Quei «corvi» dentro la Bce così pericolosi per i nostri soldi

Altro che corvi in Vaticano, il rischio è che i corvi ci siano in seno alla Banca centrale europea. E per le nostre tasche potrebbero costare molto di più. Ieri il Financial Times , il quotidiano della finanza inglese, ha aperto il giornale, in prima pagina, con il seguente titolo: «Dirigenti della Bce hanno incontrato un gruppo di banchieri poco prima di riunioni decisive». Si tratta di un nuovo potenziale scandalo finanziario. E vi anticipiamo subito che nessuno riuscirà a perseguirlo. Vediamo di che si tratta. Quattro membri del direttorio (su un totale di sei) e cioè il vicepresidente Vitor Constancio e Peter Praet, Benoit Coere e Yves Mersch si sono (...)