Quante bugie per sgonfiare l'assoluzione

Dalla Severino alla Cassazione, per gli anti Berlusconi il verdetto è frutto di norme ad personam: ma non è vero

Milano - No, stavolta le leggi ad personam c'entrano davvero poco. La sentenza della Corte d'appello di Milano che ha assolto con formula piena Silvio Berlusconi nel caso Ruby è figlia unicamente di una valutazione rigorosa dei giudici e non di modifiche delle norme varate in gran fretta dal Parlamento per salvare il Cavaliere. Per smontare le chiacchiere che circolano in queste ore, basta leggere gli atti del processo e confrontarli con le norme.

SALVATO DALLA «SEVERINO»? MACCHÉ

Non è vero che Berlusconi sia stato assolto l'altro ieri dalla Corte d'appello grazie alla legge Severino, che ha modificato il reato di concussione e introdotto nel codice il reato di induzione. La «Severino» è del 28 novembre 2012, mentre la condanna in primo grado del Cavaliere è del giugno 2013: vuol dire che, nonostante la nuova legge, i primi giudici ritennero di poter tranquillamente condannare l'imputato. Oltretutto Berlusconi venne condannato non per il nuovo reato di induzione, ma per il vecchio reato di concussione, che punisce il pubblico ufficiale che «costringe» la vittima.

NON È MERITO DELLA CASSAZIONE

Dopo i dubbi sollevati da numerosi tribunali, la «Severino» è stata interpretata da una sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione nel marzo scorso. È questo l'unico fatto nuovo intervenuto tra il processo Ruby di primo e di secondo grado. Ma anche la decisione della Cassazione aveva lasciato aperta la strada per una condanna di Berlusconi per concussione, affermando che la minaccia di un danno grave può essere «esplicita o implicita». Esattamente quanto Ilda Boccassini, il procuratore generale de Petris e la sentenza di primo grado sostengono sia avvenuto con la telefonata di Berlusconi in questura. Il problema, semplicemente, è che per i giudici non ci fu nessuna minaccia.

UNA LEGGE INEVITABILE

La «Severino» venne approvata dal governo Monti, con il voto favorevole di una maggioranza che andava dal Pdl al Pd, sulla base di ripetute critiche che erano venute dagli organi di giustizia europei.

INDUZIONE O CONCUSSIONE? CAMBIA POCO

Se la Corte d'appello avesse voluto applicare a Berlusconi la «Severino», ritenendo che i poliziotti fossero stati «indotti» e non «costretti» a rilasciare Ruby, avrebbe potuto comunque derubricare l'accusa. Nella sua requisitoria di un anno fa, Ilda Boccassini aveva chiesto la condanna dell'imputato per «induzione», e comunque aveva invocato una condanna a sei anni.

LA «SEVERINO» LO HA CACCIATO

Difficile considerare la «Severino» una legge a favore di Berlusconi: è stata proprio questa legge a mettere fuori dal Parlamento chi è stato condannato in via definitiva. È in base alla «Severino» che nel novembre scorso Berlusconi è stato dichiarato decaduto dalla carica di senatore. Se non ci fosse la «Severino», il Cavaliere potrebbe tornare in Parlamento tra poco più di un anno, appena scontata la condanna per i diritti tv.

E LANZAROTE NON C'ENTRA

C'è chi sostiene che Berlusconi sia stato prosciolto dall'accusa di avere fatto sesso con Ruby quando era minorenne, solo grazie alla convenzione di Lanzarote, adottata dall'Italia nell'ottobre 2012. È vero il contrario: la «Lanzarote» inasprisce il trattamento per i clienti delle prostitute minorenni, rendendoli punibili anche se non sanno la vera età delle ragazze (a meno che non si tratti di ignoranza inevitabile). Con la «Lanzarote» il tribunale avrebbe potuto condannare Berlusconi. Che invece è stato assolto in base ad una norma inserita nel codice penale nel 1998, quando il caso Ruby non era neanche immaginabile.

INTERCETTAZIONI? NO PROBLEM

L'unico punto su cui il procuratore generale de Petris ha voluto replicare alle difese prima della sentenza è stata la utilizzabilità dei tabulati telefonici acquisiti dalla Procura durante l'inchiesta. Per le difese, non si possono usare. Ennesimo cavillo? In realtà, tema è stato ritenuto del tutto irrilevante dai giudici: anche tenendo per buone le intercettazioni, non c'è prova che siano stati commessi dei reati.

È UNA SCONFITTA DI ILDA

È ben vero che in aula a rappresentare l'accusa non c'era Ilda Boccassini ma, trattandosi di un processo d'appello, il procuratore generale Piero De Petris. Ma sarebbe ingiusto attribuire a lui le responsabilità della debacle. De Petris ha potuto lavorare unicamente sulla base del materiale raccolto dalla collega, e nella sua requisitoria ha fatto di tutto per salvare il salvabile, rimediando ad una serie di buchi, soprattutto giuridici. Non ce l'ha fatta, ma non è colpa sua.

Commenti
Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 20/07/2014 - 08:31

Ambhè se lo dice Fazzo!!!!

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 20/07/2014 - 08:32

Ambhè se lo dice Fazzo!!!!

johre

Dom, 20/07/2014 - 08:42

Questo articolo però sarebbe dovuto uscire ieri e non oggi perchè già si sapeva cosa avrebbero detto nei talk show, dove tra l'altro, l'impreparazione degli ospiti/giornalisti che avrebbero voluto difendere Berlusconi da queste accuse si sono lasciati trovare assolutamente impreparati sulla semplice sequenza delle date. Ecco perche mediaticamente perdiamo sempre.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 20/07/2014 - 08:42

Le "bugie", per sgonfiare l'assoluzione con "Formula Piena" dall'infamante accusa inventata dai sovversivi togati della procura di Milano, sono la più lampante conferma che per la sinistra più ottusa e cialtrona del pianeta Terra, Berlusconi DEVE essere fatto fuori in ogni modo e con ogni mezzo tenuto conto che con la forza della Ragione e della Democrazia ha sempre avuto la conferma di non potercela mai fare! I comunisti merdosi italioti si debbono però rassegnare, schiatteranno prima loro che Berlusconi, la dimostrazione che DIO c'è!!!

Silviovimangiatutti

Dom, 20/07/2014 - 08:46

@pipporm - Invece se lo dice pipporm, allora ....è tutta un'altra storia !!!!!

johre

Dom, 20/07/2014 - 08:46

Gentile signor denigratore pipporn, lei conosce Fazzo? Io no. Ma di certo lei non conosce le date che ha indicato che non sono una sua invenzione, ma atti. Povero, lei è il classico obiettivo della disinformazione, si beve tutto senza controllare. Studi, legga, verifichi, eviterà pessime figure

Bartleby

Dom, 20/07/2014 - 08:54

Ma i redattori del Giornale le avranno lette e sentite le intercettazioni?

ZIPPITA

Dom, 20/07/2014 - 08:58

Io penso che non siano necessari fiumi di parole a spiegazione di un fatto che agli occhi di tutte le persone normalmente dotate di buon senso appare ovvio. Ma loro trovano sempre delle scuse per non essere d'accordo (la faccenda della "legge ad personam" in questo caso, fa proprio ridere ed mette in luce la loro scarsa fantasia a trovare delle spiegazioni plausibili alla loro vigliaccheria e ostilita' fuori luogo). Possibile che non possano ammettere l'evidenza dei fatti e non possano accettare quello che fino a mesi fa era il loro motto "la giustia ha fatto il suo corso" oppure "e' stata fatta giustizia" ? Solo se fa comodo a loro? Come sempre ? Questo cosa denota se non un livello di intelligenza e civilta' pari allo zero ?

SteveCanelli

Dom, 20/07/2014 - 08:59

I sinistri non riescono proprio ad essere onesti, nemmeno una volta : a forza di leggere le idiozie di Travaglio e Gomez e di ripetere come dischi rotti le stesse bugie, finiscono per crederci davvero. Ma alla fine, la verità li sbugiarda sempre. Che vita grama, che fanno!

ZIPPITA

Dom, 20/07/2014 - 09:00

.... e intanto Robledo se la ridde ed e' in viaggio di nozze in India con la sua BABY mogliettina ........(sara' andato a perorare la causa dei nostri MARO? )

AloisiusUrbinas

Dom, 20/07/2014 - 09:02

Non c'è da stupirsi. Berlusconi ha osato sfidare la giustizia malata del nostro paese. Quella attigua a certi poteri e non glielo perdonano. Purtroppo non ci sono nel nostro Paese, salvo rarissime eccezioni, intellettuali liberi. Gli intellettuali da noi si muovono in branchi come i pesci, alla ricerca del cibo e della traquillità con il minor rischio possibile. La verità la diranno solo tra molti anni, quando andrà di moda e sarà conveninete farlo.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Dom, 20/07/2014 - 09:03

....si potranno scrivere migliaia,milioni di righe di parole e di motivazioni di una sacrosanta verità....ma sinistrati e/o odiosi e invidiosi parassiti troveranno sempre qualcosa da ridire....quello che mi fa piacere è sicuramente il fatto che il loro fegato ne subirà le conseguenze.....

demoral

Dom, 20/07/2014 - 09:11

Non lo dice (solo) Fazzo, lo dicono i FATTI!!!!!!!

blackbird

Dom, 20/07/2014 - 09:14

Non è solo la questione di sgonfiare l'assoluzione! Se questa sentenza passasse anche in Cassazione (cosa che fortemente dubito), che fine farebbero gli altri processi legati a questo caso? Anni di lavoro buttati via? Non sia mai che la Corte dei Conti vada a chiedere conto di sprechi milionari per fatti che non sono mai avvenuti o che non costituiscono reato! Non si tratterebbe di "responsabilità dei giudici", ma di malvessazione di dipendenti pubblici: i Procuratori, benché magistrati, non sono formalmente giudici!

acam

Dom, 20/07/2014 - 09:16

questa faccenda Puzza, puzza perché é successa, puzza perche é stata presa in considerazione, puzza perchö viene sfruttata indebitamente, puzza perchö é arrivata a giudizio, puzza perché ancora se ne parla nonostante i giudizizzi debbano essere accettati, puzza perché é costata il 20% di pil/_DP, insomma puzza puzza puzza

blackbird

Dom, 20/07/2014 - 09:19

I redattori del Giornale probabilmente no, i giudici sì! Non sono stati i redattori a "sgonfiare" il caso, sono stati i giudici! Una telefonata non prova nulla, non dovrebbe neppure entrare in un processo, serve solo nelle indagini per avere conoscenza di eventuali fatti da accertare o delitti da prevenire.

vale.1958

Dom, 20/07/2014 - 09:21

A tutti i pipporm che scrivono qui..rosicate rimba rosicate...se le vostre mamme non fossero sempre state incinte...non sareste cosi' rimba e creduloni!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 20/07/2014 - 09:25

Ora è il caso che Bruti Liberati e Ilda Boccassini siano immediatamente trasferiti d'Ufficio in una comunità terapeutica, per almeno 7 anni, affinchè siano RIEDUCATI, in qualità di magistrati, all'onestà ed al rispetto delle Leggi Italiane in vigore che pretendono "prove" affinchè si celebrino dei processi, non delle voglie di vendetta per la putrida fede politica che li anima!

Duka

Dom, 20/07/2014 - 09:30

BALLE stratosferiche pronunciate nel disprezzo del popolo. Vedrete che nelle motivazioni (si sono presi 90gg) addolciranno la pillola.

Dordolio

Dom, 20/07/2014 - 09:32

Sulle intercettazioni ho una mia esperienza personale che vorrei estendere a chi mi legge (della serie: prooova....). Diversi anni fa un mio collega ed amico mi contestava il mio approccio con gli interlocutori telefonici. Il tono, i modi ecc... Non gli davo retta. E per farmelo vedere registrò a mia insaputa una nostra (tra me e lui) telefonata per farmela poi risentire. Aveva ragione lui. Ma la cosa che ci lasciò entrambi interdetti era la facilità con cui frasi e concetti - del caso (e dell'utile eventuale di chi ci avesse ascoltato) - potevano essere rigirati come calzini. E dare loro infiniti significati anche sinistri. Dal veloce "porta la roba dove sai domani" All' "Allora procediamo come convenuto" ecc.. Il primo caso era relativo a materiale informatico per una riunione aziendale, il secondo ad un contratto da stipulare. In un contesto di una qualsivoglia indagine, alle semplici due frasi di cui sopra si sarebbero potuti i contenuti illeciti più vari. Il tutto poi perchè si parlava velocemente per risparmiare sulla bolletta del cellulare....

linoalo1

Dom, 20/07/2014 - 09:32

Ovviamente,tutti i Giustizialisti Comunisti debbono rispettare la vonlontà dei loro Capi di Parito!I Poverini,non si rendono conto che dicono e fanno sempre e solo tutto quello che,chi gli ha fatto il lavaggio del cervello,gli ha insegnato a dire e fare!Esattamente come le scimmiette ammaestrate!Se solo riuscissero a pesare con la loro testa,ammesso che ce l'abbiano,forse si renderebbero conto del perchè l'Italia si trovi in questa misera situzione!Provino,i signori Coministi,ad analizzare l'operato di Napolitano prima dell'avvento di Monti,Letta e Renzi!Se non ci trovano niente di strano,vuol proprio dire che gli hanno fatto un Lavaggio del Cervello(?) dei più potenti!Lino.

Sinistra al caviale

Dom, 20/07/2014 - 09:33

pipporm e altri zeccaioli che verranno: oggi è domenica riposatevi e fate qualcosa di utile alla società

paolonardi

Dom, 20/07/2014 - 09:34

Sentendo i commenti dei sinistri mi e' venuto in mente una proposta per il CIO: aggiungere, ai prossimi giochi di Mosca, che coincidenza, una nuova specialita' olimpica; l'arrampicata sugli specchi; i nostri cerebrolesi vincerebbero, a man bassa, tutte e tre le medaglie. Sono patetici, ma soprattutto dannosi ed hanno un unico lato positivo, se continuano creeranno nuovi posti di lavoro nell'industria del vetro che dovra' assumere per rispondere all'aumento della richiesta di sostituzione di migliaia di specchi inservivili per rigature multiple della superfice

M_TRM

Dom, 20/07/2014 - 09:37

Chi non vuole accettare la sentenza (parlo della parte relativa alla concussione) imbroglia i lettori, in malafede, se giornalista o imbroglia se stesso se lettore accecato dall'odio. La sentenza dice che il fatto NON SUSSISTE mentre tutte le elucubrazioni sulla distinzione introdotta fra concussione per induzione o per costrizione avrebbero senso in caso di assoluzione perché il fatto NON COSTITUISCE REATO. Così per insistere ciecamente, testardamente, cocciutamente contro B si "dimenticano" che il fatto NON SUSSISTE, non è quindi soggetto ad interpretazioni. Peccato, il totale rifiuto dell'uso dell'intelligenza è un fenomeno da ultras calcistici, quelli per cui la verità contro la propria squadra non è mai accettata: essere obiettivi, anche di fronte a una realtà che non piace, è intelligenza e civiltà. Il resto è un penoso (sotto il profilo intellettivo) e pericoloso (sotto il profilo civile) esempio di come si muove questo Paese in politica.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Dom, 20/07/2014 - 09:37

Per ora la partita non è vinta ma solo alla pari. 1 a 1. Vediamo cosa dirà la Cassazione.

mbotawy'

Dom, 20/07/2014 - 09:40

La Giustizia Italiana non castiga i Corrotti Giustizieri? Non basta rallegrarsi di una giusta assoluzione,ma eseguire una condanna esemplare a chi per interessi politici e forse pecuniari condannano un innocente e ridicolizzano in fronte al mondo una Giustizia Made In Italy!

milo del monte

Dom, 20/07/2014 - 09:40

Mi basta solo ricordare come la severino era incostituzioeale per forza italia....eh... ora 'e baluardo di liberta' E poi non ho capito..ma la cassazione e' stata abolita?

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Dom, 20/07/2014 - 09:41

@SteveCannelli. Vita grama la sua che come tutti i berluscoidi ha creduto alla enorme balla sulla nipote di Mubarak. Balla che ha fatto ridere il mondo intero dell'Italia del berlusca e dei suoi seguaci .

paci.augusto

Dom, 20/07/2014 - 09:48

Tutto il luridume rosso, fanatico, ottuso e bugiardo è stato mobilitato, vedi anche i numerosi soliti dementi trinariciuti che sproloquiano su questo blog, per deridere e sminuire la logica assoluzione di Berlusconi dalle ennesime accuse fondate sul NULLA!! A conferma della sudicia azione dei tanti fiancheggiatori rossi in toga, il fatto OGGETTIVO che Berlusconi ha subito oltre 800 OTTOCENTO ( assai più di Totò Riina!!!)incriminazioni, SOLTANTO DOPO che aveva sconfitto la ' gioiosa macchina da guerra ' di Occhetto, sicuro di vincere le elezioni dopo l'eliminazione di TUTTI gli avversari politici da parte della procura rossa milanese!! Solo DOPO, è diventato il criminale, avversario mortale da eliminare con ogni mezzo!! Vero compagni???!!!

terzino

Dom, 20/07/2014 - 09:52

Non si può invocare la Severino a piacimento, buona quando condanna e malvagia quando contribuisce all'assoluzione. La legge Severino era una legge delega, il Parlamaneto ha delegato il governo, allora presieduto da Monti non certo sodale con Berlusconi, a scrivere una legge sulla scorta di alcuni paletti fissati. Di cosa si parla dunque? La legge vale per tutti, non è certamente questo il caso di legge ad personam, piaccia o non piaccia.

mifra77

Dom, 20/07/2014 - 09:56

Mi chiedo perché replicare motivando a degli imbecilli! Questi sono personaggi che avevano studiato e concordato la distruzione dell'avversario politico a tavolino e l'hanno messa in atto. Da come si erano messe le cose, si sentivano al trionfo e non avevano minimamente considerato l'inciampo. Ora è tutto da rifare; cosa pretendete che con una sentenza, le iene si trasformino in miti agnelli? Ora è tempo di alzare la guardia!

Ritratto di CompariDiMERENDA.

CompariDiMERENDA.

Dom, 20/07/2014 - 09:57

la legge severino meglio nota come legge pd2(pd+farsa italia) o legge del partito unico dei COMPARUCCI DI MANGIORANZA è solo un tassello del puzzle, il grande puzzle di un sistema delinquenziale di stampo legale

elio2

Dom, 20/07/2014 - 10:03

Si rivolgono a gente che prendono per il culo da almeno 70 anni, a cui hanno preventivamente levato la possibilità di poter liberamente intendere e volere, altrimenti col cavolo che li voterebbero, che prenderanno come oro colato le spiegazioni del Komintern.

nerinaneri

Dom, 20/07/2014 - 10:06

sinistra al caviale: consiglio per consiglio, vai ai giardinetti che ti riossigeni un po' e magari incontri qualche altro pensionato di questo blog, e poi vi scambiate le dentiere

vale.1958

Dom, 20/07/2014 - 10:09

@ubidoc..meglio essere creduloni che rincoglioniti comunisti!!

Iacobellig

Dom, 20/07/2014 - 10:12

a questo punto libere dal processo penale anche le persone coinvolte per falsa testimonianza legate al processo Ruby. In particolare Ruby dovrebbe denunciare la Boccassini per averle dato della prostituta!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 20/07/2014 - 10:14

ora è la sinistra a parlare di gomblotto :-) non hanno neppure il pudore di star zitti :-)

paolonardi

Dom, 20/07/2014 - 10:14

@milo del monte; nella nuova specialita' olimpica, che ho proposta, la medaglia d'oro e' sua senza bubbio; in due righe ha sparato due cavolate. La prima: L'incostituzionalita' non riguardava la legge Severino ma l'applicazione retroattiva che ha consentito l'estromissione del Berlusca per fatti antecedenti l'entrata in vigore della legge. La seconda: il ricorso in Cassazione non e' automatico ma deve essere richiesto da una delle due parti.

paolonardi

Dom, 20/07/2014 - 10:18

@Ubidoc: sempre meno della sua passata a bere acriticamente gli slogan delle cellule, ex pci, ospitate nelle case del popolo e i vaneggiamenti di Rupubblica.

bruna.amorosi

Dom, 20/07/2014 - 10:27

E.. COME SE DICE ..NON CI VOGLIONO STARE . BENE ALMENO PER 3 MESI DOVRETE MORIRE DI RABBIA POI SI VEDRA'

mifra77

Dom, 20/07/2014 - 10:49

@milodelmonte, lei ricorda che la legge Severino fu impugnata come incostituzionale dagli innocentisti e regolarmente costituzionale dai manettari. I fatti sono che con quella legge berlusconi venne cacciato dal senato. Quello che lei non vede è che oggi le posizioni si sono diametralmente invertite sempre a convenienza. In quanto alla cassazione della quale lei si chiede se sia stata abolita, io al contrario le chiedo se ha un senso tenere in vita una cassazione che motiva una condanna definitiva con un "non poteva non sapere!" Le sembra una prova schiacciante per condannare definitivamente? le sembra seria una siffatta cassazione?

giovanni PERINCIOLO

Dom, 20/07/2014 - 10:50

Tutto vero, ma i trinariciuti non lo ammetteranno mai! Per loro l'unica giustizia accettabile é quella teorizzata da gramsci : il fine giustifica i mezzi e quindi Barlusconi va eliminato, che poi sia innocente é un dettaglio insignificante! "Giustizia" in bocca ai trinariciuti é una bestemmia cosi' come lo é "democrazia" dimenticando semrep che la ragione sociale del comunismo non é la "democrazia del popolo", no, la ragione sociale é la "DITTATURA del popolo"! Amen!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 20/07/2014 - 10:51

La boccassini e bruti liberati si dovrebbero dimettere. Hanno fatto crollare un governo democraticamente eletto per le loro porcate politiche. Finché ceffi del genere infestano la magistratura non ci potrà essere giustizia. Purtroppo staranno preparando il prossimo assalto.

elio2

Dom, 20/07/2014 - 10:58

Caro compagno milo del monte, certamente lei è sordo oppure è molto limitato in fatto di memoria e non ha potuto ben memorizzare ciò che doveva dire, torni alla casa del popolo e si faccia rispiegare ben bene cosa è incostituzionale della legge severino e poi già che c'è si faccia accompagnare anche dal compagno Ubidoc, su come funziona la cassazione, perché mi pare che entrambi dovete ancora metabolizzare che il vostro avversario politico che voi considerate un nemico possa anche essere innocente. Non tutti hanno il proprio giudice personale che tra un pranzo e una cena è pronto a prescrivere qualsiasi reato, solo mostrando la tessera del partito.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 20/07/2014 - 11:15

Giratela come si vuole ma per i cattocomunisti che hanno nell'animo l'odio atavico contro Berlusconi, contro colui che li sconfisse non c'è nulla da fare. Per loro conta solo la condanna anche se ingiusta allora la magistratura non è corrotta, ma se lo assolvono allora la magistratura è corrotta. Fortunatamente questa gramigna comunista sta perdendosi e dissolvendosi nel loro fango

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Dom, 20/07/2014 - 11:16

SIAMO SERI PER UNA VOLTA per incolpare Berlusconi si sarebbero dovuto incolpare milioni di cittadini: pensate agli enti pubblici, ogni giorno (per non parlare degli anni passati) migliaia di impiegati nel nostro paese cercano di fare pressioni su colleghi ed amministrazioni al fine di "aiutare" gli "amici" commettendo induzione e molte volte concussione avremmo le procure intasate per questi reati ... pensate inoltre a quante centinaia di miglia di persone vanno a mignotte che di certo non sanno quanti anni abbia la prostituta. In poche parole non possiamo fare come i bambini che dicono alla mamma di dare le botte al fratellino perchè gli ha rubato le caramelle ... dobbiamo ringraziare questi tre giudici che hanno fermato l'inquisizione riportando la GIUSTIZIA nel nostro paese.

Sinistra al caviale

Dom, 20/07/2014 - 11:22

nerinaneri, signorina zecchina rossa, ho ancora parecchio tempo per la pensione. Piuttosto a te converrebbe qualche altro giornale, ad esempio l'Unità..potresti aiutare i tuoi kompagnonzi.. (e non ti faccio la rima anche se la meritereste in pieno, tutti i santi giorni)

Ritratto di Zione

Zione

Dom, 20/07/2014 - 11:26

Miracolo, MIRACOLO !!! -- Finalmente, San Gennaro si è mosso a Pietà; Deo gratias. -- Questa normale SENTENZA ("Rivoluzionaria" a dire dei Cialtroni e dei Felloni ...) ha semplicemente messo i puntini sulle i di un'orribile Dramma SOCIALE che solo in una incivile e SOVVERSIVA Nazione come la nostra si sarebbe potuto realizzare; alla faccia della grande Folla di poveri Cristi (Massacrati con le loro FAMIGLIE ...) eppure di tutti quei Laidi Mangioni e imbroglioni Giudiziari, che sono i loro turpi Compari, i Masnadieri dell'Antistato che pur potendo e DOVENDO intervenire per stroncare sul nascere tali Scelleratezze, se ne sono altamente fregati, per Scellerata Convenienza (o Costrizione ?). -- GRAZIE, Seri MAGISTRATI, del vostro essere rimasti ancora all'antica; imparziali, AUSTERI e SOLENNI; grazie anche al santo Padre che prega sempre per noi, la Dolente Umanità OFFESA; Grazie Ciccjo, da parte dei miseri Tapini (e novelli PARIA ...) che già cercavano di trovare in giro un buon tratto di robusta CORDA, per evitare di fare un altro oneroso e quasi impossibile DEBITO (di qualche Euro ...) al fine di pareggiare senza rancore, ma solo per Legittima Difesa e per Amore di GIUSTIZIA, qualche vecchio conto col GIUDICIUME, ignorante, politico, Marjuolo e SCORNACCHIATO; specie quello che a Torino negli anni 80, seminò Terrore e INFAMIE. -- A. V. G. -- (Associazione Vittime del Giudiciume). -- (ruotologiu@libero.it)

linoalo1

Dom, 20/07/2014 - 11:35

Mamma,mamma!L'hanno presa proprio male!Ora si arrampicano anche sugli specchi pur di trovare un appiglio pur di inficiare la Sentenza!Lino.

guardiano

Dom, 20/07/2014 - 11:40

Ubidoc, ma che ragionamento fai, abbiamo vinto noi, avete vinto voi, nò abbiamo pareggiato, era una partita di pallone? vedi se lo avessi detto tu pazienza, sappiamo che solone sei, il tragico è che l'hanno asserito i dipendenti statali impropriamente chiamati procuratori della repubblica, che cosa procurino lo penso ma non lo dico.

Giacinto49

Dom, 20/07/2014 - 12:00

Impossibilitato ad entrare nei meandri giuridici dico solo: Forza Silvio, Forza Italia alla facciaccia, in primis, di quel trinariciuto dalla ben visibile lingua biforcuta di Travaglio.

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Dom, 20/07/2014 - 12:21

Dove sta la notizia? È noto e arcinoto che i talebani di sinistra sono bugiardi, menzogneri, mentitori, mestatori, mistificatori. Lo sanno anche i bambini delle elementari...

agosvac

Dom, 20/07/2014 - 12:21

Egregio pipporm, non lo "dice fazzo" lo dice la legge quando è bene applicata e non distorta da alcuni magistrati politicizzati!!!

Bartleby

Dom, 20/07/2014 - 12:23

Resta il fatto che in qualsiasi paese del mondo un primo ministro che avesse fatto le cose che ha fatto Berlusconi, pur non avendo a quanto pare risvolti penali, sarebbe stato cacciato per sempre dalla vita politica con ignominia. In Italia invece c'è ancora gente che non solo lo difende me lo vorrebbe ancora a capo del governo. Evidentemente dalle parti della destra parole come decoro istituzionale non sono proprio comprensibili

vincentvalentster

Dom, 20/07/2014 - 12:42

Gli antiberlusconi "rosicano" di brutto. L'assoluzione per loro è stata una mazzata tremenda, che non può assolutamente essere assorbita. Quindi, come è loro caratteristica precipua, dicono un'infinità di fesserie ( eufemismo ! )

Sabino GALLO

Dom, 20/07/2014 - 12:51

Le critiche per l'assoluzione erano prevedibili !!! La libertà di esprimere le proprie opinioni è sacra, ma essa deve accompagnarsi alla propria capacità di distinguere le opinioni dalle verità, seguendo con rigore le "regole" della razionalità : la logica, per ottenere la certezza della ragione e l'esperienza per riconoscere l'evidenza dei fatti! Molto spesso, anzi quasi sempre, tutto questo viene trascurato, solo per affermare l'ideologia che si insinua nella critica. E' il grande male che trascina il nostro Paese verso il nulla. D'altra parte , la ricchezza del nostro vocabolario non è di aiuto alla interpretazione delle leggi. Ad esempio, la parola "concussione" non può essere accettata per mancanza di prove? Bene! Allora utilizziamone un'altra : "induzione", per superare l'ostacolo ed affermare una posizione che la prima non poteva esprimere per difenderla. Non è facile scrivere le leggi, questo è chiaro! Si prestano a tutte le interpretazioni utili a difendere la posizione che si vuole difendere. Ma, a questo bisogna aggiungere la tendenza (che viene da molto lontano!) degli italiani di sofisticare su tutto, senza arrivare mai a conclusioni condivise. Di chi è la colpa? Di tutti e di nessuno! Che fare? Le leggi sono tante e le interpretazioni lo sono di più. E gli italiani godono a farsi la guerra, contro i propri interessi. Come può un qualsiasi imprenditore sbarcare nel nostro Paese, sapendo che gli sarà difficile anche uscirne? E come possono i "governanti" fare con maggiore rendimento le cose utili per il Paese, se ogni giorno devono rispondere a critiche sempre più sottili ed imprevedibili, perdendo tanto e tanto tempo per rispondere a tutti? Gli stessi magistrati giudicanti si trovano in condizioni di difficoltà. Bisogna capire anche questo. E tutti invocano la "democrazia" per qualsiasi cosa? Ma di interpretazioni della democrazia se ne possono inventare tante! Ma quanti ne conoscono le origini? Senza consapevolezza, coscienza, rigore ed onestà si può fare di questa parola l'uso che si vuole. Basta leggere i giornali di oggi per capire il perché del nostro declino.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 20/07/2014 - 13:07

Sic transit gloria mundi. Esopo già 2000 anni fa ci raccontava della volpe e dell'uva. Come s'evidenzia, nulla cambia e gentaglia che non accetta la realtà farà sempre una brutta fine.

vince50_19

Dom, 20/07/2014 - 13:23

Gli emuli di Travaglio, Lerner, Guzzanti (fimmina) etc. si allenano.. Quel che conta sono le sentenze. Se non vanno giù un colpetto sul petto ed il boccone considerato amaro scende lo stesso.

antoniopochesci

Dom, 20/07/2014 - 13:28

Il top dell'ipocrisia e della disonestà intellettuale lo raggiungono coloro che si riempiono la bocca pontificando solennemente: " LE SENTENZE NON SI COMMENTANO ". Ebbene chi le pronuncia, nascondendosi dietro questo alibi patetico e puerile, dimostra di non essere capace di ingoiare il rospo e che je rode proprio tanto.. Ma stiamo a scherzà, ragazzi? Le sentenze si devono applicare ed eseguire, ma guai a mettere la mordacchia a chi si permette di sfiorare il verbo emesso dalle bocche della verità dei Tribunali. Si può criticare il vangelo tanto che sono nati i vangeli apocrifi, si possono criticare i dogmi della teologia, i principi della logica e della filosofia, si può parlare male anche di Garibaldi!.. ma non i responsi dei Tribunali! Di questo passo non si dovrebbero discutere e commentare neanche le leggi emanate dal Parlamento in rappresentanza del popolo sovrano. Quindi massimo rigore e certezza nell'applicare le sentenze, ma altrettanta, se non superiore, la libertà e il diritto di"attaccarle" ed anche di demolirle e di ribaltarle nei tre gradi di giudizio, che in uno Stato di diritto esistono proprio per garantire la libertà di critica con la conseguente possibilità di modificarle.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 20/07/2014 - 13:30

Ubidoc credo Lei abbia pienamente ragione. La sua non può essere una vita grama. Uno come Lei ha una vita semplice, piana Il suo mondo, ovviamente schierato dalla parte di chi fa più casino ed abbaglia la sua mente, è privo di riflessioni. Ma per solo mancanza di spazio.

Marzia Italiana

Dom, 20/07/2014 - 14:16

Se ci fossero state leggi ad personam ( termine di cui tutti amano riempirsi la bocca e che ripetono come pappagalli) avrebbero salvato Berlusconi sin dal primo processo! La legge Severino c'era già , ma hanno scelto di non applicarla nel caso di Berlusconi , perché Berlusconi non è un cittadino come gli altri! La legge non è uguale per tutti, non lo avete notato?!Berlusconi e' stato.condannato con valore retroattivo, nonostante la legge Severino. E la legge Severino non è frutto del governo Berlusconi, ma di quello seguente, quello usurpato da Monti. Quindi, ad personam, può darsi, ma non certo pro la persona di Berlusconi !

Ritratto di caribou

caribou

Dom, 20/07/2014 - 14:16

unpaesemigliore: Nessun altra descrizione fu più esatta del "paesemigliore", quella fatta da lei è quel paese che abbiamo oggi, grazie a lei e ai quattro bananas ancora in circolazione! La vostra soluzione è quella di tenercelo così, bello e "liberale", lasciando i fratellini a rubare, e magari premiarli pure!

giovannibid

Dom, 20/07/2014 - 14:23

MA COME LE SENTENZE NON VANNO ACCETTATE? CHE SIA DI ASSOLUZIONE O CONDANNA? E ALLORA CHE VOGLIONO QUESTI "LAZZARONI" POLITICIZZATI? VIVA LA LIBERTA' E LA VERA GIUSTIZIA

Marzia Italiana

Dom, 20/07/2014 - 14:40

E in tutto questo, chi paga veramente sono gl'italiani, che hanno dovuto sostenerne le spese vive di tutti questi anni di persecuzioni; ed il paese che ha subito l'interruzione di un governo votato dal popolo, per essere rimpiazzato da diversi altri governicchi illegittimi . Si era parlato di responsabilità civile dei giudici, ma "non si è visto ne' fumo e ne' fumata" , (vogliatemi consentire questa espressione poco ortodossa.) La rossa, oltre ad essersi fatta grande pubblicità , se ne è uscita col portafogli pieno, indisturbata. Nessuna d queste giudici ,velenose femministe, paga, ma nemmeno a rimetterci la faccia, mentre in un paese civile, ma anche solo normale, non la passerebbero liscia, sarebbero finiti, le loro carriere sarebbero stroncate!

Marzia Italiana

Dom, 20/07/2014 - 14:42

Pipporm. - non lo dice solo Fazzo, lo dico pure io, comunissima cittadina, angariata dai soprusi dei potenti!!

Ritratto di genviello

genviello

Dom, 20/07/2014 - 15:02

E' d'uopo attendere le motivazioni della sentenza e poi l'esito del piu' che probabile ricorso in Cassazione della Procura Generale!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 20/07/2014 - 15:22

...Prima di imparare a vincere, bisogna imparare, se intelligenti, a saper perdere; Non mi pare questo il caso, per cui, mi sorgono molti dubbi sulla liceità delle vittorie pregresse.

Tipperary

Dom, 20/07/2014 - 16:20

Ah beh , se lo dice pipporm allora e' tutta un' altra cosa!

Tipperary

Dom, 20/07/2014 - 16:37

Maggiaggio! Maggiaggio!questi rosiconi al caviar per riprendersi dalla botta, che vadano al mare con la loro X5 o classe E, una volta in spiaggia sotto il loro gazebo a 4000 euro al mese, al primo cesso con gli occhi a mandorla si facciano fare un bel maggiaggio rilassante con le mani sporche degli altri 78 maggiaggiati nella giornata. Così rilassati gli passera ' il magone.

elio2

Dom, 20/07/2014 - 20:22

Caro compagno Bartleby, perché non spiega quali sono questi fatti inenarrabili che ha fatto il Berlusca? Se non le viene in mente niente, può sempre andare alla casa del popolo dove troverà certamente qualche compagno deficiente che glieli inventerà sul momento. Immagino lei preferisca avere come primo ministro un ladro di provata disonestà morale e materiale, che solo grazie al fatto di portarsi appresso un giudice personale, tra un pranzo o una cena, riesce a farsi prescrivere qualsiasi reato, ma ricordiamolo sempre, rigorosamente contro la sua volontà, come fu per il compagno penati e le due prescrizioni del compagno vendolino, e prossimamente ce ne sarà anche una terza per l'affare dell'Ilva, cose che solo compagni diversamente onesti, possono fare e che probabilmente nel pieno delirio della vostra democrazia anche lei vota.