Quei dolcetti da allineare che fanno impazzire la Rete

È stato «come l' eureka di Archimede». Riccardo Zacconi in persona ha raccontato che l'idea di Candy Crush è venuta al suo sviluppatore Tommy Palm (che ha lasciato King a inizio 2015) mentre faceva il bagno. Ma che cos'è questo gioco che ha fatto letteralmente impazzire milioni di utenti in tutto il mondo? È quello che in gergo si chiama free to play, cioè è un app gratuita per giocare. Si paga solo per acquisire nuove vite e tornare in gioco in quanto, dopo aver perso per tre volte, il gioco chiede all'utente di aspettare. Motivo per il quale gli utenti di Facebook vengono tempestati di richieste di vite in regalo. Il gioco vero e proprio è un classico puzzle. Bisogna creare file di tre figure identiche all'interno di una griglia, come nel famoso Bejeweled . Ogni livello ha un differente schema composto da un insieme di dolcetti da tre a sei colori diversi. Sono inoltre inserito degli ostacoli per rendere il raggiungimento dell'obiettivo di volta in volta più difficile. Quando vengono allineate, le tre caramelle dello stesso colore scompaiono lasciando il loro posto ai dolcetti posti sopra. In questo modo possono determinarsi anche delle «reazioni a catena» che fanno guadagnare altri punti. Le mosse possono essere orizzontali e/o verticali. Lo scopo dei livelli è quello di non rimanere senza mosse da eseguire (o senza secondi a disposizione in quelli a tempo). Il raggiungimento di un punteggio prefissato o di obiettivo predeterminato consentono di passare al livello successivo (ce ne sono centinaia).