L'ex presidente dell'Ama alla Raggi: "Rischiamo la bancarotta preferenziale"

Roma, spuntano altre registrazioni. Così l'ex numero uno di Ama aveva lanciato un monito alla Raggi sul rischio di "bancarotta preferenziale"

La giunta guidata da Virginia Raggi sembra sull'orlo di una crisi definitiva. L'amministrazione capitolina, politicamente parlando, è stata costretta a registrare un deciso dissapore leghista. Martedì è il giorno decisivo per comprendere se il Carroccio sarà disponibile o no a sostenere, all'interno del Consiglio dei ministri previsto, il "Salva Roma". Il ministro Matteo Salvini, dichiarando che il primo cittadino della capitale "non è in grado di amministrare", ha già detto la sua.

Non c'è molto altro da aggiungere da parte della Lega, che in Campidoglio, del resto, fa parte dell'opposizione consiliare ai grillini. Ma esistono questioni concatenate: da una parte c'è la dialettica politica, che interessa pure quanto sta succedendo attorno all'esecutivo giallo - verde, dall'altra ci sono i fatti i cronaca che stanno interessando l'esponente di punta del MoVimento 5 Stelle. Stanno emergendo, infatti, virgolettati del dialogo intercorso tra la Raggi e l'ex numero uno di Ama, che è Lorenzo Bagnacani. Stando a quanto riportato su Repubblica, la sintesi è questa: il secondo ha avvertito la prima del rischio di una "bancarotta preferenziale". Il tutto è rintracciabile nelle registrazioni che la fonte citata dice siano "in possesso della procura e della Guardia di Finanza ". Sullo sfondo c'è il tema di un possibile prestito bancario. Il sindaco, poi, sottolinea la contrarietà della giunta ad approvare il bilancio comunale relativo al 2017: "Non me lo approvano...". E ancora: "I risultati di questo bilancio non mi interessano. Non sono un tecnico, non sono un contabile, sono un sindaco. Lo devo approvare. Come me lo devono dire altri".

Come saprete e come si legge qui, L'Espresso ha fatto sapere di un esposto presentato da Bagnacani, che tira in ballo il sindaco pentastellato. Gli scenari descritti nel corso di queste ore lasciano supporre che l'esperienza dell''amminstrazione Raggi possa essere vicina al termine o comunque possa avere delle difficoltà oggettive a ripartire come se nulla fosse successo.

Commenti

leopard73

Sab, 20/04/2019 - 22:37

IL salva ladri vorrai DIRE!!!!

cgf

Sab, 20/04/2019 - 22:39

mi sa che anche come avvocato la sora virginia sarà finita, gli resta solo la politica per vivere, ovviamente ruoli di secondo piano.

Giorgio5819

Sab, 20/04/2019 - 22:56

Roma.

Marcolux

Dom, 21/04/2019 - 00:32

Basta con l'orecchiona!

hellas

Dom, 21/04/2019 - 07:50

La ritenevo semplicemente inadeguata ed inesperta, emerge invece che è molto peggio....ma dai poveracci a 5 stalle c'è da aspettars di tutto....anche che difendano l'indifendibile....