due l'una: o Renzi ha saputo e ha deciso di tacere per non guastare la festa; o è stato trattato peggio di una marionetta, d'un fantoccino irrilevante. Alla faccia dell'amicizia. Caro Barack, un piffero.

Commenti

pgbassan

Ven, 24/04/2015 - 08:44

Certo che in nostro pinocchio fa bella concorrenza all'abbronzato in quanto a falsità e bugie. Dio li crea e li pera.

vince50_19

Ven, 24/04/2015 - 08:46

Chiacchiere in libertà. Come sempre..

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Ven, 24/04/2015 - 08:47

Renzi dimostra quanto squallido è....

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 24/04/2015 - 08:56

Non lo ha preso in giro. Solo non lo considera.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 24/04/2015 - 09:04

ah come sono lontani i tempi in cui su questo giornale si giustificava qualsiasi cosa facesse l'amico americano....

ilpaladino

Ven, 24/04/2015 - 09:08

Le nostre truppe in Afghanistan. Mai come in questo momento da mettere in discussione; dopo i disastri di Obama & C. in Libia e il chiamarsi fuori, ora, da azioni militari. Se il nostro Renzi avesse le p...e gli potrebbe dire tranquillamente:"Caro Obama, visto che della Libia e di noi non te ne frega un c...o ho intenzione di ritirare immediatamente le nostre truppe dall'Afghanistan per meglio impiegarle per il contrasto all'invasione delle nostre coste". Sarebbe troppo bello ma sa di fantapolitica.

giagir36

Ven, 24/04/2015 - 09:08

A prescindere da quanto pagherà l'America, ora il governo italiano dovrebbe devolvere alla famiglia i 10 milioni che avrebbe pagato per il riscatto.

zingozongo

Ven, 24/04/2015 - 09:10

non l ha preso in giro, avranno dovuto fare accurati acertamenti col dna e dop gli attacchi dei droni, i resti li devi raccogliare col cucchiaino, pensate poi ai rischi di paracadutare dei soldati in area talebana, inoltre questi errori sono frequenti, ho letto di tanti matrimoni scambiati per raduni di talebani e attaccati, e che ci volete fare se la al matrimonnio sparano col kalasnikov?

onurb

Ven, 24/04/2015 - 09:15

Renzi si conferma un perfetto spara balle. Cosa significa prendere tempo per informare in modo corretto la famiglia? Puoi girarci intorno quanto vuoi alla questione, ma alla fine ai genitori devi dire che il figlio è morto. E quando se lo sentono dire per i genitori il figlio è morto nello stesso istante in cui la notizia è data loro. Gli ipocriti hanno solitamente qualche palmo di pelo nello stomaco e questa circostanza lo dimostra in maniera perfetta. Mi sorge la certezza che anche tutte le scene, cui assistiamo, per la morte dei migranti in mare sono pura coreografia per incantare gli allocchi, cioè noi popolo bue.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Ven, 24/04/2015 - 09:18

I maggiori giornali americani di ieri spiegavano chiaramente i motivi della mancata comunicazione da parte di Obama sulla morte del collaborante italiano. Non lo sapevano neppure gli americani. L'azione del drone contro una base di ribelli era stata fatta senza sapere che nel covo ci fossero ostaggi. Il luogo isolato e le difficoltà ovvie di comunicazione da quei posti ha fatto il resto e,della morte dei due ostaggi (uno americano), si è saputo solo il giorno prima della notizia ai "media". Insomma tutto ovvio nel mondo meno che da noi.

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 24/04/2015 - 09:21

Mi dispiace il fatto in cui è morto anche un cooperante americano, ma perchè scusarsi? le guerre hanno sempre fatto vittime che non c'entravano nulla.

Ritratto di indi

indi

Ven, 24/04/2015 - 09:36

Ha preso per il Kulo gli italiani! Chi se ne frega del promettitore.

magnum357

Ven, 24/04/2015 - 09:40

Vigliacchi entrambi !!! Hanno preso in giro tutti e due l'intero popolo italiano !!!!!!!! Renzi, a casa subito !!!!!!!!!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 24/04/2015 - 09:52

Anche Obama poteva non sapere. Cribbio! Ennesima cioccolata calda per Pinocchio!

tatoscky

Ven, 24/04/2015 - 09:57

Pinocchio+abbronzato= grandi disastri.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Ven, 24/04/2015 - 09:59

Matteo lo prendono per il c**o oltre ad Obama anche Hollande,Merkel, Cameron ed una ventina di capi di stato Europei,ma lui è convinto di meritarsi il paradiso e di poter prendere per il c**o il popolo Italiano...grave errore!

levy

Ven, 24/04/2015 - 10:23

Invece di dire caxxate e bere vino, Renzi avrebbe dovuto ricordare a quell'altro "buonoanulla" il danno che l'Italia sta`subendo in conseguenza della politica USA in Libia.

releone13

Ven, 24/04/2015 - 10:26

.......BENE......QUESTO E' IL RISULTATO A USARE DRONI, BOMBE INTELLIGENTI, ECC ECC.........MA QUESTO COOPERANTE....COSA CI FACEVA LI??????????PERCHE' E' ANDATO IN UNA ZONA DEL MONDO IN CUI RISCHIAVA DI ESSERE RAPITO?????????.......FORSE PERCHE' ERA UNA PERSONA CHE VOLEVA AIUTARE GLI ALTRI???????????????????????????????.....MA COME MAI NESSUNO SI SCAGLIA SU LUI COME HANNO FATTO SU ALTRE PERSONE CHE SONO ANDATE IN POSTI PERICOLOSISSIMI , TIPO LA GIORNALISTA SGRENA....OPPURE LE DUE VISPE TERESE...............EH SI.... 2 PESI E 2 MISURE......E ADESSO APRLIAMO DI AFFONDARE I BARCONI CON I DRONI???????NOI ITALIANI???????????????????MA SE NON RIUSCIAMO A CHIDERE I CANTIERI DELL'EXPO IN TEMPO, COME C....O POSSIAMO FARE COSE CHE NEMMENO GLI AMERICANI RIESCONO A FARE?

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Ven, 24/04/2015 - 10:33

l'ennesima dimostrazione di quanto è tenuto in considerazione il nostro Paese grazie a una classe politica incapace, bugiarda, ladra. l'abbronzato guerrafondaio, una vera disgrazia per il mondo intero e non solo americano, ci prende per il cxxo e lo fa evidentemente con molto gusto tacendo il fattaccio a un "caro amico" italiano ciarlatano e megalomane, che di suo ha già la tendenza a mettersi ad angolo retto davanti ai governanti degli altri paesi.

gabriel maria

Ven, 24/04/2015 - 10:48

RENZI SONO MESI CHE NE ERA EDOTTO............NON SOLO ,DA QUANDO SA CHE VINCERA' ANCHE LE PROSSIME REGIONALI,VENETO COMPRESO,SI STA FACENDO ANCORA PIU SACCENTE......

moshe

Ven, 24/04/2015 - 10:50

Due falsi amici, falsi in tutto!

java

Ven, 24/04/2015 - 10:55

c'e' un detto latino che calza a pennello in questa situazione "asinus asinum fricat"

Ritratto di kanamara

kanamara

Ven, 24/04/2015 - 11:05

Noi staimo giudicando fatti del 2015 (ma la guerra al terrorismo dura dal 2002): -Non escludo che il morto-Italiano fosse considerato "Terrorista" -Non ignoriamo che B.Obama si è preso tutta la responsabilità -Non ignioriamo che B.Obama è contro "Guantanamo" e pro-Pace -E' brutto da capire, ma questo NON è l'unico morto dal 2001 CONCLUSIONE) Se si è creato il "Circo Mediatico", adesso bisogna anche saperlo gestire (non penso che sia facile essere V.I.P.)... Immaginate, ad esempio, l'ex-Harem di Gheddafi (o di O.B.Laden): pensate cheera un'idea facile da gestire? io NON credo, perchè sono tutte persone che hanno fatto una "Brutta fine"

vince50_19

Ven, 24/04/2015 - 12:22

Agrippina - Ha proprio ragione. Quelli che scusano o per lo meno ci provano a scusare l'abbronzato sono in altri quotidiani..

blackbird2013

Ven, 24/04/2015 - 12:53

Quando si tratta di buttare mxxxa c'è sempre tanta gente in prima linea su queste pagine, vero Giornale-isti?

vince50_19

Ven, 24/04/2015 - 14:28

blackbird2013 - C'è tanta verità in quello che afferma, però in altre testate giornalistiche sono molto più "scafati", ci sanno fare molto molto meglio, hanno un'esperienza invidiabile, da guinness dei primati (con tutto il rispetto per i veri primati)..

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Ven, 24/04/2015 - 16:03

@Ubidoc probabilmente lei ha ragione ma se, al posto di Obama ci fosse stato Busch,le cose non sarebbero state così ovvie.....non solo qui, ma soprattutto nell'Italia che legge La Repubblica .